Arredare usando la luce può essere un espediente veramente utilissimo per far diventare più bella e più accogliente la vostra casa. Infatti, oltre ai tappeti, i quadri, o i divani di design anche la luce ha una grande importanza in casa proprio perché, come gli specchi, sono ideali per far sembrare più ampio un ambiente che è, invece, piccolo. Quindi, se volete creare una casa davvero moderna, non potrete non prendere in considerazione un dettaglio fondamentale come questo e cimentarvi nel fantastico mondo del “light design”.

Innanzitutto, bisogna sapere che per raggiungere questo obiettivo non si può fare a meno delle illuminazioni con le lampade a LED perché garantiscono delle atmosfere davvero splendidi ed assicurano anche un risparmio energetico non indifferente. Grazie a questa tipologia di illuminazione, che si trova sia nel colore bianco caldo che bianco neutro, ma anche in molte altre sorprendenti sfumature, riuscirete a mettere in risalto delle aree della vostra casa ed anche alcuni particolari ed importanti angoli di una stanza. Il consiglio è, ovviamente, quello di affidarsi ad esperti del settore illuminazione; potreste ad esempio visitare il sito https://www.lampadarilucedesign.it/it per farvi un’idea di ciò che fa per voi e poi sbizzarrirvi con gli acquisti.

Da dove iniziare?

Dopo esservi fatti un po' di idee, la cosa migliore è quella di realizzare su carta il vostro progetto e i vostri desideri. Create questo progetto durante la ristrutturazione o la costruzione del vostro personale ambiente concentrandovi e soffermandovi sui punti dove vorreste predisporre gli impianti di illuminazione e installare le vostre lampade a Led. Tenete sempre bene a mente quali sono gli elementi per voi importanti e che vi piacerebbe far risaltare proprio grazie all’illuminazione. Se, per esempio desiderate porre l’accento sul vostro quadro preferito, dunque, lasciate che la luce sia rivolta proprio in quella direzione.

Per illuminare alcuni particolari ambienti, come per esempio la cucina, è decisamente una buona idea scegliere delle lampade luminose che siano capaci di mettere in risalto i tre punti fondamentali:

  • il piano di lavoro,
  • il tavolo da pranzo,
  • l’intera stanza in generale.

L’illuminazione, non deve comunque essere eccessiva; se pensate di aver illuminato troppe aree di una stanza, è meglio scegliere i punti luce più rilevanti e lasciare solamente quelli. In questo modo otterrete non solo un’illuminazione soffusa ma anche ben bilanciata e che abbia delle sorgenti luminose ben combinate fra di loro.

Cercate sempre di sfruttare le lampade per mettere in evidenza le zone particolari della casa, come possono essere le zone “dimenticate”: un sotto-rampa, ad esempio, potrebbe cambiare aspetto se lo metterete in risalto con delle belle lampade a led, magari posizionate sul pavimento.

Molto importante è anche la scelta del colore da utilizzare per l’illuminazione dei vostri punti focali. Se, infatti, optate per una luce gialla o rossa, ciò che volete mettere in evidenza vi restituirà le stesse sfumature di colore, invece, se scegliete una luce che tende al bianco, l’oggetto vi rimanderà dei colori più naturali. Dunque, non lasciate dunque niente al caso!

Nel momento in cui fate la scelta del punto da mettere in risalto, ricordatevi che illuminerete tutti i suoi pregi ma anche i difetti, quindi se optate per evidenziare una particolare parete, magari dalla superficie irregolare, sappiate che questa caratteristica verrà maggiormente evidenziata. Quindi, scegliete con attenzione quali punti volete illuminare.

Non sottovalutate la luce

In sostanza, non sottovalutate mai la luce dell’ambiente, che donerà un’illuminazione generale e sarà determinante per la realizzazione di un’atmosfera accogliente e familiare. Per la vostra stanza preferita, quella del relax, potreste creare un’atmosfera magica optando, ad esempio, per un impianto di lampade a led con regolazione dell’intensità della luce.

Detto ciò, ricordate che per avere un’atmosfera accogliente in tutta la casa, la luce rappresenta senza dubbio un elemento che non va sottovalutato e, la scelta del tipo di lampade, naturalmente, varierà in base alla stanza che dovrete arredare.

