Un buon centrifugato per iniziare la giornata fornisce grandi benedici al nostro corpo grazie alle numerose vitamine contenute nella frutta. Il centrifugatore di frutta è un elettrodomestico che, sfruttando appunto il principio della forza centrifuga, sminuzza la polpa di frutta e verdura separando il succo mediante un componente che gira ad alta velocità. Le parti solide, invece, sono trattenute da un filtro sottile e, se si vuole, possono essere riutilizzate in vari modi.

Vi sono molti tipi di centrifugatori di frutta, da quelli per uso domestico a quelli professionali per i quali variano potenza ed accessori inclusi. Solitamente, però, i centrifugatori di frutta si possono suddividere in due gruppi fondamentali:

  • integrate in un robot da cucina che solitamente non sono molto potenti.
  • Modelli a sé stanti che hanno un maggior numero di giri al minuto e seno più indicate per chi ama fare centrifughe fresche ogni giorno.

Come si usano?

Dopo aver collegato l’elettrodomestico ad una presa di corrente, basta semplicemente inserire frutta e verdura nell’apposito spazio tubolare e avviare il macchinario. Pian piano la frutta viene spinta nel tubo con uno stantuffo a mano e il succo inizia ad uscire e riversarsi nel contenitore.

Alcuni modelli permettono di inserire frutta e verdura per intero e con la buccia (agrumi esclusi) mentre, altre tipologie necessitano un taglio preventivo degli alimenti.

Come abbiamo visto, i centrifugatori di frutta sfruttano la forza centrifuga per separare la polpa dal succo degli alimenti che si mettono nell’apparecchio, non si limitano, però, solo a girare ad alta velocità.

Infatti, anche la vaschetta situata nella parte superiore dell’apparecchio inizia a girare e in alcuni modelli si può anche scegliere la velocità. Tra il tubo per l’immissione della frutta e la vaschetta si trova, poi, una specie di grattugia affilata per sminuzzare gli alimenti, i quali, passano nella vasca che gira ad alta velocità. Quindi, la forza centrifuga estrae il succo dalla frutta sminuzzata e, tramite una rete a maglia molto stretta, filtra il succo dalle particelle di polpa.

Il top dei centrifugatori di frutta

Centrifugatore di frutta

Come per tutti gli elettrodomestici, quando si procede all’acquisto, bisogna sempre optare per uno di qualità. Per quanto concerne i centrifugatori, nello specifico, il motore è una componente importantissima in quanto è ciò che aziona proprio la centrifuga. I cestelli girano velocemente e possono raggiungere anche i 18.000 giri al minuto, perciò che sia di materiale robusto. Tutti i componenti interni, inoltre, devono essere inossidabili. Infine, il famoso rapporto qualità/prezzo deve risultare ottimale.

Di seguito ti riportiamo alcune ottime offerte di Amazon

Compra su Amazon

Centrifuga Frutta e Verdura Aicok Estrattore di Succo a Freddo con 65MM Bocca

Prezzo su Amazon.it: € 39,99
Compra su Amazon

Philips HR1836/00 Centrifuga per Frutta e Verdura dal Design Compatto, con QuickClean Pulisci Facile Viva Collection, 1,5 Litri, 500 Watt

Prezzo su Amazon.it: € 59,99
Compra su Amazon

Aicok Centrifuga, Estrattore di Succo a Freddo, Estrattore Frutta e Verdura, 2 Contenitori e Spazzola per Succo più Nutriente, Funzione Anti-Intasamenti, Acciaio Inox

Prezzo su Amazon.it: € 38,59

Prezzi e offerte

Questo accessorio può risultare veramente molto utile. Riuscire ad estrarre i succhi di frutta e verdura avendo veramente ben pochi residui permette di utilizzare al massimo ogni proprietà benefica di questi alimenti.

Non si deve pensare che sia un elettrodomestico diretto solamente ai vegani oh i crudisti, infatti, risulta estremamente utile anche si vuole disintossicare oppure fare un bel carico di vitamine per la propria salute.

Come per tutti gli elettrodomestici, si possono trovare vari tipi in commercio a cui corrispondono vari prezzi. Ma quali sono le caratteristiche da tenere in considerazione per fare un acquisto azzeccato?

In primo luogo, bisogna tenere conto della robustezza e della potenza che sono due caratteristiche basilari per un buon centrifugato di frutta. Infatti, se usato quotidianamente, un apparecchio di scarsa qualità potrebbe rompersi molto presto soprattutto per quanto riguarda il filtro.

