La visura catastale è un documento importante per la compravendita di un bene immobiliare o di un terreno che si trovi in Italia; è infatti rilasciata dall'Agenzia del Territorio, cioè dal Catasto.

Se volete sapere come e dove richiedere il documento, dovreste sicuramente conoscere i dati che vi vengono restituiti e quando utilizzarli, ovvero:

  • il comune di appartenenza,
  • la categoria catastale (abitazione, negozio, ecc...),
  • la classe,
  • la superficie netta e lorda (cioè catastale),
  • la rendita catastale dell'immobile o il reddito dominicale per i terreni,
  • nome del proprietario,
  • nudo proprietario e usufruttuario (eventuale),
  • provenienza (atto o atti con cui è pervenuto il bene),
  • gli atti di aggiornamento catastale.

Quando si parla di visura catastale si intende un documento ufficiale che riporta tutti i dati relativi ad un immobile o un terreno riportati all’interno della banca dati del catasto. Da questo documento vengono fuori tutte le informazioni inerenti la proprietà e inerenti il o i proprietari.

Ci sono vari livelli di "visura catastale", dipende dal tipo di consultazione che viene effettuata, ossia se si procede per tipologie di immobile allora ci sono due livelli di analisi, il primo parte dalla particella catastale relativa ai terreni o l’unità immobiliare se si intende un immobile urbano, la seconda parte dall’indirizzo urbano e si limita ai soli fabbricati.

Cosa viene identificato attraverso la visura del catasto

La visura del Catasto identifica un immobile attraverso: foglio, particella e subalterno del Comune; può anche definire un terreno con foglio e particella.

Si tratta di un documento utile anche ai fini del calcolo della imposta sul reddito e dell'Imposta comunale sugli immobili.
Consente di effettuare un accertamento catastale circa un soggetto fisico o giuridico che attesti l'eventuale presenza di: ipoteche, pignoramenti, sequestri, ecc.

La visura immobiliare può essere emessa dal Catasto o dalle conservatorie dei registri immobiliari.

Come funziona la visura da parte del catasto

Si può fare una ricerca per soggetto, in tal caso è possibile risalire al bene in base ai dati del proprietario e quindi inserendo nel sistema le informazioni sul soggetto o più soggetti (es. nome, cognome, codice fiscale, sede legale e così via) in questo modo si ottengono informazioni sulla persona fisica e sull’immobile o sul terreno a lui intestato.

Altra opzione è per partita, vuol dire che si inserisce quel valore relativo all’identificativo dell’intestatario che fa risalire i dati all’immobile o al terreno.

Ricerca per periodo

L’ultima modalità è per periodo di riferimento, in base al lasso di tempo della ricerca sia essa attuale o storica è possibile determinare le informazioni catastali relative al periodo corrente o quelle relative ad un particolare periodo di tempo specifico.

Chi può accedere a questo documento?

Molti si chiedono chi ha diritto ad accedere alle informazioni fornite da una visura catastale, e dove è possibile effettuare la domanda. La legge e i vari decreti a seguire hanno stabilito che chiunque può richiedere una visura tranne per le planimetrie che sono invece ad esclusiva dei proprietari ed eventuali delegati. Tutti gli altri dati sono pubblici, naturalmente sempre se l’uso che ne vien fatto è riconosciuto legalmente.

Per poter ottenere una visura catastale i richiedenti dovranno recarsi presso l’ufficio provinciale competente, il Catasto, e presentare un modulo specifico. Tale consultazione è gratuita per chi è il proprietario di quel bene e a pagamento per coloro che non hanno legami. Inoltre sono stati abilitati degli sportelli presso cui è possibile effettuare la stessa indagine, tale iniziativa è stata da poco avviata dalle Poste Italiane con la costituzione dello sportello Amico.

Direttamente dal sito dell'Agenzia delle entrate

Collegandosi al sito dell’Agenzia delle entrate, nella apposita sezione dedicata alla visura catastale online, è possibile ottenere una serie di informazioni in maniera totalmente gratuita.

