L’anno passato, di grande interesse presso gli arredatori di interni e i numerosi designers, era stato il considerare qualsiasi oggetto all’interno della propria casa un qualcosa di non invasivo, di minimale, che non desse troppo nell’occhio. Geometrie pure, colori primari e open space sono state le parole chiave del design 2018.

Ma cosa interessa questo nuovo anno invece? Alla luce di un’imminente ristrutturazione, come ci si deve comportare nei confronti della propria abitazione? Sebbene tutti gli ambienti godano della stessa importanza, un occhio di riguardo va sempre indirizzato verso il bagno, per eccellenza sezione del relax e dei propri discorsi di autostima.

Sobrio ma non eccessivamente minimale: queste sono le nuove mode che  interesseranno il vostro bagno se state prendendo in considerazione l’idea di un ammodernamento. L’arredo del bagno è una presentazione della propria casa, a causa del fatto che è un ambiente di servizio, quindi aperto a tutti i componenti della casa e ai possibili ospiti. Come volete presentarvi per cui ai vostri amici il sabato sera? Nuove esigenze dettate da ritmi e stili di vita frenetici e ormai mutati, hanno trasformato leggermente i canonici parametri per il vostro bagno. In questo articolo verranno elencati i trend del 2019 per il bagno (che abbia stile ma senza venir meno alla comodità e alle esigenze quotidiane). 

I punti forti di un restyling con i fiocchi

Se siete completamente indecisi se tingere le pareti del vostro bagno o rivestirle interamente, sappiate che gli standard di quest’anno prevedono un abbondante impiego delle lastre di pietra artificiale. Se vi state chiedendo il perché, la risposta è da rintracciare nelle proprietà chimico-fisiche di queste lastre, capaci di garantire un’ottima resistenza all’usura, un’agevole facilità di pulizia e vantaggiose proprietà antibatteriche. Il gres porcellanato, nonostante la sua sottile fattura, è un ottimo materiale  e lo si può accostare a colori freddi, i quali danno una percezione asettica del vostro ambiente.

Le piastrelle grigie, bianche e ad effetto marmo sono infatti quelle più gettonate per i pavimenti del bagno, ma se si volesse dare un tocco nuovo? Anche i colori della scala pastello sono un’ottima soluzione per il vostro restyling: marsala, rosa pastello, verde prato e giallo canarino possono rigenerare la vostra vita, non solo sulle piastrelle ma anche sui numerosi accessori impiegati nell’arredamento generale del vostro spazio. Avere interesse nel design del wc e di di tutti i suoi componenti, consente oltremodo di rintracciare nuove soluzioni per migliorare non solo lo stile, ma anche l’igiene di cui vi circondare.

Le tavolette che hanno la funzione di stacco con click sono molto efficaci e garantiscono una buona tenuta del vostro sanitario più importante. Da non prendere sottogamba è anche la scelta di un vero è proprio mood per tutti gli accessori sanitari del vostro bagno: in ogni stile e forma si rintraccia una musica diversa. Tondi, ovali o rettangolari? Dalle linee parallele si può passare a quelle convergenti e, mentre le linee organiche ci ritornano in memoria un ciottolo di fiume, linee più squadrate ci danno una percezione seria e un gusto più minimal. Le forme che sceglierete saranno determinanti per il messaggio stilistico che volete mandare e, se volete che il tutto risuoni all’unisono, dovete anche coinvolgere la rubinetteria, che potrebbe altamente spezzare con tonalità più scure o più chiare: bianco e nero sono i colori protagonisti  della rubinetteria 2019, che hanno lasciato alle spalle il classico colore metallico dell’acciaio

Piastrelle e texture 3D: un decoro che si accosta alle luci

Se siete tendenzialmente contrari alle mode e preferite essere più caratteristici e personalizzanti nell’arredamento e nella ristrutturazione del tuo bagno, qualcosa di veramente speciale puoi trovarlo nelle piastrelle 3D. Ti chiederai cosa queste abbiano di speciale rispetto a quelle canoniche e, la risposta, sta nel rilievo di cui si caratterizzano. Il rilievo offre dinamicità e movimento alla tua parete, per non parlare dei riflessi di luce che nascono dalla molteplici sfaccettature della superficie.  Proprio la geometria sopraelevata regala una presenza chiaroscurale interessante al tuo bagno, mutando gli effetti sulla base della giornata o dell’intensità/direzione della luce. Uno degli effetti più gettonati per le texture 2019 è quello che prevede l’impiego del disegno a onda, il quale mima il movimento dell’acqua entrando in sinergia con il senso del luogo scelto, ovvero il bagno, ambiente per eccellenza dell’acqua.

