Riparazioni fai da te. Sembra una frase ad effetto in pieno stile pubblicitario ma in realtà è una condizione a cui tutti possiamo fare riferimento. In fondo tutti i giorni abbiamo a che fare con oggetti che sono sempre nella condizione di rompersi o rovinarsi. Spesso nelle nostre abitazioni abbiamo a che fare con gli oggetti presenti nelle varie stanze, da quelle che viviamo di più a quelle in cui siamo presenti di meno. Insomma, dalla cucina alla nostra camera da letto, dal bagno fino alla camera dei nostri bambini passando per il ripostiglio o la camera di servizio: quanti oggetti davanti a noi a cui magari non abbiamo nemmeno mai prestato attenzione!

E se avessi a che fare con la riparazione di una cintura di pelle?

Per dire, avete mai pensato di riparare

  • una cinta di pelle?
  • una tazza rotta?
  • un giocattolo di plastica?

Avete mai pensato di mettere mano ad un oggetto di questi? E vi è mai venuto in mente di mettere alla prova le vostre capacità di ripararli? No? Allora mettetevi comodi e leggete attentamente quanto abbiamo da dirvi. Cominciando con la riparazione fai da te di una cintura su una superficie piatta. Assicurarsi che le parti da incollare siano pulite e completamente asciutte. Piegare poi indietro la parte alta e applicare attentamente una piccola quantità di colla sulla superficie bassa della cintura, non troppo vicina all'estremità, per evitare che fuoriesca. Premere fermamente le due parti una contro l'altra e aspettare qualche minuto. Non muovere le superfici sino ad incollaggio avvenuto. Non preoccuparsi se c'è della colla in eccesso a questo punto. Potrà essere facilmente rimossa una volta asciutto.

Tazze e giocattoli, oggetti che possiamo aggiustare facilmente con una riparazione fai da te

riparazioni fai da te

Se abbiamo anche dei bambini allora sarà molto facile imbattersi nelle riparazioni fai da te dei giocattoli. Ma come? Innanzitutto assicurarsi che le superfici da incollare siano pulite e completamente asciutte ed applicare l'attivatore con la penna su entrambe le superfici e attendere per circa 60 secondi. Rimuovere poi il tappo e applicare una piccola quantità di colla su una superficie ed unire le due superfici ed esercitare pressione per alcuni secondi fino ad avvenuto incollaggio. Lasciate asciugare per almeno 1-2 ore e per assicurare un risultato perfetto, è preferibile lasciar seccare per una notte. Infine, una volta asciutto, eliminare eventuali residui con un coltello o un tessuto imbevuto di un prodotto adatto a scollare o solvente per unghie contenete acetone e richiudere immediatamente il prodotto e conservarlo nella sua confezione in un luogo fresco e asciutto. Facilissimo anche per la tazza: le due superfici da incollare devono essere pulite e completamente asciutte. Solo allora puoi versare attentamente una piccola goccia di colla su una delle superfici e premere le due parti una contro l'altra immediatamente e lascia passare almeno 1 ora prima di far entrare la tazza in contatto con sostanze liquide. Per assicurare un risultato perfetto, è preferibile lasciar seccare per una notte e poi richiudere immediatamente il prodotto e conservarlo nella sua confezione in un luogo fresco e asciutto.

Pasta modellabile e adesivo universale.

Ma quanti e quali prodotti sono necessari per tutto questo? Senza dubbio per realizzare queste riparazione, anche se non serve una rossa esperienza, bisogna avere a portata di mano diverse quantità e qualità di articoli. Ad esempio si può prendere in considerazione pasta modellabile sulla superficie che vuoi attaccare o proteggere, resistente fino a 30 minuti per aggiustare prima che inizi la solidificazione per poi lasciarlo indurire per tutta la notte. O ancora puoi utilizzare nel caso ne avessi la necessità un adesivo universale grazie al quale potrai affrontare anche le riparazioni più grandi: un prodotto forte, molto veloce e riposizionabile grazie al quale vedrai i risultati dopo soli 60 secondi su diverse superfici come il cuoio, la gomma, il legno, il metallo, la porcellana, la carta e la plastica.

Non temere di affrontare le riparazioni in cui ci sia il vetro. Poi lo scolla tutto…

Ci sono poi degli ottimo prodotti anche per le riparazioni fai da te in cui si il vetro, addirittura prodotti dal legame immediato senza residui e resistenti all’acqua e alla lavastoviglie. Ideale per il vetro, appunto, così come per il cristallo, il vetro colorato, quello lavorato, quello opaco ed il vetro soffiato. Si ha poi ovviamente la possibilità di incollare vetro su vetro in pochi secondo, risultando trasparente per gli incollaggi invisibili. Incredibile vero? E che dire allora dei prodotti scolla tutto? Imbattibili per quanto riguarda la rimozione della colla da oggetti incollati male, superfici macchiate e fuoriuscite di colla e utilissimi anche per le macchie di inchiostro, etichette e dita. La sua facilità di utilizzo la si riscontra anche per le applicazioni verticali. Ti sei convinto allora? Vuoi cominciare a diventare un tutto fare per le riparazioni dei tuoi ambienti e degli oggetti che ti sono familiari? Nulla di più facile, servono solo buoni prodotti e tanta buona volontà per il fai da te. Buon lavoro!





