Le macchine per il caffè con le cialde sono degli elettrodomestici a uso domestico per preparare il caffè espresso come quello del bar. Vi sono macchine che utilizzano le cialde e altre che prevedono l’uso delle capsule. Le cialde sono dei dischi tondeggianti pressati dello spessore di 44 mm e contenenti 7 gr di caffè macinato racchiuso in un incarto di carta filtrata come quello delle bustine per il tè. Il formato standard universale delle cialde è identificato dalla sigla ESE, vale a dire che le macchine per il caffè con marchio ESE sono compatibili per le corrispettive cialde prodotte da qualsiasi marca produttrice di caffè in cialde. Le cialde per il caffè si trovano presso qualsiasi supermercato e confezionate in ambiente protetto per preservare l’aroma del caffè.

Come funziona?

Per comprendere il funzionamento di una macchina per il caffè è bene conoscere le componenti, anche ai fini di una corretta manutenzione. L’aspetto esterno – spesso dal design lineare e compatto – custodisce un meccanismo elettrico che alimenta anche la parte elettronica del display. La macchina – indipendentemente dalle dimensioni – si compone di: 

  • una caldaia per il riscaldamento dell’acqua;
  • un gruppo di erogazione,
  • una resistenza elettrica;
  • il manometro per la regolazione della pressione;
  • l’elettropompa;
  • una lancia per il vapore;
  • il sistema di regolazione della temperatura.

Le macchine del caffè a uso domestico sono dotate di uno o due erogatori (per preparare una o due tazzine di caffè alla volta); mentre quelle professionali ne possono prevedere fino a quattro. La scocca o rivestimento esterno che protegge il meccanismo può essere di plastica o alluminio a seconda dei modelli e delle case produttrici.

Il funzionamento per la preparazione del caffè è semplice. L’apparecchio è elettrico per cui occorre innanzitutto collegarlo a una presa elettrica. Quando si preme sul bottone di avvio si avvia il meccanismo di riscaldamento dell’acqua all’interno della caldaia: una luce di colore diverso solitamente avverte quando l’acqua è giunta a temperatura (ideale tra 89° e 96°C), a questo punto è necessario porre la cialda nell’apposito contenitore, richiudere il contenitore come indicato dal manuale di utilizzo della propria macchinetta assicurandosi che non fuoriesca il liquido durante l’erogazione (pertanto occorre controllare che le guarnizioni in plastica poste per evitare questo inconveniente siano ben riposte e non usurate). L’acqua preriscaldata, viene spinta dalla caldaia alla cialda alla pressione di 9 atm per far sì che il liquido raggiunga la polvere del caffè e ne fuoriesce il liquido. È lo stesso principio della moka, ma con tempi accelerati avendo già l’acqua preriscaldata e la pressione al giusto valore. Si posiziona la tazzina sotto l’erogatore e si mantiene premuto il pulsante di erogazione fino alla “lunghezza” desiderata del caffè: solitamente si consiglia di riempire la tazzina fino a due terzi per ottenere la giusta “corposità” ed evitare che i residui acquosi annacquino il caffè.

Sebbene le macchine per il caffè con le cialde funzionano tutte allo stesso modo è sempre opportuno leggere attentamente il manuale di istruzioni del proprio apparecchio per utilizzarlo nel modo più efficiente. Per una corretta manutenzione si suggerisce di utilizzare acqua naturale in bottiglia, evitando quella del rubinetto ricca di calcare e residui che possono danneggiare il filtro.

Di seguito ti riportiamo alcuno ottime offerte di Amazon

Compra su Amazon

De'Longhi Nespresso Inissia EN80.B Macchina per caffè espresso, a capsule, 1260 W, 1 Tazza, 14 Decibel, 19 bar, Plastica, Nero (Black)

Prezzo su Amazon.it: € 59
Compra su Amazon

De'Longhi Dedica EC685.M Macchina da Caffè Espresso Manuale e Cappuccino, Caffè in Polvere o in Cialde E.S.E., 1350 W, Argento

Prezzo su Amazon.it: € 149
Compra su Amazon

Gaggia RI8423/12 - Macchina da Caffè Espresso Manuale, 950 W, 1L, Nero

Prezzo su Amazon.it: € 65

I vantaggi e gli svantaggi della macchina per il caffè con le cialde

macchine caffè cialde

L’uso della macchina per il caffè con le cialde – da preferire alle capsule il cui rivestimento rigido è più difficile da smaltire – presenta diversi vantaggi in sé:

  • le cialde ESE si possono acquistare nei supermercati e sono compatibili con qualsiasi macchina per il caffè;
  • le cialde sono completamente biodegradabili e compostabili, facili da riciclare e pertanto si gettano nel contenitore dell’umido.
  • Il costo delle cialde è più economico rispetto alle capsule (una confezione costa da 20€ a 30 € a seconda della marca che si preferisce);
  • La manutenzione di una macchina del caffè con le cialde è più semplice e richiede la pulizia una volta a settimana.