In particolare, è possibile ricevere tutti i dati relativi ad una determinata rendita, nonchè le informazioni relative agli immobili che sono stati censiti, nel tempo, direttamente al Catasto che si occupa dei fabbricati.

Sempre attraverso questo servizio gratuito, è possibile ricevere tutte le informazioni relative ai redditi dominicali ed agrari, e per finire tutte le informazioni necessarie per l’identificazione di immobili censiti nell’apposito Catasto terreni.

Per ricevere tutta questa serie di indicazioni, è sufficiente indicare i dati in proprio possesso, ovvero il codice fiscale del richiedente, la provincia in cui l’immobile è ubicato, e tutti gli identificativi della proprietà:

  • comune di appartenenza
  • sezione
  • foglio
  • particella

Gli identificativi catastali nello specifico

Proviamo a descrivere rapidamente quelli che sono gli identificativi catastali che vengono utilizzati.

Innanzitutto, abbiamo il Comune catastale, ovvero il territorio che coincide di norma con quello amministrativo dove risiede l’immobile o comunque il bene di cui si richiede la visura catastale. Nei documenti viene indicato con un codice composto da 4 caratteri, gli stessi presenti nel codice fiscale di ogni cittadino (i caratteri dal 12 al 15).

  • La sezione amministrativa è un dato relativo ai soli fabbricati, ed è una suddivisione ulteriore del Comune.
  • La sezione censuaria è invece presente nei soli terreni, composta da una lettera ed una denominazione specifica.
  • La sezione urbana è diversa da quella amministrativa, anche se vale anch’essa per i soli fabbricati, ed è sempre una suddivisione relativa a specifici Comuni.
  • Il foglio è una parte ulteriore del territorio del Comune, ed è un dato obbligatorio per la definizione di qualsiasi bene registrato al Catasto.
  • La particella, è una porzione del fabbricato, ulteriore suddivisione del Foglio.

Dove richiedere la visura catastale

Le possibilità per richiedere la visura catastale sono numerose.

Innanzitutto, è possibile richiederla presso gli Uffici della Provincia. In questa caso, la richiesta è gratuita se le informazioni vengono richieste dal proprietario – da uno dei proprietari – dell'immobile in questione, altrimenti deve pagare il servizio. I dati possono essere presenti nel database on line oppure su documenti cartacei.

Come detto chiunque può richiedere la consultazione dopo pagamento dei tributi speciali catastali.

Altri modi per accedervi sono utilizzando gli sportelli catastali nei comuni, o in modalità telematica presso SISTER.

È anche possibile recarsi presso lo Sportello Amico di Poste Italiane. Anche in questo caso, come nel precedente, occorre presentare un modulo apposito. Tuttavia, questa soluzione permette di cercare informazioni solo relative ai fabbricati e non ad altre costruzioni.

Un'opzione molto pratica è avvalersi del servizio Certitel, uno strumento online tramite il quale fare richiesta di informazioni per soggetto, per immobile ma su una sola provincia e un solo comune. Il servizio è a pagamento ma include l'invio presso un indirizzo privato della documentazione richiesta.

L'Agenzia delle Entrate ha poi messo a disposizione un suo servizio on line dove richiedere la visura catastale: serve una registrazione, gratuita, e l'immissione di pochi dati nella maschera di ricerca.

Come ricercare nei database

I metodi di ricerca sono: per immobile, per soggetto, per partita e per periodo di riferimento.
Tutti i dati acquisiti sono pubblici, disponibili a tutti ad eccezione delle planimetrie che hanno un regime diverso.
Le differenti modalità di ricerca dipendono essenzialmente dai dati a disposizione: quella più accessibile è la ricerca per soggetto, per la quale vengono richieste informazioni anagrafiche relative all'intestatario.