Potrebbe interessarti

Self Storage a Milano (e in Lombardia): quali contattare?

In questo modo, il servizio di self storage di Milano e della Lombardia viene incontro alle esigenze individuali o delle aziende, fungendo da deposito extra per gli eccessi di materiale o di archivio.

Leggi tutto...

Le agenzie immobiliari di Padova: trova le più affidabili!

Le agenzie immobiliari si rivelano fondamentali quando si cerca casa in una città come Padova, dove gli annunci di vendita e affitto sembrano moltiplicarsi a vista d’occhio; vedremo, nell’articolo che segue, quale sia il ruolo degli operatori in questo campo e dove contattare le agenzie più rinomate per la loro affidabilità.

Leggi tutto...

Come funziona la locazione abitativa agevolata

Il contratto di locazione abitativa agevolata, detto anche affitto a canone concordato, è una tipologia di locazione introdotta a fine anni ’90 con la legge del 9 dicembre 1998, n. 431. La possibilità di stipulare un contratto di locazione abitativa agevolata è riservata alle abitazioni presenti in comuni ad alta densità abitativa che abbiano stipulato una convenzione con le associazioni di categoria.

Leggi tutto...

Affittare la prima casa: ragioniamo sulla perdita di agevolazioni

Con 10 miliardi di tagli sulle agevolazioni fiscali per la prima abitazione la manovra finanziaria va a colpire praticamente tutti: dal proprietario che intende ristrutturare l’abitato all’affittuario. Per quanto riguarda i contratti di locazione della prima casa tuttavia, quanti l’abbiano stipulato potranno ancora contare su questi privilegi.

Leggi tutto...

Morosità del canone di affitto

Nei casi di protratto mancato pagamento del canone di affitto e/o delle quote condominiali, il proprietario può effettuare lo sfratto per morosità.

Leggi tutto...

Avviso sul Copyright

I contenuti di questo sito web sono protetti da Copyright. Ti invitiamo gentilmente a non duplicarli e a scriverci a info [@] elamedia.it se hai intenzione di usufruire dei servizi erogati dalla nostra Redazione.

Protected by Copyscape

Non bloccare la Pubblicità

Il tuo Browser blocca la nostra pubblicità? Ti chiediamo gentilmente di disattivare questo blocco. Per noi risulta di vitale importanza mostrarti degli spazi pubblicitari. Non ti mostreremo un numero sproporzionato di banner né faremo in modo che la tua esperienza sul nostro sito ne risenta in alcun modo.Ti invitiamo dunque ad aggiungere il nostro sito tra quelli esclusi dal Blocco della tua estensione e a ricaricare la pagina. Grazie!

Ricarica la Pagina

I più condivisi

I vantaggi di scegliere una casa in legno

In molti paesi sviluppati, quali il Nord America, Giappone, l'Europa continentale e la Scandinavia, è molto sviluppata l'attenzione verso il benessere abitativo. Questo si traduce anche nella scelta dei materiali da costruzione delle abitazioni.

Leggi tutto...

Rinegoziazione mutuo: quando effettuarla?

 

Se non si è soddisfatti del proprio mutuo è possibile tentare una rinegoziazione con la banca erogatrice. Questa può rifiutarsi, ma sono possibili altre alternative. Vediamo quali.

Leggi tutto...

La plusvalenza nella vendita di un immobile: una guida

Nel caso di vendita di un immobile (appartamento, terreno), per plusvalenza si intende l’aumento di valore realizzato entro un determinato periodo di tempo. Ai fini fiscali, questo aumento di valore è indice di una maggiore capacità contributiva ed è tassato attraverso imposte dirette. A differenza di altri redditi da capitale, non vengono calcolati sulla base imponibile dell'IRPEF.

Leggi tutto...

Compravendita tra privati: quali sono le imposte?

Quando si effettua una compravendita di una casa, le imposte da pagare vanno calcolate in modo diverso a seconda del tipo di acquisto: da privato o da costruttore. Chi decide di acquistare da un privato (o comunque da un soggetto diverso dall'impresa costruttrice) potrà pagare le imposte di registro, che saranno interamente dichiarate nell'atto di compravendita.

Leggi tutto...

Analisi dei mercati finanziari per la scelta del mutuo

Le statistiche rivelano che gli italiani che acquistano una casa ricorrono – nell’80% dei casi – al mutuo.  Quando si decide di comprare casa affidandosi alla possibilità di accendere un mutuo si commette spesso l’errore di sottovalutare la propria capacità di mutuo-acquisto vale a dire l’importo massimo che una banca è disposta ad erogare in base alle garanzie e condizioni del richiedente.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Comproprietà immobile: comunione di proprietari

L'acquisto di una casa o l'affitto di un appartamento o di una stanza, comportano sempre delle pratiche legali da svolgere e dei contratti da firmare.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Documenti volture Acea: quali sono i dati necessari a richiedere la voltura?

Quando si richiedono delle volture ACEA o dei subentri relativi all'energia elettrica, sono necessari dei dati e dei documenti specifici per ottenerle.

Leggi tutto...
Go to Top