La rilevazione dei consumi del gas può verificarsi secondo diverse modalità: lettura diretta del contatore; autolettura da parte del Cliente e trasmissione della stessa a Eni S.p.A., mediante numero verde dedicato o sito internet.

Come effettuare la lettura del contatore del gas all'Eni

La lettura diretta del gruppo di misura avviene: almeno una volta l'anno, per i clienti con consumi fino a 500 mc/anno; almeno una volta ogni sei mesi per i clienti con consumi superiori a 500 mc/anno e fino a 5000 mc/anno; almeno una volta al mese per i clienti con consumi superiori a 5000 mc/anno ad esclusione.

La comunicazione dell’autolettura può avvenire: tramite Numero Verde 800.999.800, attivo tutti i giorni dalle h. 6,00 alle h. 24,00; tramite il portale Eni, utilizzando la sezione Servizi on line, disponibile 24 ore su 24, 7 giorni su 7 per tutti i clienti registrati.

Per poter effettuare l’autolettura gas on line, basta accedere all’area riservata e inserire il valore di consumo riscontrato sul proprio contatore nell’apposito form denominato CONSUMI E LETTURE - Autolettura gas

Comunicando la lettura nel periodo consigliato sulla fattura, verranno addebitati sulla bolletta i consumi corrispondenti alla lettura trasmessa. Durante l'autolettura è necessario considerare solo le cifre in campo nero del proprio contatore, leggendole da sinistra verso destra, non tenendo conto delle cifre in campo rosso (decimali).

Autolettura tramite l’App di Eni

Oltre ai classici canali di comunicazione dell’autolettura, Eni ha creato una intuitiva App per iPhone, dispositivi Android e Windows Phone. In questo modo si comunica in modo facile e veloce la propria rilevazione dei consumi. Dopo aver scaricato l’App dallo store del proprio smartphone o tablet e averla installata, è sufficiente accedere con le credenziali (username e password) che si usano per accedere al portale. Il servizio è, quindi, rivolto solo ai clienti già registrati ai servizi online. Se non si è ancora registrati, basterà andare sul sito eni.com e registrarsi, tenendo a portata di mano una bolletta per i dati utenza.
Una volta effettuato l’accesso, sulla schermata troviamo varie icone relative ad altrettanti servizi. Nel nostro caso, clicchiamo su Autolettura gas identificato con l’icona di un contatore: se sia hanno più forniture, occorre selezionare il contatore dell’utenza di cui vogliamo comunicare la lettura. Il sistema indicherà l’ultima lettura effettuata. Inseriamo, quindi, le cifre su fondo nero che abbia rilevato sul nostro contatore del gas e premiamo “invia lettura”. Eni ci manderà un messaggio di conferma al termine dell’operazione.
Anche in questo caso l’autolettura non sostituisce la lettura periodica dell’addetto Eni che verrà personalmente a registrare i consumi effettivi.
L’App permette anche accedere a tutte le informazioni relative alla propria utenza: storico delle letture, bollette, data di emissione della prossima bolletta, estratto conto, eniwebolletta, andamento dei consumi in tempo reale e altri servizi.

Diverse tipologie di contatori

Per sapere che tipo di contatore abbiamo, basterà guardare sulla bolletta dove troviamo anche il numero utenza.
Nel caso di più forniture occorre prima selezionare la fornitura di interesse, mentre se si dispone di un contatore a rulli le cifre a destra della virgola (quelle dei rulli che ruotano più velocemente) non contano ai fini della lettura da comunicare.

In caso di Totalizzatori misti infine, oltre ai rulli ci sono anche delle lancette di colore rosso che indicano i decimali. Ai fini della fatturazione si leggono solo le cifre intere riportate nel totalizzatore a rulli. Dopo aver effettuato la lettura del contatore, arriverà la bolletta che dovrà essere pagata entro i termini previsti per evitare casi di morosità o di bollette scadute.

Oggi, le tipologie di contatori più diffusi, in base all’uso, sono: a membrana e ad ultrasuoni, utilizzati per le misurazioni di piccole e medie portate; i contatori a turbina e rotoidi, invece, sono utilizzati per misurare medie e grandi portate, infatti sono installati in ambito industriale.

Collocazione del contatore

Il contatore del gas relativo alla nostra abitazione si può collocare in vari punti: se l’appartamento si trova in un palazzo privato o condominio, il contatore si trova sicuramente nelle aree comuni adibite all’alloggio di tutti i contatori. Se, invece, l’abitazione è autonoma, il contatore si troverà in casa. Questa opzione potrebbe riguardare anche chi effettua l’allaccio al gas cittadino in modo autonomo in un momento successivo alla costruzione del palazzo. 





