La piscina in casa diventa accessibile per tutti. In Francia è già un boom con un milione di piscine in giardino. Soltanto in un anno le piscine sono cresciute del 8% in Europa.

Le mini piscine da giardino o da terrazzo sono acquistabili da 600 ai 6.000 euro mentre una piscina da giardino fuori terra poche migliaia di euro.

La mini piscina da giardino fuori terra

Non si tratta più di un lusso per pochi. La vasca viene posata sull'erba; può essere costruita in poche ore e non necessita di permessi edilizi.

L'altezza massima di una piscina prefabbricata è fissata a un metro e cinquanta, più che sufficiente per nuotare e rilassarsi. Tali strutture possono essere acquistate in forme maxi o per bambini, quadrate o rotonde.

Queste strutture per gli esterni vengono generalmente utilizzate solo nella bella stagione. Molti di queste vengono arricchite tramite un sistema di idromassaggio che può essere utile sia per il relax ma anche per interessanti programmi di fitness. Con i dovuti accorgimenti, ovvero con coperture telescopiche o il riscaldamento dell'acqua, possono comunque venir utilizzate anche nei mesi più freddi con profitto.

Le piscine interrate da esterno

Questo tipo di struttura risulta molto costosa: circa 25 mila euro, permessi comunali e costi di manutenzione annuali compresi. Malgrado il clima tropicale degli ultimi anni l'Italia resta comunque indietro rispetto alla Francia che da sola vanta ben il 36% delle piscine in Europa contro il 4,4% italiano. E' inoltre da considerare il costo relativo al riscaldamento della piscina.

In Italia si contano soltanto 23 mila strutture di questo tipo a causa delle normative comunali poco chiare. Sono in molti però a scommettere in un prossimo boom delle piscine anche in Italia.

Entrambe le tipologie di mini piscine, come tutte le altre, richiedono dei sistemi di filtraggio e pulizia.
Questo vengono installati secondo due modalità:

  • Skimmer. Si tratta di fori posti sul bordo superiore della vasca che raccolgono l'acqua per pulirla e filtrarla di foglie, polline, insetti e restituirla tramite bocchettoni posti a livello inferiore. È il sistema più economico, valido per le piscine più piccole.
  • Canale sfioratore. Il sistema funziona attraverso canali sfioratori che portano l'acqua nella vasca di compensazione e poi nel locale tecnico dove viene filtrata. Questo canale può essere presente solo da un lato oppure in tutto il perimetro e, con certi accorgimenti, può anche non essere visibile. Ovviamente è la soluzione più costosa.

Materiali

Si tratta di strutture in metallo e membrana che possono essere installate con facilità anche autonomamente. La membrana può essere sia “a sacco” nella forma di un telone oppure formata da pannelli di plastica più rigida. Sono piscine poco costose e che richiedono facile manutenzione.

Liner

Le mini piscine di tipo Liner sono costruzioni relativamente semplici, realizzate in mattoni di cemento o polistirolo particolare in grado di essere montati in breve tempo e reggere bene negli anni. Oltre a questa struttura, viene posizionato uno strato di PVC esterno per l'isolamento termico.

In poliestere

Questo tipo di piscine permette una grande libertà di forme. A dispetto delle bellissime realizzazioni, non sono troppo costose e sono capaci di resistere a lungo. Sono spesso interrate e richiedono poco tempo per essere montate.

Piscina in cemento

Anche queste permettono grande libertà di forme. Sono le migliori dal punto di vista della durata, ma sono anche le più care. Per queste, è necessario il sostegno di un esperto: non è possibile il fai da te.

Inox

Sono le più care, ma le più resistenti agli agenti esterni e al tempo. Possono essere realizzate in un pezzo unico se le dimensioni lo permettono. È anche possibile inserire l'inox dentro una struttura in cemento.

