Prima dell’invenzione dell’estintore venivano utilizzati dei sistemi portatili di estinzione di piccole dimensioni. Lo sviluppo di agenti estinguenti che permettono il lancio dell'agente estinguente a grande distanza ha permesso poi la realizzazione degli estintori moderni.

L'estintore di co2 è composto da un gas inerte e idroelettrico che, con una pressione di 55/60 bar (20°) , fuoriesce sotto forma di ghiaccio secco o neve carbonica , ad una temperatura di -78° . Avvolgendo il corpo in fiamme, sottrae ossigeno e, provoca lo spegnimento del fuoco.

L'estintore co2 per la casa è un’apparecchiatura utile alla sicurezza casalinga. Viene utilizzata per lo spegnimento di fuochi di varia natura (funziona attraverso l’emissione di prodotti che soffocano i fuochi). La sua invenzione risale al XIX secolo, ma la cui diffusione è molto più recente. Pochi oggi sanno che esiste una particolare assicurazione sulla casa che copre eventuali danni dovuti da un improvviso incendio.

Tipologie di estintori co2 per la casa

In commercio ci sono tre tipi di estintori che funzionano per soffocamento, raffreddamento e reazione chimica. Vengono denominati agenti per soffocamento gli estintori che non permettono il contatto tra il combustibile ed il comburente mentre gli agenti per il raffreddamento sono quei particolari estintori che sottraggono calore al combustibile, per farlo scendere sotto la temperatura di accensione.

Gli agenti per reazione chimica sono gli estintori che mutano il combustibile per renderlo non più combustibile. Questi particolari estintori vengono associati ai vari tipi di fuochi (che vengono classificati a loro volta a seconda del tipo di combustibile):

  • fuochi di classe A azionati da combustibili solidi come carta, legno , materiali tessili, pelli, gomma e derivati;
  • fuochi di classe B azionati da combustibili liquidi come alcol, solventi, eteri,idrocarburi;
  • fuochi di classe C azionati da combustibili gassosi come butano, propilene ,acetilene, metano;
  • fuochi di classe D azionati da metalli combustibili come potassio, magnesio, zinco, alluminio in polvere ,titanio, zirconio;
  • fuochi di classe E ( introdotti con la normativa EN.2 del 2005) generati da oli e grassi di cottura.

I tipi di fuoco vengono comunque riportati sull'estintore con delle figure facilmente riconoscibili.

Altri modelli di estintori

Le leggi in vigore pensano all'estintore come ad un apparecchio a comando manuale. Nell'uso comune troviamo altri modelli di estintori che sono quelli:

  • Manuali
  • A distanza
  • Automatici

Mantenzione degli estintori Co2 per la casa

Per quanto riguarda la manutenzione degli estintori è molto importante:

  1. Sorveglianza (delle persone interne all'azienda o all’abitazione debbono, con frequenza mensile, andare a monitorare alcuni aspetti legati al funzionamento dell’apparecchio)
  2. Controllo (verifica ogni sei mesi dell'efficienza dell'estintore con degli accertamenti tecnici specifici a seconda del tipo di estintore)
  3. Revisione (accertamenti ed interventi per verificare l’efficienza dell'estintore. Tutti gli interventi di manutenzione sono elencati all'art. 5.3 della UNI 9994:2003)
  4. Collaudo (verificare la stabilità dell’involucro tramite prova idraulica)

 



Potrebbe interessarti

Le agenzie immobiliari di Padova: trova le più affidabili!

Le agenzie immobiliari si rivelano fondamentali quando si cerca casa in una città come Padova, dove gli annunci di vendita e affitto sembrano moltiplicarsi a vista d’occhio; vedremo, nell’articolo che segue, quale sia il ruolo degli operatori in questo campo e dove contattare le agenzie più rinomate per la loro affidabilità.

Leggi tutto...

Tassa di registro: come si calcola?

Se si intende acquistare o prendere in affitto un immobile da abitare oppure da adibire per usi diversi, ad esempio di natura commerciale o ad uso ufficio, è necessario in primis stipulare un contratto d'affitto o di compravendita.

Leggi tutto...

