Molti utenti con connessione ADSL dispongono nel loro pacchetto Internet anche di una funzione chiamata VoIP (Voice Over Internet Protocol), una tecnologia per la trasmissione della voce mediante connessione digitale. Utilizzare il Voip in casa può essere una buona idea per risparmiare sulla bolletta del telefono. Attenzione, tuttavia, a quali provider del servizio scegliere e, soprattutto, occorre valutare bene i pro e i contro di un sistema simile.

Cosa serve per attivare il servizio

Per attivare il servizio servono:

  • una linea telefonica con contratto ADSL "flat"; attualmente i costi oscillano dai 25 ai 35 euro al mese;
  • un modem ADSL + router a cui collegare il computer, con costi attuali che partono dai 40 euro;
  • un cordless che supporti sia la linea telefonica tradizionale che quella VoIP.

Per utilizzarlo, è necessario, oltre ai requisiti prima listati, anche un pc dotato dei giusti accessori (microfono e, consigliata, la webcam) oltre che software ad hoc.
Molti di questi sono gratis, di facile utilizzo e offrono pacchetti mensili a prezzi molto convenienti.

Servizio VOIP su cellulare

Per far funzionare un numero VoIP su un cellulare (Android, Symbian, iPhone …) occorre attivare la relativa “app” che gestisce il servizio. Per i dispositivi che utilizzano Android, le alternative sono varie: Sipdroid, CsipSimple, 3CX, tra i più famosi.

Uno svantaggio del numero telefonico su cellulare è che questo deve essere tenuto “attivo” e quindi lasciare aperta l’app che gestisce il servizio. Poiché il VoIP necessita di una connessione internet, queste app funzioneranno solamente se la connessione Internet è attiva (wifi o 3g). D’altro canto il traffico Internet generato da queste app - quando non si chiama - è irrisorio (pochi kb), talvolta nullo. Ulteriore svantaggio è il notevole consumo della batteria.

Servizio VoIP su numero fisso

Se si possiede un telefono con filo o cordless è possibile attivare un servizio di questo tipo– con relative tariffe e convenienza – collegandolo al router, invece che alla spina telefonica classica. Sarà, poi, necessario configurare il telefono tramite computer (più o meno nello stesso modo in cui si configura il modem-router per la connessione Internet).
In questo modo è possibile configurare lo stesso numero sia sul cellulare sia sul fisso o cordless che sia. Il vantaggio di questa configurazione è che in caso di soggiorni all’estero, se qualcuno chiama a quel numero, la telefonata non sarà persa e il costo è quello di una chiamata urbana dal momento che il VoIp non ha “confini” geografici.

Voip con Skype

Skype è stato il primo software che ha permesso di utilizzare la tecnologia VoIP in casa. Mette a disposizione una chat, messaggistica istantanea, videochiamate, chiamate solo audio.
I prezzi sono molto convenienti. Di base, una chiamata via Skype costa 2,2 centesimi al minuto Iva inclusa, ma sono disponibili moltissime soluzioni come abbonamenti mensili.

Ad esempio, 60 minuti verso fissi a 1,02 centesimi al mese; chiamate illimitata in Italia a 5,74€ al mese; chiamate illimitate in tutto il mondo, Cina inclusa, a 18,96€ al mese. Costi aggiuntivi sono previsti per i cellulari: il piano con chiamate illimitate verso fissi, italiani e non, e cellulari costa 36,79€ al mese. Tutti i prezzi includono l'Iva.

Altri servizi Voip

Google Voice è il servizio di Mountain View si attiva tramite Gmail. Ha costi interessanti, sebbene non un'offerta articolata come il concorrente. Per chiamare in Italia, per un fisso la tariffa è 2,4 centesimi al minuto, mentre per un cellulare è di 13,3 centesimi al minuto. Non sono ancora disponibili abbonamenti mensili, ma sicuramente, vista la crescente domanda, lo saranno presto.