Interrate per dare valore aggiuntivo al vostro immobile

La piscina è di gran moda ed è un elemento aggiuntivo di gran pregio per la nostra abitazione e una combinazione ideale per rilassarsi e passare qualche ora di puro divertimento insieme ad amici e familiari. La stagione più calda sarà sempre la benvenuta, non vedremo l'ora di tornare a casa per fare qualche tuffo e sguazzare nell'acqua limpida.
Ognuno dispone del proprio budget, per questo le aziende del settore propongono strutture per tutte le tasche, progetti in grado di soddisfare qualsiasi esigenza di costruzione, adeguamento del sottosuolo e posa in opera su ogni tipo di terreno garantirà alla nostra piscina interrata la massima funzionalità.

I modelli di piscine interrate disponibili sono molteplici, misure e forme di ogni tipo, materiali più o meno convenienti, accessori e optional che abbelliscono e aggiungono valore all'intero immobile portando la quotazione della casa verso l'alto e garantendo un investimento di sicuro interesse.
Informandosi dagli esperti del settore possiamo valutare le offerte disponibili e scegliere la piscina interrata che più ci piace, naturalmente prima di eseguire l'acquisto sarà bene verificare la disponibilità dello spazio a disposizione l'effettiva possibilità di realizzazione.

Come costruirle al meglio

Il primo passo verso la realizzazione del nostro desiderio sarà un sopralluogo da parte di un ingegnere che studierà la disposizione ideale e lo scavo da effettuare, in alcuni terreni i condotti preesistenti potrebbero ostacolare i lavori perciò è consigliabile affidarsi a un professionista per non danneggiare gravemente i tubi sotterranei compromettendo la funzionalità dell'abitazione.

Le vasche per piscine interrate sono costruite in materiali in grado di sopportare adeguatamente le intemperie del tempo, quelle in vinile sono appoggiate su telai di acciaio. Versatili e facili da posare hanno bisogno di un'attenzione in più per evitare forature ma grazie alle evolute tecniche di costruzione staremo tranquilli per molti anni prima che questo accada.

La fibra di vetro consente di acquistare strutture prefabbricate tra le più economiche del settore, più resistenti, ma meno versatili di quelle in vinile godono comunque di grande preferenza.
Con il calcestruzzo si fabbricano piscine interrate e molto diffuse, la resistenza e la versatilità non si discutono purtroppo la realizzazione richiede una capacità eccellente e tempi più lunghi di attuazione.
Insomma, in definitiva è importante raccogliere tutte le informazioni prima di tuffarsi nella realizzazione pratica di una piscina per la nostra casa, in modo tale da non imbatterci in problematiche del caso e nel contempo goderci di tutti i vantaggi che una piscina può darci, oltre al valore aggiunto che conferisce alla nostra abitazione anche come padroni di casa e proprietari.





Potrebbe interessarti

Scadenza locazione: cosa fare alla fine di un contratto

Nel momento in cui si arriva alla scadenza della locazione, o – meglio – del suo contratto, possono verificarsi varie possibilità per l’inquilino affittuario. Molto spesso accade che il contratto venga rinnovato da entrambe le parti alle condizioni iniziali, a meno che non intervengano eventuali ritocchi volti a modificare il canone d’affitto.

Leggi tutto...

Cosa significa affitto a canone libero? Scopri le caratteristiche

Le locazioni a canone libero durano formalmente 4 anni, ma nella maggioranza dei casi, arrivano fino agli 8. In caso di mancanza di disdetta motivata da precise ragioni imposte dalla legge, il periodo di locazione è infatti automaticamente rinnovato, per la prima volta, di altri 4 anni.

Leggi tutto...

Affitto d'azienda: questi consigli non puoi perderteli!

Con il termine affitto d'azienda è indicata l'acquisizione di un diritto di godimento e di tutti i poteri di gestione di un complesso aziendale di proprietà del locatore, da parte di un conduttore dietro corrispettivo. A regolamentare l'affitto d’azienda è l'articolo 2562 del codice civile che dispone l'applicazione delle norme relative all'usufrutto d'azienda (articolo 2561) e quelle generali in tema d'affitto (articoli 1571-1654).

