Negli ultimi anni, le asciugatrici a pompa di calore hanno conquistato una fetta di mercato sempre più ampia, sia per la loro praticità, sia per il risparmio di tempo e di spazio offerto nelle abitazioni moderne sempre più piccole perché sempre più piccoli sono i nuclei familiari. Con l’aumento della domanda, i prezzi delle asciugatrici sono leggermente diminuiti e i modelli più diffusi sono le asciugatrici a pompa di calore.

Cosa sono e come funzionano le asciugatrici a pompa di calore

Per capire come funzionano le asciugatrici a pompa di calore, bisogna confrontare con i modelli a condensazione che la precedono. Un sistema a condensazione funziona tramite il riscaldamento dell’aria che soffia all’interno della camera del tamburo per poi aspirare l’aria umida e calda per raffreddarla al punto che l’umidità si condensa, appunto, e viene fatta convogliare e gocciolare in un vassoio di raccolta che deve essere svuotato a ogni ciclo di asciugatura. L’aria fredda e secca rimasta nel cestello viene poi nuovamente riscaldata e messa in circolo nel cestello per l’asciugatura finale. Uno dei “limiti” della condensazione è il meccanismo di raffreddamento dell’aria estratta dal tamburo per togliere l’umidità dei vestiti. Alcuni modelli di asciugatrici impiegano una piastra metallica raffreddata con aria, altri utilizzano acqua fredda per raffreddare la serpentina. Le asciugatrici a pompa di calore sono un sottogruppo dei sistemi a condensazione: dotate di una serpentina per il raffreddamento e una per il riscaldamento, rappresentano la soluzione ottimale per i sistemi a condensazione, infatti la serpentina fredda serve a raffreddare e prelevare l’aria calda e umida presente nel tamburo, mentre la serpentina calda serve per riscaldare l’aria da introdurre nel cestello per asciugare i panni. le asciugatrici a pompa di calore utilizzano circa il 40-50% dell’elettricità utilizzata dagli elettrodomestici tradizionali e asciugano gli indumenti in modo rapido e senza danneggiarli.

Di seguito una selezione di prodotti che ci sentiamo di consigliarti

asciugatrici a pompa di calore
Compra su Amazon

Candy CSO H8A2DE-S - Asciugatrice pompa di calore, 8 kg, Connettività Wifi, Classe Energetica A++

Prezzo su Amazon.it: €365,84
asciugatrici a pompa di calore
Compra su Amazon

Candy - Asciugatrice CSO H9A2DE, 9 Kg Classe A++ Pompa di calore

Prezzo su Amazon.it: €404,01
asciugatrici a pompa di calore
Compra su Amazon

Beko DRY833CI Libera installazione Carica frontale 8kg A+++ Bianco asciugatrice

Prezzo su Amazon.it: €443,17

Vantaggi e svantaggi delle macchine per asciugare gli indumenti

macchina oer asciugare i panni

La tecnologia delle asciugatrici a pompa di calore è notevolmente migliorata negli anni, soprattutto nel trattamento dei capi che dopo l’asciugatura risultano comunque morbidi, senza pieghe e non sfibrati. Un limite delle asciugatrici a pompa di calore è la rumorosità, ma in compenso il risparmio è maggiore: stimando, infatti, cinque carichi di asciugatura a settimana di una famiglia media, il risparmio è calcolato nell’ordine di 1,60 € a settimana nel periodo invernale e circa 0,87 centesimi a settimana in quello estivo, con un risparmio annuo medio complessivo di 65 €. Le variabili sono, tuttavia, molte a partire dai costi dell’energia e dai prezzi di vendita del prodotto.

Il grande vantaggio delle asciugatrici a pompa di calore è il serbatoio di raccolta che evita di disperdere l’umidità all’esterno della macchina, evitando onerosi costi per creare dei condotti di ventilazione e potendo collocare l’elettrodomestico ovunque in casa vi sia spazio e il collegamento all’impianto idrico e a una presa elettrica. Inoltre, è molto efficiente dal punto di vista energetico, soprattutto quelle di classe A. Alcuni dei marchi più popolari che producono asciugatrici sono Miele, Electrolux, Bosch e Samsung. La convenienza dal punto di vista tecnico della pompa di calore è che il suo sistema refrigerante e raffrescante al contempo in un unico dispositivo rendono l’apparecchio più efficiente, in grado di riutilizzare energia dimezzando di fatto l’impatto anche sull’ambiente. In sintesi, i vantaggi delle asciugatrici a pompa di calore sono:

macchina per asciugare i panni

  • Efficienza e risparmio energetico;
  • Risparmio sulle bollette;
  • Minor impatto ambientale (i prodotti rispettano gli standard ecologici di produzione e smaltimento);
  • Diversi modelli con varietà di programmi, funzioni e dimensioni (standard e slim o compatte);
  • Delicatezza sui capi;
  • Nessuna umidità rilasciata nel locale in cui è collocata la macchina in funzione.

