Per riuscire a trovare l’arredamento giusto, prima di recarsi presso un negozio o centro commerciale, è possibile visitare il Salone del Mobile di Parma o uno dei grandi Saloni del Mobile in Italia che offrono un'amplissima panoramica sulle nuove tendenze e che offrono soluzioni alla portata delle tasche di chiunque.

Questo potrebbe infatti essere un modo per scegliere in modo oculato, ponderando tra diverse offerte ed evitando di fare spese eccessive e inutili comprando oggetti per la casa che poi magari non si utilizzano in futuro.

C’è il Salone del Mobile di Firenze che è ormai giunto alla sua XV Edizione e che si terrà dal 10 al 18 Marzo presso la Fortezza da Basso di Firenze. Di grande rilevanza internazionale è poi il Salone del mobile di Milano, chiamato anche Salone Internazionale del Mobile, previsto quest’anno dal 17 al 22 aprile 2012. Molto interessante è inoltre il Salone del Mobile di Parma.

Esposizione al Salone del Mobile Parma

Il Salone del Mobile di Parma si è tenuto dal 28 gennaio al 5 febbraio ed è giunto alla decima edizione. Si è tenuto in alcune aree presso il quartiere fieristico di Fiere di Parma. I padiglioni hanno ospitato il meglio del design e dell’arredamento, compresi i complementi d’arredo sia classici che moderni.

Il Salone del Mobile di Parma ha accolto anche diverse sezioni particolari come Viviverde e Vivimeglio, contenente anche proposte di design realizzate con materiale riciclato. Altra sezione è poi Naturacquario dove gli amanti dei pesci hanno potuto trovare tantissime soluzioni legate agli acquari e a tutto quelle che concerne il mondo acquatico.

È stato inoltre indetto il concorso Vinci&Arreda che ha messo in palio 10.000 euro da spendere all’interno del salone e per tutti gli spazi espositivi presenti.

I padiglioni e le aziende presenti al Salone di Parma

Tantissime le aziende italiane e straniere presenti anche quest’anno in occasione di questa interessante esposizione a Parma. Il Salone del Mobile Parma ha occupato il Padiglione 3 e 4 con diverse case produttrici di arredamento come: Aerre Italia, AFTP, Arte Casa, Domin, Epogea, India World, Piemme Materassi, I Divani.it, Listone Giordano, Michieli Salotti e molto altro ancora.

Il padiglione Vivi Verde ha infine ospitato: B.S. Legnami, Catti tende da sole, Casapratika arredo giardino, Così piscine, Flora Import Olanda, LegnoArte, Giallo –Sistemi d’ombra, Hobby Garden, Insubria Sun Protection System, La Betulla Garden, Maioli Piante, S.D.M. di Cavani Marco, SC Edil Legno Cassette in legno, Up & Down.

Temi delle esposizioni

Aggiornamento a Marzo 2013

Sicuramente uno dei temi più importanti trattato all'interno del Salone del Mobile di Parma è stata l'architettura green e tutto quello che riguarda l'arredamento da interni.
Il messaggio più forte è quello relativo al risparmio: infatti, coniugare le esigenze di rispetto alla natura con quelle di una sana vita dentro e fuori casa porta a sensibili risparmi economici.

Tutto quello che riguarda il riciclo ne è un esempio: vecchie tende utilizzate come copri sedia, cassette per la frutta sfruttate come vasi per le piante e così via.
Ma è possibile utilizzare anche vernici naturali, che, oltre a ridurre i rischi di patologie respiratorie, portano vantaggi inaspettati, come un minore possibilità di formazione delle muffe oppure l'isolamento termico.

I saloni di questo tipo costituiscono l'occasione per riflettere sugli usi dei materiali in casa e per conoscere, anche le nuove tendenze in fatto di usi e mode.

Gran spazio viene spesso dedicato agli esterni. Allora è possibile accogliere suggerimenti in merito allo stile da adottare per il proprio giardino. Si pensi al giardino all'italiana – curatissimo e geometrico – oppure a quello all'inglese – che vive in sintonia con la natura quasi selvaggia.

Gli stand offrono, poi, la possibilità di chiedere pareri e suggerimenti ai professionisti del settore. E loro, ad esempio, possono consigliare quale gazebo è meglio utilizzare nello spazio a disposizione oppure se è il caso di realizzare una veranda oppure no.

Novità a Parma per arredare gli interni

Anche per quello che riguarda l'arredamento da interni le possibilità sono molte. Sicuramente una di questa è l'opportunità di sganciarsi dallo stile classico che, sebbene intramontabile, poco si adatta alle case moderne, sempre più piccole. Sono in commercio moltissime soluzioni ottimali per risparmiare spazio ma godere di tutti i privilegi, come, ad esempio, gli attaccapanni da muro – che svolgono la loro funzione senza occupare preziosi metri quadrati – oppure comodi armadi ad ante scorrevoli organizzati all'interno con scaffali e ripiani.

Ma non sono solo le camere ad essere oggetto d'attenzione: anche la cucina e i bagni godono di attenzioni particolari. Si tratta, infatti, di stanze dove è sempre difficile coniugare la funzionalità con l'estetica. Soprattutto in termini di luci, il led e il design hanno creato interessanti soluzioni adatte agli specchi da bagno o finalmente capaci di illuminare un'intera stanza.