Affittare la prima casa: ragioniamo sulla perdita di agevolazioni

Con 10 miliardi di tagli sulle agevolazioni fiscali per la prima abitazione la manovra finanziaria va a colpire praticamente tutti: dal proprietario che intende ristrutturare l’abitato all’affittuario. Per quanto riguarda i contratti di locazione della prima casa tuttavia, quanti l’abbiano stipulato potranno ancora contare su questi privilegi.

Leggi tutto...

Locazioni transitorie: condizioni, durata e rinnovo

Le locazioni transitorie si effettuano quando il proprietario o l'inquilino hanno la necessità di affittare momentaneamente un alloggio. La natura transitoria va dichiarata nel contratto e quella dell'inquilino va accertata attraverso una documentazione specifica da allegare al contratto stesso.

Leggi tutto...

Comodato d'uso a titolo gratuito

Il comodato d'uso di immobile rappresenta una forma di contratto di locazione con cui è possibile prendere in consegna un immobile per un periodo di tempo determinato, con il dovere di riconsegnarlo al proprietario.

Leggi tutto...

I più condivisi

Provvigione agenzia immobiliare: consigli per non pagare troppo!

Il mediatore immobiliare e l'agenzia e l'agente immobiliare svolgono il ruolo di intermediario tra acquirente e venditore. Ci si rivolge ad un'agenzia immobiliare sia che si voglia vendere o acquistare un immobile, sia che si tratti di una compravendita che di una locazione.

Leggi tutto...

La plusvalenza nella vendita di un immobile: una guida

Nel caso di vendita di un immobile (appartamento, terreno), per plusvalenza si intende l’aumento di valore realizzato entro un determinato periodo di tempo. Ai fini fiscali, questo aumento di valore è indice di una maggiore capacità contributiva ed è tassato attraverso imposte dirette. A differenza di altri redditi da capitale, non vengono calcolati sulla base imponibile dell'IRPEF.

Leggi tutto...

Surrogazione mutuo: caratteristiche, vantaggi e svantaggi

La surrogazione del mutuo (o portabilità) consente al debitore di sostituire il creditore iniziale, senza necessità di consenso di quest’ultimo, previo il pagamento del debito (art. 1202 codice civile).

Leggi tutto...

Salone del Mobile di Parma: informazioni e contatti

Per riuscire a trovare l’arredamento giusto, prima di recarsi presso un negozio o centro commerciale, è possibile visitare il Salone del Mobile di Parma o uno dei grandi Saloni del Mobile in Italia che offrono un'amplissima panoramica sulle nuove tendenze e che offrono soluzioni alla portata delle tasche di chiunque.

Leggi tutto...

Valore catastale immobile: tutti i passi per calcolarlo!

Ogni immobile ha un proprio valore catastale che deriva per convenzione dalle cosiddette “rendite catastali”. Questo valore è solitamente usato quando si stipulano contratti di compravendita, di successione o di donazione, poiché serve come riferimento per applicare, in percentuale, tutte le imposte indirette collegate a tale atto, quali ad esempio iva e imu.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Norme per gli ascensori: le regole imprescindibili!

Ogni condominio che abbia almeno 3 piani è di solito dotato di un ascensore che possa essere d'ausilio agli inquilini dei piani superiori. Precise norme per gli ascensori ne regolano l'uso e la manutenzione anche se il regolamento mette spesso in causa anche il semplice buon senso dei singoli condomini.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Risanamento conservativo: una guida affidabile!

Le opere di ristrutturazione vengono propriamente definite secondo la legge e l'articolo 3 del Testo Unico dell'edilizia, che si rifà inoltre alla vecchia legge numero 457 del 1978, “di recupero”.

Leggi tutto...

Leggi anche...

A2A Bollette: un nuovo servizio di energia

A2A Energia è un sinonimo di semplificazione per molte piccole preoccupazioni della nostra vita. Attraverso i suoi sportelli A2A Energia mette a disposizione dei clienti un efficiente servizio operativo ventiquattro ore al giorno, sette giorni alla settimana, utile per terminare le operazioni commerciali o per richiedere le più varie informazioni.

Leggi tutto...
Go to Top