Asciugare i panni in inverno è un problema: stenderli all’aperto è inutile a prescindere dall’avere o meno un terrazzo o un balcone a disposizione, freddo, umidità e piogge improvvise allungano i tempi notevolmente; lasciarli dentro casa o addirittura sui termosifoni oltre a ridurre le prestazioni del riscaldamento domestico è anche esteticamente sgradevole. La tecnologia arriva in soccorso con le asciugatrici e per chi ha problemi di spazio con le lavasciuga, degli elettrodomestici pressocché indispensabili per chi non ha né tempo, né spazio. In questo articolo, forniremo le indicazioni e i consigli utili per scegliere la miglior asciugatrice possibile, quella che fa al caso vostro.

Come funziona l’asciugatrice

La miglior asciugatrice – in tutto simile a una lavatrice – si compone di un tamburo all’interno del quale si fa circolare aria calda generata da una resistenza o da una pompa di calore nei modelli di ultima generazione. Il vapore che si forma durante il processo può essere espulso (sistema a espulsione) o condensato e raccolto in una apposita vaschetta (sistema a condensazione). Un ciclo di asciugatura dura in media da 90 minuti a 120 minuti dipende dal carico, dal tipo di tessuto. Alcuni modelli sono dotate di sensori di carico per cui adattano il tempo di asciugatura al peso. Le macchine di questo tipo si classificano per classe di condensazione, che si calcola con il rapporto tra acqua condensata e umidità dei capi in fase di asciugatura. Il risultato che si ottiene serve per attribuire un “punteggio” da A (livello massimo di efficienza) a “G” (meno efficiente). Il calcolo si determina sul programma di asciugatura per “Cotoni Standard” a pieno carico. Una miglior asciugatrice può essere collocata ovunque, spesso accanto alla lavatrice o in mancanza di spazio sopra la lavatrice con l’uso di un apposito Kit di incolonnamento e fissaggio.

Lo spazio è proprio uno dei fattori da prendere in considerazione nella scelta della miglior asciugatrice. Ma ciò che più conta è il prodotto e la marca buono perché un elettrodomestico scadente può indubbiamente danneggiare i capi di abbigliamento. Solitamente i produttori di lavatrici sono anche produttori di quest'altro tipo di elettrodomestico: i marchi “storici” – come Bosch, Electrolux, Candy, AEG, Samsung, Miele, LG, Whirlpool, Ariston Hotpoint - sono anche garanzia di qualità e affidabilità.

Guida alla scelta

miglior asciugatrice

Il modello standard ha le dimensioni di una lavatrice (1 metro e 30 per 60 cm di profondità, in media). Esistono le versioni slim con profondità di 45 cm per chi ha poco spazio e che si incastrano più facilmente in qualche angolo della casa o su un balcone. Un’alternativa valida per gestire lo spazio è l’incolonnamento dei due elettrodomestici, purché compatibili tra loro per dimensioni.

Questi elettrodomestici si distinguono in base alla tipologia di asciugatura:

  • A condensazione: si compongono di un condensatore che raccoglie il vapore acqueo che si genera in fase di asciugatura in un serbatoio o vaschetta rimovibile da svuotare a fine di ogni ciclo. Si tratta di apparecchi di fascia medio-alta, ad alta efficienza energetica e molto richiesti sul mercato;
  • A pompa di calore: il calore per l’asciugatura viene generato da una pompa di calore all’interno dell’apparecchio. Il metodo di raccolta del vapore acqueo è lo stesso del sistema a condensazione. Le prestazioni energetiche di questi modelli sono le migliori in assoluto, anche se i prezzi sono in media più alti.
  • A ventilazione: gli elettrodomestici questa tipologia appartengono alla generazione precedente e sono meno consigliate dal punto di vista di efficienza energetica. Il calore è generato da una resistenza interna che richiede molta energia elettrica. Si tratta di modelli più economici.
  • A evaporazione: il vapore generato in fase di asciugatura non viene convogliato da un condensatore in una vaschetta di raccolta, bensì viene espulso verso l’esterno. Se posizionato all’esterno, una miglior asciugatrice simile non crea particolari problemi, ma se all’interno di un vano, bisogna valutare che il vapore sprigionato all’esterno si deposita poi sui muri, gli oggetti e il pavimento bagnando tutto quando il vapore si raffredda e si ricondensa.
  • Ibride: i modelli ibride combinano il sistema di asciugatura a espulsione con quello a condensazione, con la differenza che il vapore acqueo viene raffreddato da un condensatore ed espulso all’esterno sotto forma di acqua tramite un apposito scarico o fatto convogliare nello scarico stesso dell’elettrodomestico.
  • A gas: sono elettrodomestici ancora poco noti e che richiedono il collegamento alle tubature del gas.