Per le altre, occorre sapere l'identificativo catastale oppure il numero identificativo dell'intestatario.

La visura ipocatastale dell'immobile

Se state cercando casa e avete intenzione di comprarla è consigliabile pensare di una Visura Ipotecaria che possa darvi la opportunità, in seguito ad un’attività di ricerca, di ottenere informazioni favorevoli relative al proprietario dell’immobile che vi interessa acquistare.

Transitando per questo tipo di ricerca detta anche “ Accertamento Immobiliare” o “Visura Ipocatastale”, arriverete a comprendere delle notizie attinenti ad una persona giuridica o una persona fisica e se questa è il titolare dell’immobile di vostro interesse e più di ogni altra cosa se su tale stabile ci siano vincoli e se quest’ultimi siano ipoteche legali, citazioni, ipoteche giudiziarie o volontarie.

Ogni individuo, in relazione all’Art. 2673 c.c., per trovare una Visura, può avere accesso agli atti pubblici che sono stivati nelle Agenzia del Territorio che sono le Conservatorie dei Registri Immobiliari.

In tal modo, basandosi sulla Visura Ipotecaria, sareste in grado di comperare la casa delle vostre immaginazioni senza correre il pericolo di incontrare sgradevoli sorprese, che talvolta arrivano ad essere celate agli acquirenti.

La verifica via web per l'immobile

Fortunatamente oggi si può evitare l’obbligo di recarsi di persona agli uffici del Catasto per eseguire una Visura, infatti dovrete soltanto connettervi ad internet tranquillamente da casa vostra. Sarà sufficiente collegarsi ed avere accesso al servizio determinato per assicurarvi tutti i dati di cui avete bisogno; dovrete solamente dare vita ad un account con una password ed accederete nei registri di tutte le Agenzie del Territorio e presso il Catasto di tutta Italia. Grazie a questo sistema potrete così adeguare tutte le vostre esigenze all'effettivo utilizzo dei dati estrapolati.

Sussistono diversi siti online attraverso i quali, e senza pericoli, potrete trovare tali servizi burocratici e che vi concederanno di ottimizzare i tempi ed evitare tediose file agli sportelli. Avendo accessibilità a tali siti sarete in grado facilmente di acquisire ogni tipo di Visura che avrete la possibilità di pagare in tutta fiducia con carta di credito; oltre a ciò vi verranno anche indicati i tempi di fornitura del servizio ed otterrete senza fatica, ed in tempi effettivamente brevi, tutto ciò che cercate per poter comprare con convinzione e fiducia la casa dei vostri sogni.





Potrebbe interessarti

Canoni di locazione, le tipologie e i costi

Il canone di locazione è l’aspetto principale a cui guardano gli inquilini che hanno intenzione di affittare un appartamento. Il costo molto alto degli ultimi tempi, soprattutto nelle grandi città, ha portato questo argomento in prima pagina e di stretta attualità, soprattutto in questo momento di congiuntura economica.

Leggi tutto...

Tassa di registro: come si calcola?

Se si intende acquistare o prendere in affitto un immobile da abitare oppure da adibire per usi diversi, ad esempio di natura commerciale o ad uso ufficio, è necessario in primis stipulare un contratto d'affitto o di compravendita.

Leggi tutto...

Locazioni transitorie: condizioni, durata e rinnovo

Le locazioni transitorie si effettuano quando il proprietario o l'inquilino hanno la necessità di affittare momentaneamente un alloggio. La natura transitoria va dichiarata nel contratto e quella dell'inquilino va accertata attraverso una documentazione specifica da allegare al contratto stesso.

Leggi tutto...

Come funziona la locazione abitativa agevolata

Il contratto di locazione abitativa agevolata, detto anche affitto a canone concordato, è una tipologia di locazione introdotta a fine anni ’90 con la legge del 9 dicembre 1998, n. 431. La possibilità di stipulare un contratto di locazione abitativa agevolata è riservata alle abitazioni presenti in comuni ad alta densità abitativa che abbiano stipulato una convenzione con le associazioni di categoria.

