La tecnologia fa passi da gigante in tanti settori della vita quotidiana, tra cui anche in cucina, e tende ad offrire sempre più soluzioni per migliorare la qualità delle nostre preparazioni gastronomiche, la velocità con cui realizzarle e soprattutto a ridurne i tempi necessari. Difatti, nelle nostre cucine si stanno diffondendo ormai robot ed elettrodomestici di vario genere e dimensioni, che forniscono un valido supporto da diversi punti di vista.

Uno degli ultimi strumenti tecnologici realizzati in questo settore e che gradualmente si sta diffondendo è il cosiddetto multicooker. Cerchiamo di capire cosa sia nello specifico questo apparecchio e in cosa può fornire un aiuto importante in cucina, soprattutto a coloro vi sono impegnati assiduamente nella preparazione di diversi piatti. Andiamo quindi a scoprire cosa sono i multicooker.

Un apparecchio davvero utile

Un multicooker non è altro che un dispositivo elettronico computerizzato da cucina, in cui sono presenti diversi programmi selezionabili e funzionalità di vario genere molto utili. Infatti, questo elettrodomestico consente di bollire, friggere (anche in olio abbondante), cuocere al forno o al vapore, stufare, arrostire e preparare una considerevole varietà di piatti: dalla pasta agli stufati, dalle zuppe alla carne o al pesce, oltre che biscotti, yogurt, pane e verdure.

L’idea originale alla base dell’invenzione del multicooker è quella di poter scegliere cosa voler preparare o individuare una semplice ricetta, inserirvi gli ingredienti all’interno, selezionare il programma adeguato e avviare l’elettrodomestico, in modo che svolga tutto il lavoro necessario per preparare il pasto e senza neanche la necessità di alcun controllo costante da parte di nessuno. 

Difatti, il multicooker dovrebbe riuscire a sostituire, teoricamente, diversi altri apparecchi o elementi in cucina: dalle padelle alle pentole, passando per friggitrici e forni. Il tutto facendo risparmiare tempo prezioso, spazio all’interno dell’ambiente e soprattutto l’uso dei vari arnesi e apparecchi nella preparazione dei piatti. Un vantaggio non da poco per coloro che sono quotidianamente occupati con vari impegni familiari e professionali.

Funzioni e programmi di un multicooker

multicooker

Il multicooker computerizzato consente di svolgere diverse cose e si presenta con varie funzionalità. Innanzitutto, riscaldare un alimento freddo fino a 50-60°C; poi mantenere caldo un piatto per svariate ore (ad almeno 60°), magari dopo essere stato preparato dalla stessa macchina; impostare un tempo di cottura, che consente di controllare il tempo di cottura appunto degli ingredienti inseriti. Ciò naturalmente quando questi ultimi possono restare ad una temperatura predeterminata per qualche ora.

Per quanto riguarda invece i programmi, il multicooker ne possiede generalmente diversi, in base alle molteplici esigenze. Ecco i principali:

  • Cucina: ideale per realizzare zuppe, brodi e riso, in quanto permette di arrivare al punto di bollitura e di mantenerla per un tempo preimpostato;
  • Pasta: utilissimo per cucinare pasta, salsicce, uova e tutti quei prodotti che hanno bisogno di acqua bollente. In pratica, riscalda fino alla bollitura e si ferma nel momento in cui si devono inserire i singoli ingredienti. Una volta inseriti, riprende la bollitura e mantiene la temperatura per un tempo preimpostato;
  • Stufato: adatto per realizzare verdure, carni e frutti di mare stufati, in quanto arriva al punto di bollitura per poi continuare ad una temperatura lievemente più bassa;

macchina multifunzione per cucinare

  • Frittura: utilizzabile per friggere pesce, carne, frutti di mare, verdure e pollame vario, anche regolabile con la copertura aperta o chiusa, a seconda delle proprie esigenze;
  • Cuocere al forno: utile per cucinare biscotti, pasticcini, torte ed eventualmente anche stufati cotti in casseruola;
  • Riso e grani: si utilizza per la bollitura di riso, grano saraceno e grani farinacei, piselli e fagioli, in quanto consente di riscaldare fino alla bollitura e mantenere la stessa fino a quando non termina l’acqua presente (magari attraverso l’evaporazione oppure con l’assorbimento del liquido da parte degli ingredienti medesimi);
  • Vapore: utile per verdure, carni, ravioli e cibo cotto al vapore destinato ai bambini;

Vantaggi e svantaggi di un simile elettrodomestico

Un multicooker presenta diversi vantaggi: dall’uso di un singolo apparecchio anziché’ diversi nella preparazione di un piatto al risparmio di spazio fisico in cucina, passando per la sua semplicità di uso e pulizia. Un relativo svantaggio potrebbe essere invece quello dei consumi energetici, infatti alcuni prodotti in commercio tendono a consumare una certa quantità di energia elettrica. Tuttavia, questa può essere compensata col non utilizzo di altri elettrodomestici da cucina per la preparazione del piatto prescelto. 

Autore: Enrico Mainero
Immagine di Enrico Mainero

Dal 2011 Direttore Responsabile e Amministratore unico per ElaMedia Group SRLS. Mi dedico prevalentemente all'analisi dei siti web e alla loro ottimizzazione SEO, con particolare attenzione allo studio della semantica e al loro posizionamento organico sui motori di ricerca. Sono il principale curatore dei contenuti di questo Blog (assieme alla Redazione di ElaMedia).

Potrebbe interessarti

Affitto d'azienda: questi consigli non puoi perderteli!

Con il termine affitto d'azienda è indicata l'acquisizione di un diritto di godimento e di tutti i poteri di gestione di un complesso aziendale di proprietà del locatore, da parte di un conduttore dietro corrispettivo. A regolamentare l'affitto d’azienda è l'articolo 2562 del codice civile che dispone l'applicazione delle norme relative all'usufrutto d'azienda (articolo 2561) e quelle generali in tema d'affitto (articoli 1571-1654).

Go to Top