L’aspirapolvere è uno di quelli apparecchi domestici ormai indispensabili nel pulire la casa in modo rapido ed efficace. Tra i modelli più amati in assoluto è l’iRobot Roomba 896 che - come tutti gli apparecchi aspirapolvere che agiscono in autonomia senza la guida umana – piace più per la funzione che per l’estetica. L’alto livello di pulizia è garantito dalla combinazione di varie tecnologie: l’Aero Force, l’Air Flow Accelerator e l’High -EF Vacuum. Nonostante non sia dotato di un sensore che mappa gli ambienti, riesce a spostarsi in autonomia grazie al navigatore iAdapt, seguendo le indicazioni fornite dai sensori ottici e acustici in grado di individuare le zone che necessitano di pulizia. Vediamo ora la nostra recensione.

Caratteristiche del iRoomba 896

Il Roomba 896 è dotato di spazzole che ruotano in senso contrapposto per raccogliere maggior sporcizia, rimuovere meglio lo sporco e allo stesso tempo evitare i grovigli di peli di animali domestici e capelli, per questo è raccomandato a chi possiede animali da compagnia. Possiede un’autonomia di 120 minuti, un rumore sostenibile contenuto entro i 70 dB e dimensioni ridotte con un’altezza di soli 9,2 cm che permette all’apparecchio di passare anche sotto i mobili e i divani. Ciò che rende questo elettrodomestico, il più venduto è prevalentemente legato alla facilità di programmazione e all’elevata capacità di aspirazione.

Gli elementi che contraddistinguono l’aspirapolvere Roomba 896, dalla recensione degli altri aspirapolvere dello stesso tipo,  è il suo innovativo sistema di navigazione e orientamento che permettono di farlo muovere egli ambienti anche senza necessità di mappare l’area e intercettando con i sensori le zone da pulire. Il sistema di aspirazione chiamato Aeroforce è in grado di rimuovere il 50% in più dello sporco rispetto ai modelli precedenti e ai produttori concorrenti. Il software installato è stato progettato per assicurare una pulizia totale, facilitando l’apparecchio nell’individuazione degli ostacoli, quali mobili, pareti e scale. Riesce a rimuovere anche residui pesanti o resistenti all’attrito. La durata della batteria permette di pulire agevolmente una casa di piccole o medie dimensioni con una sola carica (per ambienti più ampi sarà necessario dividere la pulizia in due fasi). 

 

L’utilizzo è molto semplice: si aziona attivando il tasto “Clean” e non necessita di particolari programmazioni. Agisce in completa autonomia, non è necessaria la presenza della persona, che può anche uscire di casa, mentre il robot è in funzione. Per il suo elevato grado di pulizia è consigliato a coloro che soffrono di allergie e che necessitano di un ambiente sempre pulito. La manutenzione è minima e poco onerosa. Da queste caratteristiche si evince il perchè di una recensione assolutamente positiva.

Recensione del Roomba 896: la tecnologia Lighthouse o muro virtuale

Nella recensione del Roomba 896 non si può trascurare la funzione Loghthouse è ciò che distingue questo robot per pulizie dai concorrenti e che si può esemplificare con l’immagine della creazione da parte del software di cui è dotato, di una sorta di muro virtuale: il software comunica al robot le aree da pulire e non lo fa allontanare dall’ambiente fino a quando la superficie del locale non risulta perfettamente pulita. Per evitare che il robot si muova a caso, necessita dell’intervento di sensori ottici e sonori che lo coadiuvano nel lavoro. Il robot è dotata di un software di base proprio, ma può essere potenziato con l’installazione di 4 tipologie di muri virtuali, come accessori da acquistare separatamente.

Di seguito ti riportiamo alcune ottime offerte di Amazon

Compra su Amazon

Awinker Ricambio Spazzola Filtri per Roomba 896 900 

Prezzo su Amazon.it: € 19,89
Compra su Amazon

iRobot Roomba 960 Robot Aspirapolvere, Sistema di Pulizia Dirt Detect, Spazzole Tangle-Free

Prezzo su Amazon.it: € 357,00
Compra su Amazon

iRobot Roomba e5154 Robot Aspirapolvere, Sistema ad Alte Prestazioni con Dirt Detect

Prezzo su Amazon.it: € 380,88

Recensione del Roomba 896: perché acquistarlo

Roomba 896

Sul mercato vi sono molti prodotti concorrenti simili all’iRobot Roomba 896, tuttavia questo prodotto risulta il più venduto perché offre qualcosa in più rispetto alla media in fatto di prestazioni e risultati, nonché per la sua tecnologia di navigazione e per la capacità di raggiungere anche angoli difficili o di pulire lungo le pareti grazie alla spazzola laterale che convoglia lo sporco verso il centro, le sue dimensioni ridotte facilitano il passaggio sotto i mobili, garantendo una pulizia ottimale. I suoi sensori permettono di farlo muovere in autonomia e senza assistenza perché “vede” gli ostacoli, come le scale grazie al sensore di vacuum. La programmazione e l’accensione è semplice e intuiva e la durata della batteria è superiore alla media degli altri concorrenti, arrivando fino a 3 ore; quando l’apparecchio avverte che la carica è in esaurimento, si “ripone” autonomamente nella postazione di ricarica per poi riprendere la pulizia tra una sessione di ricarica e l’altra: ciò evita di ritrovare l’apparecchio immobile per casa privo di carica.