Il vostro designer vi aiuterà a scegliere uno schema adatto alternando a piastrelle lisce quelle ruvide e modulate. Lo studio di una geometria è essenziale e strettamente legato all’arredo generale del bagno: bisogna creare un equilibrio, non si può mettere la texture ovunque! Inoltre, a cambiare il senso delle vostre piastrelle, potrebbe essere il tipo di finitura scelta: opaca o lucida? I pattern grafici potrebbero stupirvi e farvi rendere conto di quante sfaccettature ci sono nella realizzazione di una semplice piastrella. Optare per una finitura opaca significa puntare su un effetto misurato e composto, mentre orientarsi su rivestimenti lucidi vuol dire osare ed esaltare al massimo le potenzialità dell’effetto tridimensionale. Tutto dipende dalla vostra personalità e dal vostro stile. Ricordate sempre di non esagerare però con tutti questi consigli e di scegliere solo quelli che vi interessano in una misura controllata: “Less is More” ha detto Mies van der Rohe, architetto straordinario che rintracciava il bello nella semplicità. E voi che tipi siete? Esprimetelo con il vostro nuovo e ammodernato bagno, che deve rispondere alle eccentricità nuove senza però sforare nell’eccesso.

Accessori da bagno: quali scegliere?

Per avere un bel bagno, basta poco: occhio e semplicità. Quello che fa veramente la differenza, in qualsiasi ambiente e non soltanto in bagno, non è tanto il design ultimo modello scelto per i vostri mobili, bensì la qualità e lo stile adottato per i vostri accessori. Questi ultimi, di fatto, sono tantissimi e possono ben sposarsi con i pezzi sanitari che dominano l’ambiente domestico più gettonato di casa. Gli accessori devono essere acquistati in base alle proprie necessità, perché sarebbe terribile non avere un posto in cui riporre il proprio spazzolino da denti nella frenesia dei ritmi mattutini.

Non solo le necessità però sono funzionali alla scelta degli accessori: bisogna fare i conti con lo stile. Si può passare infatti dal più banale porta-sapone fino allo specchio ingranditore utile per i vostri punti neri invisibili. Partiamo prima da una distinzione tecnica: esistono gli accessori da appoggio, ma anche quelli pensati per il fissaggio. I primi sono molto comodi e pratici, perché possono agevolmente essere spostati senza alcun utensile di supporto per la loro istallazione. Lo spazzolino da denti, il cestino da bagno, il tappetino e il dispenser da sapone sono tutti facilmente sostituibili e parte viva della decorazione del bagno. Un’accortezza però va fatta: se possedete un bagno piccolo, evitate di soffocare lo spazio ricoprendolo di accessori, perché questi funzionano laddove sono in armonia nel contesto scelto per loro. Per di più richiedono una pulizia frequente, quindi se siete continuamente di fretta, evitate di acquistare degli accessori per poi lasciarli nel dimenticatoio.

Per quanto riguarda gli accessori esclusivamente da fissare, abbiamo i distributori di carta igienica, il porta asciugamani e tutti quei ripiani utili al posizionamento dei propri prodotti. Gli accessori che richiedono un fissaggio, sono pratici e al contempo godono di una durata maggiore, in quanto fissati alla parete, per cui poco soggetti all’usura tattile. I materiali più amati per gli accessori sono la plastica, il vetro e l’acciaio inossidabile. Per chiudere la questione, utile può risultare fare riferimento ai tanti stili in circolazione per gli accessori. Si può adottare uno stile moderno scegliendo la resina, lo inox o la ceramica con forme semplici e lineari, oppure scegliere uno stile più zen con il legno e la pietra e forme geometriche cilindriche e arrotondate. Ultimo, ma non meno d’effetto, è lo stile sognatore, che vede protagonisti il vetro, il ferro e l’acciaio smaltato. Le forme più scelte per questo stile, prevedono modanature, strutture dettagliare e combinazione di materiali.





Potrebbe interessarti

Recesso di contratto di locazione: quali sono le modalità?

 

Nella situazione economica italiana, molte più persone ricorrono all’affitto di un immobile ad uso abitativo non potendosi permettere l’acquisto di una casa propria. Esistono però anche casi di recesso del contratto di locazione e su questo campo ci sono molte regole e leggi da sapere.

Leggi tutto...

Contratto affitto 4+4: guida completa dalla stipula alla disdetta

I contratti di locazione a canone libero durano formalmente 4 anni, ma nella maggioranza dei casi, arrivano fino agli 8. In caso di mancanza di disdetta motivata da precise ragioni imposte dalla legge, il periodo di locazione è infatti automaticamente rinnovato, per la prima volta, di altri 4 anni.

Leggi tutto...