Di seguito una selezione di prodotti che ci sentiamo di consigliarti

macchina per asciugare i panni
Compra su Amazon

Candy CSO H8A2DE-S - miglior Asciugatrice pompa di calore, 8 kg, Connettività Wifi, Classe Energetica A++

Prezzo su Amazon.it: € 400,31
miglior asciugatrice
Compra su Amazon

Candy CS C8LF-S Libera installazione Carica frontale 8kg B Bianco

Prezzo su Amazon.it: € 258,39
macchina per asciugare i panni
Compra su Amazon

Candy CS4 H7A1DE-S Miglior Asciugatrice, 7 kg, 85x60x46,5 cm, Connettività NFC, Bianco

Prezzo su Amazon.it: € 449,99

Altri elementi da considerare nella scelta di una asciugabiancheria

Questi elettrodomestici si distinguono anche in base al tipo di motore:

  • Motore tradizionale dotato di spazzole che alimentano il movimento è più soggetto all’usura per via dello sfregamento continuo. Richiede maggiore manutenzione, altrimenti si guasta con ricorrenza.
  • Motore a inverter più recente regola il movimento del cestello tramite un dispositivo elettronico. L’apparecchio ha una vita lunga e la qualità dell’asciugatura è migliore, le minori vibrazioni del motore inverter lo rendono anche molto silenzioso. Il limite è il dispositivo elettronico particolarmente fragile e quando si guasta l’intera scheda deve essere interamente sostituita.

 miglior asciugatrice

Per rendere l’acquisto della miglior asciugatrice un investimento anche nel tempo, è bene che appartenga a una classe energetica alta che garantisca consumi ottimali sul lungo periodo e un reale risparmio sulla bolletta. La classe energetica più alta è la A+++ quella più bassa è la D. A titolo esemplificativo, un elettrodomestico di classe A+++ - anche se costa mediamente di più all’acquisto – ha un costo energetico annuale medio pari a 25 €, contro una stima di 90 € di un modello classificato come “D”. La scelta deve essere ponderata sul risparmio sul lungo periodo.

La capacità di carico dipende dalle esigenze personali: vi sono modelli con capienza a pieno carico di 7-8 kg per una famiglia o nucleo composto da 3-4 individui e rappresentano il “corpo” principale del mercato settoriale; ovviamente vi sono modellidai volumi e dal carico ridotto per nuclei più piccoli così come prodotti con carico di 9 kg per comunità e famiglie numerose che effettuano lavaggi settimanali frequenti.

Quasi tutte le marche e i produttori realizzano prodotti dotati dei programmi di asciugatura più comuni: standard per cotoni, programmi di asciugatura rapida, modalità eco, lana e delicati, tessuti tecnici, sintetici, mix, piumoni e programma refresh (senza lavaggio per rinfrescare capi non necessariamente sporchi).

Anche le funzioni sono piuttosto omologate come il sensore di carico, la regolazione della temperatura, anti-stiro e partenza ritardata o programmata. Una categoria in cui potremmo trovare la miglior asciugatrice è rappresentata dalle smart che permettono di essere programmate a distanza tramite wi-fi o connessione e controllate anche durante il funzionamento in caso di guasti; questi apparecchi controllati da remoto e connesse ai circuiti di assistenza vocale come Alexa, Siri o Google Assistant forniscono anche consigli interattivi sul trattamento e la cura dei capi, nonché consigli intelligenti per la creazione di un sistema domotico connesso in grado di evitare sovraccarichi energetici e blackout.

I prezzi variano a seconda di tutte le specifiche tecniche e di prestazione che si includono nella scelta del prodotto: si parte da una fascia bassa con classe energetica “D” e pochi programmi e funzioni standard al prezzo base di 300 € fino al top di gamma (classe energetica A+++, motore inverter, programmi e funzioni completi e sistema domotico smart, capacità di carico 9 kg) con prezzi superiori a 1500 €. Ulteriore differenza sui prezzi è dovuta alle dimensioni, standard o slim, e alle tecnologie applicate.

Classifica delle migliori asciugatrici

macchina per asciugare i panni

Questi elettrodomestici sono macchinari utili soprattutto nelle stagioni umide e piovose per accelerare l’asciugatura dei capi di abbigliamento. Uno dei dubbi più comuni che trattengono dall’acquisto della miglior asciugatrice è la possibilità che questi macchinari rovinino il bucato o sottopongano i capi a sollecitazioni che ne stressano le fibre, inoltre non si è sicuri che possa andare bene anche per i tessuti più delicati. Per fugare ogni dubbio, abbiamo realizzato questa guida e classifica per permettervi di scegliere la miglior asciugatrice sul mercato.

