Quando si acquista una nuova casa, bisogna sempre dedicarsi, prima di abitarla, ad operazioni di ristrutturazione; è altresì necessario arredarla. Uno dei lavori d'arredo che spesso viene effettuato all'interno dell'abitazione è la scelta e il montaggio delle tende.

Come montare una veneziana

La prima cosa da fare è ovviamente scegliere il tipo di tenda che più si adatta al vostro gusto e all'arredamento della vostra nuova casa. Molti optano ad esempio per le tende veneziane, realizzate da tante lamelle orizzontali sorrette da fili e costituite da un apparecchio utile ad alzarle e abbassarle. Se si hanno veneziane molto esposte al sole è bene scegliere come materiale l'alluminio e non il PVC.

La seconda cosa da fare sarà poi quella del montare tende o veneziane. Gli utensili utili a montare le veneziane sono i seguenti: forbici per tende a rullo; taglialamelle per veneziane; trapano; metro, matita e righello, per le misure; sega per metallo; viti e tasselli; cacciavite; livella a bolla.

Le dimensioni

Per montare le veneziane, è utile sapere che la loro altezza deve corrispondere all'inquadratura della finestra meno due centimetri, mentre alla larghezza si sottraggono circa quattro centimetri. È inoltre necessario, sia per montare le veneziane che delle semplici tende a rullo o verticali, prendere accuratamente le misure e i punti di riferimento, nei qual andranno ad inserirsi i bulloni per la messa in posa stessa.

Quando si monta una veneziana o una tenda, è altresì importante utilizzare i tasselli adatti al tipo di materiale che si sta forando, per installare il supporto; essi variano infatti se si tratta di cemento o gesso. Dopo aver fissato bene il supporto, sarà infine possibile posizionarvi la tenda o la veneziana, accorciando o occupandosi dei bordi, sempre in base alla grandezza della finestra.

L’importanza dell’inquadratura

La larghezza di una veneziana deve misurare come la larghezza dell’inquadratura della finestra meno due centimetri per ogni lato, mentre la sua altezza deve essere uguale a quella della finestra meno due centimetri. E’importante lasciare anche un piccolo spazio nella parte superiore della finestra per poter permettere la sua apertura. Per quanto invece riguarda l’inquadratura dell’esterno la tenda deve essere più grande di 5 centimetri per ogni lato e l’altezza deve essere di dieci centimetri più alta.

La tende può essere fissata direttamente sul vetro della finestra e quindi ne deve permettere il movimento. E’necessario fissarla con dei ganci angolari, in modo da poter impugnare senza difficoltà la maniglia della persiana. Questa particolare genere di tenda può essere montata a muro, al soffitto o posta tra due muri. Per poter ottenere un ottimo risultato è necessario usare viti e tasselli che si adattano perfettamente al telaio, al muro o al soffitto. E’inoltre fondamentale controllare costantemente il lavoro d’installazione che si sta eseguendo ed evitare che quando la tenda è abbassata possa in qualche modo intralciare l’apertura della persiana o coprire un termosifone.

Come procedere al montaggio

Com’è stato già detto in precedenza per montare una tenda è necessario effettuare delle misurazioni precise, con l’aiuto di un metro. Prima di forare il muro dove andranno poi inserite le viti per sorreggere il tutto è bene segnare il punto con una matita e scegliere il tassello più adatto tenendo conto del tipo di materiale che si sta usando, ad esempio gesso, cemento ecc. Nel caso in cui le tende abbiano bisogno di punti di fissaggio intermedi è preferibile consultare le istruzioni che sono in genere contenute all’interno della scatola. In linea di massima le veneziane a lamelle verticali hanno bisogno di tre diversi punti di fissaggio al soffitto. Per tagliare i bordi di una tenda del genere è necessario metterla ripiegata su un tavolo e misurare con attenzione da entrambi i lati la parte da tagliare. La barra dovrà essere incisa con un seghetto per metalli mentre per le lamelle dovrà essere utilizzato un taglialamelle. E’consigliabile non usare le veneziane in PVC per le finestre che sono esposte molto al calore del sole, in questo caso è preferibile optare per quelle in alluminio.





Potrebbe interessarti

Il contratto di sublocazione: caratteristiche, norme e rapporti

Quando l'affittuario deve lasciare l’appartamento locato per un certo periodo può affittarlo a terzi per coprire le spese, senza però avere l’intenzione di disdire il contratto principale.

Leggi tutto...

