Arredare usando la luce può essere un espediente veramente utilissimo per far diventare più bella e più accogliente la vostra casa. Infatti, oltre ai tappeti, i quadri, o i divani di design anche la luce ha una grande importanza in casa proprio perché, come gli specchi, sono ideali per far sembrare più ampio un ambiente che è, invece, piccolo. Quindi, se volete creare una casa davvero moderna, non potrete non prendere in considerazione un dettaglio fondamentale come questo e cimentarvi nel fantastico mondo del “light design”.

Innanzitutto, bisogna sapere che per raggiungere questo obiettivo non si può fare a meno delle illuminazioni con le lampade a LED perché garantiscono delle atmosfere davvero splendidi ed assicurano anche un risparmio energetico non indifferente. Grazie a questa tipologia di illuminazione, che si trova sia nel colore bianco caldo che bianco neutro, ma anche in molte altre sorprendenti sfumature, riuscirete a mettere in risalto delle aree della vostra casa ed anche alcuni particolari ed importanti angoli di una stanza. Il consiglio è, ovviamente, quello di affidarsi ad esperti del settore illuminazione; potreste ad esempio visitare il sito https://www.lampadarilucedesign.it/it per farvi un’idea di ciò che fa per voi e poi sbizzarrirvi con gli acquisti.

Da dove iniziare?

Dopo esservi fatti un po' di idee, la cosa migliore è quella di realizzare su carta il vostro progetto e i vostri desideri. Create questo progetto durante la ristrutturazione o la costruzione del vostro personale ambiente concentrandovi e soffermandovi sui punti dove vorreste predisporre gli impianti di illuminazione e installare le vostre lampade a Led. Tenete sempre bene a mente quali sono gli elementi per voi importanti e che vi piacerebbe far risaltare proprio grazie all’illuminazione. Se, per esempio desiderate porre l’accento sul vostro quadro preferito, dunque, lasciate che la luce sia rivolta proprio in quella direzione.

Per illuminare alcuni particolari ambienti, come per esempio la cucina, è decisamente una buona idea scegliere delle lampade luminose che siano capaci di mettere in risalto i tre punti fondamentali:

  • il piano di lavoro,
  • il tavolo da pranzo,
  • l’intera stanza in generale.

L’illuminazione, non deve comunque essere eccessiva; se pensate di aver illuminato troppe aree di una stanza, è meglio scegliere i punti luce più rilevanti e lasciare solamente quelli. In questo modo otterrete non solo un’illuminazione soffusa ma anche ben bilanciata e che abbia delle sorgenti luminose ben combinate fra di loro.

Cercate sempre di sfruttare le lampade per mettere in evidenza le zone particolari della casa, come possono essere le zone “dimenticate”: un sotto-rampa, ad esempio, potrebbe cambiare aspetto se lo metterete in risalto con delle belle lampade a led, magari posizionate sul pavimento.

Molto importante è anche la scelta del colore da utilizzare per l’illuminazione dei vostri punti focali. Se, infatti, optate per una luce gialla o rossa, ciò che volete mettere in evidenza vi restituirà le stesse sfumature di colore, invece, se scegliete una luce che tende al bianco, l’oggetto vi rimanderà dei colori più naturali. Dunque, non lasciate dunque niente al caso!

Nel momento in cui fate la scelta del punto da mettere in risalto, ricordatevi che illuminerete tutti i suoi pregi ma anche i difetti, quindi se optate per evidenziare una particolare parete, magari dalla superficie irregolare, sappiate che questa caratteristica verrà maggiormente evidenziata. Quindi, scegliete con attenzione quali punti volete illuminare.

Non sottovalutate la luce

In sostanza, non sottovalutate mai la luce dell’ambiente, che donerà un’illuminazione generale e sarà determinante per la realizzazione di un’atmosfera accogliente e familiare. Per la vostra stanza preferita, quella del relax, potreste creare un’atmosfera magica optando, ad esempio, per un impianto di lampade a led con regolazione dell’intensità della luce.

Detto ciò, ricordate che per avere un’atmosfera accogliente in tutta la casa, la luce rappresenta senza dubbio un elemento che non va sottovalutato e, la scelta del tipo di lampade, naturalmente, varierà in base alla stanza che dovrete arredare.

