Molti utenti con connessione ADSL dispongono nel loro pacchetto Internet anche di una funzione chiamata VoIP (Voice Over Internet Protocol), una tecnologia per la trasmissione della voce mediante connessione digitale. Utilizzare il Voip in casa può essere una buona idea per risparmiare sulla bolletta del telefono. Attenzione, tuttavia, a quali provider del servizio scegliere e, soprattutto, occorre valutare bene i pro e i contro di un sistema simile.

Cosa serve per attivare il servizio

Per attivare il servizio servono:

  • una linea telefonica con contratto ADSL "flat"; attualmente i costi oscillano dai 25 ai 35 euro al mese;
  • un modem ADSL + router a cui collegare il computer, con costi attuali che partono dai 40 euro;
  • un cordless che supporti sia la linea telefonica tradizionale che quella VoIP.

Per utilizzarlo, è necessario, oltre ai requisiti prima listati, anche un pc dotato dei giusti accessori (microfono e, consigliata, la webcam) oltre che software ad hoc.
Molti di questi sono gratis, di facile utilizzo e offrono pacchetti mensili a prezzi molto convenienti.

Servizio VOIP su cellulare

Per far funzionare un numero VoIP su un cellulare (Android, Symbian, iPhone …) occorre attivare la relativa “app” che gestisce il servizio. Per i dispositivi che utilizzano Android, le alternative sono varie: Sipdroid, CsipSimple, 3CX, tra i più famosi.

Uno svantaggio del numero telefonico su cellulare è che questo deve essere tenuto “attivo” e quindi lasciare aperta l’app che gestisce il servizio. Poiché il VoIP necessita di una connessione internet, queste app funzioneranno solamente se la connessione Internet è attiva (wifi o 3g). D’altro canto il traffico Internet generato da queste app - quando non si chiama - è irrisorio (pochi kb), talvolta nullo. Ulteriore svantaggio è il notevole consumo della batteria.

Servizio VoIP su numero fisso

Se si possiede un telefono con filo o cordless è possibile attivare un servizio di questo tipo– con relative tariffe e convenienza – collegandolo al router, invece che alla spina telefonica classica. Sarà, poi, necessario configurare il telefono tramite computer (più o meno nello stesso modo in cui si configura il modem-router per la connessione Internet).
In questo modo è possibile configurare lo stesso numero sia sul cellulare sia sul fisso o cordless che sia. Il vantaggio di questa configurazione è che in caso di soggiorni all’estero, se qualcuno chiama a quel numero, la telefonata non sarà persa e il costo è quello di una chiamata urbana dal momento che il VoIp non ha “confini” geografici.

Voip con Skype

Skype è stato il primo software che ha permesso di utilizzare la tecnologia VoIP in casa. Mette a disposizione una chat, messaggistica istantanea, videochiamate, chiamate solo audio.
I prezzi sono molto convenienti. Di base, una chiamata via Skype costa 2,2 centesimi al minuto Iva inclusa, ma sono disponibili moltissime soluzioni come abbonamenti mensili.

Ad esempio, 60 minuti verso fissi a 1,02 centesimi al mese; chiamate illimitata in Italia a 5,74€ al mese; chiamate illimitate in tutto il mondo, Cina inclusa, a 18,96€ al mese. Costi aggiuntivi sono previsti per i cellulari: il piano con chiamate illimitate verso fissi, italiani e non, e cellulari costa 36,79€ al mese. Tutti i prezzi includono l'Iva.

Altri servizi Voip

Google Voice è il servizio di Mountain View si attiva tramite Gmail. Ha costi interessanti, sebbene non un'offerta articolata come il concorrente. Per chiamare in Italia, per un fisso la tariffa è 2,4 centesimi al minuto, mentre per un cellulare è di 13,3 centesimi al minuto. Non sono ancora disponibili abbonamenti mensili, ma sicuramente, vista la crescente domanda, lo saranno presto.

Ultima nascita nel settore, Indoona, figlia di Tiscali, propone offerte vantaggiose senza scatto alla risposta: 10 centesimi al minuto per cellulari italiani, verso fissi Tiscali gratis e altre agevolazioni.

Esistono anche applicazione per Android o Iphone che permettono di utilizzare questa tecnologia anche da cellulare. La stessa Indoona è disponibile per smartphone, ma anche Skype. L'importante è che il destinatario della comunicazione utilizzi la stessa applicazione, altrimenti le chiamate non sono possibili.

Vantaggi della telefonia su IP

  • Si verifica un minor costo soprattutto per le telefonate effettuate all'estero;
  • un unico collegamento consente di avere più numeri di telefono;
  • è possibile salvare le telefonate effettuate;
  • le telefonate eseguite da utenti della stessa rete, ovvero con lo stesso operatore, sono gratuite.
  • la possibilità di usufruire di nuove funzioni, anche future, senza costi aggiuntivi da parte del gestore telefonico, in modo tale da mantenere invariato il canone negli anni;
  • è possibile inviare sms dal telefono domestico o dal computer;
  • è prevista la ricezione di telefonate sul fisso mentre si sta effettuando una chiamata.