Lampade a Led: quanto risparmiamo?

Tantissimi sono i consumatori che si interrogano su quanto sia possibile risparmiare in bolletta, sostituendo a tutte le lampadine di casa, le lampadine a Led. Questa tipologia di lampadine, che durano per molto tempo e consumano molta meno corrente rispetto alle lampadine ad incandescenza (le quali oggi giorno non possono più essere vendute in shop), costituiscono una scelta decisamente più ecologica e vantaggiosa rispetto alle lampadine a risparmio energetico, più note come a flourescenza. Pe capire veramente il risparmio che si può ottenere con le lampade a Led, bisogna prima di tutto capire qual è la spesa necessaria per illuminare un ambiente di medie dimensioni per 50.000 ore (ovvero circa 5 anni e mezzo), in rapporto alla vita media di una lampadina a Led.

Se partissimo dal costo della lampadina in sé, va anche sottolineato che, quelle a led, non sono del tutto economiche, anzi, costano parecchio rispetto a tutte le altre: se siete fortunati, una lampadina dovrebbe aggirarsi intorno ai 22 euro. Nonostante ciò, 5 anni saranno bastevoli per riacquistare, in termini economici, il costo delle lampadine. Una lampadina a led infatti consuma solo 500Kw per 50.000 ore di illuminazione, mentre quella a risparmio energetico consuma almeno 1.150 kw, che economicamente parlando, si trasformano in una spesa in bolletta di 100 e 230 euro. Motivo per cui, per illuminare una stanza per 5 lunghi anni e mezzo, si spenderanno all’incirca 122 euro con una lampadina a led e 254 euro con una a risparmio energetico. Attualmente possiamo definire, all’interno dello scenario nazionale, la diffusione della tecnologia a Led in una fase di start-up, a causa di una serie di motivazioni. In primo luogo a causa delle norme di valorizzazione della tecnologia, ancora troppo giovane e poco incisive sul pubblico più obsoleto. In seguito si aggiunge una mancanza di un’industria italiana ed europea, che si impegni nella larga produzione di lampade.

Oggi infatti, il 90% della produzione è di origine cinese e non nazionale. Da non sottovalutare poi sono i forti interessi delle grandi lobby del lighting tradizionale, che rallenta la diffusione delle nuove tecnologie. Nonostante questi tentativi di ostruire la diffusione del led, gli incrementi della tecnologia risultano comunque molto incoraggianti. Tutto dipende strettamente da come le condizioni sopra descritte, si modificheranno, in particolare riguardo la nascita di un industria continentale dell’illuminazione a led. Molte sono le domande che dovremmo porci, pensiamo che il nostro continente sia capace di creare la propria industria basata sull’innovazione? Riusciremo a combattere le produzioni cinesi, forti di un bassissimo costo di manodopera? A voi la riflessione.





Potrebbe interessarti


Deposito cauzionale affitto

Il deposito cauzionale (o cauzione) viene richiesto dal proprietario che affitta all'inquilino come garanzia per le obbligazioni assunte all'interno del contratto di locazione; esso nello specifico assicura il pagamento dei canoni e la buona conservazione dei locali. Rientra dunque nelle dinamiche dei diritti e dei doveri dell'inquilino e del proprietario.

Leggi tutto...

Proroga locazione, informazioni e pagamenti

I contratti di affitto prevedono diverse appendici da conoscere: dopo aver parlato dei canoni d’affittodell’imposta di registro, della cessazione del contratto di locazione, ora approfondiremo il discorso relativo alla proroga del contratto di locazione, con informazioni sia di carattere generale che sul pagamento dell’imposta.

Leggi tutto...

Recesso di contratto di locazione: quali sono le modalità?

 

Nella situazione economica italiana, molte più persone ricorrono all’affitto di un immobile ad uso abitativo non potendosi permettere l’acquisto di una casa propria. Esistono però anche casi di recesso del contratto di locazione e su questo campo ci sono molte regole e leggi da sapere.

Leggi tutto...

Tasse affitto: una guida per essere in regola!