Leggi tutto...

Contratto affitto 4+4: guida completa dalla stipula alla disdetta

I contratti di locazione a canone libero durano formalmente 4 anni, ma nella maggioranza dei casi, arrivano fino agli 8. In caso di mancanza di disdetta motivata da precise ragioni imposte dalla legge, il periodo di locazione è infatti automaticamente rinnovato, per la prima volta, di altri 4 anni.

Leggi tutto...

Non bloccare la Pubblicità

Il tuo Browser blocca la nostra pubblicità? Ti chiediamo gentilmente di disattivare questo blocco. Per noi risulta di vitale importanza mostrarti degli spazi pubblicitari. Non ti mostreremo un numero sproporzionato di banner né faremo in modo che la tua esperienza sul nostro sito ne risenta in alcun modo.Ti invitiamo dunque ad aggiungere il nostro sito tra quelli esclusi dal Blocco della tua estensione e a ricaricare la pagina. Grazie!

Ricarica la Pagina

I più condivisi

Legge estinzione del mutuo: le novità di Bersani e Tremonti

A prescindere dal tasso scelto in occasione dell'accensione, è il sogno di tutti i clienti quello di procedere all'estinzione del mutuo anticipata e chiudere questo capitolo della loro vita. Ma quando si può richiedere l'estinzione del finanziamento, secondo la legge Tremonti e quando conviene?

Leggi tutto...

Il tasso misto applicato ai mutui

L’acquisto di un immobile e la conseguente richiesta di un mutuo, comporta un’attenta valutazione e analisi delle varie offerte proposte dagli istituti di credito. L’aspetto fondamentale da tenere in considerazione prima della sottoscrizione, è sicuramente dato dalla scelta del tasso d’interesse che verrà applicato al piano di ammortamento.

Leggi tutto...

Tutti i vantaggi del comprare nuovo

L’acquisto di un immobile comporta tanti dubbi e numerose valutazioni: qual è l’immobile che fa per me? Meglio in centro oppure fuori città? Meglio un immobile nuovo o uno più datato? Insomma, le domande sono tantissime e molte risposte dipendono dalle proprie personali esigenze e da gusti e desideri personali.

Leggi tutto...

Surrogazione mutuo: caratteristiche, vantaggi e svantaggi

La surrogazione del mutuo (o portabilità) consente al debitore di sostituire il creditore iniziale, senza necessità di consenso di quest’ultimo, previo il pagamento del debito (art. 1202 codice civile).

Leggi tutto...

Tasse sulla prima casa: facciamo un po' di chiarezza

La compravendita di un immobile comporta sempre la conoscenza approfondita di tutte le spese accessorie per fare un acquisto sicuro. È necessario infatti stipulare il contratto, richiedere un mutuo presso una banca e occuparsi del pagamento delle relative rate. Oltre poi al rogito, al compromesso e ad altre operazioni obbligatorie e utili a rendere legale la compravendita stessa, bisogna inoltre preoccuparsi del pagamento delle tasse sulla prima casa.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Certificato agibilità e requisiti per l'abilità

L'agibilità è la certificazione di cui un edificio riceve quando rispetta tutti i requisiti di legge necessari a garantire la sicurezza dei locali; il suo riferimento normativo è il Testo Unico dell'Edilizia (DpR 380/2001).

Leggi tutto...

Leggi anche...

Voltura Eni: guida pratica per la richiesta

L'Eni è un'azienda che si occupa di ricercare, produrre e commercializzare petrolio e gas naturale; ha all'attivo più di 75.000 dipendenti in circa 70 paesi. La voltura Eni, così come tutte le volture di questo tipo, viene richiesta all'ente erogatore in caso di subentro, nel contratto già preesistente, di un nuovo intestatario.

Leggi tutto...
Go to Top