Lampade a Led: quanto risparmiamo?

Tantissimi sono i consumatori che si interrogano su quanto sia possibile risparmiare in bolletta, sostituendo a tutte le lampadine di casa, le lampadine a Led. Questa tipologia di lampadine, che durano per molto tempo e consumano molta meno corrente rispetto alle lampadine ad incandescenza (le quali oggi giorno non possono più essere vendute in shop), costituiscono una scelta decisamente più ecologica e vantaggiosa rispetto alle lampadine a risparmio energetico, più note come a flourescenza. Pe capire veramente il risparmio che si può ottenere con le lampade a Led, bisogna prima di tutto capire qual è la spesa necessaria per illuminare un ambiente di medie dimensioni per 50.000 ore (ovvero circa 5 anni e mezzo), in rapporto alla vita media di una lampadina a Led.

Se partissimo dal costo della lampadina in sé, va anche sottolineato che, quelle a led, non sono del tutto economiche, anzi, costano parecchio rispetto a tutte le altre: se siete fortunati, una lampadina dovrebbe aggirarsi intorno ai 22 euro. Nonostante ciò, 5 anni saranno bastevoli per riacquistare, in termini economici, il costo delle lampadine. Una lampadina a led infatti consuma solo 500Kw per 50.000 ore di illuminazione, mentre quella a risparmio energetico consuma almeno 1.150 kw, che economicamente parlando, si trasformano in una spesa in bolletta di 100 e 230 euro. Motivo per cui, per illuminare una stanza per 5 lunghi anni e mezzo, si spenderanno all’incirca 122 euro con una lampadina a led e 254 euro con una a risparmio energetico. Attualmente possiamo definire, all’interno dello scenario nazionale, la diffusione della tecnologia a Led in una fase di start-up, a causa di una serie di motivazioni. In primo luogo a causa delle norme di valorizzazione della tecnologia, ancora troppo giovane e poco incisive sul pubblico più obsoleto. In seguito si aggiunge una mancanza di un’industria italiana ed europea, che si impegni nella larga produzione di lampade.

Oggi infatti, il 90% della produzione è di origine cinese e non nazionale. Da non sottovalutare poi sono i forti interessi delle grandi lobby del lighting tradizionale, che rallenta la diffusione delle nuove tecnologie. Nonostante questi tentativi di ostruire la diffusione del led, gli incrementi della tecnologia risultano comunque molto incoraggianti. Tutto dipende strettamente da come le condizioni sopra descritte, si modificheranno, in particolare riguardo la nascita di un industria continentale dell’illuminazione a led. Molte sono le domande che dovremmo porci, pensiamo che il nostro continente sia capace di creare la propria industria basata sull’innovazione? Riusciremo a combattere le produzioni cinesi, forti di un bassissimo costo di manodopera? A voi la riflessione.





Potrebbe interessarti

Moduli contratti di locazione: tutte le novità!

Dal 1° luglio 2010 è stato realizzato il nuovo Modello 69, per la registrazione dei contratti di locazione e affitto e per i contratti di comodato.

Leggi tutto...

Self Storage nel Lazio: contatti utili

I self storage sono servizi in mano ad una compagnia apposita, oppure sono degli spazi in mano a compagnie di trasloco, e di norma vengono affittati e utilizzati attraverso un noleggio a base mensile.

Leggi tutto...

Affitto d'azienda: questi consigli non puoi perderteli!

Con il termine affitto d'azienda è indicata l'acquisizione di un diritto di godimento e di tutti i poteri di gestione di un complesso aziendale di proprietà del locatore, da parte di un conduttore dietro corrispettivo. A regolamentare l'affitto d’azienda è l'articolo 2562 del codice civile che dispone l'applicazione delle norme relative all'usufrutto d'azienda (articolo 2561) e quelle generali in tema d'affitto (articoli 1571-1654).

Leggi tutto...

Provvigione agenzia affitto: come funziona?

