Per alcune persone è un modo molto particolare per rilassarsi, mentre per altre rappresenta un'attività noiosa anche se necessaria. Lo stirare difatti è importante per avere sempre delle lenzuola o del vestiario pulito, ordinato, senza pieghe o spiegazzamenti vari. Questo è ancor più importante per quei soggetti che devono apparire sempre perfetti ed ordinati nel loro lavoro, come ad esempio nelle attività a contatto col pubblico.

Negli ultimi anni, comunque, si è affacciato sul mercato un nuovo apparecchio che dovrebbe permettere di stirare in maniera più veloce, più efficace e meno pesante: le stiratrici verticali. Cerchiamo di capire in cosa consistono questi elettrodomestici, in cosa si differenziano rispetto ai tradizionali ferri da stiro e quali potrebbero essere i vantaggi pratici che si potrebbero ottenere dal loro utilizzo.

Che cosa fanno nello specifico le stiratrici verticali?

Le stiratrici verticali sono del tutto simile ad un tradizionale ferro da stiro con caldaia annessa. Infatti quella verticale è composta da un piccolo serbatoio o caldaia appunto dove inserire l’acqua, da una bocca che eroga vapore in modo continuo ed omogeneo o anche una sorta di spazzola e, infine, da un cavo o un’asta che si può estendere. Alla bocca erogatrice si possono poi aggiungere o applicare, a seconda del modello prescelto, ulteriori spazzole particolari per utilizzi specifici (ad esempio, togliere i pelucchi o rinfrescare i singoli capi).

Come funziona questo elettrodomestico per stirare i vestiti

Stiratrici verticali

In pratica, il funzionamento delle stiratrici verticali è uguale a quello di un ferro da stiro tradizionale, tranne che per il fatto che si stira in verticale appunto (magari mettendo l’abito ad una gruccia). In altre parole, questo elettrodomestico usa l’azione del vapore per togliere le pieghe dai vestiti senza dover utilizzare l’asse da stiro. Infatti, l’asse verticale consente di stirare senza che il vestiario tocchi alcuna superficie d’appoggio ed evitare inoltre che l’azione del vapore, a contatto col tessuto, possa danneggiarlo in qualche maniera.

Tipologie di prodotto e caratteristiche importanti

Esistono in commercio due differenti tipologie di questo elettrodomestico. Le stiratrici verticali portatili, che rappresentano un modello compatto e dalle dimensioni ridotte (addirittura si può mettere in una valigia), utilissimo per quelle persone che spesso sono in viaggio e necessitano comunque di avere vestiti ordinati e senza alcuna piega. Rispetto alle stiratrici verticali tradizionali sono meno efficienti, tuttavia rimuovono comunque le pieghe e consentono di igienizzare e deodorare un indumento.

Poi abbiamo le stiratrici verticali strutturate, che sono quelle maggiormente professionali e destinate all’uso casalingo. L’efficacia di tale elettrodomestico è uguale a quella dei tradizionali ferri da stiro, ma con minor fatica e maggiore velocità. Una grande differenza di queste stiratrici verticali rispetto a quelle portatili è nella capienza del serbatoio dell’acqua. Infatti questo, in quelle strutturate, è molto più capiente.

Ed a proposito di serbatoio, due fattori o caratteristiche di cui si deve tener conto nella scelta delle stiratrici verticali sono appunto la capienza di questo e la potenza di tale elettrodomestico. Per quanto riguarda quest’ultima, per ottenere ottimi risultati, simili ai ferri da stiro tradizionali, si dovrà optare per modelli che eroghino dai 1500 Watt in poi. Potenze inferiori sono buone ma meno efficaci.

Per ciò che concerne il serbatoio, i modelli portatili ovviamente garantiscono capienze minori (circa 200 Ml) rispetto a quelli strutturati, tuttavia l’autonomia di stiratura di questo tipo di elettrodomestico è in genere considerevole. Difatti, essi necessitano di pochi litri d’acqua per ottenere ottimi risultati sotto ogni punto di vista.

