Oggi ti spieghiamo nel dettaglio quale è la procedura per la Voltura Acea e quali sono i dati necessari per ottenerla facilmente. Acea Energia è la società del Gruppo AceaElectrabel che fornisce ai clienti finali energia elettrica, gas e servizi correlati.

Di seguito il menù del nostro articolo:

Spieghiamo meglio come avviene la voltura del contratto Acea

La voltura Acea, così come la voltura del gas, è la procedura con cui si richiede all'ente erogatore dell'elettricità il subentro nel contratto già esistente di un nuovo intestatario.
La voltura Acea solitamente si richiede quando si acquista un'abitazione che era già provvista di un contratto per la fornitura di energia elettrica. Il nuovo proprietario, in tal caso, in accordo con il vecchio intestatario, chiede la voltura Acea all'azienda Acea Energia che gli eroga il servizio energetico.

Richiesta della Voltura ACEA online tramite sito web

La voltura Acea può essere eseguita online, compilando un'apposita form sul sito di Acea Energia
Prima di accedere alla pagina dedicata, ti consigliamo di reperire i dati seguenti necessari al fine della voltura Acea. Essi sono:

  • nominativo (nome e cognome) e codice fiscale del nuovo intestatario,
  • numero utenza e indirizzo di fornitura del precedente intestatario,
  • lettura del contatore,
  • (facoltativamente) l'indirizzo di conto finale del precedente intestatario del contratto.

Costi e addebiti per nuovo e vecchio cambio intestatario Acea

Attraverso tali informazioni, una volta attivata la voltura Acea, verranno addebitati al precedente intestatario i costi dei consumi a suo carico, mentre al nuovo intestatario della fornitura il calcolo del consumo di energia elettrica partirà dall'importo derivato dalla lettura del contatore.

Informazioni utili per il modulo Voltura Acea Energia

E’ importante sapere che nel caso in cui si desideri effettuare la voltura Acea per un’utenza che non supera i 6 Kw, è possibile telefonare al numero verde 800 130 330 e richiedere di parlare con un operatore, che è in grado di effettuare telefonicamente la pratica. In questo caso il nuovo contratto verrà spedito dalla società Acea presso il domicilio del nuovo cliente e dovrà essere poi firmato e rispedito con una busta già affrancata che fornisce la società stessa. Gli uffici della sede centrale della società si trovano a Roma in Piazzale Ostiense al civico 2 oppure in Via Rutilio Namaziano 24, località Ostia Lido, gli sportelli sono aperti al pubblico dal lunedì al giovedì dalle ore 8.00 alle ore 16.00, mentre il venerdì la struttura chiude alle ore 13.00.

Sul territorio romano esistono anche degli uffici decentrati in Via Monte Meta al civico 15, in Viale della Vittoria numero 30, in Via del Verano 70 e infine in Via G. Battista Valente al civico 85. Per poter richiedere la voltura è necessario che l’intestatario sia in possesso di alcuni documenti, che sono riportati nell’elenco che segue.

voltura acea

  • Documento di riconoscimento come carta d’identità o patente in corso di validità.
  • Certificato di residenza in bollo oppure un autocertificazione, nel caso in cui però l’abitazione sia la residenza anagrafica del richiedente.
  • Partita Iva nel caso in cui il nuovo intestatario ne sia in possesso.

I costi per la variazione dell’intestazione della bolletta saranno addebitati al nuovo intestatario nella prima bolletta utile. I costi relativi alla voltura Acea sono stati determinati dall’ Autorità per l’Energia Elettrica e il Gas e sono illustrati di seguito.

  • 27,52 Euro per sostenere i costi amministrativi.
  • 14,62 Euro per l’imposta di bollo.
  • 23,00 Euro per il pagamento di un contributo fisso.

La società può anche richiedere il versamento di un deposito cauzionale, che viene generalmente addebitato nella prima bolletta. Se il nuovo intestatario della bolletta decide di passare da un Servizio di Maggior Tutela al Mercato Libero, dovrà vagliare una serie di proposte presentate dall’Acea e scegliere quella che presenta le condizioni più vantaggiose.

Volture ACEA per contratti fino ai 6 Kw

E' possibile anche richiedere volture, subentri e nuovi allacci per via telematica; nei casi di richieste telematiche o telefoniche, il contratto da firmare verrà recapitato a casa.

Dati necessari per richiedere la Voltura Acea

I dati necessari per richiedere una voltura Acea online sono:

  • numero utenza e indirizzo di fornitura del precedente intestatario;
  • nome, cognome e codice fiscale del nuovo intestatario;
  • la lettura del contatore;
  • indirizzo di conto finale.

Voltura di luce e gas: segui il video

Documenti per la voltura ACEA

I documenti necessari per la voltura Acea sono:

  • atto di compravendita o contratto di locazione, nei casi di allacci nuovi;
  • documento di riconoscimento;
  • nel caso di delegante, sua delega e fotocopia del documento di riconoscimento; codice fiscale;
  • eventuale Partita IVA
  • certificato di Residenza in bollo o autocertificazione per gli immobili di residenza anagrafica.

Chiarimenti utili sulla voltura utenza Acea

Sono numerose le persone che non hanno le idee chiare sulla differenza tra la voltura di un’utenza e il subentro. La prima si deve richiedere quando si desidera ottenere il cambio dell’intestazione del contrattodi fornitura della corrente, del gas e della fornitura idrica per un utenza ancora attiva. Il subentro invece deve essere richiesto nel caso in cui la fornitura sia già cessata e quindi prevede la stipulazione di un nuovo contratto.

