In ufficio oppure in casa, è divenuto sempre più importante installare delle tendeper proteggersi dai raggi solari (soprattutto nelle luminose e calde giornate estive), ma anche per mantenere una certa riservatezza degli ambienti da occhi indiscreti. E, negli ultimi anni, a questa funzione pratica di protezione, si è aggiunta anche quella estetica, grazie anche alla creazione di tante tonalità e tessuti differenti, che permettono di scegliere tipologie di tende di vario genere.

Tra i differenti modelli disponibili sul mercato, troviamo anche le tende a rullo per esterni, che rappresentano tra le soluzioni più apprezzate e sempre più diffuse, in vari contesti urbani (dalle grandi città ai piccoli paesini, passando anche per la campagna), sia per uffici che per abitazioni private. Andiamo quindi a conoscere meglio in cosa consistono queste tende a rullo per esterni, come funzionano, quali tipologie ne esistono e che genere di vantaggi o svantaggi offrono.

In cosa consistono e come funzionano

Inizialmente destinate soltanto all’uso per uffici o ambienti di lavoro, successivamente le tende a rullo da esterni hanno visto una considerevole diffusione anche per abitazioni e appartamenti privati, aventi un arredamento di tipo minimalista, moderno o hi-tech, grazie alla praticità e ad una certa elegante sobrietà di questo genere di soluzione. Le tende a rullo per esterni presentano un tessuto che resta teso, grazie ad un’asta situata nella loro parte inferiore, e che si avvolge intorno ad un rullo, posto invece nella parte alta.

Tale rullo avvolgitenda consente al tessuto della stessa di conservarsi sempre ben tirato e senza alcun genere di piega. Il movimento stesso dell’avvolgimento del tessuto può essere motorizzato oppure di tipo manuale (quindi a manovella, a molla, a catenella o cordonico, utilissimo quest’ultimo per le porte-finestre). Naturalmente, esistono modelli da esterno ma anche da interni e si possono installare su ogni genere di finestra oppure porta-finestra.

Le tende a rullo da esterni, poi, possono essere inserite su una parete, un soffitto o addirittura sulle ante degli infissi, mentre il rullo stesso può essere lasciato a vista oppure coperto da una mantovana o da un cassonetto. Quest’ultimo presenta una doppia funzione: sia prettamente decorativa, che di protezione (da polvere o dalle intemperie, nel caso di tende a rullo da esterni) e custodia del tessuto. 

Vi sono anche tende a rullo che presentano cassonetto e guide laterali, sulle quali si distende il tessuto quando è srotolato. Tale tipologia di sistema consente un considerevole oscuramento dell’ambiente e, al tempo stesso, evita lo svolazzamento del tessuto in presenza di vento o correnti d’aria. Come adesso vedremo, per le tende a rullo per esterni risulta molto più importante la scelta del tessuto, rispetto invece alla stessa tipologia di tenda ma per interni.

Tende a rullo per esterni, l’importanza del tessuto

tende a rullo da esterni

Il tessuto delle tende a rullo da esterni o interni può essere sia di tipo oscurante (in pratica, riduce in maniera sostanziale o addirittura scherma sia dai raggi solari che dal calore degli stessi in ingresso) e sia di tipo riducente (filtra luce e calore, ma consente comunque a questi di entrare nell’ambiente). Se il tessuto oscurante è indicato generalmente per quegli ambienti privi di tapparelle o persiane, quello riducente invece è adatto soprattutto per quelle stanze con poca luce e senza alcun problema di privacy.

Particolare attenzione bisogna porre comunque per il tessuto, infatti, queste potranno essere soggette alle intemperie, a diversi agenti atmosferici (dalla pioggia al vento), a sbalzi di temperatura stagionali e ai raggi solari, che tendono a far deperire e scolorire il materiale stesso. Da qui la scelta di tessuti particolarmente resistenti e spessi per tende a rullo per esterni, magari in materiali di ultima generazione ad alta resistenza.

Quali i vantaggi e gli svantaggi di tale scelta

Tra i vantaggi di scegliere per un certo ambiente delle tende a rullo per esterni vi sono la praticità di tale soluzione, l’ampia scelta di tessuti e modelli disponibili, le ridotte dimensioni dell’ingombro e la possibilità di scegliere il livello di filtraggio della luce da far entrare nell’ambiente. Per quanto riguarda invece gli svantaggi delle tende a rullo per esterni, vi sono una certa difficoltà di lavaggio, a causa del complicato sistema di smontaggio, e poi esse consentono l’apertura dell’infisso soltanto se completamente arrotolate. 

L'articolo è stato scritto dalla Redazione di ElaMedia Group

Potrebbe interessarti

Fideiussione per affitto: come funziona la garanzia di pagamento?

Fideiussione per affitto

Recentemente la fideiussione personale ha soppiantato quasi completamente le vecchie cauzioni che i padroni di casa chiedevano per l’affitto degli appartamenti o dei locali commerciali.

Risoluzione anticipata del contratto di locazione: a chi spettano le tasse?

Risoluzione anticipata del contratto di locazione

In caso di risoluzione anticipata di un contratto affitto o di locazione, per il quale si è pagata l’imposta di registro per l’intera sua durata, il contribuente ha diritto al rimborso della parte di imposta relativa alle annualità successive a quella nel corso della quale si è verificata la risoluzione.

Self Storage a Roma e nel Lazio: contatti utili

I self storage sono servizi in mano ad una compagnia apposita, oppure sono degli spazi in mano a compagnie di trasloco, e di norma vengono affittati e utilizzati attraverso un noleggio a base mensile.

I più condivisi

Calcolo spese acquisto prima casa: come portare in detrazione il costo notaio

Nel calcolo spese acquisto primo casa rientra anche il costo notaio. Questa voce però può essere portata in detrazione nella dichiarazione dei redditi ai fini Irpef in modo da recuperare parte dell’importo.

Provvigione agenzia immobiliare: consigli per non pagare troppo!

Il mediatore immobiliare e l'agenzia e l'agente immobiliare svolgono il ruolo di intermediario tra acquirente e venditore. Ci si rivolge ad un'agenzia immobiliare sia che si voglia vendere o acquistare un immobile, sia che si tratti di una compravendita che di una locazione.

Calcolo del valore di un immobile: come si effettua?

Calcolo del valore di un immobile

Il valore immobiliare prende in considerazione diversi aspetti dell’immobile da stimare che si basano anche sulla distinzione tra valore di mercato e valore catastale. Il primo serve per definire il prezzo di un immobile sul mercato, il secondo – chiamato anche valore fiscale - serve per determinare il calcolo delle imposte sul patrimonio immobiliare.

Leggi anche...

Credito d'imposta: chi ne ha diritto

Con “credito d'imposta” si intende una serie di agevolazioni fiscali rivolte sia alle imprese che a persone fisiche. Anche per quest'anno, lo Stato – nel tentativo di ridare nuova linfa vitale dall'economia del paese – ha messo a disposizione un cospicuo finanziamento.

Leggi anche...

Come trovare le offerte gas su misura per la tua casa

fuga gas

Dal 1° gennaio 2003 tutti noi abbiamo la possibilità di scegliere il fornitore di gas metano che meglio si adatta alle nostre esigenze. Concretamente cosa significa? Prima di quella data noi, cosiddetti utenti finali, potevamo acquistare il gas solo dal distributore locale che gestiva tutti gli aspetti, tecnici e commerciali, connessi con la fornitura del servizio. In parole semplici, non avevamo alcuna voce in capitolo nella scelta del nostro fornitore del gas.

Go to Top