Creare un negozio online di prodotti per la casa è sicuramente una mossa di marketing ideale di questi tempi. Ma per realizzarlo al meglio è bene avvalersi di un web designer specializzato e di collaboratori informatici che diano le giuste dritte sia a livello tecnologico che burocratico ed esecutivo. Non solo, è anche fondamentale capire quali prodotti è meglio vendere e proporre e senza trascurare il blog e le pagine social correlate.

Infine un punto importantissimo è recuperare e scegliere i prodotti da vendere, meglio se mediante software o portali ad hoc e che aiutino a gestire il catalogo e tutte le operazioni di logistica. In questa guida scopriremo e sveleremo i segreti per ovviare a queste fasi creative e realizzare così un sito di prodotti per la casa che sia all'avanguardia e possa diventare anche leader nel settore.

E-shop di prodotti per la casa: come posizionarsi sul web

Innanzitutto per poter creare da zero un negozio online di prodotti per la casa, qualsiasi questi siano e al di là dei brand che si desidera proporre, è bene rivolgersi a dei web master o a degli specialisti. Ma al di là dei tecnicismi pratici e propri della creazione del portale, è anche necessario comprendere che ci sono variabili che garantiranno il successo, la visibilità e il posizionamento dello stesso sui motori di ricerca. Il dropshipping per esempio è fondamentale e si tratta di un sistema di vendita attuale e funzionale grazie al quale il venditore vende un prodotto ad un utente finale, ma senza possederlo materialmente nel proprio magazzino, quindi senza necessariamente disporre di uno spazio per lo stoccaggio della merce. Non solo, con questo sono compresi altri servizi ad hoc per un e-commerce all'avanguardia e si potrà anche importare prodotti da vendere online selezionandoli da aziende e rivenditori tematici, sicuri e ideali, è insomma uno strumento davvero utilissimo e che porta con sé notevoli vantaggi trasversali. Sfruttando questi software si potranno gestire la logistica, gli ordini e le spedizioni e sfruttando brand conosciuti e soprattutto di tendenza, ricercati spesso su Google e simili si potrà salire in graduatoria, essere più visibili tra i competitor. Con gli strumenti di dropshipping si comprenderà e si avrà anche più tempo per programmare attività di web marketing come la SEO che sfrutta parole chiave, il blogging, l'e-mail marketing, le pubblicità sui social, ecc.

Negozio online di prodotti per la casa: quali scegliere e dove trovarli

832negozio-online.jpg

Indubbiamente un buon negozio online di prodotti per la casa dovrà proporre accessori di alta qualità, resistenti, di marchi conosciuti e leader nel settore. In sostanza deve rispondere alle esigenze dei clienti più vari o di un target specifico e cercare di ovviare al meglio sia all'inserimento dei prodotti sul portale, sia al loro reperimento e selezione. Tutto questo meccanismo, come anche le operazioni di logistica, spedizione e magazzino, devono fin da subito essere snelle, veloci, collaudate e anche per questo è indispensabile avvalersi di software all'altezza e specifici. Per esempio dove trovare prodotti per l'e-commerce online? Semplice, basta utilizzare piattaforme di dropshipping, meglio se Made in Italy e recensite da proprietari di portali di fama nazionale.

Gestione catalogo e importazione prodotti sull'e-shop

L'importazione dei prodotti sul negozio di articoli per la casa, come per qualsiasi altro e-shop, va di pari passo con la gestione del catalogo. Molte volte quando si crea un sito di vendita sul web si pensa a dover anche sgomberare o acquistare un magazzino fisico, ma non è strettamente necessario. Nel caso del negozio di articoli domestici per esempio ci si potrà affidare agli stessi software di dropshipping. Grazie a questi si possono trovare in pochi click fornitori e pure l'importazione dei prodotti e le spedizioni saranno gestite da loro: la gestione automatizzata di ordini e prodotti è il nuovo strumento di business più efficace e richiesto del momento.

In conclusione

In conclusione importare prodotti da vendere online è un aspetto da pianificare subito, prima di creare materialmente un sito di prodotti per la casa in questo caso. Si parla di dropshipping, cioè di trovare prodotti ideali da vendere e pubblicizzare sullo store e della gestione del catalogo online e di tutte le operazioni di logistica legate alla vendita. Un punto di riferimento è senza dubbio Oberlo.it che garantisce più vendite, meno sprechi di tempo e gestione semplificata. In particolare i punti chiave di questo servizio sono:

  • importazione dei prodotti per l'e-shop direttamente dai fornitori selezionati e pertinenti col target stabilito;
  • elaborazione automatica degli ordini e consegna direttamente al cliente con spedizioni tracciabili;
  • aggiornamento in automatico di prezzi e catalogo;
  • controllo delle vendite;
  • personalizzazione di descrizioni prodotto;
  • e tanto altro.


