Quando si acquista una nuova casa, bisogna sempre dedicarsi, prima di abitarla, ad operazioni di ristrutturazione; è altresì necessario arredarla. Uno dei lavori d'arredo che spesso viene effettuato all'interno dell'abitazione è la scelta e il montaggio delle tende o delle Veneziane di IKEA.

Come montare una veneziana

La prima cosa da fare è ovviamente scegliere il tipo di tenda che più si adatta al vostro gusto e all'arredamento della vostra nuova casa. Molti optano ad esempio per le tende veneziane, realizzate da tante lamelle orizzontali sorrette da fili e costituite da un apparecchio utile ad alzarle e abbassarle. Se si hanno veneziane molto esposte al sole è bene scegliere come materiale l'alluminio e non il PVC.

La seconda cosa da fare sarà poi quella del montare tende o veneziane. Gli utensili utili a montare le Veneziane di IKEA sono i seguenti: forbici per tende a rullo; taglialamelle per veneziane; trapano; metro, matita e righello, per le misure; sega per metallo; viti e tasselli; cacciavite; livella a bolla.

Quali tipologie scegliere

Le tende veneziane sono, dunque, caratterizzate da lamelle orizzontali di diversi materiali con la funzione di oscurare e ombreggiare l’interno. Furono create in Giappone, ma riscontrarono subito successo in tutto il mondo. Le lamelle verticali o orizzontali, a seconda dei modelli, si muovono grazie a un sistema elementare di fili e sono realizzate di diversi materiali, alcuni – come il legno o la stoffa – hanno una resa estetica di grande impatto come complemento di arredo molto elegante e di design.

I modelli in commercio sono molti. Le principali differenze riguardano la dimensione delle lamelle e i materiali di realizzazione, appunto. Un’ulteriore differenza tra le tipologie è la collocazione: interne o esterne alla finestra, una scelta che influisce notevolmente sulla scelta dei materiali e delle forme.

Pertanto, la prima cosa da valutare nella scelta di una veneziana è proprio la posizione, in base alla quale effettuare tutte le altre scelte puramente estetiche e di gusto.

Le veneziane collocate all’esterno del vetro sono le tipologie più comuni in commercio. Il sistema viene installato anche su finestre preesistenti o agganciate al soffitto. Questa tipologia di veneziane è facile e veloce da installare e anche la pulizia è semplice e non richiede né grande sforzo né prodotti particolari.

Le Veneziane di IKEA da esterno in legno trattato con lamelle di grandi dimensioni sono anche utilizzabili come comode pareti divisorie perché le lamelle in legno quando si chiudono sono molto oscuranti e compatte. Il funzionamento può essere sia manuale che automatico. I sistemi automatizzati permettono di alzare, abbassare e regolare l’inclinazione delle lamelle in pochi secondi con l’aiuto di un telecomando (controllo da remoto).

Le veneziane collocate all’interno della finestra sono tecnicamente più sofisticate da installare e sono consigliabili nel caso in cui si desidera cambiare gli infissi e utilizzare le Veneziane di IKEA come tende oscuranti. In questo caso, la veneziana viene montata tra le due lastre di vetro che compongono la finestra vera e propria. Incorporando la veneziana nella finestra non si avranno problemi di impurità e infiltrazioni di sporcizia (se il montaggio è svolto a regola d’arte).

La manutenzione delle Veneziane di IKEA interne è, quindi, minima sia dal punto di vista della pulizia che delle rotture. La ridotta necessità di contatto, la rende una soluzione ideale anche per chi ha bambini o animali domestici. Nell’ambito delle tipologie di veneziana da interno, vi sono ulteriori tipologie da scegliere. Le più comuni e richieste sono le tende plissé e le duet. Quest’ultime possono essere di vari materiali e realizzate per essere totalmente oscuranti o solo schermanti filtrando la luce del sole nella stanza.

Le tende Veneziane di IKEA da interno o da esterno sono una soluzione economica ed elegante allo stesso tempo per schermare la luce del sole, proteggere i propri mobili, ombreggiare l’interno dell’abitazione risultando dei validi strumenti per il risparmio energetico. Inoltre, sono facili da montare se dotate del loro kit di montaggio e non necessitano di opere murarie. Ecco dunque come e cosa serve per montare le tende veneziane.

