Se molti prediligono la pittura per le pareti di casa, molti altri optano spesso per il rivestimento con carta da parati.

La carta può essere inoltre utilizzata anche per ornare e abbellire, magari sfruttando anche la tecnica del decoupage, armadi, credente, cassapanche e quant'altro.

Posare la carta da parati non è un'operazione facilissima, ma se si seguono piccole indicazioni risulterà semplice e comoda da installare. La prima cosa da fare, ancor prima di posarla, è scegliere quella che più si adatta al tipo di arredamento e che rispecchi al meglio i proprio gusti e le proprie esigenze.

Come scegliere

La carta può essere scelta anche in base alla zona dell'abitazione e al tipo di muro che dovrà essere trattato.

Da valutare sono soprattutto le superfici, se lisce o ruvide o irregolari, e se il locale è umido (bagno, cucina), oppure presenta delle condizioni termiche più asciutte (camera, soggiorno, corridoio).

Per un muro molto irregolare, bisognerà comunque optare quella in vinile pesante, che riesce a nascondere ogni genere di imperfezione.

Servirà uno spruzzo di vapore o una spugna inumidita, per rimuovere quella vecchia, se già presente; i muri dipinti andranno invece lavati con un detergente speciale e poi trattati con carta vetrata.

Per posarla sono necessari i seguenti attrezzi: carta vetrata; metro; colla; taglierino; solvente; spatola in plastica e metallo; detersivo, per muri dipinti; rulli diritti; rotella da tappezziere; sgabello; secchio per colla e lavaggio; righello, per ritagli dopo la posa; straccio; filo a piombo; forbici; tavolo da tappezziere; pennello, per applicare la colla; spazzola da tappezziere.

Consigli utili

Il rivestimento non è un’operazione molto semplice da effettuare, ma basta seguire alcuni semplici consigli, che sono illustrati nell’elenco che segue, per riuscire ad ottenere un buon risultato.

  • Nel caso in cui il muro è poroso o nuovo è importante utilizzare un preincollante specifico 24 ore prima di iniziare ad attaccare la carta da parati. Il preicollante deve essere obbligatoriamente passato sui pannelli di gesso.
  • Nel caso in cui sui muri è presente una pittura è necessario lavarlo con un detergente specifico e poi levigare la parte con una carta vetrata, in modo che la colla possa aderire in maniera più profonda.
  • Nel caso in cui i muri siano già tappezzati è necessario levare la carta già esistente con l’aiuto di un solvente specifico, diluito con acqua calda. La soluzione deve essere lasciata sulla parete per almeno dieci minuti e poi si può procedere all’eliminazione della carta, con l’ausilio di un’apposita spatola.
  • Nel caso in cui sui muri siano presenti delle crepe o comunque la superficie non è liscia, è importante stuccare la parete, passare la carta vetrata e spolverare la zona.

Come prepararla

Preparare la carta da parati richiede pazienza e precisione, ma seguendo alcuni semplici consigli che sono illustrati di seguito, questa delicata operazione risulterà più semplice.

  • Misurare l’altezza del muro senza tenere in considerazione lo zoccolino.
  • Preparare accuratamente la colla e lasciarla riposare almeno dieci minuti prima di utilizzarla.
  • Cominciare ad attaccare la carta iniziando dalla parte superiore del muro, prestando particolare attenzione a lasciare l’altra metà del foglio ripiegata su se stessa.
  • Stendere il foglio con le mani facendo attenzione alla formazione di bolle d’aria, passare poi la spatola dal centro verso l’esterno.
  • Stendere la seconda metà del foglio facendo però pressione con le mani nella parte già incollata.
  • Procedere con gli altri fogli, facendo attenzione a far combaciare bene i bordi.

Per riuscire a rendere invisibili i punti dove i vari fogli combaciano, è necessario passare sopra le congiunzioni un rullino. Se la carta utilizzata ha però dei disegni in rilievo, è consigliabile utilizzare uno straccio asciutto.





Potrebbe interessarti

Tassa di registro: come si calcola?

Se si intende acquistare o prendere in affitto un immobile da abitare oppure da adibire per usi diversi, ad esempio di natura commerciale o ad uso ufficio, è necessario in primis stipulare un contratto d'affitto o di compravendita.

Leggi tutto...

