Costruire e mantenere una piscina in giardino è sicuramente un’idea interessante che può dare molte soddisfazioni e aumentare drasticamente il valore della propria casa, molto utile anche se un giorno la proprietà sarà venduta. Costruzione e manutenzione non sono certo gratuiti e portano con sé dei costi da affrontare.

Il costo finale per la realizzazione della piscina dipende da molti fattori, che principalmente dipendono dalle proprie scelte di materiale di costruzione, accessori e misure. Quindi, le seguenti domande influiranno molto sulla spesa totale: 

Quanto misurerà la piscina?

Certamente, più materiale e più giorni lavorativi si impiegheranno, più elevato sarà il costo finale. Da notare anche che per piscine con oltre 80mq di superficie potrebbe comportare tasse extra. Raccomandiamo di informarsi presso il Comune al riguardo, per esserne certi. 

È un modello con una forma standard o una forma personalizzata e complicata?

Una forma meno standard richiede una pianificazione maggiore e può quindi aumentare il costo in fase di pianificazione e costruzione. Se lo spazio esterno a disposizione dovesse richiedere per forza una soluzione su misura o se si desidera comunque personalizzare la forma, è utile sapere che con materiali di costruzione più moderni possono essere abbassati i costi finali anche di soluzioni su misura.

La soluzione più moderna con elevata libertà nella scelta della forma, che allo stesso tempo può essere installata più velocemente (=risparmio sul costo per i lavoratori), sono i pannelli in acciaio.

Quali bordi si vanno a costruire (materiale e misure)?

Per mantenere sano il prato intorno alla piscina e metterlo al riparo dal cloro, è necessario prevedere la costruzione del cosiddetto solarium, ovvero di un bordo piscina. Esistono infinite varianti di materiali che possono variare nel prezzo, ma qui non è raccomandabile voler risparmiare a tutti i costi.

Piuttosto è saggio assicurarsi di scegliere un materiale antiscivolo e atermico, che riduce il rischio di scivoli e che non supererà una certa temperatura neanche nelle calde giornate di agosto.

Con quali materiali e con quale tecnica sarà costruita la piscina?

Questo è un fattore importante, visto che il modo di costruzione scelto può richiedere più tempo o meno tempo. Un giorno lavorativo in più da pagare pesa sempre sul costo finale.

I pannelli di acciaio già menzionati sotto il punto “È un modello con una forma standard o una forma personalizzata e complicata?” ci convincono di nuovo: Il brand i.Blue Piscine ad esempio ha sviluppato una tecnica di costruzione che, grazie ai pannelli, permette di consegnare la piscina interrata chiavi in mano dopo solamente 3 settimane di lavoro.

Con quali materiali viene rivestita la vasca?

Qui, anziché di optare per mosaici costosi, che devono essere sigillati ogni anno per evitare delle perdite d’acqua, consigliamo di optare per un rivestimento in liner, una forma di pvc molto durevole e resistente al cloro dell’acqua, al sole etc. 

Quali accessori si vanno ad aggiungere?

Evidentemente, ogni accessorio extra per la nuova piscina interrata ha un costo. Alcuni però sono da considerare come obbligatori, visto la loro utilità che li rende praticamente imprescindibili. Poi, l’anno prossimo, sarà sempre possibile aggiungere qualche extra. Iniziamo quindi con gli accessori che raccomandiamo di prevedere già nei costi di pianificazione.

  • Doccia esterna: Per mantenere sani pelle e capelli, mantenere più a lungo l’abbronzatura estiva e per proteggere il prato dalle gocce di acqua con cloro, è quasi d’obbligo munire la piscina di doccia esterna. Il nostro consiglio è di optare per una doccia solare per mantenere bassi i costi fissi.
  • Copertura: Anche in estate è necessario coprire la piscina quando non la si usa, per numerosi motivi: L’acqua non si sporca quando la piscina viene coperta. Questo riduce il tempo necessario di manutenzione per pulire l’acqua, ma frena anche l’evaporazione dell’acqua durante la notte e mantiene allo stesso tempo una temperatura gradevole. Così al mattino la vasca sarà già pronta per il primo tuffo!
  • Illuminazione: Non solo è esteticamente molto bello avere una piscina illuminata, ma diventa anche molto più sicura durante le serate estive. Inoltre, è fantastico poterla così usare anche di notte. L’illuminazione, tra l’altro, non pesa più così tanto sulla bolletta come faceva ancora qualche anno fa. Questo grazie alle luci moderne in LED che consumano molto poco. Il nostro consiglio: Prevedere luci colorate per effetti meravigliosi e approfittare dei benefici della cromoterapia.