Contratto di affitto con cedolare secca: tutte le caratteristiche

La locazione di un immobile, ma anche di una semplice stanza, soprattutto se si tratta di studenti, necessita sempre e obbligatoriamente della regolare registrazione di un contratto. Nel caso di affitti a studenti questo spesso non accade; ogni anno infatti sono numerosi i ragazzi che pagano l'affitto del proprio posto letto in nero.

Leggi tutto...

Come funziona la locazione abitativa agevolata

Il contratto di locazione abitativa agevolata, detto anche affitto a canone concordato, è una tipologia di locazione introdotta a fine anni ’90 con la legge del 9 dicembre 1998, n. 431. La possibilità di stipulare un contratto di locazione abitativa agevolata è riservata alle abitazioni presenti in comuni ad alta densità abitativa che abbiano stipulato una convenzione con le associazioni di categoria.

Leggi tutto...

Risoluzione anticipata affitto: a chi spetta l'onere di pagare le tasse

In caso di risoluzione anticipata di un contratto affitto o di locazione, per il quale si è pagata l’imposta di registro per l’intera sua durata, il contribuente ha diritto al rimborso della parte di imposta relativa alle annualità successive a quella nel corso della quale si è verificata la risoluzione.

Leggi tutto...

Avviso sul Copyright

I contenuti di questo sito web sono protetti da Copyright. Ti invitiamo gentilmente a non duplicarli e a scriverci a info [@] elamedia.it se hai intenzione di usufruire dei servizi erogati dalla nostra Redazione.

Protected by Copyscape

Non bloccare la Pubblicità

Il tuo Browser blocca la nostra pubblicità? Ti chiediamo gentilmente di disattivare questo blocco. Per noi risulta di vitale importanza mostrarti degli spazi pubblicitari. Non ti mostreremo un numero sproporzionato di banner né faremo in modo che la tua esperienza sul nostro sito ne risenta in alcun modo.Ti invitiamo dunque ad aggiungere il nostro sito tra quelli esclusi dal Blocco della tua estensione e a ricaricare la pagina. Grazie!

Ricarica la Pagina

I più condivisi

I vantaggi di scegliere una casa in legno

In molti paesi sviluppati, quali il Nord America, Giappone, l'Europa continentale e la Scandinavia, è molto sviluppata l'attenzione verso il benessere abitativo. Questo si traduce anche nella scelta dei materiali da costruzione delle abitazioni.

Leggi tutto...

Contratti di locazione commerciale

Di seguito un approfondimento su un tema di uso comune: il contratto di locazione ad uso commerciale. Durata, comunicazioni e documenti vari. Spiegheremo tutto nell'articolo di oggi. Voi non dimenticate di farci sapere che ne pensate commentando il nostro scritto tramite l'apposito spazio alla fine del testo.

Leggi tutto...

Normativa sullo scarico fumi: cosa dice la legge

Solitamente quando dobbiamo scegliere la cappa per la nostra nuova cucina, i requisiti sui quali ci concentriamo maggiormente sono la silenziosità e il design di tendenza. In realtà al momento dell’acquisto di questo elettrodomestico bisogna tenere conto anche di come gestire al meglio la dispersione dei vapori che derivano dalla cucina e dalla preparazione degli alimenti.

Leggi tutto...

Plusvalenza terreni agricoli, come effettuare il calcolo?

terreni agricoli sono considerati beni immobili, così come i terreni edificabili e gli appartamenti. Per plusvalenza si intende l’aumento di valore realizzato entro un determinato periodo di tempo.

Leggi tutto...

Provvigione agenzia immobiliare: consigli per non pagare troppo!

Il mediatore immobiliare e l'agenzia e l'agente immobiliare svolgono il ruolo di intermediario tra acquirente e venditore. Ci si rivolge ad un'agenzia immobiliare sia che si voglia vendere o acquistare un immobile, sia che si tratti di una compravendita che di una locazione.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Cos'è la rendita catastale: scopri le informazioni sugli immobili

Quando si acquista una casa sono necessari dei dati specifici utili a definire le caratteristiche dell'immobile appena comprato e importanti ai fini della compilazione del moduli ICI (Imposta comunale sugli Immobili) e del suo successivo pagamento; uno di questi valori fondamentali è la rendita catastale.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Costi volture: quale è il prezzo per cambiare utenza

La voltura propriamente detta (cambio dell'intestatario contrattuale) non è eccessivamente onerosa e alcune compagnie la effettuano gratuitamente; più costoso è invece l'allaccio vero e proprio, da farsi se il precedente proprietario ha disdetto le utenze, ovvero se queste risultano non essere mai state allacciate.

Leggi tutto...
Go to Top