Leggi tutto...

Moduli contratti di locazione: tutte le novità!

Dal 1° luglio 2010 è stato realizzato il nuovo Modello 69, per la registrazione dei contratti di locazione e affitto e per i contratti di comodato.

Leggi tutto...

Contratto di affitto con cedolare secca: tutte le caratteristiche

La locazione di un immobile, ma anche di una semplice stanza, soprattutto se si tratta di studenti, necessita sempre e obbligatoriamente della regolare registrazione di un contratto. Nel caso di affitti a studenti questo spesso non accade; ogni anno infatti sono numerosi i ragazzi che pagano l'affitto del proprio posto letto in nero.

Leggi tutto...

I più condivisi

Plusvalenza nella vendita della prima casa: info e dettagli

Nel caso di acquisto della prima casa, è prevista una serie di agevolazioni: l’imposta di registro è al 3% del valore; l’imposta ipotecaria corrisponde a 168,00 €; anche l’imposta catastale corrisponde a 168,00 €. Nel caso di vendita della prima casa, così come avviene per tutti gli immobili, per plusvalenza della prima casa si intende l’aumento di valore realizzato entro un determinato periodo di tempo.

Leggi tutto...

Calcola il mutuo online: conosci questi strumenti?

Sono disponibili molti siti e portali che mettono a disposizione la funzione "Calcola il Mutuo online": si tratta di software che prendono in considerazione tutti i parametri necessari per dare una stima (o previsione) dell'importo della rata mensile del piano d'ammortamento.

Leggi tutto...

Il tasso misto applicato ai mutui

L’acquisto di un immobile e la conseguente richiesta di un mutuo, comporta un’attenta valutazione e analisi delle varie offerte proposte dagli istituti di credito. L’aspetto fondamentale da tenere in considerazione prima della sottoscrizione, è sicuramente dato dalla scelta del tasso d’interesse che verrà applicato al piano di ammortamento.

Leggi tutto...

Vendita prima casa

Cosa succede al momento della vendita della prima casa? Si tratta di un passaggio molto importante e burocraticamente significativo: le insidie in casi del genere si nascondono dietro ogni cavillo contrattuale, e bisogna conoscere tutte le norme e i fattori che entrano in campo al momento della vendita della casa.

Leggi tutto...

Plusvalenza della seconda casa, come procedere?

Per plusvalenza si intende l’aumento del valore di un immobile verificatosi nel tempo trascorso fra acquisto e vendita. Dal punto di vista fiscale, si considera questo aumento di valore come indice di una maggiore capacità contributiva, che viene tassato attraverso imposte dirette. Oltre alla vendita della prima, si applica la plusvalenza sulla seconda casa. Ecco come calcolarla.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Volture catastali: tutto quello che c'è da sapere

Cosa sono le volture? La variazione d'intestazione di un contratto di fornitura già esistente, viene definito voltura. Essa può essere richiesta quando si presenta un subentro al posto di un precedente cliente e predispone la sottoscrizione di un contratto, nel quale vengono trasferite le obbligazioni derivanti dal precedente accordo. Esistono però anche le volture catastali.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Consigli sui lavori di ristrutturazione

Capita un giorno, quando si risiede in un'abitazione vecchia oppure quando si vuole dare un nuovo aspetto alla casa dove si sta già da diversi anni, di voler effettuare dei lavori di ristrutturazione della stessa. Magari il desiderio si era già presentato da molto tempo, tuttavia non si avevano ancora le possibilità economiche per effettuare simili interventi di edilizia.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Subentro acqua: cosa fare per la disdetta?

Per effettuare la disdetta del contratto di fornitura dell'acqua, è necessario che il cliente si presenti, con l'ultima bolletta ricevuta, presso l'ufficio della società titolare, per sottoscrivere il relativo modulo.

Leggi tutto...
Go to Top