I water si distinguono per il tipo di montaggio in:

  • vasi con piedistallo, fissati al pavimento, con altezza normalizzata
  • vasi sospesi, fissati ad una parete e completamente staccati dal pavimento
  • vasi a parete, altrimenti detti orinatoi

Dimensioni e caratteristiche sono oggetto di dettagliati standard edilizi in molti paesi.

Il lavabo nella stanza da bagno è invece un apparato costituito da una sorgente idrica ed una bacinella di raccolta con scarico. Spesso è parte integrante di dispositivi igienico-sanitari. L'apporto idrico è fornito da uno o più rubinetti d’acqua calda e fredda e lo scarico è collegato naturalmente alla rete fognaria. La sua funzione è di raccolta temporanea di acque ad uso igienico sanitario per oggetti, animali e usi umani. Per quanto riguarda la vasca, perchè non optare per un modello a idromassaggio? Una volta la vasca idromassaggio era considerata un bene di lusso, fortunatamente oggi non lo è più. Sul mercato ci sono tantissimi produttori (ricordiamo tra i più noti Jacuzzi, Teuco, Albatros, Hafro, Glass) che realizzano modelli a partire da 1500 euro di qualsiasi forma e misura. Da quelle classiche da 170 cm fino alle angolari, da una o più persone, le vasche si adattano quindi a qualsiasi tipo di bagno, anche i più piccoli, portando nelle case un piccolo centro benessere e donando ore di relax.

La concezione "culturale" del bagno: occhio alle distanze dei vari elementi

Nell'età medievale la cultura del bagno fu profondamente trasformata. Spesso la carenza di igiene era causa di malattie infettive. A partire dal Trecento, la produzione diprofumi è documentata anche in Europa, ma solo a partire dal Rinascimento.

Come e dove pensare all'estetica (sanitari colorati e decorati?): non contano solo le offerte che trovi online

Se si sta pensando ad un arredo bagno moderno per un'abitazione privata – ma anche per una struttura pubblica dove il lato estetico ha una sua rilevanza come, ad esempio, ad un hotel – occorre concentrarsi su pochi ma essenziali dettagli.

Innanzitutto, si comincia dal colore delle pareti e delle piastrelle del bagno, che devono essere presenti nelle pareti vicino la vasca o la doccia per evitare l'azione corrosiva dell'umidità.
Il colore può essere scelto liberamente: i bagni classici hanno tinte pastello, mentre quelli più moderni osano di più. È importante valutare bene quest'aspetto perché il colore delle pareti di una stanza ne determina moltissimo l'impatto visivo.

Una volta effettuata questa scelta, si può passare ai sanitari. Esistono molti modelli di design che danno attenzione alle linee, alle dimensioni e ai colori del marmo (o del materiale scelto).
Quelli bianchi sono classici, adatti in tutti gli arredamenti, ma anche il nero è un colore sul quale puntare. Soprattutto queste due scelte permettono di giocare molto col colore con gli altri elementi, garantendo un senso di coerenza in tutto l'ambiente.

Tende e tappeti dovrebbero essere scelti in coppia, con un elemento che li unisce. Si tratta ovviamente di arredi che hanno una validissima funzione pratica – evitare il gocciolamento per tutto l'ambiente – ma non per questo non meritano attenzioni estetiche. Il design viene in aiuto anche in quest'aspetto, proponendo forme originali e colorazioni interessanti (un consiglio: abolite le tinte uniche).

Asciugamani e teli, infine, costituiscono un altro elemento di colore. La forma è ovviamente fissa, ma sono disponibili centinaia di motivi decorativi, oltre che materiali dal lino al cotone, passando per le fibre sintetiche.

Sanitari sospesi (anche per disabili)

Negli ultimi anni in auge nel mondo dell'arredo e del design, i sanitari sospesi sono l'ultima novità nella stanza da bagno. Con il termine sanitari sospesi si intendono i wc e i bidet, ma anche i lavabi, attaccati alla parete e sospesi appunto da terra. I sanitari sospesi sono più comodi per ciò che concerne la pulizia dell'ambiente bagno.

I sanitari sospesi rispondono a funzionalità pratiche e ad esigenze estetiche, in quanto presentano delle forme gradevoli e nuove; oltre ad essere un elemento d'arredo di semplice pulizia e di facile installazione.

