In questi ultimi anni, i televisori, così come altri dispositivi elettronici, hanno evidenziato considerevoli miglioramenti tecnologici, riuscendo a raggiungere poi prestazioni di altissimo livello rispetto al passato. Inoltre, al giorno d’oggi, si è potuto anche connettere tale elettrodomestico agli smartphone e a internet, in modo da ampliare gli usi delle stesse Tv, facendole diventare “smart”.

Di conseguenza, alla consueta visione di programmi televisivi o film, adesso è possibile connettersi anche alla rete, per poter usufruire di ogni genere di prodotto interattivo e digitale. Un bel salto in avanti rispetto al passato e agli antichi televisori a valvole, che permettevano a malapena di vedere qualche canale e con immagini di pessima qualità. Il massimo livello attuale della tecnologia, da questo punto di vista, è rappresentata dalle Tv Oled.

Quest’ultimo genere di televisori in cosa si differenziano da quelli precedenti e quali sono le loro caratteristiche essenziali? Quali possono essere poi i loro pregi e quali i difetti eventuali che si possono riscontrare? Cerchiamo di rispondere a questi interrogativi e di approfondire la conoscenza di questo genere di prodotto tecnologico, sempre più diffuso nelle case di molti italiani ed anche sempre più apprezzato.

La tecnologia del futuro

Con questo termine, acronimo di Organic Light Emitting Diod, si intende una versione ad altissima tecnologia di display televisivi e che sfrutta diodi organici per emettere della luce e riprodurre su uno schermo delle immagini. Ciascun diodo, infatti, se sollecitato dall’elettricità, può accendersi ed attivarsi in maniera singola, permettendo così di visualizzare una considerevole gamma di colori.
A questo proposito, considerando che alcuni diodi possono restare spenti mentre contemporaneamente altri sono accesi, i televisori con tale tecnologia consentono di ottenere dei neri più profondi e puri e, contestualmente, dei colori maggiormente ricchi e vivaci. La tecnologia delle TV Oled, a sua volta, si distingue tra quella a matrice passiva (Pmoled) e a matrice attiva (Amoled).

I modelli di quest’ultimo genere evidenziano una componente elettronica per attivare o spegnere ciascun pixel individualmente. Tale tecnologia risulta essere la migliore in assoluto e quella maggiormente in commercio al giorno d’oggi, tuttavia non molto dissimile rispetto ad altre, meno recenti e di cui andremo adesso a parlare.

Differenza con LCD

Immagine per Tv Oled

La tecnologia delle TV Oled consente di creare dei display a colori con la possibilità di emettere luce propria. Infatti essi non richiedono componenti aggiuntive per poter essere illuminati e ciò permette di produrne anche di sottili, pieghevoli e addirittura arrotolabili, con minor dispendio energetico complessivo . A differenza invece degli schermi a cristalli liquidi (LCD), che richiedono necessariamente una fonte di luce esterna.

Questo è, in sintesi, l’elemento distintivo principale esistente tra le due le tecnologie menzionate. Tuttavia, comunque, ciascuna presenta caratteristiche positive e negative e quindi punti di forza e di debolezza rispetto all’altra. La scelta tra le differenti tipologie dipende dal genere di prestazioni che si desidera ottenere da uno schermo televisivo.

Pregi e difetti degli schermi delle TV Oled

Premesso che questo genere di televisore presenta una tecnologia e delle prestazioni di altissimo livello, anche tale prodotto tuttavia evidenzia pregi e difetti. Tra i primi, innanzitutto, possiamo annoverare una qualità dell’immagine assoluta, con neri profondi ed una vastissima gamma e vivacità di colori. La visione generale delle immagini è di conseguenza straordinaria.

Altro punto forte delle TV Oled è il ridotto consumo energetico rispetto ad altre tecnologie e quindi una maggiore efficienza, non avendo bisogno di elettronica e circuiti. Come già accennato, poi, gli schermi possono essere sottili e flessibili, permettendo così un ampio grado di visione (fin quasi a 90°), ma anche di ottenere un design o uno stile originali ed estremi, rispetto ad altri prodotti simili con tecniche costruttive differenti.

Tra i possibili difetti invece delle TV Oled, vi è il cosiddetto effetto “burn in” o persistenza di un’immagine, che consiste nella comparsa appunto di un’immagine fantasma, dopo che un oggetto statico sia stato visualizzato sul display per un tempo eccessivo, lasciando purtroppo un segno permanente sul pannello. Tale problematica si presenta comunque in particolari circostanze od usi dell’apparecchio. Altro difetto è la minore durata, nel corso del tempo, dell’altissima qualità delle immagini fornite rispetto ad un apparecchio di tipo LCD. Anche se questo genere di problematica, negli ultimi anni, risulta essere in fase di risoluzione. Infine, una TV Oled presenta costi d’acquisto maggiori rispetto ad altri prodotti simili, ma dalla tecnologia differente.

Autore: Enrico Mainero
Immagine di Enrico Mainero

Dal 2011 Direttore Responsabile e Amministratore unico per ElaMedia Group SRLS. Mi dedico prevalentemente all'analisi dei siti web e alla loro ottimizzazione SEO, con particolare attenzione allo studio della semantica e al loro posizionamento organico sui motori di ricerca. Sono il principale curatore dei contenuti di questo Blog (assieme alla Redazione di ElaMedia).

Potrebbe interessarti

Detrazione sull'affitto: soggetti beneficiari e requisiti

Ci sono alcune categorie di lavoratori e di studenti che hanno diritto a ricevere alcuni benefici dall'Irpef, ovvero alcune detrazioni legate ai contratti d'affitto da scalare sul modello 730 della dichiarazione dei redditi. 

Go to Top