Il poter avere a disposizione un bel giardino o un ampio terrazzo rappresenta il sogno di tante persone al giorno d’oggi. Uno spazio in cui poter ospitare un bel cane, far giocare i propri bambini o semplicemente rilassarsi nelle calde giornate estive o organizzare qualche divertente party con amici o parenti. Tuttavia, come qualsiasi altro ambiente di casa, esso deve essere arredato in maniera consona, con un’adeguata scelta di tavoli e poltrone da esterno di design o anche semplici, in base ai propri gusti.

E come altri ambienti casalinghi, bisogna scegliere anche il tipo di arredamento da inserire. Se si ama la praticità e la semplicità, si può optare per un mobilio minimal ma confortevole e che abbia comunque gusto. Se invece si desiderasse avere un giardino o un terrazzo di stile, con un arredamento raffinato ed elegante, ecco quindi che si deve optare per un mobilio e delle poltrone da esterno di design, capaci di dare un tocco moderno e chic all’interno ambiente esterno della propria abitazione. 

Nel caso si amasse quest’ultima soluzione, quali sono, ad esempio, le tipologie di poltrone da esterno di design tra cui poter scegliere? Quali materiali o modelli sarebbero maggiormente consoni a questo tipo di ambiente? Ricordiamoci, infatti, che comunque questo resta esterno alla casa e quindi maggiormente soggetto alle intemperie e agli sbalzi di temperatura delle stagioni. Scopriamo quindi quali poltrone da esterno di design vi sono in commercio e tra cui è possibile optare per arredare il proprio giardino o terrazzo.

I materiali utilizzati per le poltrone da esterno di design

Per quanto riguarda i materiali, si ha a disposizione un’ampia scelta, tuttavia bisogna considerare in tal caso il genere di arredamento che si possiede all’esterno ed altri elementi. Infatti, le poltrone da esterno di design devono conformarsi all’arredamento generale dell’ambiente. Se quest’ultimo presenta mobili in alluminio e di tipo moderno, non possiamo optare per poltrone da esterno di design in legno e stile classico. Sarebbe una scelta inopportuna e di pessimo gusto.

Altro fattore importante è la presenza o meno di copertura del giardino o del terrazzo. Infatti, delle poltrone da esterno di design in legno sono sconsigliate se manchi la copertura, in quanto col tempo possono deteriorarsi e scolorirsi, sebbene diano un tocco di raffinata eleganza. Plastica, plexiglass o alluminio invece offrono maggiore resistenza alle intemperie, ma in alcuni casi tendono a penalizzare il comfort e l’eleganza. Di conseguenza, la scelta dei materiali dipende da quali elementi vogliamo prediligere per il nostro ambiente esterno.

Poltrone da giardino d’effetto, i tipi in commercio

poltrone da esterno di design

Vi sono le poltrone a dondolo da giardino, che non si differenziano di molto da quelle con pedana basculante alla base presenti in altri ambienti della casa. Questa tipologia di poltrone da esterno design offre un comfort considerevole ed un’eleganza elevata. Sono estremamente versatili, invece, le poltrone reclinabili da esterni, in quanto consentono di poter scegliere la posizione migliore una volta seduti o addirittura la modalità sdraiata. Tale modello di poltrone da esterno design è apprezzatissimo appunto per questo.

Belle sono anche le poltrone sospese, che possono essere del tipo a dondolo o ad amaca. Queste ultime si possono agganciare al soffitto (nel caso vi fosse presente una copertura) oppure ad una struttura indipendente e consentono di rilassarsi, cullandosi in modo dolce. Poi vi sono le poltrone a sacco, simili ai classici pouf, e che sono apprezzate per la loro notevole morbidezza e l’ampia scelta di misure e tipologie disponibili.

Esistono anche altri modelli di poltrone da esterno di design, come ad esempio quelle pieghevoli o dotate di imbottiture, stoffe in vari materiali e braccioli. Le prime offrono una praticità assoluta ed occupano pochissimo spazio una volta chiuse, tuttavia non sono apprezzatissime per l’eleganza e lo stile delle linee. Le seconde invece tendono a prediligere il comfort e la comodità, ma possono deteriorarsi con una certa facilità se lasciate all’esterno senza una qualche copertura. 

Nello scegliere quindi tra le diverse poltrone da esterno di design, è necessario considerare diversi aspetti: l’ambiente esterno a disposizione e la sua ampiezza (giardino o terrazzo, con o senza copertura), materiali, tipo di arredamento presente, prezzo e naturalmente gusti personali. Fortunatamente esiste un’ampia scelta a disposizione per le poltrone da esterno di design, che consente di soddisfare ogni genere di esigenza o necessità di una famiglia. 




