La piscina in casa diventa accessibile per tutti. In Francia è già un boom con un milione di piscine in giardino. Soltanto in un anno le piscine sono cresciute del 8% in Europa.

Le mini piscine da giardino o da terrazzo sono acquistabili da 600 ai 6.000 euro mentre una piscina da giardino fuori terra poche migliaia di euro.

La mini piscina da giardino fuori terra

Non si tratta più di un lusso per pochi. La vasca viene posata sull'erba; può essere costruita in poche ore e non necessita di permessi edilizi.

L'altezza massima di una piscina prefabbricata è fissata a un metro e cinquanta, più che sufficiente per nuotare e rilassarsi. Tali strutture possono essere acquistate in forme maxi o per bambini, quadrate o rotonde.

Queste strutture per gli esterni vengono generalmente utilizzate solo nella bella stagione. Molti di queste vengono arricchite tramite un sistema di idromassaggio che può essere utile sia per il relax ma anche per interessanti programmi di fitness. Con i dovuti accorgimenti, ovvero con coperture telescopiche o il riscaldamento dell'acqua, possono comunque venir utilizzate anche nei mesi più freddi con profitto.

Le piscine interrate da esterno

Questo tipo di struttura risulta molto costosa: circa 25 mila euro, permessi comunali e costi di manutenzione annuali compresi. Malgrado il clima tropicale degli ultimi anni l'Italia resta comunque indietro rispetto alla Francia che da sola vanta ben il 36% delle piscine in Europa contro il 4,4% italiano. E' inoltre da considerare il costo relativo al riscaldamento della piscina.

In Italia si contano soltanto 23 mila strutture di questo tipo a causa delle normative comunali poco chiare. Sono in molti però a scommettere in un prossimo boom delle piscine anche in Italia.

Entrambe le tipologie di mini piscine, come tutte le altre, richiedono dei sistemi di filtraggio e pulizia.
Questo vengono installati secondo due modalità:

  • Skimmer. Si tratta di fori posti sul bordo superiore della vasca che raccolgono l'acqua per pulirla e filtrarla di foglie, polline, insetti e restituirla tramite bocchettoni posti a livello inferiore. È il sistema più economico, valido per le piscine più piccole.
  • Canale sfioratore. Il sistema funziona attraverso canali sfioratori che portano l'acqua nella vasca di compensazione e poi nel locale tecnico dove viene filtrata. Questo canale può essere presente solo da un lato oppure in tutto il perimetro e, con certi accorgimenti, può anche non essere visibile. Ovviamente è la soluzione più costosa.

Materiali

Si tratta di strutture in metallo e membrana che possono essere installate con facilità anche autonomamente. La membrana può essere sia “a sacco” nella forma di un telone oppure formata da pannelli di plastica più rigida. Sono piscine poco costose e che richiedono facile manutenzione.

Liner

Le mini piscine di tipo Liner sono costruzioni relativamente semplici, realizzate in mattoni di cemento o polistirolo particolare in grado di essere montati in breve tempo e reggere bene negli anni. Oltre a questa struttura, viene posizionato uno strato di PVC esterno per l'isolamento termico.

In poliestere

Questo tipo di piscine permette una grande libertà di forme. A dispetto delle bellissime realizzazioni, non sono troppo costose e sono capaci di resistere a lungo. Sono spesso interrate e richiedono poco tempo per essere montate.

Piscina in cemento

Anche queste permettono grande libertà di forme. Sono le migliori dal punto di vista della durata, ma sono anche le più care. Per queste, è necessario il sostegno di un esperto: non è possibile il fai da te.

Inox

Sono le più care, ma le più resistenti agli agenti esterni e al tempo. Possono essere realizzate in un pezzo unico se le dimensioni lo permettono. È anche possibile inserire l'inox dentro una struttura in cemento.

Interrate per dare valore aggiuntivo al vostro immobile

La piscina è di gran moda ed è un elemento aggiuntivo di gran pregio per la nostra abitazione e una combinazione ideale per rilassarsi e passare qualche ora di puro divertimento insieme ad amici e familiari. La stagione più calda sarà sempre la benvenuta, non vedremo l'ora di tornare a casa per fare qualche tuffo e sguazzare nell'acqua limpida.
Ognuno dispone del proprio budget, per questo le aziende del settore propongono strutture per tutte le tasche, progetti in grado di soddisfare qualsiasi esigenza di costruzione, adeguamento del sottosuolo e posa in opera su ogni tipo di terreno garantirà alla nostra piscina interrata la massima funzionalità.

I modelli di piscine interrate disponibili sono molteplici, misure e forme di ogni tipo, materiali più o meno convenienti, accessori e optional che abbelliscono e aggiungono valore all'intero immobile portando la quotazione della casa verso l'alto e garantendo un investimento di sicuro interesse.
Informandosi dagli esperti del settore possiamo valutare le offerte disponibili e scegliere la piscina interrata che più ci piace, naturalmente prima di eseguire l'acquisto sarà bene verificare la disponibilità dello spazio a disposizione l'effettiva possibilità di realizzazione.

Come costruirle al meglio

Il primo passo verso la realizzazione del nostro desiderio sarà un sopralluogo da parte di un ingegnere che studierà la disposizione ideale e lo scavo da effettuare, in alcuni terreni i condotti preesistenti potrebbero ostacolare i lavori perciò è consigliabile affidarsi a un professionista per non danneggiare gravemente i tubi sotterranei compromettendo la funzionalità dell'abitazione.

