In ufficio oppure in casa, è divenuto sempre più importante installare delle tendeper proteggersi dai raggi solari (soprattutto nelle luminose e calde giornate estive), ma anche per mantenere una certa riservatezza degli ambienti da occhi indiscreti. E, negli ultimi anni, a questa funzione pratica di protezione, si è aggiunta anche quella estetica, grazie anche alla creazione di tante tonalità e tessuti differenti, che permettono di scegliere tipologie di tende di vario genere.

Tra i differenti modelli disponibili sul mercato, troviamo anche le tende a rullo per esterni, che rappresentano tra le soluzioni più apprezzate e sempre più diffuse, in vari contesti urbani (dalle grandi città ai piccoli paesini, passando anche per la campagna), sia per uffici che per abitazioni private. Andiamo quindi a conoscere meglio in cosa consistono queste tende a rullo per esterni, come funzionano, quali tipologie ne esistono e che genere di vantaggi o svantaggi offrono.

In cosa consistono e come funzionano

Inizialmente destinate soltanto all’uso per uffici o ambienti di lavoro, successivamente le tende a rullo da esterni hanno visto una considerevole diffusione anche per abitazioni e appartamenti privati, aventi un arredamento di tipo minimalista, moderno o hi-tech, grazie alla praticità e ad una certa elegante sobrietà di questo genere di soluzione. Le tende a rullo per esterni presentano un tessuto che resta teso, grazie ad un’asta situata nella loro parte inferiore, e che si avvolge intorno ad un rullo, posto invece nella parte alta.

Tale rullo avvolgitenda consente al tessuto della stessa di conservarsi sempre ben tirato e senza alcun genere di piega. Il movimento stesso dell’avvolgimento del tessuto può essere motorizzato oppure di tipo manuale (quindi a manovella, a molla, a catenella o cordonico, utilissimo quest’ultimo per le porte-finestre). Naturalmente, esistono modelli da esterno ma anche da interni e si possono installare su ogni genere di finestra oppure porta-finestra.

Le tende a rullo da esterni, poi, possono essere inserite su una parete, un soffitto o addirittura sulle ante degli infissi, mentre il rullo stesso può essere lasciato a vista oppure coperto da una mantovana o da un cassonetto. Quest’ultimo presenta una doppia funzione: sia prettamente decorativa, che di protezione (da polvere o dalle intemperie, nel caso di tende a rullo da esterni) e custodia del tessuto. 

Vi sono anche tende a rullo che presentano cassonetto e guide laterali, sulle quali si distende il tessuto quando è srotolato. Tale tipologia di sistema consente un considerevole oscuramento dell’ambiente e, al tempo stesso, evita lo svolazzamento del tessuto in presenza di vento o correnti d’aria. Come adesso vedremo, per le tende a rullo per esterni risulta molto più importante la scelta del tessuto, rispetto invece alla stessa tipologia di tenda ma per interni.

Tende a rullo per esterni, l’importanza del tessuto

tende a rullo da esterni

Il tessuto delle tende a rullo da esterni o interni può essere sia di tipo oscurante (in pratica, riduce in maniera sostanziale o addirittura scherma sia dai raggi solari che dal calore degli stessi in ingresso) e sia di tipo riducente (filtra luce e calore, ma consente comunque a questi di entrare nell’ambiente). Se il tessuto oscurante è indicato generalmente per quegli ambienti privi di tapparelle o persiane, quello riducente invece è adatto soprattutto per quelle stanze con poca luce e senza alcun problema di privacy.

Particolare attenzione bisogna porre comunque per il tessuto, infatti, queste potranno essere soggette alle intemperie, a diversi agenti atmosferici (dalla pioggia al vento), a sbalzi di temperatura stagionali e ai raggi solari, che tendono a far deperire e scolorire il materiale stesso. Da qui la scelta di tessuti particolarmente resistenti e spessi per tende a rullo per esterni, magari in materiali di ultima generazione ad alta resistenza.

Quali i vantaggi e gli svantaggi di tale scelta

Tra i vantaggi di scegliere per un certo ambiente delle tende a rullo per esterni vi sono la praticità di tale soluzione, l’ampia scelta di tessuti e modelli disponibili, le ridotte dimensioni dell’ingombro e la possibilità di scegliere il livello di filtraggio della luce da far entrare nell’ambiente. Per quanto riguarda invece gli svantaggi delle tende a rullo per esterni, vi sono una certa difficoltà di lavaggio, a causa del complicato sistema di smontaggio, e poi esse consentono l’apertura dell’infisso soltanto se completamente arrotolate. 




