Oggi ti spieghiamo nel dettaglio quale è la procedura per la Voltura Acea e quali sono i dati necessari per ottenerla facilmente. Acea Energia è la società del Gruppo AceaElectrabel che fornisce ai clienti finali energia elettrica, gas e servizi correlati.

Spieghiamo meglio

La voltura Acea, così come la voltura del gas, è la procedura con cui si richiede all'ente erogatore dell'elettricità il subentro nel contratto già esistente di un nuovo intestatario.
La voltura Acea solitamente si richiede quando si acquista un'abitazione che era già provvista di un contratto per la fornitura di energia elettrica. Il nuovo proprietario, in tal caso, in accordo con il vecchio intestatario, chiede la voltura Acea all'azienda Acea Energia che gli eroga il servizio energetico.

Richiesta della Volura ACEA tramite sito web

La voltura Acea può essere eseguita online, compilando un'apposita form sul sito di Acea Energia
Prima di accedere alla pagina dedicata, ti consigliamo di reperire i dati seguenti necessari al fine della voltura Acea. Essi sono:

  • nominativo (nome e cognome) e codice fiscale del nuovo intestatario,
  • numero utenza e indirizzo di fornitura del precedente intestatario,
  • lettura del contatore,
  • (facoltativamente) l'indirizzo di conto finale del precedente intestatario del contratto.

Costi e addebiti per nuovo e vecchio intestatario

Attraverso tali informazioni, una volta attivata la voltura Acea, verranno addebitati al precedente intestatario i costi dei consumi a suo carico, mentre al nuovo intestatario della fornitura il calcolo del consumo di energia elettrica partirà dall'importo derivato dalla lettura del contatore.

Informazioni utili per la Voltura Acea

E’ importante sapere che nel caso in cui si desideri effettuare la voltura Acea per un’utenza che non supera i 6 Kw, è possibile telefonare al numero verde 800 130 330 e richiedere di parlare con un operatore, che è in grado di effettuare telefonicamente la pratica. In questo caso il nuovo contratto verrà spedito dalla società Acea presso il domicilio del nuovo cliente e dovrà essere poi firmato e rispedito con una busta già affrancata che fornisce la società stessa. Gli uffici della sede centrale della società si trovano a Roma in Piazzale Ostiense al civico 2 oppure in Via Rutilio Namaziano 24, località Ostia Lido, gli sportelli sono aperti al pubblico dal lunedì al giovedì dalle ore 8.00 alle ore 16.00, mentre il venerdì la struttura chiude alle ore 13.00.

Sul territorio romano esistono anche degli uffici decentrati in Via Monte Meta al civico 15, in Viale della Vittoria numero 30, in Via del Verano 70 e infine in Via G. Battista Valente al civico 85. Per poter richiedere la voltura è necessario che l’intestatario sia in possesso di alcuni documenti, che sono riportati nell’elenco che segue.

voltura acea

  • Documento di riconoscimento come carta d’identità o patente in corso di validità.
  • Certificato di residenza in bollo oppure un autocertificazione, nel caso in cui però l’abitazione sia la residenza anagrafica del richiedente.
  • Partita Iva nel caso in cui il nuovo intestatario ne sia in possesso.

I costi per la variazione dell’intestazione della bolletta saranno addebitati al nuovo intestatario nella prima bolletta utile. I costi relativi alla voltura Acea sono stati determinati dall’ Autorità per l’Energia Elettrica e il Gas e sono illustrati di seguito.

  • 27,52 Euro per sostenere i costi amministrativi.
  • 14,62 Euro per l’imposta di bollo.
  • 23,00 Euro per il pagamento di un contributo fisso.

La società può anche richiedere il versamento di un deposito cauzionale, che viene generalmente addebitato nella prima bolletta. Se il nuovo intestatario della bolletta decide di passare da un Servizio di Maggior Tutela al Mercato Libero, dovrà vagliare una serie di proposte presentate dall’Acea e scegliere quella che presenta le condizioni più vantaggiose.