Trova la miglior asciugatrice!

Le principali marche produttrici sono notoriamente Miele, Candy, Samsung, Elettrolux, Bosch, AEG e molte altre. Ciascuna ditta propone diverse serie e una vasta gamma all’interno delle stesse serie con le varianti slim (per chi ha problemi di spazio) e capacità di carico o classe energetica. Di seguito si riportano i modelli più venduti nella fascia medio-alta delle principali marche e per la cosiddetta “pancia” di mercato, vale a dire la fascia di mercato più richiesta dagli acquirenti per capacità di carico comprese tra 7 e 8 kg. Per caratteristiche ed esigenze diverse si consiglia di consultare il sito ufficiale dei singoli produttori per la gamma completa.

AEG Serie 8000 T8DBE851

Il compromesso tra qualità, prezzo e prestazioni fornite rende questa macchina una delle migliori sul mercato. Il costo superiore alle 600 € da listino (i prezzi variano in base anche al rivenditore, se in un negozio specializzato oppure online su siti di e-commerce o online sul sito del produttore) può sembrare elevato, ma i risultati di asciugatura sono da top di gamma. La macchina è dotata del sistema AbsoluteCare un sensore di carico che allo stesso tempo permette di regolare i movimenti in base alla temperatura all’interno del cestello e alla tipologia di tessuto. I capi in lana, per esempio, saranno sottoposti a una velocità di centrifuga maggiore in modo da rimanere appiattiti sul cestello ed evitare così l’infeltrimento del tessuto causato dalla frizione del movimento. Questa miglior asciugatrice è dotata di un motore inverter, classe energetica A+++ per consumi annui ridotti.

Electrolux PerfectCare 800 EW8HL82W5P

Electrolux è uno dei marchi più noti e affidabili in materia di elettrodomestici come le asciugabiancheria (tra le altre cose, la Electrolux produce anche i modelli AEG). La PerfectCare 800 funziona a pompa di calore ed è dotata del sistema GentleCare per il trattamento dei capi delicati. Ha la funzione no-stiro, il sensore di carico e il riconoscimento automatico dell’umidità. Il marchio è certificato Woolmark. Numerose sono i programmi di asciugatura, tra cui quello piuttosto raro ma interessante dedicato ai capi tecnici (programma Outdoor). La classe energetica è A+++.

Bosch Serie 6 WTW85447IT

miglior asciugatrice

La Bosch è decisamente tra le migliori marche nel settore. La serie 6 che si declina in molte altre sottoserie e specifiche è – nella sua linea standard – sufficiente a soddisfare molte richieste. Uno dei suoi punti di forza è il condensatore autopulente che utilizza l’acqua di condensa finale per pulire autonomamente il filtro: un’innovazione che riduce la manutenzione sul lungo termine e garantisce una maggiore durata dell’apparecchio. La cura del bucato e l’apparato tecnologico sono garanzia di efficienza e affidabilità con numerose funzioni e programmi. Tra le asciugatrici in circolazione è anche quella dal design più gradevole e dalla maggiore stabilità e silenziosità. Classe energetica A++

Candy Grandò Vita Smart GVS4 H7A1TCEX-01 slim

Tra le slim e compatte è la migliore. Nei suoi 45 cm di profondità riesce a integrare le prestazioni migliori del top di gamma sia in termini di cura dei capi, che di prestazioni tecnologiche e funzioni elettroniche. È, inoltre, una smart che si può connettere al wi-fi. Unico limite è la scelta dei programmi. Una novità introdotta dal marchio è l’oblò con serbatoio di condensa removibile per facilitare le operazioni di scarico della condensa che si forma durante il ciclo di asciugatura (EasyCase). Infine, un altro accorgimento a favore dell’utente è la sua altezza dal pavimento: è rialzata di 3,5 cm rispetto allo standard di mercato per facilitare l’accesso al cestello senza doversi chinare troppo.

Samsung DV9M5000QW

L’asciugabiancheria funziona a pompa di calore con sensore Dry per regolare automaticamente la durata del ciclo in base all’umidità rilevata nel cestello. Il comparto elettronico è dotato anche di funzioni smart per il controllo remoto con smartphone o altri dispositivi wi-fi. A differenza dei modelli precedenti, questa macchina è dotata di un ulteriore sensore che indica il livello dell’acqua di condensazione in modo da poterlo svuotare puntualmente quando è pieno. Classe energetica A++.