Per effettuare entrambe le richieste è possibile contattare l’apposito numero verde, dove un operatore vi fornirà tutte le informazioni utili per completare la pratica, oppure visitare il sito e scaricare l’apposito modulo, che dovrà poi essere spedito tramite fax. Per compilare l’apposita documentazione è necessario conoscere il codice POD, che può essere facilmente reperito su una targhetta che si trova sopra il contatore, inserire il codice fiscale e la lettura del contatore.

Le eventuali spese sono addebitate nella prima bolletta utile, nel caso di subentro al nuovo intestatario verrà fatta un’offerta sul Mercato libero, che una volta accettata dovrà essere firmata, inserita nell’apposita busta preaffrancata e inviata all’Acea. E’ necessario inserire all’interno della busta anche una fotocopia del proprio documento d’identità in corso di validità.

Da qualche tempo la bolletta dell’Acea è cambiata ed è diventata più facile e chiara da comprendere da parte dei clienti. E’ suddivisa in varie sezioni, che sono illustrate nell’elenco che segue.

  • Informazioni sul profilo, vale a dire il numero dell’utenza, l’offerta che è attiva, il codice POD e i dati dell’intestatario.
  • Le news, cioè tutte le novità sul mondo dell’Acea.
  • Tutti i tuoi conti, uno spazio dedicato al riepilogo dei dati dell’ultima fatturazione, il periodo di riferimento, l’importo, la data di scadenza e lo stato dei pagamenti precedenti.
  • Dettagli consumi.
  • Riepilogo letture e contatti e prassi per comunicare l’autolettura del contatore.

E’ importante sapere che l’Acea offre la possibilità ai suoi clienti di scaricare l’App, che permette di gestire l’utenza in modo veloce e semplice e di poter visualizzare in qualsiasi momento le proprie fatture comodamente dal proprio cellulare. Nel caso in cui il cliente monitorizzi un’anomalia sul funzionamento del proprio contatore, può avvertire l’Acea e richiedere l’intervento di un tecnico.

Rispondiamo alle FAQ dei nostri utenti

  • Quanto costa fare la voltura Acea?
  • Che differenza c'è tra subentro e voltura delle utenze?
  • Quanto tempo ci vuole per fare la voltura?

Risposte:

  • Il costo della voltura Acea è circa di 50 euro + IVA. I costi sono divisi tra oneri amministrativi e costi di gestione del fornitore.
  • Il subentro riattiva la fornitura del Cliente dopo un periodo in cui il contatore era disattivato. La voltura cambia l'intestatario del contratto senza mai interrompere l'erogazione di energia elettrica o di gas.
  • La pratica viene inoltrata al distributore entro 48 ore da quando si riceve la documentazione, e il distributore 5 giorni lavorativi di tempo per portarla a termine.

L'articolo è stato scritto dalla Redazione di ElaMedia Group

Potrebbe interessarti

Recesso di contratto di locazione: quali sono le modalità?

 

Nella situazione economica italiana, molte più persone ricorrono all’affitto di un immobile ad uso abitativo non potendosi permettere l’acquisto di una casa propria. Esistono però anche casi di recesso del contratto di locazione e su questo campo ci sono molte regole e leggi da sapere.

Le agenzie immobiliari di Padova: trova le più affidabili!

Le agenzie immobiliari si rivelano fondamentali quando si cerca casa in una città come Padova, dove gli annunci di vendita e affitto sembrano moltiplicarsi a vista d’occhio; vedremo, nell’articolo che segue, quale sia il ruolo degli operatori in questo campo e dove contattare le agenzie più rinomate per la loro affidabilità.

Affittare la prima casa: ragioniamo sulla perdita di agevolazioni

Affittare la prima casa

Con 10 miliardi di tagli sulle agevolazioni fiscali per la prima abitazione la manovra finanziaria va a colpire praticamente tutti: dal proprietario che intende ristrutturare l’abitato all’affittuario. Per quanto riguarda i contratti di locazione della prima casa tuttavia, quanti l’abbiano stipulato potranno ancora contare su questi privilegi.

I più condivisi

Vantaggi del comprare nuovo: scopriamo quali sono

L’acquisto di un immobile comporta tanti dubbi e numerose valutazioni: qual è l’immobile che fa per me? Meglio in centro oppure fuori città? Meglio un immobile nuovo o uno più datato? Insomma, le domande sono tantissime e molte risposte dipendono dalle proprie personali esigenze e da gusti e desideri personali.

I vantaggi di scegliere una casa in legno

In molti paesi sviluppati, quali il Nord America, Giappone, l'Europa continentale e la Scandinavia, è molto sviluppata l'attenzione verso il benessere abitativo. Questo si traduce anche nella scelta dei materiali da costruzione delle abitazioni.

Calcolo spese acquisto prima casa: come portare in detrazione il costo notaio

Nel calcolo spese acquisto primo casa rientra anche il costo notaio. Questa voce però può essere portata in detrazione nella dichiarazione dei redditi ai fini Irpef in modo da recuperare parte dell’importo.

Leggi anche...

Subentro Enel: scopri con noi la procedura per richiederlo

subentro Enel

Il subentro dell'Enel è la riattivazione del servizio (dopo aver portato a buon fine la disdetta del contratto di energia Enel). Il Cliente attraverso il subentro dell'Enel richiede infatti di diventare titolare della fornitura e ottenere nuovamente l'erogazione di energia elettrica da un contatore che in passato ha già erogato energia.

Leggi anche...

Letture Gas ENI: ti spieghiamo come avviene il tutto

Letture Gas ENI 

La rilevazione dei consumi del gas può verificarsi secondo diverse modalità: lettura diretta del contatore; autolettura da parte del Cliente e trasmissione della stessa a Eni S.p.A., mediante numero verde dedicato o sito internet.

Go to Top