Come funziona la locazione abitativa agevolata

Il contratto di locazione abitativa agevolata, detto anche affitto a canone concordato, è una tipologia di locazione introdotta a fine anni ’90 con la legge del 9 dicembre 1998, n. 431. La possibilità di stipulare un contratto di locazione abitativa agevolata è riservata alle abitazioni presenti in comuni ad alta densità abitativa che abbiano stipulato una convenzione con le associazioni di categoria.

Leggi tutto...

Fideiussione per affitto: garanzia di pagamento

Recentemente la fideiussione personale ha soppiantato quasi completamente le vecchie cauzioni che i padroni di casa chiedevano per l’affitto degli appartamenti o dei locali commerciali.

Leggi tutto...

Deposito cauzionale affitto

Il deposito cauzionale (o cauzione) viene richiesto dal proprietario che affitta all'inquilino come garanzia per le obbligazioni assunte all'interno del contratto di locazione; esso nello specifico assicura il pagamento dei canoni e la buona conservazione dei locali. Rientra dunque nelle dinamiche dei diritti e dei doveri dell'inquilino e del proprietario.

Leggi tutto...

Tasse affitto: una guida per essere in regola!

In materia di locazioni sono davvero tantissime le cose da tenere in considerazione, soprattutto per non trovarsi a dover risolvere eventuali problemi futuri. La prima cosa da fare è sicuramente preoccuparsi di stipulare e, soprattutto, regolarizzare il contratto. La corretta registrazione del contratto d'affitto di qualunque natura è infatti una garanzia e una sicurezza per chi decide di prendere in affitto un immobile.

Leggi tutto...

I più condivisi

Capitolato d'appalto: come compilarlo

L’acquisto o l’affitto di un immobile necessita spesso di opere di ristrutturazione volte a rendere più confortevole, e al contempo agibile, l’abitazione stessa. Per effettuare dei lavori di ristrutturazione sono però necessari, soprattutto in casi speciali, delle autorizzazioni specifiche e il capitolato d'appalto è una di queste. 

Leggi tutto...

Rinegoziazione mutuo: quando effettuarla?

 

Se non si è soddisfatti del proprio mutuo è possibile tentare una rinegoziazione con la banca erogatrice. Questa può rifiutarsi, ma sono possibili altre alternative. Vediamo quali.

Leggi tutto...

Salone del Mobile di Firenze: informazioni sull'evento

Scegliere l'arredamento per la vostra nuova casa non è sempre una cosa semplice e veloce. È infatti necessario valutare diversi fattori, ottimizzare gli spazzi e scegliere sin da subito i colori che si desiderano. Una visita al Salone del Mobile di Firenze può dare utilissime idee per la realizzazione di spazi belli e funzionali nella propria casa.

Leggi tutto...

Surrogazione mutuo: caratteristiche, vantaggi e svantaggi

La surrogazione del mutuo (o portabilità) consente al debitore di sostituire il creditore iniziale, senza necessità di consenso di quest’ultimo, previo il pagamento del debito (art. 1202 codice civile).

Leggi tutto...

Glossario mutui: i termini che devi conoscere

 

Di seguito i termini che tutti coloro i quali si impegnano in un mutuo dovrebbero conoscere:

Leggi tutto...

Leggi anche...

Cos’è l’Ipoteca, e come si estingue?

L'ipoteca è un diritto concesso al creditore di un debito, di solito una banca, come garanzia di rimborso del finanziamento. Questa “assicurazione” viene esplicitata dalla possibilità di espropriare il debitore del bene sul quale è iscritto appunto l'ipoteca. Generalmente, si tratta di una casa di cui si è proprietario.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Luci al LED di natale nella tua casa. Momenti unici di Natale

È dicembre, lo spirito natalizio finalmente si fa presente in tutti noi e piano piano comincia a riempire le nostre giornate. Le strade delle città cominciano a riempirsi di festoni e luminarie, nei negozi e nei centri commerciali le vetrine si addobbano in previsione della grande festa, i negozi di gastronomia preparano le leccornie e i menu da proporre per cene e cenoni.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Caro bollette: come risolvere il problema con ScelgoZero

La voce “bollette” ha sempre un peso importante sul budget mensile degli italiani. Ogni anno i rincari tornano a farsi sentire, cosa che non si può arginare semplicemente cercando di contenere i consumi. Del resto non è sempre possibile tagliare la spesa di gas e luce rinunciando a sfruttare al meglio questi servizi, che per molti versi risultano essenziali.

Leggi tutto...
Go to Top