Ad oggi è davvero facile entrare nel mondo degli e-shop e creare da zero un sito funzionale e di sicuro successo si può, il dropshipping è l'asso nella manica dei veri business man del web.



Potrebbe interessarti

Affittare la prima casa: ragioniamo sulla perdita di agevolazioni

Con 10 miliardi di tagli sulle agevolazioni fiscali per la prima abitazione la manovra finanziaria va a colpire praticamente tutti: dal proprietario che intende ristrutturare l’abitato all’affittuario. Per quanto riguarda i contratti di locazione della prima casa tuttavia, quanti l’abbiano stipulato potranno ancora contare su questi privilegi.

Come funziona la locazione abitativa agevolata

Il contratto di locazione abitativa agevolata, detto anche affitto a canone concordato, è una tipologia di locazione introdotta a fine anni ’90 con la legge del 9 dicembre 1998, n. 431. La possibilità di stipulare un contratto di locazione abitativa agevolata è riservata alle abitazioni presenti in comuni ad alta densità abitativa che abbiano stipulato una convenzione con le associazioni di categoria.

Mutuo affitto: scopri tutte le caratteristiche

Il cosiddetto "mutuo affitto" è una formula nata in tempi recenti con la quale gli istituti di credito vengono incontro alle esigenze di quanti abbiano bisogno di un prestito ma che non possano permettersi di pagare interessi troppo alti.

Avviso sul Copyright

I contenuti di questo sito web sono protetti da Copyright. Ti invitiamo gentilmente a non duplicarli e a scriverci a info [@] elamedia.it se hai intenzione di usufruire dei servizi erogati dalla nostra Redazione.

Protected by Copyscape

Non bloccare la Pubblicità

Il tuo Browser blocca la nostra pubblicità? Ti chiediamo gentilmente di disattivare questo blocco. Per noi risulta di vitale importanza mostrarti degli spazi pubblicitari. Non ti mostreremo un numero sproporzionato di banner né faremo in modo che la tua esperienza sul nostro sito ne risenta in alcun modo.Ti invitiamo dunque ad aggiungere il nostro sito tra quelli esclusi dal Blocco della tua estensione e a ricaricare la pagina. Grazie!

Ricarica la Pagina

I più condivisi

Plusvalenza della seconda casa, come procedere?

Per plusvalenza si intende l’aumento del valore di un immobile verificatosi nel tempo trascorso fra acquisto e vendita. Dal punto di vista fiscale, si considera questo aumento di valore come indice di una maggiore capacità contributiva, che viene tassato attraverso imposte dirette. Oltre alla vendita della prima, si applica la plusvalenza sulla seconda casa. Ecco come calcolarla.

Tasse sulla prima casa: facciamo un po' di chiarezza

La compravendita di un immobile comporta sempre la conoscenza approfondita di tutte le spese accessorie per fare un acquisto sicuro. È necessario infatti stipulare il contratto, richiedere un mutuo presso una banca e occuparsi del pagamento delle relative rate. Oltre poi al rogito, al compromesso e ad altre operazioni obbligatorie e utili a rendere legale la compravendita stessa, bisogna inoltre preoccuparsi del pagamento delle tasse sulla prima casa.

Legge estinzione del mutuo: le novità di Bersani e Tremonti

A prescindere dal tasso scelto in occasione dell'accensione, è il sogno di tutti i clienti quello di procedere all'estinzione del mutuo anticipata e chiudere questo capitolo della loro vita. Ma quando si può richiedere l'estinzione del finanziamento, secondo la legge Tremonti e quando conviene?

Leggi anche...

Bollino blu caldaie: la normativa di riferimento per essere in regola!

Come tutti i dispositivi legati al consumo e, quindi, all'impatto sull'ambiente, la caldaia ha bisogno di effettuare un tagliando, ovvero la certificazione a garanzia che le emissioni inquinanti generate rientrino all'interno dei limiti legali.

Leggi anche...

Arredamento moderno? Anche le scale vogliono la loro parte!

Anche le scale incidono in modo significativo sulla qualità di un arredamento moderno e sulla sua resa complessiva. Ciò è vero non solo per le abitazioni private, ma anche per gli uffici o per qualunque altro ambiente indoor che si sviluppi su più piani. Ecco perché è necessario studiare la loro progettazione e la loro installazione con la massima attenzione, senza trascurare alcun dettaglio e tenendo conto di ogni esigenza che deve essere soddisfatta, ma soprattutto considerando le caratteristiche delle stanze che esse sono chiamate a collegare.

Leggi anche...

Subentro acqua: cosa fare per la disdetta?

Per effettuare la disdetta del contratto di fornitura dell'acqua, è necessario che il cliente si presenti, con l'ultima bolletta ricevuta, presso l'ufficio della società titolare, per sottoscrivere il relativo modulo.

Go to Top