Ultima nascita nel settore, Indoona, figlia di Tiscali, propone offerte vantaggiose senza scatto alla risposta: 10 centesimi al minuto per cellulari italiani, verso fissi Tiscali gratis e altre agevolazioni.

Esistono anche applicazione per Android o Iphone che permettono di utilizzare questa tecnologia anche da cellulare. La stessa Indoona è disponibile per smartphone, ma anche Skype. L'importante è che il destinatario della comunicazione utilizzi la stessa applicazione, altrimenti le chiamate non sono possibili.

Vantaggi della telefonia su IP

  • Si verifica un minor costo soprattutto per le telefonate effettuate all'estero;
  • un unico collegamento consente di avere più numeri di telefono;
  • è possibile salvare le telefonate effettuate;
  • le telefonate eseguite da utenti della stessa rete, ovvero con lo stesso operatore, sono gratuite.
  • la possibilità di usufruire di nuove funzioni, anche future, senza costi aggiuntivi da parte del gestore telefonico, in modo tale da mantenere invariato il canone negli anni;
  • è possibile inviare sms dal telefono domestico o dal computer;
  • è prevista la ricezione di telefonate sul fisso mentre si sta effettuando una chiamata.

Alcuni aspetti negativi dell'attivazione Voip

  • qualora mancasse l'alimentazione o la linea ADSL non fosse funzionate, non ci sarebbe la possibilità di effettuare le telefonate;
  • scomparsa del Fax, con l’introduzione e la spesa di nuove apparecchiature;
  • per avere risparmio si deve telefonare sempre dal telefono VoIP;
  • se si dispone di una linea ADSL da 640kbit è possibile che si verifichino disturbi nella chiamata, quando si utilizza contemporaneamente la linea internet per altri scopi;
  • la configurazione delle apparecchiature e la gestione degli account VoIP spesso prevede la conoscenza dell'inglese;
  • a volte i servizi di VoIP presentano un basso costo perché rapportato alla qualità del servizio;

Molte aziende di telefonia già offrono col contratto Internet il “pacchetto voce” con telefoni VOIP che si collegano al router. Ci si può anche non affidare ai gestori di telefonia per fare chiamate VoIP a basso costo.

È possibile infatti installare programmi che consento di sfruttare il VoIP; il più famoso è senz'altro Skype, che presenta un listino prezzi molto più vantaggioso dei normali conti telefonici. Skype va installato sul PC e tramite carta di credito si paga un pacchetto di telefonate.



Potrebbe interessarti

Come funziona la locazione abitativa agevolata

Il contratto di locazione abitativa agevolata, detto anche affitto a canone concordato, è una tipologia di locazione introdotta a fine anni ’90 con la legge del 9 dicembre 1998, n. 431. La possibilità di stipulare un contratto di locazione abitativa agevolata è riservata alle abitazioni presenti in comuni ad alta densità abitativa che abbiano stipulato una convenzione con le associazioni di categoria.

Leggi tutto...

Affitto d'azienda: questi consigli non puoi perderteli!

Con il termine affitto d'azienda è indicata l'acquisizione di un diritto di godimento e di tutti i poteri di gestione di un complesso aziendale di proprietà del locatore, da parte di un conduttore dietro corrispettivo. A regolamentare l'affitto d’azienda è l'articolo 2562 del codice civile che dispone l'applicazione delle norme relative all'usufrutto d'azienda (articolo 2561) e quelle generali in tema d'affitto (articoli 1571-1654).

Leggi tutto...

Diritti e doveri del conduttore e del proprietario

In un contratto di affitto di un' abitazione vi sono doveri e diritti sia da parte del proprietario (locatore) dell'immobile sia da parte di chi invece usufruisce per un periodo (inquilino /conduttore) , opportunamente regolato, dell'immobile stesso.

Leggi tutto...

Affitto loft: una guida alla scelta sicura!