Potrebbe interessarti

Le agenzie immobiliari di Padova: trova le più affidabili!

Le agenzie immobiliari si rivelano fondamentali quando si cerca casa in una città come Padova, dove gli annunci di vendita e affitto sembrano moltiplicarsi a vista d’occhio; vedremo, nell’articolo che segue, quale sia il ruolo degli operatori in questo campo e dove contattare le agenzie più rinomate per la loro affidabilità.

Canone di locazione: le tipologie e i costi di questo servizio

Il canone di locazione è l’aspetto principale a cui guardano gli inquilini che hanno intenzione di affittare un appartamento. Il costo molto alto degli ultimi tempi, soprattutto nelle grandi città, ha portato questo argomento in prima pagina e di stretta attualità, soprattutto in questo momento di congiuntura economica.

Morosità dell'affitto: ecco la verità su come funziona davvero

Morosità dell'affitto

Se l'inquilino continua a non lasciare l'immobile, si procederà allora con una "monitoria di sgombero". L'Ufficiale Giudiziario del Tribunale comunicherà al moroso il giorno e l'ora esatti in cui si recherà presso l'immobile occupato, con l'assistenza della forza pubblica.

Avviso sul Copyright

I contenuti di questo sito web sono protetti da Copyright. Ti invitiamo gentilmente a non duplicarli e a scriverci a info [@] elamedia.it se hai intenzione di usufruire dei servizi erogati dalla nostra Redazione.

Protected by Copyscape

Non bloccare la Pubblicità

Il tuo Browser blocca la nostra pubblicità? Ti chiediamo gentilmente di disattivare questo blocco. Per noi risulta di vitale importanza mostrarti degli spazi pubblicitari. Non ti mostreremo un numero sproporzionato di banner né faremo in modo che la tua esperienza sul nostro sito ne risenta in alcun modo.Ti invitiamo dunque ad aggiungere il nostro sito tra quelli esclusi dal Blocco della tua estensione e a ricaricare la pagina. Grazie!

Ricarica la Pagina

I più condivisi

Compravendita tra privati: quali sono le imposte?

Quando si effettua una compravendita di una casa, le imposte da pagare vanno calcolate in modo diverso a seconda del tipo di acquisto: da privato o da costruttore. Chi decide di acquistare da un privato (o comunque da un soggetto diverso dall'impresa costruttrice) potrà pagare le imposte di registro, che saranno interamente dichiarate nell'atto di compravendita.

Analisi dei mercati finanziari per la scelta del mutuo

Le statistiche rivelano che gli italiani che acquistano una casa ricorrono – nell’80% dei casi – al mutuo.  Quando si decide di comprare casa affidandosi alla possibilità di accendere un mutuo si commette spesso l’errore di sottovalutare la propria capacità di mutuo-acquisto vale a dire l’importo massimo che una banca è disposta ad erogare in base alle garanzie e condizioni del richiedente.

Perché acquistare o vendere casa con l’aiuto di un’agenzia immobiliare

 

Hai necessità di acquistare o vendere casa? Ti sei mai chiesto se è preferibile avvalersi della collaborazione di un’agenzia immobiliare e perché? Sintetizzare la fase di compravendita di un immobile come quel lasso di tempo che intercorre tra la pubblicazione di un annuncio, la trattativa tra le parti e la firma del contratto, è un ragionamento troppo semplicistico e spesso lontano dalla realtà delle cose.

Leggi anche...

Guida alla DIA: la Dichiarazione Inizio delle Attività

La DIA è una dichiarazione con la quale si denuncia all’amministrazione competente l’intenzione ad avviare dei lavori in campo edile; disciplinata dal D.P.R. 380/2001, il provvedimento è incluso in una serie di norme che vanno a formare il Testo Unico per l’edilizia.

Leggi anche...

Come leggere la bolletta dell'ENEL?

Per essere certi che l'importo indicato nella vostra ricevuta sia corretto, è indispensabile capire come leggere la bolletta della luce e come sono state calcolate le voci al suo interno. La bolletta, dell'Enel o di qualsiasi altro venditore di energia elettrica, è strutturata secondo la delibera n.152/06 dell’Autorità sulla “trasparenza dei documenti di fatturazione dei consumi di elettricità”.

Go to Top