Un altro aspetto importante è dato dal consumo elettrico e dalla rumorosità che produce l'apparecchio. Possiamo dire che non esiste un centrifugato di frutta completamente silenzioso però ci sono dei modelli meno rumoroso di altri. Per quanto concerne i consumi, naturalmente più saranno bassi e inferiori saranno i costi che si troveranno sulla bolletta.

Un punto a favore di un centrifugato di frutta rispetto ad un altro e dato dalla facilità della sua manutenzione: vi consigliamo di sceglierne sempre uno che si smonta completamente e permette un lavaggio accurato. Se intendete porno in lavastoviglie assicuratevi che tutte le sue parti siano lavabili all'interno di questo elettrodomestico.

Altro punto di forza sono le dimensioni del serbatoio, le quali vanno valutate a seconda dell’uso che si intende farne.

La possibilità di scegliere fra diverse velocità in base ai frutti che si vogliono introdurre nel centrifugatore di frutta fa pendere l’asticella della scelta verso i modelli che prevedono questa opzione.

Infine, l’ultima considerazione riguarda l’aspetto economico. Definire un budget personale in anticipo è un modo ottimo per non perdere tempo a valutare modelli che poi si rivelano costosi per le proprie tasche.

 

 

L'articolo è stato scritto dalla Redazione di ElaMedia Group

Potrebbe interessarti

Locazioni transitorie: condizioni, durata e rinnovo

Le locazioni transitorie si effettuano quando il proprietario o l'inquilino hanno la necessità di affittare momentaneamente un alloggio. La natura transitoria va dichiarata nel contratto e quella dell'inquilino va accertata attraverso una documentazione specifica da allegare al contratto stesso.

Mutuo affitto: scopri tutte le caratteristiche

Il cosiddetto "mutuo affitto" è una formula nata in tempi recenti con la quale gli istituti di credito vengono incontro alle esigenze di quanti abbiano bisogno di un prestito ma che non possano permettersi di pagare interessi troppo alti.

Affitto a canone libero: cosa significa? Scopri le caratteristiche

Le locazioni a canone libero durano formalmente 4 anni, ma nella maggioranza dei casi, arrivano fino agli 8. In caso di mancanza di disdetta motivata da precise ragioni imposte dalla legge, il periodo di locazione è infatti automaticamente rinnovato, per la prima volta, di altri 4 anni.

I più condivisi

Analisi dei mercati finanziari per la scelta del mutuo

Le statistiche rivelano che gli italiani che acquistano una casa ricorrono – nell’80% dei casi – al mutuo.  Quando si decide di comprare casa affidandosi alla possibilità di accendere un mutuo si commette spesso l’errore di sottovalutare la propria capacità di mutuo-acquisto vale a dire l’importo massimo che una banca è disposta ad erogare in base alle garanzie e condizioni del richiedente.

Acquisto di un terreno edificabile: come funziona la compravendita

Immagine per Acquisto terreno edificabile

Acquisto terreno edificabile: la possibilità di edificare su un terreno dipende dalla destinazione prevista per tale area nel piano regolatore generale del Comune in cui è situato. L'acquisto del terreno edificabile, quindi, segue una precisa regolamentazione.

Ricambi per tende da sole: scopri alcuni consigli utili per non sbagliare

ricambi per tende da sole

Col passare del tempo, l’usura, gli sbalzi di temperatura, i raggi solari, le intemperie ed i vari agenti atmosferici (dal vento alla pioggia) possono provocare problemi di vario tipo a tali attrezzature e quindi si ha necessità di disporre dei ricambi per tende da sole. Infatti, ricordiamo che comunque queste ultime sono fatte di stoffa, sia pur resistente, e di parti in plastica e metallo. Pertanto, sebbene sia effettuata una manutenzione periodica accurata, prima o poi capita di dover procedere all’acquisto di ricambi per tende da sole.

Leggi anche...

Onorario del notaio: a quanto ammonta?

 

Al momento del rogito notarile si versano, oltre alle imposte di registro ipotecarie catastali o IVA, anche l'onorario del notaio e le spese sostenute dallo stesso per conto del cliente.

Leggi anche...

Come leggere la bolletta dell'ENEL? Scopriamolo insieme!

come leggere la bolletta dell'ENEL

Per essere certi che l'importo indicato nella vostra ricevuta sia corretto, è indispensabile capire come leggere la bolletta della luce e come sono state calcolate le voci al suo interno. La bolletta, dell'Enel o di qualsiasi altro venditore di energia elettrica, è strutturata secondo la delibera n.152/06 dell’Autorità sulla “trasparenza dei documenti di fatturazione dei consumi di elettricità”.

Go to Top