Chi possiede una piscina nella propria abitazione o nel cortile o giardino adiacente ad essa, deve anche occuparsi e tenere in considerazione l'aspetto legato al riscaldamento . Un efficiente servizio di questo genere, può infatti accrescerne le sue potenzialità.

Aumentare le prestazioni

Acquistare una piscina per la propria casa prevede un dispendio economico spesso molto elevato; per aumentare le prestazioni e prolungare le stagioni dei bagni, è dunque fondamentale agire sulla temperatura. Senza riscaldamento della piscina l'uso della stessa resta infatti limitato.

Per tenere al caldo la vasca, sono necessari apparecchi specifici; in commercio ce ne sono di diversi: tradizionali diffusori di calore a metano o a gasolio; riscaldatori ecologici, che utilizzano le energie rinnovabili di sole o terra, usando pannelli solari o energia geotermica; apparecchi di riscaldamento elettrici.

Impianti

Tra i vari modelli di impianti per il riscaldamento, esistono, ad esempio, le pompe di calore, che sfruttano l'energia termica presente nell'aria, riversandola all'interno della vasca aumentandone la sua temperatura. Questo sistema di è quello più consono da utilizzare in casa, perché prevede un grande risparmio di energia e di soldi sulla bolletta.

Riscaldamento solare della piscina

Per un riscaldamento ottimale della vostra piscina casalinga è inoltre necessaria: una buona esposizione al sole, evitando luoghi dove c'è troppa vegetazione, che toglie molta luce e calore; una copertura isotermica da utilizzare durante le ore notturne e quando non viene utilizzata.

Come scegliere il sistema

Com’è stato già precedentemente detto esistono vari strumenti e sistemi per riscaldare l’acqua della propria vasca. Scegliere il metodo più adatto non è molto semplice, di seguito sono elencati alcuni suggerimenti utili che possono essere d’aiuto nella scelta dell'impianto ideale.

  • Tenere in considerazione la grandezza, la profondità e la larghezza della vasca per poter stabilire la quantità di acqua da riscaldare.
  • La tipologia di impianto e la sua installazione, vale a dire una piscina da interno, esterno, interrata, presenza o meno del bordo sfioratore.
  • La sua posizione e l’eventuale esposizione al sole o in una zona d’ombra.
  • Periodo di utilizzo, ad esempio solo durante l’estate, nei fine settimana ecc.
  • Temperatura ideale da raggiungere, che può variare di persona in persona.
  • Quantità di energia da poter utilizzare per il riscaldamento.

Per riuscire a mantenere tiepida l’acqua di una piscina è necessario coprirla con una serranda automatica o una qualsiasi copertura termica.

Caratteristiche del sistema a pompa di calore

E’una delle soluzioni più economiche per riscaldare la piscina e sfrutta la presenza di una pompa di calore, che è in grado di recuperare le calorie presenti nell’aria e trasferirle nella vasca. E’ fondamentale che il collegamento elettrico sia effettuato da un tecnico professionista, che in base al modello della pompa di calore la installerà all’esterno o all’interno del locale tecnico. Il suo costo è abbastanza elevato ma si può ammortizzare facilmente nel tempo grazie ai bassi costi di funzionamento.

Caratteristiche del riscaldatore elettrico

Si tratta di un riscaldatore formato da un corpo, una resistenza elettrica e una regolazione, l’acqua in questo caso si riscalda perchè attraversa il riscaldatore ed entra in contatto con la resistenza elettrica. La sua installazione è abbastanza semplice da effettuare e può essere inserito direttamente nel circuito di filtrazione o tramite by pass, richiede una manutenzione minima ed è particolarmente adatto alle piscine familiari. E’ di fondamentale importanza far convalidare il suo collegamento elettrico da un tecnico professionista.