Di seguito alcune offerte selezionate per voi

stiratrici verticale
Compra su Amazon

dodocool LCD Ferro da Stiro Verticale, 2000W 350ml Stiratrice a Vapore Portatile, 2 Imposta la velocità del vapore,20s Riscaldamento Veloce,Vapore Potente e Continuo, Rimuovere Le Rughe/Sterilizzare

Prezzo su Amazon.it: € 39,99
 macchina per stirare
Compra su Amazon

Ariete 4167 Stiratrice Verticale - Piastra in acciaio inox, Vapore potente e continuo, Spazzola pelucchi, 1200W, Capacità 260ml, Bianco/Grigio

Prezzo su Amazon.it: € 33,76
stiratore verticale
Compra su Amazon

Ferro da Stiro Verticale, 1200W Stiratrice a Vapore Portatile con Rapida da Scaldare in 20 Secondi, 200ml Nuovo Stiratrice a Vapore Portatile, Piccoli Elettrodomestici Utilizzabile per Viaggio e Casa

Prezzo su Amazon.it: € 26,99

I vantaggi di questo elettrodomestico nella stiratura delle camicie

stiratrici verticali

Tra le qualità più importanti delle stiratrici verticali vi è senz’altro la praticità, in quanto esse non hanno bisogno di un piano di appoggio o di un asse su cui poggiare gli indumenti e questo consente di risparmiare notevole spazio. Altro elemento positivo risulta essere la velocità d’uso di questo elettrodomestico, in quanto basta semplicemente riempire il serbatoio e in pochissimi minuti si può iniziare a stirare, mentre con i ferri da stiro tradizionali (soprattutto di quelli con le caldaie) il tempo richiesto è ben maggiore.

Poi, un’ulteriore qualità è la facilità di trasporto, grazie a dimensioni e peso davvero ridotti. Ciò permette di poter trasportare comodamente le stiratrici verticali anche in una valigia. Gli unici difetti, invece, potrebbero essere il costo di alcuni modelli verticali, leggermente superiore a quelli tradizionali, e l’efficienza complessiva di questi, non sempre all’altezza del comune ferro da stiro.

L'articolo è stato scritto dalla Redazione di ElaMedia Group

Potrebbe interessarti

Detrazione sull'affitto: soggetti beneficiari e requisiti

Ci sono alcune categorie di lavoratori e di studenti che hanno diritto a ricevere alcuni benefici dall'Irpef, ovvero alcune detrazioni legate ai contratti d'affitto da scalare sul modello 730 della dichiarazione dei redditi. 

Le agenzie immobiliari di Padova: trova le più affidabili!

Le agenzie immobiliari si rivelano fondamentali quando si cerca casa in una città come Padova, dove gli annunci di vendita e affitto sembrano moltiplicarsi a vista d’occhio; vedremo, nell’articolo che segue, quale sia il ruolo degli operatori in questo campo e dove contattare le agenzie più rinomate per la loro affidabilità.

Comodato d'uso a titolo gratuito

Il comodato d'uso di immobile rappresenta una forma di contratto di locazione con cui è possibile prendere in consegna un immobile per un periodo di tempo determinato, con il dovere di riconsegnarlo al proprietario.

I più condivisi

Esempio di Rendita catastale: tutti i passi per calcolarlo!

Esempio di Rendita catastale

Ogni immobile ha un proprio valore catastale che deriva per convenzione dalle cosiddette “rendite catastali”. Questo valore è solitamente usato quando si stipulano contratti di compravendita, di successione o di donazione, poiché serve come riferimento per applicare, in percentuale, tutte le imposte indirette collegate a tale atto, quali ad esempio iva e imu.

Dove richiedere la visura catastale?

La visura catastale è un documento importante per la compravendita di un bene immobiliare o di un terreno che si trovi in Italia; è infatti rilasciata dall'Agenzia del Territorio, cioè dal Catasto.

Plusvalenza della seconda casa, come procedere?

Per plusvalenza si intende l’aumento del valore di un immobile verificatosi nel tempo trascorso fra acquisto e vendita. Dal punto di vista fiscale, si considera questo aumento di valore come indice di una maggiore capacità contributiva, che viene tassato attraverso imposte dirette. Oltre alla vendita della prima, si applica la plusvalenza sulla seconda casa. Ecco come calcolarla.

Leggi anche...

Il compenso dell'amministratore di condominio: sai come si calcola?

Il compenso dell'amministratore di condominio

L'amministratore di condominio è un ruolo non protetto da registri pubblici o albi professionali, per cui non è sottoposto ad una tariffa legale.

Leggi anche...

Voltura Eni: sai quali sono i passaggi e quali documenti ti occorrono?

Voltura Eni

Oggi vi mostreremo nel dettaglio quali sono i documenti che servono per effettuare una voltura dell'Eni in sicurezza. Quando ci si trasferisce in una nuova casa, in affitto o acquistata, ma in precedenza abitata da altri, è opportuno richiedere la voltura delle utenze. Con questo termine ci riferiamo al semplice cambio di nome di un contratto di fornitura dal vecchio al nuovo inquilino / proprietario.

Go to Top