I modelli di sanitari sospesi e a filo muro per arredare in libertà: i prezzi?

Ad oggi esistono diversi tipi di vasi (wc): tradizionale, a zaino e sospeso. I brand più famosi propongono tutte e tre le versioni per i propri modelli di sanitari. Le linee più classiche di arredo bagno invece, hanno di solito solo la versione tradizionale e quella a zaino.

Il vaso tradizionale ha lo scarico sul pavimento o nel muro e la cassetta dell'acqua si trova più in alto oppure murata nella parete (geberit).
Il vaso a zaino, più ingombrante, ha la cassetta dell'acqua in ceramica o in plastica. Tale cassetta per il risciacquo può trovarsi più in alto o all'altezza del vaso.

I sanitari sospesi sono invece "sospesi" dal pavimento e aderiscono alla parete. Lo scarico dei sanitari sospesi è a parete e murato per tale ragione, e considerato il peso del wc o del bidet, il muro in cui vengono fissati i sanitari sospesi deve avere uno spessore di circa 11 - 12 cm. Tale profondità della parete è necessaria per inserire le apposite staffe per l'ancoraggio e per far passare il tubo di scarico.

Qualora si desiderasse installare dei sanitari sospesi, ma si avessero problemi per via della parete troppo sottile, è possibile aggiungere, in fase di ristrutturazione, una seconda fila di mattoni fra il vecchio muro ed il vaso.

La stanza da bagno è uno dei luoghi della casa che ha spesso bisogno di essere aggiustato, riparato ecc., basti pensare alle piccole perdite di acqua che possono verificarsi e per le quali è necessario richiedere l'aiuto e le competenze di un idraulico esperto.

Può essere inoltre necessario applicare dei rivestimenti al vostro bagno, scegliere le piastrelle adatte e che più ci piacciono oppure effettuare dedicarsi a lavori più complessi sui sanitari. Una delle cose che non deve poi mancare all'interno dei nostri bagni sono sicuramente le cassette di scarico, utili al consumo e alla diffusione di acqua potabile. Esiste un marchingegno di nuova generazione che viene utilizzato in bagno e che si chiama Geberit.

Geberit: cos'è?

Geberit è una cassetta di scarico nata per agevolare un notevole risparmio energetico e una limitazione ingente nei consumi di acqua potabile. Molto spesso infatti si spreca acqua potabile senza rendersene conto; al fine di evitare questo è stato creato Geberit.

Geberit è infatti un apparecchio che agevola un risciacquo con scarico ridotto di acqua, riducendone così i consumi della stessa. Geberit è un sistema molto piccolo che aiuta anche a recuperare dello spazio all'interno del vostro bagno.

Funzionamento del Geberit

La cassetta di scarico Geberit funziona mediante un meccanismo di settaggio che consente di decidere quanta acqua utilizzare durante lo scarico. Le opzioni variano dai tre/quattro, ai sei ai nove litri. Geberit va installato internamente al muro, riduce così non solo lo spazio ma è anche ottimo dal punto di vista estetico.

Il funzionamento di Geberit su basa sul gruppo galleggiante che si riempe solo ed unicamente fino al livello che è stato selezionato dal possessore dell'apparecchio di scarico in questione. Il gruppo galleggiante di Geberit si attiva esclusivamente alla fine, ovvero quando si raggiunge il livello di acqua prescelto. Questo meccanismo è volto anche a diminuire i successivi tempi di caricamento di Geberit stesso.

Per regolare la cassetta di scarico Geberit, è presente una manopola che va ruotata a seconda del livello che si desidera. È possibile infine constatare il giusto funzionamento di Geberit facendo delle prove come quella di svuotare e riempire di nuovo la cassetta di scarico stessa.



Potrebbe interessarti

Diritti e doveri del conduttore e del proprietario

In un contratto di affitto di un' abitazione vi sono doveri e diritti sia da parte del proprietario (locatore) dell'immobile sia da parte di chi invece usufruisce per un periodo (inquilino /conduttore) , opportunamente regolato, dell'immobile stesso.

Leggi tutto...

Morosità del canone di affitto

Nei casi di protratto mancato pagamento del canone di affitto e/o delle quote condominiali, il proprietario può effettuare lo sfratto per morosità.