Quando si decide di prendere in affitto un loft, è necessario valutare in primi diversi fattori prima di scegliere quella giusta e adatta alle proprie esigenze. È importante tenere in considerazione in primis il budget che si potrebbe avere a disposizione.

Leggi tutto...

Affittare la prima casa: ragioniamo sulla perdita di agevolazioni

Con 10 miliardi di tagli sulle agevolazioni fiscali per la prima abitazione la manovra finanziaria va a colpire praticamente tutti: dal proprietario che intende ristrutturare l’abitato all’affittuario. Per quanto riguarda i contratti di locazione della prima casa tuttavia, quanti l’abbiano stipulato potranno ancora contare su questi privilegi.

Leggi tutto...

I più condivisi

Accollo mutuo esistente: di cosa stiamo parlando?

Quando si vuole acquistare un immobile sempre più spesso accade che, ciò che si vuole acquistare abbia già un mutuo acceso dall'attuale venditore oppure, nei casi in cui si decide di acquistare un immobile nuovo dall'impresa che abbia richiesto un finanziamento per erigere il fabbricato.

Leggi tutto...

Plusvalenza nella vendita della prima casa: info e dettagli

Nel caso di acquisto della prima casa, è prevista una serie di agevolazioni: l’imposta di registro è al 3% del valore; l’imposta ipotecaria corrisponde a 168,00 €; anche l’imposta catastale corrisponde a 168,00 €. Nel caso di vendita della prima casa, così come avviene per tutti gli immobili, per plusvalenza della prima casa si intende l’aumento di valore realizzato entro un determinato periodo di tempo.

Leggi tutto...

Guida per comprare casa: sei sicuro di conoscere ogni aspetto?

Comprare casa non è certamente un processo semplice. Leggere i giornali specializzati, informarsi sul Web, visitare gli immobili in vendita o studiare la planimetria di una casa in costruzione è importante ma può non bastare. Ecco alcuni consigli utili per chi ha deciso di comprare casa.

Leggi tutto...

Acquisto terreni edificabili: come funziona la compravendita

La possibilità di edificare su un terreno dipende dalla destinazione prevista per tale area nel piano regolatore generale del Comune in cui è situato. L'acquisto di terreni edificabili, quindi, segue una precisa regolamentazione.

Leggi tutto...

Annunci immobiliari tra privati: le migliori app per vendere e trovare casa

L’acquisto di una casa è sempre un passo importante sia dal punto di vista esistenziale che, soprattutto economico perché comporta un impegno oneroso in particolar modo quando si accende un mutuo. Risparmiare sulla compravendita immobiliare è, tuttavia, possibile se si riesce a fare la ricerca di una casa da sé senza l’intervento di un’agenzia con i relativi oneri di commissione.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Subentro Enel: scopri la procedura per richiederlo

Il subentro è la riattivazione del servizio (dopo aver portato a buon fine la disdetta del contratto di energia Enel). Il Cliente attraverso il subentro richiede infatti di diventare titolare della fornitura e ottenere nuovamente l'erogazione di energia elettrica da un contatore che in passato ha già erogato energia.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Ecco alcuni consigli per l'arredamento da giardino

Una casa di lusso merita di essere valorizzata con un giardino elegante e ben curato: ecco perché è indispensabile selezionare i complementi di arredo migliori, così da dare vita a uno spazio esterno raffinato e in sintonia con gli ambienti interni. 

Leggi tutto...

Leggi anche...

Simulazione rata del mutuo per l’acquisto della prima casa

L’acquisto di un immobile, in particolare se si tratta di una prima casa, è sicuramente un passo importante che comporta una serie di valutazioni da fare a priori in vista dell’impegno economico a lunga scadenza. Si tratta di un investimento di un certo peso e nella maggior parte dei casi, chi si appresta a farlo, non ha a disposizione l’intero capitale.

Leggi tutto...
Go to Top