Alcuni aspetti negativi dell'attivazione Voip

  • qualora mancasse l'alimentazione o la linea ADSL non fosse funzionate, non ci sarebbe la possibilità di effettuare le telefonate;
  • scomparsa del Fax, con l’introduzione e la spesa di nuove apparecchiature;
  • per avere risparmio si deve telefonare sempre dal telefono VoIP;
  • se si dispone di una linea ADSL da 640kbit è possibile che si verifichino disturbi nella chiamata, quando si utilizza contemporaneamente la linea internet per altri scopi;
  • la configurazione delle apparecchiature e la gestione degli account VoIP spesso prevede la conoscenza dell'inglese;
  • a volte i servizi di VoIP presentano un basso costo perché rapportato alla qualità del servizio;

Molte aziende di telefonia già offrono col contratto Internet il “pacchetto voce” con telefoni VOIP che si collegano al router. Ci si può anche non affidare ai gestori di telefonia per fare chiamate VoIP a basso costo.

È possibile infatti installare programmi che consento di sfruttare il VoIP; il più famoso è senz'altro Skype, che presenta un listino prezzi molto più vantaggioso dei normali conti telefonici. Skype va installato sul PC e tramite carta di credito si paga un pacchetto di telefonate.





Potrebbe interessarti

La disdetta dell'affitto: conosci tempistiche e procedure?

Se si dispone di contratto con Equo canone, non è possibile disdettarlo per i primi 4 anni, neppure nel caso in cui il proprietario abbia la necessità di riavere l'immobile per adibirlo come propria abitazione.

Leggi tutto...

Morosità del canone di affitto

Nei casi di protratto mancato pagamento del canone di affitto e/o delle quote condominiali, il proprietario può effettuare lo sfratto per morosità.

Leggi tutto...

Comodato d'uso a titolo gratuito

Il comodato d'uso di immobile rappresenta una forma di contratto di locazione con cui è possibile prendere in consegna un immobile per un periodo di tempo determinato, con il dovere di riconsegnarlo al proprietario.

Leggi tutto...

Come funziona la locazione abitativa agevolata

Il contratto di locazione abitativa agevolata, detto anche affitto a canone concordato, è una tipologia di locazione introdotta a fine anni ’90 con la legge del 9 dicembre 1998, n. 431. La possibilità di stipulare un contratto di locazione abitativa agevolata è riservata alle abitazioni presenti in comuni ad alta densità abitativa che abbiano stipulato una convenzione con le associazioni di categoria.

Leggi tutto...

Moduli contratti di locazione: tutte le novità!

Dal 1° luglio 2010 è stato realizzato il nuovo Modello 69, per la registrazione dei contratti di locazione e affitto e per i contratti di comodato.

Leggi tutto...

Avviso sul Copyright

I contenuti di questo sito web sono protetti da Copyright. Ti invitiamo gentilmente a non duplicarli e a scriverci a info [@] elamedia.it se hai intenzione di usufruire dei servizi erogati dalla nostra Redazione.

Protected by Copyscape

Non bloccare la Pubblicità

Il tuo Browser blocca la nostra pubblicità? Ti chiediamo gentilmente di disattivare questo blocco. Per noi risulta di vitale importanza mostrarti degli spazi pubblicitari. Non ti mostreremo un numero sproporzionato di banner né faremo in modo che la tua esperienza sul nostro sito ne risenta in alcun modo.Ti invitiamo dunque ad aggiungere il nostro sito tra quelli esclusi dal Blocco della tua estensione e a ricaricare la pagina. Grazie!

Ricarica la Pagina

I più condivisi

I vantaggi di scegliere una casa in legno

In molti paesi sviluppati, quali il Nord America, Giappone, l'Europa continentale e la Scandinavia, è molto sviluppata l'attenzione verso il benessere abitativo. Questo si traduce anche nella scelta dei materiali da costruzione delle abitazioni.

Leggi tutto...

Facciamo chiarezza sull’immobile strumentale

Gli immobili strumentali rappresentano una particolare tipologia di bene. In pratica si distinguono in quanto vengono comprati dalle aziende per esercitare le proprie attività. Sottolineiamo il fatto che esistono:

Leggi tutto...

Contratti di locazione commerciale

Di seguito un approfondimento su un tema di uso comune: il contratto di locazione ad uso commerciale. Durata, comunicazioni e documenti vari. Spiegheremo tutto nell'articolo di oggi. Voi non dimenticate di farci sapere che ne pensate commentando il nostro scritto tramite l'apposito spazio alla fine del testo.

Leggi tutto...

Plusvalenza terreni agricoli, come effettuare il calcolo?

terreni agricoli sono considerati beni immobili, così come i terreni edificabili e gli appartamenti. Per plusvalenza si intende l’aumento di valore realizzato entro un determinato periodo di tempo.

Leggi tutto...

Rogito notarile per la compravendita immobili: come effettuarlo?

Comprare un immobile non è come acquistare qualsiasi altra cosa. Si tratta di una scelta che può cambiare la vita (la nostra e quella della nostra famiglia). Logico dunque che si tratti di un qualcosa di davvero importante; un qualcosa a cui prestare molta attenzione. Di seguito riportiamo alcuni consigli per affrontare nel modo giusta una compravendita di immobili.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Certificato agibilità e requisiti per l'abilità

L'agibilità è la certificazione di cui un edificio riceve quando rispetta tutti i requisiti di legge necessari a garantire la sicurezza dei locali; il suo riferimento normativo è il Testo Unico dell'Edilizia (DpR 380/2001).

Leggi tutto...

Leggi anche...

Indice IPE di prestazione energetica

L'indice IPE di prestazione energetica non è altro che l'energia totale consumata dall'edificio climatizzato per metro quadro ogni anno. L'unità di misura per prestazioni relative ad edifici residenziali è il KWH/MQ annuo.

Leggi tutto...
Go to Top