Leggi tutto...

Tassa di registro: come si calcola?

Se si intende acquistare o prendere in affitto un immobile da abitare oppure da adibire per usi diversi, ad esempio di natura commerciale o ad uso ufficio, è necessario in primis stipulare un contratto d'affitto o di compravendita.

Leggi tutto...

Scadenza locazione: cosa fare alla fine di un contratto

Nel momento in cui si arriva alla scadenza della locazione, o – meglio – del suo contratto, possono verificarsi varie possibilità per l’inquilino affittuario. Molto spesso accade che il contratto venga rinnovato da entrambe le parti alle condizioni iniziali, a meno che non intervengano eventuali ritocchi volti a modificare il canone d’affitto.

Leggi tutto...

Contratto di affitto con cedolare secca: tutte le caratteristiche

La locazione di un immobile, ma anche di una semplice stanza, soprattutto se si tratta di studenti, necessita sempre e obbligatoriamente della regolare registrazione di un contratto. Nel caso di affitti a studenti questo spesso non accade; ogni anno infatti sono numerosi i ragazzi che pagano l'affitto del proprio posto letto in nero.

Leggi tutto...

I più condivisi

Salone del Mobile di Firenze: informazioni sull'evento

Scegliere l'arredamento per la vostra nuova casa non è sempre una cosa semplice e veloce. È infatti necessario valutare diversi fattori, ottimizzare gli spazzi e scegliere sin da subito i colori che si desiderano. Una visita al Salone del Mobile di Firenze può dare utilissime idee per la realizzazione di spazi belli e funzionali nella propria casa.

Leggi tutto...

Mutui al 100%: tutto quello che c’è da sapere

Fino a qualche anno fa e più precisamente quando ancora non c’era stata la crisi del mercato delle compravendite in ambito immobiliare, il mutuo a copertura totale del valore dell'immobile, era facilmente offerto dagli istituti di credito.

Leggi tutto...

Vendita prima casa

Cosa succede al momento della vendita della prima casa? Si tratta di un passaggio molto importante e burocraticamente significativo: le insidie in casi del genere si nascondono dietro ogni cavillo contrattuale, e bisogna conoscere tutte le norme e i fattori che entrano in campo al momento della vendita della casa.

Leggi tutto...

Il mutuo ipotecario: cos’è e come funziona

Per chi è in procinto di acquistare un immobile la fase di analisi e scelta del finanziamento da prendere è fondamentale, soprattutto perchè si tratta di un investimento importante che nella maggior parte dei casi graverà sull’economia familiare a lungo termine.

Leggi tutto...

Facciamo chiarezza sull’immobile strumentale

Gli immobili strumentali rappresentano una particolare tipologia di bene. In pratica si distinguono in quanto vengono comprati dalle aziende per esercitare le proprie attività. Sottolineiamo il fatto che esistono:

Leggi tutto...

Leggi anche...

Cos'è la rendita catastale: scopri le informazioni sugli immobili

Quando si acquista una casa sono necessari dei dati specifici utili a definire le caratteristiche dell'immobile appena comprato e importanti ai fini della compilazione del moduli ICI (Imposta comunale sugli Immobili) e del suo successivo pagamento; uno di questi valori fondamentali è la rendita catastale.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Caratteristiche e vantaggi dei vari tipi di scale per interni: i pro e i contro nella scelta

La scala è un elemento di arredo fondamentale per gli interni, che deve essere scelto accuratamente e tenendo conto dello spazio disponibile all'interno della stanza. In vendita esistono infatti una grande moltitudine di modelli, progettati per rispondere alle esigenze di spazio di ogni acquirente e capaci di adattarsi alle esigenze di ogni stile. 

Leggi tutto...

Leggi anche...

Bolletta di acconto e bolletta di conguaglio (non solo Enel): cosa cambia?

L'emissione delle fatture della luce avviene solitamente con periodicità bimestrale per i clienti domestici e per i non domestici alimentati in bassa tensione con potenza impegnata non superiore a 30 kw. Il cliente domestico dovrebbe pertanto ricevere in un anno circa 6 bollette di cui una di conguaglio.

Leggi tutto...
Go to Top