Le vasche per piscine interrate sono costruite in materiali in grado di sopportare adeguatamente le intemperie del tempo, quelle in vinile sono appoggiate su telai di acciaio. Versatili e facili da posare hanno bisogno di un'attenzione in più per evitare forature ma grazie alle evolute tecniche di costruzione staremo tranquilli per molti anni prima che questo accada.

La fibra di vetro consente di acquistare strutture prefabbricate tra le più economiche del settore, più resistenti, ma meno versatili di quelle in vinile godono comunque di grande preferenza.
Con il calcestruzzo si fabbricano piscine interrate e molto diffuse, la resistenza e la versatilità non si discutono purtroppo la realizzazione richiede una capacità eccellente e tempi più lunghi di attuazione.
Insomma, in definitiva è importante raccogliere tutte le informazioni prima di tuffarsi nella realizzazione pratica di una piscina per la nostra casa, in modo tale da non imbatterci in problematiche del caso e nel contempo goderci di tutti i vantaggi che una piscina può darci, oltre al valore aggiunto che conferisce alla nostra abitazione anche come padroni di casa e proprietari.



Potrebbe interessarti

Comodato d'uso a titolo gratuito

Il comodato d'uso di immobile rappresenta una forma di contratto di locazione con cui è possibile prendere in consegna un immobile per un periodo di tempo determinato, con il dovere di riconsegnarlo al proprietario.

Leggi tutto...

Affitto d'azienda: questi consigli non puoi perderteli!

Con il termine affitto d'azienda è indicata l'acquisizione di un diritto di godimento e di tutti i poteri di gestione di un complesso aziendale di proprietà del locatore, da parte di un conduttore dietro corrispettivo. A regolamentare l'affitto d’azienda è l'articolo 2562 del codice civile che dispone l'applicazione delle norme relative all'usufrutto d'azienda (articolo 2561) e quelle generali in tema d'affitto (articoli 1571-1654).

Leggi tutto...

Contratto affitto 4+4: guida completa dalla stipula alla disdetta

I contratti di locazione a canone libero durano formalmente 4 anni, ma nella maggioranza dei casi, arrivano fino agli 8. In caso di mancanza di disdetta motivata da precise ragioni imposte dalla legge, il periodo di locazione è infatti automaticamente rinnovato, per la prima volta, di altri 4 anni.

Leggi tutto...

Mutuo affitto: scopri tutte le caratteristiche

Il cosiddetto "mutuo affitto" è una formula nata in tempi recenti con la quale gli istituti di credito vengono incontro alle esigenze di quanti abbiano bisogno di un prestito ma che non possano permettersi di pagare interessi troppo alti.

Leggi tutto...

Proroga locazione, informazioni e pagamenti

I contratti di affitto prevedono diverse appendici da conoscere: dopo aver parlato dei canoni d’affittodell’imposta di registro, della cessazione del contratto di locazione, ora approfondiremo il discorso relativo alla proroga del contratto di locazione, con informazioni sia di carattere generale che sul pagamento dell’imposta.

Leggi tutto...

I più condivisi

Crisi dei subprime: facciamo chiarezza

La crisi dei mutui subprime ha portato gravi conseguenze sull'economia mondiale. Nell'aprile 2009il Fondo Monetario Internazionale ha valutato in 4.100 miliardi di dollari Usa il totale delle perdite delle banche.

Leggi tutto...

Il Piano di Ammortamento dalla A alla Z

Il periodo ti tempo concordato tra il cliente e l’istituto di credito per il rimborso del mutuo, si chiama comunemente piano di ammortamento. La modalità rateale di restituzione (del capitale più gli interessi maturati) e la durata di tale periodo, fanno capo al piano di pagamento che una volta terminato, ci consentirà di diventare a tutti gli effetti i proprietari dell’immobile in questione.

Leggi tutto...

Surrogazione mutuo: caratteristiche, vantaggi e svantaggi

La surrogazione del mutuo (o portabilità) consente al debitore di sostituire il creditore iniziale, senza necessità di consenso di quest’ultimo, previo il pagamento del debito (art. 1202 codice civile).

Leggi tutto...

Acquisto terreni edificabili: come funziona la compravendita

La possibilità di edificare su un terreno dipende dalla destinazione prevista per tale area nel piano regolatore generale del Comune in cui è situato. L'acquisto di terreni edificabili, quindi, segue una precisa regolamentazione.

Leggi tutto...

Mutui al 100%: tutto quello che c’è da sapere

Fino a qualche anno fa e più precisamente quando ancora non c’era stata la crisi del mercato delle compravendite in ambito immobiliare, il mutuo a copertura totale del valore dell'immobile, era facilmente offerto dagli istituti di credito.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Guida alla DIA: la Dichiarazione Inizio delle Attività

La DIA è una dichiarazione con la quale si denuncia all’amministrazione competente l’intenzione ad avviare dei lavori in campo edile; disciplinata dal D.P.R. 380/2001, il provvedimento è incluso in una serie di norme che vanno a formare il Testo Unico per l’edilizia.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Saldatura elettrica: come farla al meglio?

Quando si cambia abitazione sono sempre necessari lavori di ristrutturazione e di installazione di impianti, al fine di rendere la casa stessa abitabile e agevole. Uno dei lavori "fai da te" che potrebbe essere utile è quello della saldatura elettrica che consente di unire materiale metallico.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Voltura Eni: guida pratica per la richiesta

L'Eni è un'azienda che si occupa di ricercare, produrre e commercializzare petrolio e gas naturale; ha all'attivo più di 75.000 dipendenti in circa 70 paesi. La voltura Eni, così come tutte le volture di questo tipo, viene richiesta all'ente erogatore in caso di subentro, nel contratto già preesistente, di un nuovo intestatario.

Leggi tutto...
Go to Top