Lo spremiagrumi elettrico è uno di quegli utensili casalinghi che nella loro semplicità si rivelano spesso indispensabili per realizzare succhi, passate, concentrati , centrifughe e frullati di frutta o verdura ricchi di vitamine, genuini e salutari durante tutto l’arco dell’anno. A colazione, per uno spuntino o per una bevanda sempre a disposizione da fare in pochi minuti e senza fatica, lo spremiagrumi elettrico è un alleato in cucina, ma – per quanto possa sembrare banale - vi sono diverse tipologie e funzioni di questo utensile elettrico. Scopriamoli insieme!

Spremiagrumi elettrico o manuale?

L’estrattore di succhi è un utensile intuitivo nell’utilizzo e facile da pulire sia nel suo tradizionale aspetto manuale che nella versione elettrica che seppur non ha grandi funzioni si differenziano i vari modelli per potenza e capienza, pensati per i single o per le famiglie. Uno spremiagrumi elettrico è dotato di un contenitore per raccogliere i succhi della spremitura sovrastato da un cono sul quale si posiziona il frutto o il vegetale da spremere e azionando il dispositivo, il cono gira producendo ed estraendo i succhi che confluiscono nel bicchiere sottostante. Quanto più si lascia girare il “cono” tanto più succo si ricava dalla spremitura.

La comodità di uno spremiagrumi elettrico consiste nel risparmiare tempo, energia e nella riduzione degli sprechi, perché – a differenza della pressione manuale – la pressione del frutto sul cono viene esercitata dalla macchina stessa garantendo una spremitura completa, fino all’ultima goccia con una maggiore resa del prodotto.

spremiagrumi elettrico

in questo modo, un utensile simile diventa un alleato indispensabile per mantenersi in forma e preparare ottime bevande naturali da sorseggiare durante tutto l’arco della giornata, per reintegrare in modo naturale i sali minerali quando si fa attività sportiva e nel seguire uno stile di vita e una dieta sana ed equilibrata.

Di seguito una selezione di prodotti che ci sentiamo di consigliarti

spremitore ad elettricità
Compra su Amazon

BLACK+DECKER BXCJ25E Spremiagrumi, 25 W, 350 milliliters, Plastica, Bianco

Prezzo su Amazon.it: € 13,99
spremiagrumi elettrico
Compra su Amazon

Princess Citrus, 300 W, Acciaio Inossidabile, Nero Opaco

Prezzo su Amazon.it: € 49,99
spremitore
Compra su Amazon

Princess Spremitore Professionale Master PRO, 300 W, 62 Decibel, Acciaio Inossidabile, Metallo

Prezzo su Amazon.it: € 64,99

Come scegliere un estrattore di succhi: guida all’acquisto

Le caratteristiche principali nella scelta di uno buon utensile da cucina per spremere gli agrumi e non solo sono:

  • La potenza;
  • La struttura;
  • la praticità di utilizzo, ovvero le tipologie.

La potenza di questi elettrodomestici si attesta tra un minimo di 20 Watt a un massimo di 150 Watt (per i modelli semi-professionali e professionali). Maggiore è la potenza dell’utensile, maggiore è la resa della spremuta senza surriscaldare il motore e minori sono i tempi di preparazione. La scelta dipende dalle abitudini personali: se si è utilizzatori saltuari o si consumano ridotte quantità, la potenza non è un fattore indispensabile, per cui vale la pena orientarsi per modelli economici e meno performanti. Al contrario, se si è consumatori assidui di spremute o si necessita di preparare grandi quantità per la famiglia o per tutta la giornata si consiglia un prodotto dai 60 Watt in su di potenza.

Per struttura si intende il modello: elettrico o manuale, verticale o orizzontale. Il modello elettrico è più performante e riduce gli sprechi, ma è più ingombrante; quello manuale è basico, compatto e maneggevole, facile da riporre e pulire. I modelli verticali sono professionali e più ingombranti, mentre quelli orizzontali sono pensati per l’uso domestico.

Relativamente alla praticità di utilizzo, il mercato propone due “tecnologie”:

spremiagrumi elettrico

  1. spremiagrumi  elettrico a leva: dal design verticale, la spremitura avviene per rotazione automatica del cono, mentre la pressione viene esercitata con un’apposita leva posta sulla parte superiore della struttura. È una soluzione ideale per chi ha poca forza nell’esercitare qualsiasi pressione.
  2. Spremiagrumi  elettrico a rotazione: la spremitura avviene sempre per rotazione automatica del cono azionato elettricamente, ma la pressione viene esercitata manualmente premendo leggermente l’agrume sul cono, il quale reagisce alla pressione estraendo il succo in modo ottimale.