Pietro Calafiore





Potrebbe interessarti

Proroga locazione, informazioni e pagamenti

I contratti di affitto prevedono diverse appendici da conoscere: dopo aver parlato dei canoni d’affittodell’imposta di registro, della cessazione del contratto di locazione, ora approfondiremo il discorso relativo alla proroga del contratto di locazione, con informazioni sia di carattere generale che sul pagamento dell’imposta.

Leggi tutto...

Deposito cauzionale affitto

Il deposito cauzionale (o cauzione) viene richiesto dal proprietario che affitta all'inquilino come garanzia per le obbligazioni assunte all'interno del contratto di locazione; esso nello specifico assicura il pagamento dei canoni e la buona conservazione dei locali. Rientra dunque nelle dinamiche dei diritti e dei doveri dell'inquilino e del proprietario.

Leggi tutto...

Mutuo affitto: scopri tutte le caratteristiche

Il cosiddetto "mutuo affitto" è una formula nata in tempi recenti con la quale gli istituti di credito vengono incontro alle esigenze di quanti abbiano bisogno di un prestito ma che non possano permettersi di pagare interessi troppo alti.

Leggi tutto...

Affittare la prima casa: ragioniamo sulla perdita di agevolazioni

Con 10 miliardi di tagli sulle agevolazioni fiscali per la prima abitazione la manovra finanziaria va a colpire praticamente tutti: dal proprietario che intende ristrutturare l’abitato all’affittuario. Per quanto riguarda i contratti di locazione della prima casa tuttavia, quanti l’abbiano stipulato potranno ancora contare su questi privilegi.

Leggi tutto...

Detrazione affitto: soggetti beneficiari e requisiti

Ci sono alcune categorie di lavoratori e di studenti che hanno diritto a ricevere alcuni benefici dall'Irpef, ovvero alcune detrazioni legate ai contratti d'affitto da scalare sul modello 730 della dichiarazione dei redditi. 

Leggi tutto...

Avviso sul Copyright

I contenuti di questo sito web sono protetti da Copyright. Ti invitiamo gentilmente a non duplicarli e a scriverci a info [@] elamedia.it se hai intenzione di usufruire dei servizi erogati dalla nostra Redazione.

Protected by Copyscape

Non bloccare la Pubblicità

Il tuo Browser blocca la nostra pubblicità? Ti chiediamo gentilmente di disattivare questo blocco. Per noi risulta di vitale importanza mostrarti degli spazi pubblicitari. Non ti mostreremo un numero sproporzionato di banner né faremo in modo che la tua esperienza sul nostro sito ne risenta in alcun modo.Ti invitiamo dunque ad aggiungere il nostro sito tra quelli esclusi dal Blocco della tua estensione e a ricaricare la pagina. Grazie!

Ricarica la Pagina

I più condivisi

Il piano di ammortamento: tutto quello che devi sapere dalla A alla Z

piano di ammortamento di un'azienda

Il periodo ti tempo concordato tra il cliente e l’istituto di credito per il rimborso del mutuo, si chiama comunemente piano di ammortamento. La modalità rateale di restituzione (del capitale più gli interessi maturati) e la durata di tale periodo, fanno capo al piano di pagamento che una volta terminato, ci consentirà di diventare a tutti gli effetti i proprietari dell’immobile in questione.

Leggi tutto...

I vantaggi di scegliere una casa in legno

In molti paesi sviluppati, quali il Nord America, Giappone, l'Europa continentale e la Scandinavia, è molto sviluppata l'attenzione verso il benessere abitativo. Questo si traduce anche nella scelta dei materiali da costruzione delle abitazioni.

Leggi tutto...

Plusvalenza prima casa: info e dettagli della compravendita

Immagine usata nell'articolo Plusvalenza prima casa: info e dettagli della compravendita

Nel caso di acquisto della prima casa, è prevista una serie di agevolazioni: l’imposta di registro è al 3% del valore; l’imposta ipotecaria corrisponde a 168,00 €; anche l’imposta catastale corrisponde a 168,00 €. Nel caso di vendita della prima casa, così come avviene per tutti gli immobili, per plusvalenza della prima casa si intende l’aumento di valore realizzato entro un determinato periodo di tempo.

Leggi tutto...

Provvigione agenzia immobiliare: consigli per non pagare troppo!

Il mediatore immobiliare e l'agenzia e l'agente immobiliare svolgono il ruolo di intermediario tra acquirente e venditore. Ci si rivolge ad un'agenzia immobiliare sia che si voglia vendere o acquistare un immobile, sia che si tratti di una compravendita che di una locazione.

Leggi tutto...

Mutui al 100%: tutto quello che c’è da sapere

Fino a qualche anno fa e più precisamente quando ancora non c’era stata la crisi del mercato delle compravendite in ambito immobiliare, il mutuo a copertura totale del valore dell'immobile, era facilmente offerto dagli istituti di credito.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Contratto di mediazione immobiliare:ecco cosa devi sapere

Immagine per  Contratto di mediazione immobiliare

Il contratto di mediazione immobiliare, disciplinato dagli artt. 1754 - 1765 c.c. regola l’attività di chi intende affidarsi a un mediatore (es.agenzia immobiliare), per la compra-vendita di un'abitazione.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Pagamento di una bolletta scaduta da 10 giorni: cosa succede?

Immagine di bolletta scaduta da 10 giorni

Entro quanto bisogna pagare le bollette? Chiaramente, il pagamento delle bollette deve avvenire entro la data di scadenza riportata sulle stesse, saldando completamente l’importo, altrimenti saranno considerate insolute a tutti gli effetti. Vediamo cosa succede nel caso di una bolletta scaduta da 10 giorni.

Leggi tutto...
Go to Top