Di seguito ti riportiamo alcuno ottime offerte di Amazon

Compra su Amazon

GARDINIA Veneziana in alluminio

Prezzo su Amazon.it: € 18.64
Compra su Amazon

S SIENOC Veneziane in Alluminio

Prezzo su Amazon.it: € 22.49
Compra su Amazon

Deco Company 23-3074 Veneziane con Morsetto

Prezzo su Amazon.it: € 18.64

Le dimensioni

veneziane ikea

Per montare le Veneziane di IKEA, è utile sapere che la loro altezza deve corrispondere all'inquadratura della finestra meno due centimetri, mentre alla larghezza si sottraggono circa quattro centimetri. È inoltre necessario, sia per montare le Veneziane di IKEA che delle semplici tende a rullo o verticali, prendere accuratamente le misure e i punti di riferimento, nei qual andranno ad inserirsi i bulloni per la messa in posa stessa.

Quando si monta una veneziana o una tenda, è altresì importante utilizzare i tasselli adatti al tipo di materiale che si sta forando, per installare il supporto; essi variano infatti se si tratta di cemento o gesso. Dopo aver fissato bene il supporto, sarà infine possibile posizionarvi la tenda o la veneziana, accorciando o occupandosi dei bordi, sempre in base alla grandezza della finestra.

L’importanza dell’inquadratura

La larghezza di una veneziana deve misurare come la larghezza dell’inquadratura della finestra meno due centimetri per ogni lato, mentre la sua altezza deve essere uguale a quella della finestra meno due centimetri. E’importante lasciare anche un piccolo spazio nella parte superiore della finestra per poter permettere la sua apertura. Per quanto invece riguarda l’inquadratura dell’esterno la tenda deve essere più grande di 5 centimetri per ogni lato e l’altezza deve essere di dieci centimetri più alta.

La tende può essere fissata direttamente sul vetro della finestra e quindi ne deve permettere il movimento. E’necessario fissarla con dei ganci angolari, in modo da poter impugnare senza difficoltà la maniglia della persiana. Questa particolare genere di tenda può essere montata a muro, al soffitto o posta tra due muri. Per poter ottenere un ottimo risultato è necessario usare viti e tasselli che si adattano perfettamente al telaio, al muro o al soffitto. E’inoltre fondamentale controllare costantemente il lavoro d’installazione che si sta eseguendo ed evitare che quando la tenda è abbassata possa in qualche modo intralciare l’apertura della persiana o coprire un termosifone.

Come procedere al montaggio

Com’è stato già detto in precedenza per montare una tenda è necessario effettuare delle misurazioni precise, con l’aiuto di un metro. Prima di forare il muro dove andranno poi inserite le viti per sorreggere il tutto è bene segnare il punto con una matita e scegliere il tassello più adatto tenendo conto del tipo di materiale che si sta usando, ad esempio gesso, cemento ecc. Nel caso in cui le tende abbiano bisogno di punti di fissaggio intermedi è preferibile consultare le istruzioni che sono in genere contenute all’interno della scatola. In linea di massima le Veneziane di IKEA a lamelle verticali hanno bisogno di tre diversi punti di fissaggio al soffitto. Per tagliare i bordi di una tenda del genere è necessario metterla ripiegata su un tavolo e misurare con attenzione da entrambi i lati la parte da tagliare. La barra dovrà essere incisa con un seghetto per metalli mentre per le lamelle dovrà essere utilizzato un taglialamelle. E’consigliabile non usare le Veneziane di IKEA in PVC per le finestre che sono esposte molto al calore del sole, in questo caso è preferibile optare per quelle in alluminio.





Potrebbe interessarti

Affitto loft: una guida alla scelta sicura!

Quando si decide di prendere in affitto un loft, è necessario valutare in primi diversi fattori prima di scegliere quella giusta e adatta alle proprie esigenze. È importante tenere in considerazione in primis il budget che si potrebbe avere a disposizione.

Leggi tutto...

Deposito cauzionale affitto

Il deposito cauzionale (o cauzione) viene richiesto dal proprietario che affitta all'inquilino come garanzia per le obbligazioni assunte all'interno del contratto di locazione; esso nello specifico assicura il pagamento dei canoni e la buona conservazione dei locali. Rientra dunque nelle dinamiche dei diritti e dei doveri dell'inquilino e del proprietario.

Leggi tutto...

Comodato d'uso a titolo gratuito

Il comodato d'uso di immobile rappresenta una forma di contratto di locazione con cui è possibile prendere in consegna un immobile per un periodo di tempo determinato, con il dovere di riconsegnarlo al proprietario.

Leggi tutto...

Le agenzie immobiliari di Padova: trova le più affidabili!