Nel momento in cui si decide di mettere il proprio appartamento o la propria casa in affitto, è possibile prendere in considerazione l'ipotesi di affidarsi ad una agenzia che si occupi della mediazione fra il proprietario e l'eventuale affittuario.

Leggi tutto...

Il contratto di sublocazione: caratteristiche, norme e rapporti

Quando l'affittuario deve lasciare l’appartamento locato per un certo periodo può affittarlo a terzi per coprire le spese, senza però avere l’intenzione di disdire il contratto principale.

Leggi tutto...

Non bloccare la Pubblicità

Il tuo Browser blocca la nostra pubblicità? Ti chiediamo gentilmente di disattivare questo blocco. Per noi risulta di vitale importanza mostrarti degli spazi pubblicitari. Non ti mostreremo un numero sproporzionato di banner né faremo in modo che la tua esperienza sul nostro sito ne risenta in alcun modo.Ti invitiamo dunque ad aggiungere il nostro sito tra quelli esclusi dal Blocco della tua estensione e a ricaricare la pagina. Grazie!

Ricarica la Pagina

Avviso sul Copyright

I contenuti di questo sito web sono protetti da Copyright. Ti invitiamo gentilmente a non duplicarli e a scriverci a info [@] elamedia.it se hai intenzione di usufruire dei servizi erogati dalla nostra Redazione.

Protected by Copyscape

I più condivisi

Valore catastale immobile: tutti i passi per calcolarlo!

Ogni immobile ha un proprio valore catastale che deriva per convenzione dalle cosiddette “rendite catastali”. Questo valore è solitamente usato quando si stipulano contratti di compravendita, di successione o di donazione, poiché serve come riferimento per applicare, in percentuale, tutte le imposte indirette collegate a tale atto, quali ad esempio iva e imu.

Leggi tutto...

Plusvalenza nella vendita della prima casa: info e dettagli

Nel caso di acquisto della prima casa, è prevista una serie di agevolazioni: l’imposta di registro è al 3% del valore; l’imposta ipotecaria corrisponde a 168,00 €; anche l’imposta catastale corrisponde a 168,00 €. Nel caso di vendita della prima casa, così come avviene per tutti gli immobili, per plusvalenza della prima casa si intende l’aumento di valore realizzato entro un determinato periodo di tempo.

Leggi tutto...

Salone del Mobile di Firenze: informazioni sull'evento

Scegliere l'arredamento per la vostra nuova casa non è sempre una cosa semplice e veloce. È infatti necessario valutare diversi fattori, ottimizzare gli spazzi e scegliere sin da subito i colori che si desiderano. Una visita al Salone del Mobile di Firenze può dare utilissime idee per la realizzazione di spazi belli e funzionali nella propria casa.

Leggi tutto...

Annunci immobiliari tra privati: le migliori app per vendere e trovare casa

L’acquisto di una casa è sempre un passo importante sia dal punto di vista esistenziale che, soprattutto economico perché comporta un impegno oneroso in particolar modo quando si accende un mutuo. Risparmiare sulla compravendita immobiliare è, tuttavia, possibile se si riesce a fare la ricerca di una casa da sé senza l’intervento di un’agenzia con i relativi oneri di commissione.

Leggi tutto...

Comodato d'uso di immobile: come funziona con quello gratuito?

Il comodato d'uso di immobile rappresenta una forma di contratto di locazione con cui è possibile prendere in consegna un immobile per un periodo di tempo determinato, con il dovere di riconsegnarlo al proprietario.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Cos'è la rendita catastale: scopri le informazioni sugli immobili

Quando si acquista una casa sono necessari dei dati specifici utili a definire le caratteristiche dell'immobile appena comprato e importanti ai fini della compilazione del moduli ICI (Imposta comunale sugli Immobili) e del suo successivo pagamento; uno di questi valori fondamentali è la rendita catastale.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Domiciliazione bancaria delle bollette

La Domiciliazione Bancaria, nota anche come Domiciliazione Bollette, Domiciliazione Utenze o come Domiciliazione Bancaria dei Pagamenti, è uno strumento molto utile che le banche mettono a disposizione dei clienti per “automatizzare” il pagamento delle utenze domestiche.

Leggi tutto...
Go to Top