Volture ACEA per contratti fino ai 6 Kw

Per i contratti con potenze che raggiungono e non superano i 6 Kw, si può telefonare al numero verde 800 130 330 o recarsi presso gli sportelli della Sede Centrale A.C.E.A. in Piazzale Ostiense n. 2 o in Via Rutilio Namaziano, 24 (Ostia Lido), aperti dal lunedì al giovedì dalle 8.00 alle 16.00, o il venerdì dalle 8.00 alle 13.00.
Ci sono anche gli uffici decentrati di Viale della Vittoria N. 30, Via Monte Meta N. 15, Via G. B. Valente N. 85 e Via del Verano N. 70.
E' possibile anche richiedere volture, subentri e nuovi allacci per via telematica; nei casi di richieste telematiche o telefoniche, il contratto da firmare verrà recapitato a casa.

Dati necessari per richiedere la Voltura Acea

I dati necessari per richiedere una voltura Acea online sono:

  • numero utenza e indirizzo di fornitura del precedente intestatario;
  • nome, cognome e codice fiscale del nuovo intestatario;
  • la lettura del contatore;
  • indirizzo di conto finale.

Documenti per la voltura ACEA

I documenti necessari per la voltura Acea sono:

  • atto di compravendita o contratto di locazione, nei casi di allacci nuovi;
  • documento di riconoscimento;
  • nel caso di delegante, sua delega e fotocopia del documento di riconoscimento; codice fiscale;
  • eventuale Partita IVA
  • certificato di Residenza in bollo o autocertificazione per gli immobili di residenza anagrafica.

Se ti interessa questo argomento, potrebbero interessarti anche i seguenti articoli: Costi volture

Chiarimenti utili

Sono numerose le persone che non hanno le idee chiare sulla differenza tra la voltura di un’utenza e il subentro. La prima si deve richiedere quando si desidera ottenere il cambio dell’intestazione del contrattodi fornitura della corrente, del gas e della fornitura idrica per un utenza ancora attiva. Il subentro invece deve essere richiesto nel caso in cui la fornitura sia già cessata e quindi prevede la stipulazione di un nuovo contratto.

Per effettuare entrambe le richieste è possibile contattare l’apposito numero verde, dove un operatore vi fornirà tutte le informazioni utili per completare la pratica, oppure visitare il sito e scaricare l’apposito modulo, che dovrà poi essere spedito tramite fax. Per compilare l’apposita documentazione è necessario conoscere il codice POD, che può essere facilmente reperito su una targhetta che si trova sopra il contatore, inserire il codice fiscale e la lettura del contatore.

Le eventuali spese sono addebitate nella prima bolletta utile, nel caso di subentro al nuovo intestatario verrà fatta un’offerta sul Mercato libero, che una volta accettata dovrà essere firmata, inserita nell’apposita busta preaffrancata e inviata all’Acea. E’ necessario inserire all’interno della busta anche una fotocopia del proprio documento d’identità in corso di validità.

Da qualche tempo la bolletta dell’Acea è cambiata ed è diventata più facile e chiara da comprendere da parte dei clienti. E’ suddivisa in varie sezioni, che sono illustrate nell’elenco che segue.

  • Informazioni sul profilo, vale a dire il numero dell’utenza, l’offerta che è attiva, il codice POD e i dati dell’intestatario.
  • Le news, cioè tutte le novità sul mondo dell’Acea.
  • Tutti i tuoi conti, uno spazio dedicato al riepilogo dei dati dell’ultima fatturazione, il periodo di riferimento, l’importo, la data di scadenza e lo stato dei pagamenti precedenti.
  • Dettagli consumi.
  • Riepilogo letture e contatti e prassi per comunicare l’autolettura del contatore.

E’ importante sapere che l’Acea offre la possibilità ai suoi clienti di scaricare l’App, che permette di gestire l’utenza in modo veloce e semplice e di poter visualizzare in qualsiasi momento le proprie fatture comodamente dal proprio cellulare. Nel caso in cui il cliente monitorizzi un’anomalia sul funzionamento del proprio contatore, può avvertire l’Acea e richiedere l’intervento di un tecnico.