Potrebbe interessarti

Affittare la prima casa: ragioniamo sulla perdita di agevolazioni

Affittare la prima casa

Con 10 miliardi di tagli sulle agevolazioni fiscali per la prima abitazione la manovra finanziaria va a colpire praticamente tutti: dal proprietario che intende ristrutturare l’abitato all’affittuario. Per quanto riguarda i contratti di locazione della prima casa tuttavia, quanti l’abbiano stipulato potranno ancora contare su questi privilegi.

Affitto a canone libero: cosa significa? Scopri le caratteristiche

Le locazioni a canone libero durano formalmente 4 anni, ma nella maggioranza dei casi, arrivano fino agli 8. In caso di mancanza di disdetta motivata da precise ragioni imposte dalla legge, il periodo di locazione è infatti automaticamente rinnovato, per la prima volta, di altri 4 anni.

Proroga locazione, informazioni e pagamenti

I contratti di affitto prevedono diverse appendici da conoscere: dopo aver parlato dei canoni d’affittodell’imposta di registro, della cessazione del contratto di locazione, ora approfondiremo il discorso relativo alla proroga del contratto di locazione, con informazioni sia di carattere generale che sul pagamento dell’imposta.

Avviso sul Copyright

I contenuti di questo sito web sono protetti da Copyright. Ti invitiamo gentilmente a non duplicarli e a scriverci a info [@] elamedia.it se hai intenzione di usufruire dei servizi erogati dalla nostra Redazione.

Protected by Copyscape

Non bloccare la Pubblicità

Il tuo Browser blocca la nostra pubblicità? Ti chiediamo gentilmente di disattivare questo blocco. Per noi risulta di vitale importanza mostrarti degli spazi pubblicitari. Non ti mostreremo un numero sproporzionato di banner né faremo in modo che la tua esperienza sul nostro sito ne risenta in alcun modo.Ti invitiamo dunque ad aggiungere il nostro sito tra quelli esclusi dal Blocco della tua estensione e a ricaricare la pagina. Grazie!

Ricarica la Pagina

I più condivisi

Vendo casa: i 5 errori di chi lo fa senza l’aiuto di un’agenzia

Spesso si pensa che dire “vendo casa” e pubblicare degli annunci privati sia sufficiente per raggiungere l’obiettivo di vendere in modo rapido ed economico il vecchio immobile della nonna, la casetta al mare o l’appartamento diventato troppo piccolo per una famiglia che sta allargando il proprio nucleo.

Tasso misto applicato ai mutui: sapete di cosa si tratta?

tasso misto

L’acquisto di un immobile e la conseguente richiesta di un mutuo, comporta un’attenta valutazione e analisi delle varie offerte proposte dagli istituti di credito. L’aspetto fondamentale da tenere in considerazione prima della sottoscrizione, è sicuramente dato dalla scelta del tasso d’interesse che verrà applicato al piano di ammortamento.

Guida per comprare casa: sei sicuro di conoscere ogni aspetto?

Guida per comprare casa

Comprare casa non è certamente un processo semplice. Leggere i giornali specializzati, informarsi sul Web, visitare gli immobili in vendita o studiare la planimetria di una casa in costruzione è importante ma può non bastare. Ecco alcuni consigli utili per chi ha deciso di comprare casa.

Leggi anche...

Imposta di registro contratti di locazione: una rapida spiegazione!

In materia di locazioni e di acquisto di immobili da adibire per vari usi, da quello abitativo a quello di natura commerciale, oltre alla stipula di un contratto d'affitto o di compravendita, è necessario pagare delle tasse e diversi tipi di imposte.

Leggi anche...

Leggere la bolletta: quanto costa l’energia elettrica

La lettura della bolletta dell’energia elettrica è spesso un vero e proprio rompicapo. Se aggiungiamo poi concetti difficili, come ad esempio l’adesione al Mercato Libero o al servizio di maggior tutela voluto dallo Stato, le cose si complicano ulteriormente. Anche perché in teoria il servizio appena citato dovrebbe mantenere basse le bollette, ma spesso non è così. La prima cosa da fare quando si legge la bolletta consiste nello scorporare i vari elementi che ci portano alla cifra finale. 

Go to Top