In materia di locazioni sono davvero tantissime le cose da tenere in considerazione, soprattutto per non trovarsi a dover risolvere eventuali problemi futuri. La prima cosa da fare è sicuramente preoccuparsi di stipulare e, soprattutto, regolarizzare il contratto. La corretta registrazione del contratto d'affitto di qualunque natura è infatti una garanzia e una sicurezza per chi decide di prendere in affitto un immobile.

Leggi tutto...

Mutuo affitto: scopri tutte le caratteristiche

Il cosiddetto "mutuo affitto" è una formula nata in tempi recenti con la quale gli istituti di credito vengono incontro alle esigenze di quanti abbiano bisogno di un prestito ma che non possano permettersi di pagare interessi troppo alti.

Leggi tutto...

I più condivisi


Plusvalenza della seconda casa, come procedere?

Per plusvalenza si intende l’aumento del valore di un immobile verificatosi nel tempo trascorso fra acquisto e vendita. Dal punto di vista fiscale, si considera questo aumento di valore come indice di una maggiore capacità contributiva, che viene tassato attraverso imposte dirette. Oltre alla vendita della prima, si applica la plusvalenza sulla seconda casa. Ecco come calcolarla.

Leggi tutto...

Vendo casa: i 5 errori di chi lo fa senza l’aiuto di un’agenzia

Spesso si pensa che dire ‘vendo casa’ e pubblicare qualche annuncio qua e là sia sufficiente per trasformare in denaro sonante il vecchio immobile della nonna, la casetta al mare o l’appartamento oramai diventato troppo piccolo per una famiglia in via di espansione.

Leggi tutto...

Accollo mutuo esistente: di cosa stiamo parlando?

Quando si vuole acquistare un immobile sempre più spesso accade che, ciò che si vuole acquistare abbia già un mutuo acceso dall'attuale venditore oppure, nei casi in cui si decide di acquistare un immobile nuovo dall'impresa che abbia richiesto un finanziamento per erigere il fabbricato.

Leggi tutto...

Guida per comprare casa: sei sicuro di conoscere ogni aspetto?

Comprare casa non è certamente un processo semplice. Leggere i giornali specializzati, informarsi sul Web, visitare gli immobili in vendita o studiare la planimetria di una casa in costruzione è importante ma può non bastare. Ecco alcuni consigli utili per chi ha deciso di comprare casa.

Leggi tutto...

Il Piano di Ammortamento dalla A alla Z

Il periodo ti tempo concordato tra il cliente e l’istituto di credito per il rimborso del mutuo, si chiama comunemente piano di ammortamento. La modalità rateale di restituzione (del capitale più gli interessi maturati) e la durata di tale periodo, fanno capo al piano di pagamento che una volta terminato, ci consentirà di diventare a tutti gli effetti i proprietari dell’immobile in questione.

Leggi tutto...

Leggi anche...


Sfratto: procedure, proroghe ed esecuzione

Solitamente, quando il giudice convalida lo sfratto, stabilisce un rinvio, variabile da sei mesi a un anno rispetto alla scadenza contrattuale, entro il quale l’immobile deve essere rilasciato.

Leggi tutto...

Leggi anche...


Accorgimenti per la ristrutturazione di una casa a misura d’anziano

Quando si parla di terza età è necessario considerare soprattutto che cosa può essere fatto per migliorare la qualità di vita di una persona anziana (bisogna considerare che non si tratta di un argomento irrilevante, in quanto il nostro è attualmente il paese più vecchio d’Europa); rendere l’appartamento agevole e confortevole è importantissimo, soprattutto in quanto consente di evitare di incorrere in infortuni domestici, che ad una certa età possono risultare sempre più complessi da risolvere (il rischio è quello di rimanere allettati, come nel caso di una caduta e di una conseguente frattura del femore, con l’obbligo di cercare qualcuno con il compito di prendersi cura dell’anziano 24 ore al giorno).

Leggi tutto...

Leggi anche...


Caro bollette: come risolvere il problema con ScelgoZero

La voce “bollette” ha sempre un peso importante sul budget mensile degli italiani. Ogni anno i rincari tornano a farsi sentire, cosa che non si può arginare semplicemente cercando di contenere i consumi. Del resto non è sempre possibile tagliare la spesa di gas e luce rinunciando a sfruttare al meglio questi servizi, che per molti versi risultano essenziali.

Leggi tutto...
Go to Top