I modelli più performanti sono quelli che hanno la rotazione del cono sia a destra che a sinistra, in modo da spremere il frutto fino all’ultima goccia.

I contenitori posti al di sotto del cono possono essere di grandezze diverse, in base alle proprie necessità: da 250 ml a 1 litro per preparare e conservare la spremuta per una famiglia numerosa o per più giorni.

Gli spremiagrumi elettrico si possono acquistare nei negozi specializzati di elettronica oppure online con prezzi che partono da 15/20 € fino a 60/100 € a seconda della capienza del contenitore, della potenza e della tipologia.




Potrebbe interessarti

Detrazione sull'affitto: soggetti beneficiari e requisiti

Ci sono alcune categorie di lavoratori e di studenti che hanno diritto a ricevere alcuni benefici dall'Irpef, ovvero alcune detrazioni legate ai contratti d'affitto da scalare sul modello 730 della dichiarazione dei redditi. 

Self Storage a Roma e nel Lazio: contatti utili

I self storage sono servizi in mano ad una compagnia apposita, oppure sono degli spazi in mano a compagnie di trasloco, e di norma vengono affittati e utilizzati attraverso un noleggio a base mensile.

Locazioni transitorie: condizioni, durata e rinnovo

Le locazioni transitorie si effettuano quando il proprietario o l'inquilino hanno la necessità di affittare momentaneamente un alloggio. La natura transitoria va dichiarata nel contratto e quella dell'inquilino va accertata attraverso una documentazione specifica da allegare al contratto stesso.

Avviso sul Copyright

I contenuti di questo sito web sono protetti da Copyright. Ti invitiamo gentilmente a non duplicarli e a scriverci a info [@] elamedia.it se hai intenzione di usufruire dei servizi erogati dalla nostra Redazione.

Protected by Copyscape

Non bloccare la Pubblicità

Il tuo Browser blocca la nostra pubblicità? Ti chiediamo gentilmente di disattivare questo blocco. Per noi risulta di vitale importanza mostrarti degli spazi pubblicitari. Non ti mostreremo un numero sproporzionato di banner né faremo in modo che la tua esperienza sul nostro sito ne risenta in alcun modo.Ti invitiamo dunque ad aggiungere il nostro sito tra quelli esclusi dal Blocco della tua estensione e a ricaricare la pagina. Grazie!

Ricarica la Pagina

I più condivisi

Plusvalenza nella vendita di un immobile: ecco la nostra guida

Plusvalenza nella vendita di un immobile

Nel caso di vendita di un immobile (appartamento, terreno), per plusvalenza si intende l’aumento di valore realizzato entro un determinato periodo di tempo. Ai fini fiscali, questo aumento di valore è indice di una maggiore capacità contributiva ed è tassato attraverso imposte dirette. A differenza di altri redditi da capitale, non vengono calcolati sulla base imponibile dell'IRPEF.

Calcolo del valore di un immobile: come si effettua?

Calcolo del valore di un immobile

Il valore immobiliare prende in considerazione diversi aspetti dell’immobile da stimare che si basano anche sulla distinzione tra valore di mercato e valore catastale. Il primo serve per definire il prezzo di un immobile sul mercato, il secondo – chiamato anche valore fiscale - serve per determinare il calcolo delle imposte sul patrimonio immobiliare.

Facciamo chiarezza sull’immobile strumentale

Gli immobili strumentali rappresentano una particolare tipologia di bene. In pratica si distinguono in quanto vengono comprati dalle aziende per esercitare le proprie attività. Sottolineiamo il fatto che esistono:

Leggi anche...

Recupero edilizio, quali gli interventi compresi nel Bonus Ristrutturazione

RISTRUTTURAZIONE min

Per incentivare il miglioramento delle strutture abitative private e condominiali, il Governo italiano in questi anni ha ideato e avviato diverse iniziative, tra le quali il cosiddetto Bonus Ristrutturazione. Questo consente di ottenere il rimborso di una quota delle spese effettuate per lavori di ristrutturazione, riguardanti un’abitazione principale oppure le seconde case o, ancora, di parti comuni di edifici condominiali. In tali lavori di ristrutturazione sono compresi anche quelli connessi al recupero edilizio.

Leggi anche...

Domiciliazione bancaria delle bollette: quel che c'è da sapere

domiciliazione bancaria

La Domiciliazione Bancaria, nota anche come Domiciliazione Bollette, Domiciliazione Utenze o come Domiciliazione Bancaria dei Pagamenti, è uno strumento molto utile che le banche mettono a disposizione dei clienti per “automatizzare” il pagamento delle utenze domestiche.

Go to Top