Potrebbe interessarti

Affitto a canone libero: cosa significa? Scopri le caratteristiche

Le locazioni a canone libero durano formalmente 4 anni, ma nella maggioranza dei casi, arrivano fino agli 8. In caso di mancanza di disdetta motivata da precise ragioni imposte dalla legge, il periodo di locazione è infatti automaticamente rinnovato, per la prima volta, di altri 4 anni.

Contratto di sublocazione: scopri caratteristiche, norme e rapporti

 Immagine per contratto di sublocazione

Quando l'affittuario deve lasciare l’appartamento locato per un certo periodo può affittarlo a terzi per coprire le spese, senza però avere l’intenzione di disdire il contratto principale. Il conduttore può quindi sottoscrivere un contratto di sublocazione.

Self Storage a Roma e nel Lazio: contatti utili

I self storage sono servizi in mano ad una compagnia apposita, oppure sono degli spazi in mano a compagnie di trasloco, e di norma vengono affittati e utilizzati attraverso un noleggio a base mensile.

Avviso sul Copyright

I contenuti di questo sito web sono protetti da Copyright. Ti invitiamo gentilmente a non duplicarli e a scriverci a info [@] elamedia.it se hai intenzione di usufruire dei servizi erogati dalla nostra Redazione.

Protected by Copyscape

Non bloccare la Pubblicità

Il tuo Browser blocca la nostra pubblicità? Ti chiediamo gentilmente di disattivare questo blocco. Per noi risulta di vitale importanza mostrarti degli spazi pubblicitari. Non ti mostreremo un numero sproporzionato di banner né faremo in modo che la tua esperienza sul nostro sito ne risenta in alcun modo.Ti invitiamo dunque ad aggiungere il nostro sito tra quelli esclusi dal Blocco della tua estensione e a ricaricare la pagina. Grazie!

Ricarica la Pagina

I più condivisi

Annunci immobiliari tra privati: le migliori app per vendere e trovare casa

L’acquisto di una casa è sempre un passo importante sia dal punto di vista esistenziale che, soprattutto economico perché comporta un impegno oneroso in particolar modo quando si accende un mutuo. Risparmiare sulla compravendita immobiliare è, tuttavia, possibile se si riesce a fare la ricerca di una casa da sé senza l’intervento di un’agenzia con i relativi oneri di commissione.

Plusvalenza nella vendita di un immobile: ecco la nostra guida

Plusvalenza nella vendita di un immobile

Nel caso di vendita di un immobile (appartamento, terreno), per plusvalenza si intende l’aumento di valore realizzato entro un determinato periodo di tempo. Ai fini fiscali, questo aumento di valore è indice di una maggiore capacità contributiva ed è tassato attraverso imposte dirette. A differenza di altri redditi da capitale, non vengono calcolati sulla base imponibile dell'IRPEF.

Dove richiedere la visura catastale?

La visura catastale è un documento importante per la compravendita di un bene immobiliare o di un terreno che si trovi in Italia; è infatti rilasciata dall'Agenzia del Territorio, cioè dal Catasto.

Leggi anche...

Recupero edilizio, quali gli interventi compresi nel Bonus Ristrutturazione

RISTRUTTURAZIONE min

Per incentivare il miglioramento delle strutture abitative private e condominiali, il Governo italiano in questi anni ha ideato e avviato diverse iniziative, tra le quali il cosiddetto Bonus Ristrutturazione. Questo consente di ottenere il rimborso di una quota delle spese effettuate per lavori di ristrutturazione, riguardanti un’abitazione principale oppure le seconde case o, ancora, di parti comuni di edifici condominiali. In tali lavori di ristrutturazione sono compresi anche quelli connessi al recupero edilizio.

Leggi anche...

La riduzione della potenza ENEL: morosità della bolletta della luce

Per evitare problemi come successo nel passato, con comunicazione di avvenuta sospensione quando il servizio era stato già disattivato, l’Autorità ha annunciato un aggiornamento delle norme con date e tempistiche precise da rispettare in questo scenario.

Go to Top