Arredare il salotto è sicuramente tra le attività più divertenti e piacevoli quando si è in procinto di organizzare una nuova casa. Gli elementi da considerare sono tanti e i modi per rendere il design del nostro salotto armonioso e lineare.

Tra i tanti complementi di arredo che è necessario inserire all’interno del salotto troviamo sicuramente, il tavolo da salotto, elemento fondamentale per regalare completezza e armonia al design del vostro soggiorno. Oltre al lato prettamente estetico, il tavolo da salotto può rivelarsi utili per molti altri motivi e po' essere un ottimo appoggio per dei soprammobili che vi piacciono e che potrebbero contribuire allo stile del vostro appartamento.

Scegliere un tavolo da salotto non è affatto facile, infatti la posizione che ricopre questo complemento di arredo è piuttosto centrale e questo contribuisce a fargli acquisire un ruolo di primaria importanza all’interno di una delle stanze principali della casa.

Come scegliere il tavolo da salotto

Prima di scegliere il modello di tavolino più adatto al vostro appartamento, dovrete valutare una serie di fattori che riguardano sia l’aspetto estetico sia l’aspetto pratico e logistico.

Nei prossimi paragrafi, infatti, vi spiegheremo quali sono gli aspetti più rilevanti per quanto riguarda la scelta del tavolo da salotto e vi spiegheremo come sceglierne uno in grado di integrarsi al meglio con la linea di design presente nel vostro appartamento.

Stile

Per prima cosa è importante riuscire a capire quale impronta stilistica volete dare a casa vostra, e di conseguenza scegliere il medesimo stile anche per il vostro tavolo da salotto. Avete a disposizione moltissime scelte in tal senso, tanto che gli stili in voga attualmente non ruotano tutti intorno al moderno ma spaziano molto anche su generi più antiquati come il vintage o lo shabby chic. Insomma, tra i primi e principali aspetti da valutare troviamo lo stile del mobile che dovrà, naturalmente essere conforme al resto della stanza.

Colore del tavolo da salotto

tavolo da salotto

Un altro aspetto di primaria importanza per quanto riguarda il vostro tavolo da salotto è il colore. Una volta scelto lo stile che possa compiacere il design circostante, sarà allo stesso modo importante andare a scegliere un colore che possa andare bene con lo studio cromatico presente nel vostro salotto. Prima di scegliere il tavolo da salotto, infatti, dovrete capire qual è il colore dominante all’interno della stanza per poi scegliere se riprenderlo con il vostro nuovo tavolino di design, oppure accostarlo ad un altro colore che possa valorizzarlo. Per fare un esempio concreto, se il colore dominante all’interno della stanza è il grigio, avete due opzioni: scegliere un tavolo da salotto grigio oppure azzardare con un colore che possa dare vivacità e luminosità al colore principale come, ad esempio, l’azzurro o il giallo.

Dimensioni

La metratura è molto importante, infatti, scegliere un tavolo da salotto troppo grande potrebbe compromettere l’equilibrio dell’intera stanza. Prima di scegliere il modello che preferite, infatti, vi consigliamo di studiare attentamente quali spazi avete a disposizione per questo elemento, in modo da poter selezionare soltanto i modelli che possano soddisfare le vostre esigenze in questo senso.

Dallo spazio a disposizione dipenderà anche la forma del vostro nuovo tavolino che potrà essere quadrato, rotondo, rettangolare oppure di una forma irregolare.

Materiale del tavolo da salotto

tavolino da salotto

Anche il materiale non è assolutamente da sottovalutare, infatti questo contribuisce a donare al mobile uno stile piuttosto di un altro. Ad esempio, un tavolo da salotto in metallo può contribuire a regalare alla stanza un design di tipo industrial, mentre un tavolo in legno colorato può andar bene per un soggiorno arredato in stile moderno.




Potrebbe interessarti

Contratto di sublocazione: scopri caratteristiche, norme e rapporti

 Immagine per contratto di sublocazione

Quando l'affittuario deve lasciare l’appartamento locato per un certo periodo può affittarlo a terzi per coprire le spese, senza però avere l’intenzione di disdire il contratto principale. Il conduttore può quindi sottoscrivere un contratto di sublocazione.

Agevolazioni fiscali per il canone concordato: guida ai vantaggi fiscali

Agevolazioni fiscali per il canone concordato

Nel diritto commerciale definiamo col termine di locazione un particolare contratto in cui uno dei soggetti, detto locatore, si impegna a far usare al soggetto locatario un determinato bene, per un periodo determinato, riscuotendo in cambio un corrispettivo detto canone.

Le agenzie immobiliari di Padova: trova le più affidabili!

Le agenzie immobiliari si rivelano fondamentali quando si cerca casa in una città come Padova, dove gli annunci di vendita e affitto sembrano moltiplicarsi a vista d’occhio; vedremo, nell’articolo che segue, quale sia il ruolo degli operatori in questo campo e dove contattare le agenzie più rinomate per la loro affidabilità.

 

I più condivisi

Plusvalenza terreni agricoli, come effettuare il calcolo?

terreni agricoli sono considerati beni immobili, così come i terreni edificabili e gli appartamenti. Per plusvalenza si intende l’aumento di valore realizzato entro un determinato periodo di tempo.

Dove richiedere la visura catastale?

La visura catastale è un documento importante per la compravendita di un bene immobiliare o di un terreno che si trovi in Italia; è infatti rilasciata dall'Agenzia del Territorio, cioè dal Catasto.

Analisi dei mercati finanziari per la scelta del mutuo

Le statistiche rivelano che gli italiani che acquistano una casa ricorrono – nell’80% dei casi – al mutuo.  Quando si decide di comprare casa affidandosi alla possibilità di accendere un mutuo si commette spesso l’errore di sottovalutare la propria capacità di mutuo-acquisto vale a dire l’importo massimo che una banca è disposta ad erogare in base alle garanzie e condizioni del richiedente.

Leggi anche...

Comproprietà: cosa avviene se c'è la comunione di proprietari

L'acquisto di una casa o l'affitto di un appartamento o di una stanza, comportano sempre delle pratiche legali da svolgere e dei contratti da firmare.

Leggi anche...

Domiciliazione bancaria delle bollette: quel che c'è da sapere

domiciliazione bancaria

La Domiciliazione Bancaria, nota anche come Domiciliazione Bollette, Domiciliazione Utenze o come Domiciliazione Bancaria dei Pagamenti, è uno strumento molto utile che le banche mettono a disposizione dei clienti per “automatizzare” il pagamento delle utenze domestiche.

Go to Top