Potrebbe interessarti

Affitto d'azienda: questi consigli non puoi perderteli!

Con il termine affitto d'azienda è indicata l'acquisizione di un diritto di godimento e di tutti i poteri di gestione di un complesso aziendale di proprietà del locatore, da parte di un conduttore dietro corrispettivo. A regolamentare l'affitto d’azienda è l'articolo 2562 del codice civile che dispone l'applicazione delle norme relative all'usufrutto d'azienda (articolo 2561) e quelle generali in tema d'affitto (articoli 1571-1654).

Morosità dell'affitto: ecco la verità su come funziona davvero

Morosità dell'affitto

Se l'inquilino continua a non lasciare l'immobile, si procederà allora con una "monitoria di sgombero". L'Ufficiale Giudiziario del Tribunale comunicherà al moroso il giorno e l'ora esatti in cui si recherà presso l'immobile occupato, con l'assistenza della forza pubblica.

Mutuo affitto: scopri tutte le caratteristiche

Il cosiddetto "mutuo affitto" è una formula nata in tempi recenti con la quale gli istituti di credito vengono incontro alle esigenze di quanti abbiano bisogno di un prestito ma che non possano permettersi di pagare interessi troppo alti.

Avviso sul Copyright

I contenuti di questo sito web sono protetti da Copyright. Ti invitiamo gentilmente a non duplicarli e a scriverci a info [@] elamedia.it se hai intenzione di usufruire dei servizi erogati dalla nostra Redazione.

Protected by Copyscape

Non bloccare la Pubblicità

Il tuo Browser blocca la nostra pubblicità? Ti chiediamo gentilmente di disattivare questo blocco. Per noi risulta di vitale importanza mostrarti degli spazi pubblicitari. Non ti mostreremo un numero sproporzionato di banner né faremo in modo che la tua esperienza sul nostro sito ne risenta in alcun modo.Ti invitiamo dunque ad aggiungere il nostro sito tra quelli esclusi dal Blocco della tua estensione e a ricaricare la pagina. Grazie!

Ricarica la Pagina

I più condivisi

Plusvalenza prima casa: info e dettagli della compravendita

Plusvalenza prima casa

Nel caso di acquisto della prima casa, è prevista una serie di agevolazioni: l’imposta di registro è al 3% del valore; l’imposta ipotecaria corrisponde a 168,00 €; anche l’imposta catastale corrisponde a 168,00 €. Nel caso di vendita della prima casa, così come avviene per tutti gli immobili, per plusvalenza della prima casa si intende l’aumento di valore realizzato entro un determinato periodo di tempo.

Sedie pieghevoli di design, come sceglierle per la nostra casa

sedie pieghevoli di design

Molte persone vi fanno poca attenzione, tuttavia nell’arredamento di una casa anche la scelta delle sedie da inserire nei suoi diversi ambienti risulta importante. Infatti, spesso si tende ad essere attenti all’abbinamento e allo stile di mobili, tavoli, librerie col design di una sala in cui dovranno essere inseriti, ma le sedie invece, erroneamente, risultano sovente poco considerate. Ve ne sono diverse tipologie, da quelle rigide semplici alle sedie pieghevoli di design.

Analisi dei mercati finanziari per la scelta del mutuo

Le statistiche rivelano che gli italiani che acquistano una casa ricorrono – nell’80% dei casi – al mutuo.  Quando si decide di comprare casa affidandosi alla possibilità di accendere un mutuo si commette spesso l’errore di sottovalutare la propria capacità di mutuo-acquisto vale a dire l’importo massimo che una banca è disposta ad erogare in base alle garanzie e condizioni del richiedente.

Leggi anche...

Validità della SCIA: tutto sulla Segnalazione Certificata di Inizio Attività

Validità della SCIA

In merito ai lavori edilizi, al fine di evitare l’enorme piaga dell’abusivismo edilizio sono stati realizzati dallo Stato italiano determinati atti amministrativi utili a regolarizzare le opere sugli immobili e la loro corretta costruzione. Oltre alla DIA Ordinaria e alla Super DIA, alcune regioni italiane applicano la SCIA.

Leggi anche...

Bollettino MAV: cos’è e come pagarlo, segui la nostra guida

bollettino mav

Che cos'è? Il MAV è l’acronimo di Pagamento Mediante Avviso. Il Mav è un bollettino il cui pagamento segue una procedura interbancaria standard. 

Go to Top