L’unico svantaggio delle cialde è nel loro rivestimento fatto di carta porosa che a lungo andare lascia perdere l’aroma originale del caffè, a differenza delle cialde il cui aroma resta ben sigillato al suo interno.



Potrebbe interessarti

Cosa significa affitto a canone libero? Scopri le caratteristiche

Le locazioni a canone libero durano formalmente 4 anni, ma nella maggioranza dei casi, arrivano fino agli 8. In caso di mancanza di disdetta motivata da precise ragioni imposte dalla legge, il periodo di locazione è infatti automaticamente rinnovato, per la prima volta, di altri 4 anni.

Moduli contratti di locazione: tutte le novità!

Dal 1° luglio 2010 è stato realizzato il nuovo Modello 69, per la registrazione dei contratti di locazione e affitto e per i contratti di comodato.

Scadenza locazione: cosa fare alla fine di un contratto

Nel momento in cui si arriva alla scadenza della locazione, o – meglio – del suo contratto, possono verificarsi varie possibilità per l’inquilino affittuario. Molto spesso accade che il contratto venga rinnovato da entrambe le parti alle condizioni iniziali, a meno che non intervengano eventuali ritocchi volti a modificare il canone d’affitto.

Avviso sul Copyright

I contenuti di questo sito web sono protetti da Copyright. Ti invitiamo gentilmente a non duplicarli e a scriverci a info [@] elamedia.it se hai intenzione di usufruire dei servizi erogati dalla nostra Redazione.

Protected by Copyscape

Non bloccare la Pubblicità

Il tuo Browser blocca la nostra pubblicità? Ti chiediamo gentilmente di disattivare questo blocco. Per noi risulta di vitale importanza mostrarti degli spazi pubblicitari. Non ti mostreremo un numero sproporzionato di banner né faremo in modo che la tua esperienza sul nostro sito ne risenta in alcun modo.Ti invitiamo dunque ad aggiungere il nostro sito tra quelli esclusi dal Blocco della tua estensione e a ricaricare la pagina. Grazie!

Ricarica la Pagina

I più condivisi

Salone del Mobile di Firenze: informazioni sull'evento

Scegliere l'arredamento per la vostra nuova casa non è sempre una cosa semplice e veloce. È infatti necessario valutare diversi fattori, ottimizzare gli spazzi e scegliere sin da subito i colori che si desiderano. Una visita al Salone del Mobile di Firenze può dare utilissime idee per la realizzazione di spazi belli e funzionali nella propria casa.

Valore catastale immobile: tutti i passi per calcolarlo!

Ogni immobile ha un proprio valore catastale che deriva per convenzione dalle cosiddette “rendite catastali”. Questo valore è solitamente usato quando si stipulano contratti di compravendita, di successione o di donazione, poiché serve come riferimento per applicare, in percentuale, tutte le imposte indirette collegate a tale atto, quali ad esempio iva e imu.

La plusvalenza nella vendita di un immobile: una guida

Nel caso di vendita di un immobile (appartamento, terreno), per plusvalenza si intende l’aumento di valore realizzato entro un determinato periodo di tempo. Ai fini fiscali, questo aumento di valore è indice di una maggiore capacità contributiva ed è tassato attraverso imposte dirette. A differenza di altri redditi da capitale, non vengono calcolati sulla base imponibile dell'IRPEF.

Leggi anche...

Comproprietà immobile: comunione di proprietari

L'acquisto di una casa o l'affitto di un appartamento o di una stanza, comportano sempre delle pratiche legali da svolgere e dei contratti da firmare.

Leggi anche...

Montaggio dei mobili Ikea: sei più da fai da te o preferisci chiedere aiuto?

Montaggio mobili Ikea

Una delle caratteristiche che permette alla multinazionale Ikea di essere competitiva rispetto alle altre aziende del settore, in merito al rapporto fra qualità e prezzo dei prodotti, è sicuramente quella di lasciare al cliente l'onere del montaggio dei mobili Ikea acquistati.

Leggi anche...

Bollettino MAV: cos’è e come pagarlo, segui la nostra guida

bollettino mav

Che cos'è? Il MAV è l’acronimo di Pagamento Mediante Avviso. Il Mav è un bollettino il cui pagamento segue una procedura interbancaria standard. 

Go to Top