Riparazioni fai da te. Sembra una frase ad effetto in pieno stile pubblicitario ma in realtà è una condizione a cui tutti possiamo fare riferimento. In fondo tutti i giorni abbiamo a che fare con oggetti che sono sempre nella condizione di rompersi o rovinarsi. Spesso nelle nostre abitazioni abbiamo a che fare con gli oggetti presenti nelle varie stanze, da quelle che viviamo di più a quelle in cui siamo presenti di meno. Insomma, dalla cucina alla nostra camera da letto, dal bagno fino alla camera dei nostri bambini passando per il ripostiglio o la camera di servizio: quanti oggetti davanti a noi a cui magari non abbiamo nemmeno mai prestato attenzione!

E se avessi a che fare con le riparazioni fai da te di una cintura di pelle?

Per dire, avete mai pensato di riparare

  • una cinta di pelle?
  • una tazza rotta?
  • un giocattolo di plastica?

Avete mai pensato di mettere mano ad un oggetto di questi? E vi è mai venuto in mente di mettere alla prova le vostre capacità di ripararli? No? Allora mettetevi comodi e leggete attentamente quanto abbiamo da dirvi. Cominciando con le riparazioni fai da te di una cintura su una superficie piatta. 

Tazze e giocattoli, oggetti che possiamo aggiustare facilmente con delle riparazioni fai da te

Se abbiamo anche dei bambini allora sarà molto facile imbattersi nelle riparazioni fai da te dei giocattoli. 

Pasta modellabile e adesivo universale.

Ma quanti e quali prodotti sono necessari per tutto questo? Senza dubbio per realizzare queste riparazioni fai da te, anche se non serve una rossa esperienza, bisogna avere a portata di mano diverse quantità e qualità di articoli. Ad esempio si può prendere in considerazione pasta modellabile sulla superficie che vuoi attaccare o proteggere, resistente fino a 30 minuti per aggiustare prima che inizi la solidificazione per poi lasciarlo indurire per tutta la notte. O ancora puoi utilizzare nel caso ne avessi la necessità un adesivo universale grazie al quale potrai affrontare anche le riparazioni più grandi: un prodotto forte, molto veloce e riposizionabile grazie al quale vedrai i risultati dopo soli 60 secondi su diverse superfici come il cuoio, la gomma, il legno, il metallo, la porcellana, la carta e la plastica.

Non temere di affrontare le ristrutturazioni in cui ci sia il vetro: in casa tutto si può aggiustare

fai da te

Ci sono poi degli ottimo prodotti anche per le riparazioni fai da te in cui si il vetro, addirittura prodotti dal legame immediato senza residui e resistenti all’acqua e alla lavastoviglie. Ideale per il vetro, appunto, così come per il cristallo, il vetro colorato, quello lavorato, quello opaco ed il vetro soffiato. Si ha poi ovviamente la possibilità di incollare vetro su vetro in pochi secondo, risultando trasparente per gli incollaggi invisibili. Incredibile vero? E che dire allora dei prodotti scolla tutto? Imbattibili per quanto riguarda la rimozione della colla da oggetti incollati male, superfici macchiate e fuoriuscite di colla e utilissimi anche per le macchie di inchiostro, etichette e dita. La sua facilità di utilizzo la si riscontra anche per le applicazioni verticali. Ti sei convinto allora? Vuoi cominciare a diventare un tutto fare per le riparazioni fai da te dei tuoi ambienti e degli oggetti che ti sono familiari? Nulla di più facile, servono solo buoni prodotti e tanta buona volontà per il fai da te

Le ultime novità

carpenter 4070631 640

Oltre alla buona volontá e ai buoni prodotti, servono gli strumenti giusti e qualche buon consiglio, da parte di coloro che hanno giá acquisito una certa dimestichezza o esperienza in questo campo davvero ampio. A questo proposito, per poter riparare qualsiasi oggetto che si sia rotto, da quello piú grande a quello piú piccolo, è fondamentale avere molta pazienza, sia per cercare di capire il miglior metodo di riparazione e sia nell'attesa di vedere buoni risultati. Infatti, non tutti riescono a diventare abili riparatori immediatamente.

Medesima pazienza per le riparazioni fai da te si deve avere per imparare tecniche e trucchi nel corso del tempo o, anche, i meccanismi di funzionamento di alcuni oggetti complessi. Si pensi ad esempio ai giocattoli dei bambini. Non sempre facilmente riparabili. Infine, ulteriore elemento importante nelle riparazioni fai da te è l'ordine, sia relativamente ad un'attenta e precisa procedura nell'esecuzione di un intervento e sia per ció che concerne un'adeguata manutenzione degli attrezzi da lavoro.