Beko DRX722W

Tra i produttori di fascia medio-bassa, questo modello raggiunge il miglior compromesso tra qualità e prezzo che coniughi un prodotto basico ed essenziale senza rovinare il bucato. Tra i programmi inclusi, oltre a quelli standard, si cita il programma ultrarapido della durata di 30 minuti e quello dedicato alle sole camicie. Questo modello permette di collegare il serbatoio di condensa direttamente allo scarico per eliminare l’acqua di condensa in modo automatico. Per essere un cosiddetto prodotto “entry-level” è dotato di molti accorgimenti, sensori e programmi, oltre ad avere una classe energetica molto alta: A++.

 

 



Potrebbe interessarti

Self Storage a Bologna e in Emilia Romagna

Il termine self-storage significa “deposito personale” ed indica la possibilità di affittare uno spazio, presso dei magazzini, ed utilizzarlo per depositare i propri beni.

Proroga locazione, informazioni e pagamenti

I contratti di affitto prevedono diverse appendici da conoscere: dopo aver parlato dei canoni d’affittodell’imposta di registro, della cessazione del contratto di locazione, ora approfondiremo il discorso relativo alla proroga del contratto di locazione, con informazioni sia di carattere generale che sul pagamento dell’imposta.

Affittare la prima casa: ragioniamo sulla perdita di agevolazioni

Con 10 miliardi di tagli sulle agevolazioni fiscali per la prima abitazione la manovra finanziaria va a colpire praticamente tutti: dal proprietario che intende ristrutturare l’abitato all’affittuario. Per quanto riguarda i contratti di locazione della prima casa tuttavia, quanti l’abbiano stipulato potranno ancora contare su questi privilegi.

Avviso sul Copyright

I contenuti di questo sito web sono protetti da Copyright. Ti invitiamo gentilmente a non duplicarli e a scriverci a info [@] elamedia.it se hai intenzione di usufruire dei servizi erogati dalla nostra Redazione.

Protected by Copyscape

Non bloccare la Pubblicità

Il tuo Browser blocca la nostra pubblicità? Ti chiediamo gentilmente di disattivare questo blocco. Per noi risulta di vitale importanza mostrarti degli spazi pubblicitari. Non ti mostreremo un numero sproporzionato di banner né faremo in modo che la tua esperienza sul nostro sito ne risenta in alcun modo.Ti invitiamo dunque ad aggiungere il nostro sito tra quelli esclusi dal Blocco della tua estensione e a ricaricare la pagina. Grazie!

Ricarica la Pagina

I più condivisi

Tutti i vantaggi del comprare nuovo

L’acquisto di un immobile comporta tanti dubbi e numerose valutazioni: qual è l’immobile che fa per me? Meglio in centro oppure fuori città? Meglio un immobile nuovo o uno più datato? Insomma, le domande sono tantissime e molte risposte dipendono dalle proprie personali esigenze e da gusti e desideri personali.

Valore catastale immobile: tutti i passi per calcolarlo!

Ogni immobile ha un proprio valore catastale che deriva per convenzione dalle cosiddette “rendite catastali”. Questo valore è solitamente usato quando si stipulano contratti di compravendita, di successione o di donazione, poiché serve come riferimento per applicare, in percentuale, tutte le imposte indirette collegate a tale atto, quali ad esempio iva e imu.

Plusvalenza prima casa: info e dettagli della compravendita

Immagine usata nell'articolo Plusvalenza prima casa: info e dettagli della compravendita

Nel caso di acquisto della prima casa, è prevista una serie di agevolazioni: l’imposta di registro è al 3% del valore; l’imposta ipotecaria corrisponde a 168,00 €; anche l’imposta catastale corrisponde a 168,00 €. Nel caso di vendita della prima casa, così come avviene per tutti gli immobili, per plusvalenza della prima casa si intende l’aumento di valore realizzato entro un determinato periodo di tempo.

Leggi anche...

Contratto di locazione presso l’Agenzia delle Entrate: come registrarlo

Una famiglia che viva in una casa presa in affitto o che la prenda per le vacanze estive, firma un accordo con il proprietario che dovrà essere comunicato allo Stato.

Leggi anche...

Serramenti, opinioni e consigli: aiutano a vendere casa?

serramenti per la casa

Chi cerca casa tiene in considerazione molti fattori. Dalla posizione alla superficie abitabile, dal numero di camere alla classe energetica. Guardando l’altro lato della medaglia chi cerca di vendere la propria abitazione al fine di trasferirsi in una casa che venga maggiormente incontro alle proprie necessità, farà di tutto per mettere in luce i punti di forza dell’immobile.

Leggi anche...

La voltura del gas: procedura e documenti necessari

Eni è una grande azienda dedicata all'energia. Conta più di 75.000 dipendenti presenti in quasi 70 paesi. Eni si occupa di: ricerca, produzione, commercializzazione di petrolio e gas naturale.

Go to Top