La confezione è corredata della home base, ovvero la piattaforma di ricarica, del cavo di alimentazione, di una modalità standard di Virtual Wall, 2 batterie AA, 1 filtro aggiuntivo.

Un iRobot per pulire casa è un utile aiuto e l’autonomia del Roomba 896 lascia il proprietario libero di dedicarsi ad altro nel suo tempo libero. Questa è la nostra recensione: lo acquisterete? 




Potrebbe interessarti

Affittare la prima casa: ragioniamo sulla perdita di agevolazioni

Affittare la prima casa

Con 10 miliardi di tagli sulle agevolazioni fiscali per la prima abitazione la manovra finanziaria va a colpire praticamente tutti: dal proprietario che intende ristrutturare l’abitato all’affittuario. Per quanto riguarda i contratti di locazione della prima casa tuttavia, quanti l’abbiano stipulato potranno ancora contare su questi privilegi.

Detrazione affitto: soggetti beneficiari e requisiti

Ci sono alcune categorie di lavoratori e di studenti che hanno diritto a ricevere alcuni benefici dall'Irpef, ovvero alcune detrazioni legate ai contratti d'affitto da scalare sul modello 730 della dichiarazione dei redditi. 

Self Storage nel Lazio: contatti utili

I self storage sono servizi in mano ad una compagnia apposita, oppure sono degli spazi in mano a compagnie di trasloco, e di norma vengono affittati e utilizzati attraverso un noleggio a base mensile.

Avviso sul Copyright

I contenuti di questo sito web sono protetti da Copyright. Ti invitiamo gentilmente a non duplicarli e a scriverci a info [@] elamedia.it se hai intenzione di usufruire dei servizi erogati dalla nostra Redazione.

Protected by Copyscape

Non bloccare la Pubblicità

Il tuo Browser blocca la nostra pubblicità? Ti chiediamo gentilmente di disattivare questo blocco. Per noi risulta di vitale importanza mostrarti degli spazi pubblicitari. Non ti mostreremo un numero sproporzionato di banner né faremo in modo che la tua esperienza sul nostro sito ne risenta in alcun modo.Ti invitiamo dunque ad aggiungere il nostro sito tra quelli esclusi dal Blocco della tua estensione e a ricaricare la pagina. Grazie!

Ricarica la Pagina

I più condivisi

Analisi dei mercati finanziari per la scelta del mutuo

Le statistiche rivelano che gli italiani che acquistano una casa ricorrono – nell’80% dei casi – al mutuo.  Quando si decide di comprare casa affidandosi alla possibilità di accendere un mutuo si commette spesso l’errore di sottovalutare la propria capacità di mutuo-acquisto vale a dire l’importo massimo che una banca è disposta ad erogare in base alle garanzie e condizioni del richiedente.

Valore catastale della casa: guida al calcolo!

Il valore catastale di un immobile ha notevole rilevanza sia nel caso di compravendita, sia ai fini della definizione dell’imponibile IMU. La Legge Finanziaria del 2006 ha stabilito che, nel caso di trasferimento di proprietà di immobili a uso abitativo e delle relative pertinenze si venga tassati in base al valore catastale, anziché al corrispettivo patteggiato tra le parti e iscritto nell’atto notarile.

Tasse sulla prima casa: facciamo un po' di chiarezza

tasse sulla prima casa

La compravendita di un immobile comporta sempre la conoscenza approfondita di tutte le spese accessorie per fare un acquisto sicuro. È necessario infatti stipulare il contratto, richiedere un mutuo presso una banca e occuparsi del pagamento delle relative rate. Oltre poi al rogito, al compromesso e ad altre operazioni obbligatorie e utili a rendere legale la compravendita stessa, bisogna inoltre preoccuparsi del pagamento delle tasse sulla prima casa.

Leggi anche...

Il MEF e le aliquote: ecco cosa sono

Appena apriamo un giornale, guardiamo un telegiornale o ascoltiamo la radio sentiamo spesso e volentieri parlare del cosiddetto MEF: detto così può suonare strano o qualcosa comunque difficile da comprendere ma in realtà non è altro che l’acronimo che racchiude al proprio interno il Ministero dell’Economia e della Finanzia dell’Italia. 

Leggi anche...

Pagamento di una bolletta scaduta da 10 giorni: cosa succede?

Immagine di bolletta scaduta da 10 giorni

Entro quanto bisogna pagare le bollette? Chiaramente, il pagamento delle bollette deve avvenire entro la data di scadenza riportata sulle stesse, saldando completamente l’importo, altrimenti saranno considerate insolute a tutti gli effetti. Vediamo cosa succede nel caso di una bolletta scaduta da 10 giorni.

Go to Top