Ed a proposito di questi ultimi, nel 2021 ormai abbiamo a disposizione una vasta gamma di strumenti che possono essere utilissimi nelle riparazioni fai da te e possono essere acquistati facilmente presso ferramenta, negozi specializzati o direttamente su siti web. Il tutto a prezzi anche contenuti. Tali attrezzi devono essere comunque di buona qualitá, a cui si possono aggiungere, nel caso, anche alcuni di tipo professionale, per quelle riparazioni fai da te che necessitano di interventi importanti. Insomma, pochi utensili ma ottimi, che non si rovinino al primo utilizzo.

Ma quali sono questi attrezzi indispensabili da avere in casa per effettuare qualsiasi genere di riparazioni fai da te? Innanzitutto, cacciaviti con punta a croce e con punta piatta; una bella pinza universale; due martelli, di cui uno piú grande e l'altro piú piccolo; una chiave a pappagallo; delle chiavi inglese di varie dimensioni; naturalmente chiavi a brugola; un cutter e poi anche un metro. A questi utensili, poi, se ne possono aggiungere anche altri nel corso del tempo, ma rappresentano comunque il minimo indispensabile per poter cercare di riparare oggetti o altri elementi rotti.    

L'articolo è stato scritto dalla Redazione di ElaMedia Group

Potrebbe interessarti

Disdetta dell'affitto: conosci tempistiche e procedure?

Se si dispone di contratto con Equo canone, non è possibile disdettarlo per i primi 4 anni, neppure nel caso in cui il proprietario abbia la necessità di riavere l'immobile per adibirlo come propria abitazione.

Contratto di sublocazione: scopri caratteristiche, norme e rapporti

 Immagine per contratto di sublocazione

Quando l'affittuario deve lasciare l’appartamento locato per un certo periodo può affittarlo a terzi per coprire le spese, senza però avere l’intenzione di disdire il contratto principale. Il conduttore può quindi sottoscrivere un contratto di sublocazione.

Affitto a canone libero: cosa significa? Scopri le caratteristiche

Le locazioni a canone libero durano formalmente 4 anni, ma nella maggioranza dei casi, arrivano fino agli 8. In caso di mancanza di disdetta motivata da precise ragioni imposte dalla legge, il periodo di locazione è infatti automaticamente rinnovato, per la prima volta, di altri 4 anni.

I più condivisi

Salone del Mobile di Parma: informazioni e contatti

Per riuscire a trovare l’arredamento giusto, prima di recarsi presso un negozio o centro commerciale, è possibile visitare il Salone del Mobile di Parma o uno dei grandi Saloni del Mobile in Italia che offrono un'amplissima panoramica sulle nuove tendenze e che offrono soluzioni alla portata delle tasche di chiunque.

Capitolato d'appalto: come compilarlo

L’acquisto o l’affitto di un immobile necessita spesso di opere di ristrutturazione volte a rendere più confortevole, e al contempo agibile, l’abitazione stessa. Per effettuare dei lavori di ristrutturazione sono però necessari, soprattutto in casi speciali, delle autorizzazioni specifiche e il capitolato d'appalto è una di queste. 

Un approccio smart per l'immobiliare

telephone-immobiliare.jpg

Può capitare di avere un immobile inutilizzato, magari frutto di un'eredità o semplicemente una casa che si trova in un posto fuori mano, ma da cui vorremmo comunque ottenere una rendita. Il mattone è sempre un buon sistema per garantirsi un’entrata in più, se non altro per coprire le spese e le tasse, a patto di riuscire a vendere o affittare.

Leggi anche...

Antenna condominiale: vi sveliamo come ci si comporta!

immagine per antenna condominiale

Una eventuale situazione che potrebbe verificarsi all'interno del condominio e che potrebbe richiedere la convocazione di un'assemblea condominiale per deliberare sul dal farsi e sulla ripartizione delle spese è quella legata all'installazione dell'antenna condominiale o per un singolo appartamento.

Leggi anche...

Subentro acqua: cosa fare per la disdetta?

Per effettuare la disdetta del contratto di fornitura dell'acqua, è necessario che il cliente si presenti, con l'ultima bolletta ricevuta, presso l'ufficio della società titolare, per sottoscrivere il relativo modulo.

Go to Top