Le agenzie immobiliari si rivelano fondamentali quando si cerca casa in una città come Padova, dove gli annunci di vendita e affitto sembrano moltiplicarsi a vista d’occhio; vedremo, nell’articolo che segue, quale sia il ruolo degli operatori in questo campo e dove contattare le agenzie più rinomate per la loro affidabilità.

Leggi tutto...

Il contratto di sublocazione: scopri caratteristiche, norme e rapporti

 Immagine per contratto di sublocazione

Quando l'affittuario deve lasciare l’appartamento locato per un certo periodo può affittarlo a terzi per coprire le spese, senza però avere l’intenzione di disdire il contratto principale. Il conduttore può quindi sottoscrivere un contratto di sublocazione.

Leggi tutto...

Avviso sul Copyright

I contenuti di questo sito web sono protetti da Copyright. Ti invitiamo gentilmente a non duplicarli e a scriverci a info [@] elamedia.it se hai intenzione di usufruire dei servizi erogati dalla nostra Redazione.

Protected by Copyscape

Non bloccare la Pubblicità

Il tuo Browser blocca la nostra pubblicità? Ti chiediamo gentilmente di disattivare questo blocco. Per noi risulta di vitale importanza mostrarti degli spazi pubblicitari. Non ti mostreremo un numero sproporzionato di banner né faremo in modo che la tua esperienza sul nostro sito ne risenta in alcun modo.Ti invitiamo dunque ad aggiungere il nostro sito tra quelli esclusi dal Blocco della tua estensione e a ricaricare la pagina. Grazie!

Ricarica la Pagina

I più condivisi

Annunci immobiliari tra privati: le migliori app per vendere e trovare casa

L’acquisto di una casa è sempre un passo importante sia dal punto di vista esistenziale che, soprattutto economico perché comporta un impegno oneroso in particolar modo quando si accende un mutuo. Risparmiare sulla compravendita immobiliare è, tuttavia, possibile se si riesce a fare la ricerca di una casa da sé senza l’intervento di un’agenzia con i relativi oneri di commissione.

Leggi tutto...

Dove richiedere la visura catastale?

La visura catastale è un documento importante per la compravendita di un bene immobiliare o di un terreno che si trovi in Italia; è infatti rilasciata dall'Agenzia del Territorio, cioè dal Catasto.

Leggi tutto...

Legge estinzione del mutuo: le novità di Bersani e Tremonti

A prescindere dal tasso scelto in occasione dell'accensione, è il sogno di tutti i clienti quello di procedere all'estinzione del mutuo anticipata e chiudere questo capitolo della loro vita. Ma quando si può richiedere l'estinzione del finanziamento, secondo la legge Tremonti e quando conviene?

Leggi tutto...

Plusvalenza della seconda casa, come procedere?

Per plusvalenza si intende l’aumento del valore di un immobile verificatosi nel tempo trascorso fra acquisto e vendita. Dal punto di vista fiscale, si considera questo aumento di valore come indice di una maggiore capacità contributiva, che viene tassato attraverso imposte dirette. Oltre alla vendita della prima, si applica la plusvalenza sulla seconda casa. Ecco come calcolarla.

Leggi tutto...

Capitolato d'appalto: come compilarlo

L’acquisto o l’affitto di un immobile necessita spesso di opere di ristrutturazione volte a rendere più confortevole, e al contempo agibile, l’abitazione stessa. Per effettuare dei lavori di ristrutturazione sono però necessari, soprattutto in casi speciali, delle autorizzazioni specifiche e il capitolato d'appalto è una di queste. 

Leggi tutto...

Leggi anche...

Come effettuare il cambio di residenza online

A partire dal mese di maggio 2012 sarà possibile effettuare la denuncia del cambio di residenza online attraverso internet. Sarà compito dei vari comuni dare modo ai cittadini di effettuare tale operazione, attivando una sezione online dedicata a questo tipo di operazioni. Il decreto legge 5/12 vuole infatti armonizzare le disposizioni relative al regolamento anagrafico in vigore, istituendo quindi una normativa apposita relativa al cambio di residenza online in due giorni.

Leggi tutto...

Leggi anche...

La riduzione della potenza ENEL: morosità della bolletta della luce

Per evitare problemi come successo nel passato, con comunicazione di avvenuta sospensione quando il servizio era stato già disattivato, l’Autorità ha annunciato un aggiornamento delle norme con date e tempistiche precise da rispettare in questo scenario.

Leggi tutto...
Go to Top