Il modello più recente del robot da cucina Bimby è il Bimby TM6 che sostituisce il modello precedente TM5, il cui prezzo del bimby - che si attesta su 1359 € - potrebbe essere “abbattuto” acquistandone uno usato. Il Bimby è l’elettrodomestico più richiesto della casa produttrice Vorwerk– dopo l’aspirapolvere “Folletto” della stessa ditta. Conosciuto in tutto il mondo con il nome ufficiale di Thermomix, si chiama Bimby solo in Italia, un nome simpatico che si riferisce al principale uso del robot: la preparazione di omogeneizzati e pappe per bambini.

Caratteristiche del Bimby TM6

L’ultimo modello del Bimby presenta uno schermo touch screen più grande, la possibilità di connettersi via internet tramite WiFi, effettuare la cottura sotto vuoto a temperature basse, la precisione della bilancia è stata migliorata, così come è stata migliorata la gestione delle ricette per facilitare l’utilizzo anche a coloro che non sono affatto pratici di cucina e fornelli.

La modalità di acquisto di un Bimby prevede solo la possibilità di rivolgersi ai consulenti accreditati i quali effettuano presentazioni e dimostrazioni a domicilio, fornendo consigli per l’utilizzo e occupandosi dell’assistenza prima e dopo la vendita. L’elettrodomestico viene corredato di un manuale di uso e di un ricettario con le indicazioni su come preparare le ricette (in versione cartacea e digitale), con l’aggiunta di un abbonamento per la rivista “Voi … Noi …  Bimby” che si compone di 11 numeri annuali in cui trovare altre ricette sperimentate dagli utilizzatori del robot da cucina, oltre alle novità sulle funzioni e i modelli di Bimby.

Il prezzo del Bimby di un modello nuovo acquistato presso la Vorwerk è di 1359 €, il pagamento è rateizzabile e si può usufruire dei prestiti di alcuni istituti di credito. I consulenti accreditati espongono ai clienti tutte le possibili formule di pagamento in base alle esigenze.

Qual è il prezzo del Bimby nuovo e usato?

prezzo bimby

Il prezzo del Bimby, il robot da cucina della Vorwerk nuovo non è sempre accessibile ai potenziali clienti e spesso si preferisce optare su un modello precedente o attendere occasioni per l’usato, navigando in rete, cercando di fare opportunamente attenzione a non incorrere in truffe e pubblicità ingannevoli. 

Il prezzo delBimby TM6 nuovo è di 1359 €, e di usati non si trovano in rete, mentre:

  • il modello precedente, il TM5 costa da 700 a 1200 €, usato;
  • il modello TM 31 usato si aggira sui 450 €;
  • il TM 21 usato costa intorno a 250 €.

Ovviamente i modelli precedenti mancano di alcune funzioni e migliorie, per esempio i modelli precedenti non permettono la cottura al vapore o mancano della funzione di montare le uova, panna, gelati, altri non frullano, né impastano, né grattugiano o tritano. Il Bimby TM6, per esempio, prevede la cottura a temperature più basse, riducendo di 100° la temperatura rispetto al modello precedente, il TM5.

prezzo bimby

Per l’acquisto di un usato sicuro, ci si può rivolgere agli stessi consulenti accreditati Vorwerk che spesso propongono tutta la gamma dei prodotti, inclusi modelli precedenti a prezzi scontati o di occasione proprio per andare incontro alle esigenze specifiche del cliente. Per richiedere una dimostrazione a domicilio o per contattare l’azienda per informazioni è sufficiente consultare il sito ufficiale della Vorwerk oppure telefonare al numero verde 800 841 811.

Se, invece, ci si rivolge a un rivenditore privato, le “occasioni” possono essere più vantaggiose sebbene i prezzi variano in base alle richieste del venditore e dagli accessori con cui si correda la vendita, ma come in tutti i casi di acquisti di prodotti usati da privati occorre fare attenzione alle reali condizioni e allo stato dell’elettrodomestico per non incorrere in spiacevoli sorprese. Sebbene il Bimby sia molto robusto, la cattiva manutenzione può danneggiare il prodotto e come spesso accade, per risparmiare si rischia di spendere il doppio successivamente. L’acquisto di un modello nuovo non è un cattivo investimento se si pensa alla rateizzazione e al fatto che la spesa si può ammortizzare negli anni con il vantaggio di poter preparare con un solo strumento molti cibi sani in poco tempo e con la funzione Varoma, anche due pietanze contemporaneamente.

Autore: Enrico Mainero
Immagine di Enrico Mainero

Dal 2011 Direttore Responsabile e Amministratore unico per ElaMedia Group SRLS. Mi dedico prevalentemente all'analisi dei siti web e alla loro ottimizzazione SEO, con particolare attenzione allo studio della semantica e al loro posizionamento organico sui motori di ricerca. Sono il principale curatore dei contenuti di questo Blog (assieme alla Redazione di ElaMedia).

Potrebbe interessarti

Affitto d'azienda: questi consigli non puoi perderteli!

Con il termine affitto d'azienda è indicata l'acquisizione di un diritto di godimento e di tutti i poteri di gestione di un complesso aziendale di proprietà del locatore, da parte di un conduttore dietro corrispettivo. A regolamentare l'affitto d’azienda è l'articolo 2562 del codice civile che dispone l'applicazione delle norme relative all'usufrutto d'azienda (articolo 2561) e quelle generali in tema d'affitto (articoli 1571-1654).

Go to Top