Contratto di affitto con cedolare secca: tutte le caratteristiche

La locazione di un immobile, ma anche di una semplice stanza, soprattutto se si tratta di studenti, necessita sempre e obbligatoriamente della regolare registrazione di un contratto. Nel caso di affitti a studenti questo spesso non accade; ogni anno infatti sono numerosi i ragazzi che pagano l'affitto del proprio posto letto in nero.

Leggi tutto...

Locazione uso foresteria: scopriamo i vantaggi

 

Con il contratto di locazione ad uso foresteria una società per capitali prende in affitto un’abitazione ad uso dei suoi dipendenti.

Leggi tutto...

Le agenzie immobiliari di Padova: trova le più affidabili!

Le agenzie immobiliari si rivelano fondamentali quando si cerca casa in una città come Padova, dove gli annunci di vendita e affitto sembrano moltiplicarsi a vista d’occhio; vedremo, nell’articolo che segue, quale sia il ruolo degli operatori in questo campo e dove contattare le agenzie più rinomate per la loro affidabilità.

Leggi tutto...

Mutuo affitto: scopri tutte le caratteristiche

Il cosiddetto "mutuo affitto" è una formula nata in tempi recenti con la quale gli istituti di credito vengono incontro alle esigenze di quanti abbiano bisogno di un prestito ma che non possano permettersi di pagare interessi troppo alti.

Leggi tutto...

I più condivisi

Acquisto terreni edificabili: come funziona la compravendita

La possibilità di edificare su un terreno dipende dalla destinazione prevista per tale area nel piano regolatore generale del Comune in cui è situato. L'acquisto di terreni edificabili, quindi, segue una precisa regolamentazione.

Leggi tutto...

Accollo mutuo esistente: di cosa stiamo parlando?

Quando si vuole acquistare un immobile sempre più spesso accade che, ciò che si vuole acquistare abbia già un mutuo acceso dall'attuale venditore oppure, nei casi in cui si decide di acquistare un immobile nuovo dall'impresa che abbia richiesto un finanziamento per erigere il fabbricato.

Leggi tutto...

Il tasso misto applicato ai mutui

L’acquisto di un immobile e la conseguente richiesta di un mutuo, comporta un’attenta valutazione e analisi delle varie offerte proposte dagli istituti di credito. L’aspetto fondamentale da tenere in considerazione prima della sottoscrizione, è sicuramente dato dalla scelta del tasso d’interesse che verrà applicato al piano di ammortamento.

Leggi tutto...

Costo di una casa prefabbricata: conviene la scelta ecologica?

Ci sono diverse modalità di costruzione e realizzazione di un'abitazione, che variano in base ai materiali utilizzati, al luogo in cui nascerà la stessa, alle modalità di messa in opera e alla tipologia di struttura dell'edificio. Si parla infatti spesso di appartamenti in condominio, case a schiera, ville singole ecc.

Leggi tutto...

La plusvalenza nella vendita di un immobile: una guida

Nel caso di vendita di un immobile (appartamento, terreno), per plusvalenza si intende l’aumento di valore realizzato entro un determinato periodo di tempo. Ai fini fiscali, questo aumento di valore è indice di una maggiore capacità contributiva ed è tassato attraverso imposte dirette. A differenza di altri redditi da capitale, non vengono calcolati sulla base imponibile dell'IRPEF.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Cambio gestore per l'energia: si può risparmiare

Il consumo di elettricità è una delle spese fisse mensili che deve sostenere la famiglia italiana. 

Leggi tutto...

Leggi anche...

Serrature: perché sono così importanti?

Parlare di sicurezza dell’abitazione è per noi molto importante. Dobbiamo sempre tenere in conto alcuni fattori per aumentare il livello di protezione: in questo articolo vi parleremo principalmente delle serrature e dei cilindri. È possibile installare sistemi di allarme e di videosorveglianza, acquistare e installare una porta blindata, ma anche la serratura è importantissima. Soprattutto, è importante la manutenzione, un servizio offerto dal fabbro da non sottovalutare in alcun modo.

Leggi tutto...

Leggi anche...

La voltura del gas: procedura e documenti necessari

Eni è una grande azienda dedicata all'energia. Conta più di 75.000 dipendenti presenti in quasi 70 paesi. Eni si occupa di: ricerca, produzione, commercializzazione di petrolio e gas naturale.

Leggi tutto...
Go to Top