Potrebbe interessarti

Come funziona la locazione abitativa agevolata

Il contratto di locazione abitativa agevolata, detto anche affitto a canone concordato, è una tipologia di locazione introdotta a fine anni ’90 con la legge del 9 dicembre 1998, n. 431. La possibilità di stipulare un contratto di locazione abitativa agevolata è riservata alle abitazioni presenti in comuni ad alta densità abitativa che abbiano stipulato una convenzione con le associazioni di categoria.

Recesso di contratto di locazione: quali sono le modalità?

 

Nella situazione economica italiana, molte più persone ricorrono all’affitto di un immobile ad uso abitativo non potendosi permettere l’acquisto di una casa propria. Esistono però anche casi di recesso del contratto di locazione e su questo campo ci sono molte regole e leggi da sapere.

Contratto di sublocazione: scopri caratteristiche, norme e rapporti

 Immagine per contratto di sublocazione

Quando l'affittuario deve lasciare l’appartamento locato per un certo periodo può affittarlo a terzi per coprire le spese, senza però avere l’intenzione di disdire il contratto principale. Il conduttore può quindi sottoscrivere un contratto di sublocazione.

Avviso sul Copyright

I contenuti di questo sito web sono protetti da Copyright. Ti invitiamo gentilmente a non duplicarli e a scriverci a info [@] elamedia.it se hai intenzione di usufruire dei servizi erogati dalla nostra Redazione.

Protected by Copyscape

Non bloccare la Pubblicità

Il tuo Browser blocca la nostra pubblicità? Ti chiediamo gentilmente di disattivare questo blocco. Per noi risulta di vitale importanza mostrarti degli spazi pubblicitari. Non ti mostreremo un numero sproporzionato di banner né faremo in modo che la tua esperienza sul nostro sito ne risenta in alcun modo.Ti invitiamo dunque ad aggiungere il nostro sito tra quelli esclusi dal Blocco della tua estensione e a ricaricare la pagina. Grazie!

Ricarica la Pagina

I più condivisi

Costo di una casa prefabbricata: conviene la scelta ecologica?

Ci sono diverse modalità di costruzione e realizzazione di un'abitazione, che variano in base ai materiali utilizzati, al luogo in cui nascerà la stessa, alle modalità di messa in opera e alla tipologia di struttura dell'edificio. Si parla infatti spesso di appartamenti in condominio, case a schiera, ville singole ecc.

Facciamo chiarezza sull’immobile strumentale

Gli immobili strumentali rappresentano una particolare tipologia di bene. In pratica si distinguono in quanto vengono comprati dalle aziende per esercitare le proprie attività. Sottolineiamo il fatto che esistono:

La plusvalenza nella vendita di un immobile: una guida

Nel caso di vendita di un immobile (appartamento, terreno), per plusvalenza si intende l’aumento di valore realizzato entro un determinato periodo di tempo. Ai fini fiscali, questo aumento di valore è indice di una maggiore capacità contributiva ed è tassato attraverso imposte dirette. A differenza di altri redditi da capitale, non vengono calcolati sulla base imponibile dell'IRPEF.

Leggi anche...

Isolamento Acustico delle pareti: requisiti passivi e normative

Prima di tutto è bene chiarire che molti edifici sono costruiti seguendo la logica dell'isolamento acustico delle pareti architettonico. Questa logica annovera al proprio interno dei requisiti acustici passivi (le caratteristiche qualificanti le fonti sonoro/acustiche esterne ed interne nella costruzione di un edificio).

Leggi anche...

Faretti a led da incasso: come installarli?

Quando si acquista casa, si sente spesso l'esigenza di modificare il vecchio impianto d'illuminazione, spostando le prese di accensione o magari optando per faretti da incasso luminosi e meno ingombranti del normale lampadario.

Leggi anche...

Conguaglio Enel (ma non solo): scopriamo cosa cambia?

Immagine per conguaglio enel

L'emissione delle fatture della luce avviene solitamente con periodicità bimestrale per i clienti domestici e per i non domestici alimentati in bassa tensione con potenza impegnata non superiore a 30 kw. Il cliente domestico dovrebbe pertanto ricevere in un anno circa 6 bollette di cui una di conguaglio enel.

Go to Top