Potrebbe interessarti

Canoni di locazione, le tipologie e i costi

Il canone di locazione è l’aspetto principale a cui guardano gli inquilini che hanno intenzione di affittare un appartamento. Il costo molto alto degli ultimi tempi, soprattutto nelle grandi città, ha portato questo argomento in prima pagina e di stretta attualità, soprattutto in questo momento di congiuntura economica.

Leggi tutto...

Fideiussione per affitto: garanzia di pagamento

Recentemente la fideiussione personale ha soppiantato quasi completamente le vecchie cauzioni che i padroni di casa chiedevano per l’affitto degli appartamenti o dei locali commerciali.

Leggi tutto...

Contratto di affitto con cedolare secca: tutte le caratteristiche

La locazione di un immobile, ma anche di una semplice stanza, soprattutto se si tratta di studenti, necessita sempre e obbligatoriamente della regolare registrazione di un contratto. Nel caso di affitti a studenti questo spesso non accade; ogni anno infatti sono numerosi i ragazzi che pagano l'affitto del proprio posto letto in nero.

Leggi tutto...

Contratto affitto 4+4: guida completa dalla stipula alla disdetta

I contratti di locazione a canone libero durano formalmente 4 anni, ma nella maggioranza dei casi, arrivano fino agli 8. In caso di mancanza di disdetta motivata da precise ragioni imposte dalla legge, il periodo di locazione è infatti automaticamente rinnovato, per la prima volta, di altri 4 anni.

Leggi tutto...

Locazione uso foresteria: scopriamo i vantaggi

 

Con il contratto di locazione ad uso foresteria una società per capitali prende in affitto un’abitazione ad uso dei suoi dipendenti.

Leggi tutto...

I più condivisi

Valore catastale immobile: tutti i passi per calcolarlo!

Ogni immobile ha un proprio valore catastale che deriva per convenzione dalle cosiddette “rendite catastali”. Questo valore è solitamente usato quando si stipulano contratti di compravendita, di successione o di donazione, poiché serve come riferimento per applicare, in percentuale, tutte le imposte indirette collegate a tale atto, quali ad esempio iva e imu.

Leggi tutto...

Il tasso misto applicato ai mutui

L’acquisto di un immobile e la conseguente richiesta di un mutuo, comporta un’attenta valutazione e analisi delle varie offerte proposte dagli istituti di credito. L’aspetto fondamentale da tenere in considerazione prima della sottoscrizione, è sicuramente dato dalla scelta del tasso d’interesse che verrà applicato al piano di ammortamento.

Leggi tutto...

Il mutuo ipotecario: cos’è e come funziona

Per chi è in procinto di acquistare un immobile la fase di analisi e scelta del finanziamento da prendere è fondamentale, soprattutto perchè si tratta di un investimento importante che nella maggior parte dei casi graverà sull’economia familiare a lungo termine.

Leggi tutto...

Perché acquistare o vendere casa con l’aiuto di un’agenzia immobiliare

 

Hai necessità di acquistare o vendere casa? Ti sei mai chiesto se è preferibile avvalersi della collaborazione di un’agenzia immobiliare e perché? Sintetizzare la fase di compravendita di un immobile come quel lasso di tempo che intercorre tra la pubblicazione di un annuncio, la trattativa tra le parti e la firma del contratto, è un ragionamento troppo semplicistico e spesso lontano dalla realtà delle cose.

Leggi tutto...

Vendita prima casa

Cosa succede al momento della vendita della prima casa? Si tratta di un passaggio molto importante e burocraticamente significativo: le insidie in casi del genere si nascondono dietro ogni cavillo contrattuale, e bisogna conoscere tutte le norme e i fattori che entrano in campo al momento della vendita della casa.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Comproprietà immobile: comunione di proprietari

L'acquisto di una casa o l'affitto di un appartamento o di una stanza, comportano sempre delle pratiche legali da svolgere e dei contratti da firmare.

Leggi tutto...

Leggi anche...

L’impianto idraulico: lo schema per il vostro appartamento

L’impianto idraulico è il sistema di ogni appartamento (ambiente) che garantisce l’allaccio con l’acquedotto, la distribuzione di acqua potabile, la distribuzione dell’acqua calda e la fusione dell’impianto alla fognatura. Colui che progetta un impianto idraulico ha il dovere di valutare la possibilità di utilizzare strategie diverse per la riduzione dei consumi.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Riscaldamento piscina: come risparmiare?

Chi possiede una piscina nella propria abitazione o nel cortile o giardino adiacente ad essa, deve anche occuparsi e tenere in considerazione l'aspetto legato al riscaldamento . Un efficiente servizio di questo genere, può infatti accrescerne le sue potenzialità.

Leggi tutto...
Go to Top