Gli svantaggi non mancano e sono riassumibili in livelli di rumorosità piuttosto alti nella media, e costi anche elevati rispetto agli altri modelli in circolazione.




Potrebbe interessarti

Affitto loft: una guida alla scelta sicura!

Quando si decide di prendere in affitto un loft, è necessario valutare in primi diversi fattori prima di scegliere quella giusta e adatta alle proprie esigenze. È importante tenere in considerazione in primis il budget che si potrebbe avere a disposizione.

Contratto di sublocazione: scopri caratteristiche, norme e rapporti

 Immagine per contratto di sublocazione

Quando l'affittuario deve lasciare l’appartamento locato per un certo periodo può affittarlo a terzi per coprire le spese, senza però avere l’intenzione di disdire il contratto principale. Il conduttore può quindi sottoscrivere un contratto di sublocazione.

Affitto d'azienda: questi consigli non puoi perderteli!

Con il termine affitto d'azienda è indicata l'acquisizione di un diritto di godimento e di tutti i poteri di gestione di un complesso aziendale di proprietà del locatore, da parte di un conduttore dietro corrispettivo. A regolamentare l'affitto d’azienda è l'articolo 2562 del codice civile che dispone l'applicazione delle norme relative all'usufrutto d'azienda (articolo 2561) e quelle generali in tema d'affitto (articoli 1571-1654).

Avviso sul Copyright

I contenuti di questo sito web sono protetti da Copyright. Ti invitiamo gentilmente a non duplicarli e a scriverci a info [@] elamedia.it se hai intenzione di usufruire dei servizi erogati dalla nostra Redazione.

Protected by Copyscape

Non bloccare la Pubblicità

Il tuo Browser blocca la nostra pubblicità? Ti chiediamo gentilmente di disattivare questo blocco. Per noi risulta di vitale importanza mostrarti degli spazi pubblicitari. Non ti mostreremo un numero sproporzionato di banner né faremo in modo che la tua esperienza sul nostro sito ne risenta in alcun modo.Ti invitiamo dunque ad aggiungere il nostro sito tra quelli esclusi dal Blocco della tua estensione e a ricaricare la pagina. Grazie!

Ricarica la Pagina

I più condivisi

Mutuo ipotecario: cos’è e come funziona questo tipo di finanziamento

acquistare casa con il mutuo ipotecario

Per chi è in procinto di acquistare un immobile la fase di analisi e scelta del finanziamento da prendere è fondamentale, soprattutto perchè si tratta di un investimento importante che nella maggior parte dei casi graverà sull’economia familiare a lungo termine.

Tasso misto applicato ai mutui: sapete di cosa si tratta?

tasso misto

L’acquisto di un immobile e la conseguente richiesta di un mutuo, comporta un’attenta valutazione e analisi delle varie offerte proposte dagli istituti di credito. L’aspetto fondamentale da tenere in considerazione prima della sottoscrizione, è sicuramente dato dalla scelta del tasso d’interesse che verrà applicato al piano di ammortamento.

Analisi dei mercati finanziari per la scelta del mutuo

Le statistiche rivelano che gli italiani che acquistano una casa ricorrono – nell’80% dei casi – al mutuo.  Quando si decide di comprare casa affidandosi alla possibilità di accendere un mutuo si commette spesso l’errore di sottovalutare la propria capacità di mutuo-acquisto vale a dire l’importo massimo che una banca è disposta ad erogare in base alle garanzie e condizioni del richiedente.

Leggi anche...

Leasing prima casa: di cosa si tratta e come funziona?

Il possedere una casa di proprietà, piccola o grande che sia, rappresenta il sogno di tantissime persone. Se per le giovani coppie potrebbe essere un piccolo e romantico nido d’amore dove far crescere i figli, per le persone più anziane invece simboleggia la ricompensa di tanti anni di sacrifici e il poter godere di una vecchiaia più serena. E proprio per incentivare l’acquisto di un’abitazione principale, in particolare per i giovani, diverse sono state le iniziative avviate dalle autorità governative nel corso di questi anni.

Leggi anche...

Costi volture: quale è il prezzo per cambiare utenza

La voltura propriamente detta (cambio dell'intestatario contrattuale) non è eccessivamente onerosa e alcune compagnie la effettuano gratuitamente; più costoso è invece l'allaccio vero e proprio, da farsi se il precedente proprietario ha disdetto le utenze, ovvero se queste risultano non essere mai state allacciate.

Go to Top