Il balcone può essere considerato il punto della casa che più da adito ad aspettative nei confronti di chi viene a visitarci. E' infatti la parte che si mostra al pubblico e che serve a dare la prima impressione di quello che poi si trova all'interno. E' dunque importante tenere il balcone in condizioni di pulizia e dargli quel tocco di colore attraverso una verniciatura adatta.

Come verniciare la ringhiera del balcone

La ringhiera del balcone, prima ancora di essere verniciata, ha bisogno di un trattamento contro la ruggine, nemico principale di questo elemento esposto agli agenti atmosferici. Dunque, prima di verniciare il balcone, è necessaria una operazione preliminare di rimozione della ruggine.

Per eliminare la ruggine dal balcone, basta munirsi di carta vetrata o di una spazzola d'acciaio. Una volta terminato di eliminare la ruggine, bisogna passare sulla superficie da verniciare un panno inumidito con un prodotto solvente tipo nitro o acquaragia. Se rimane della ruggine sulla ringhiera del balcone, si può passare un prodotto particolare che servirà a eliminarla del tutto.

Di seguito è elencata l’attrezzatura che bisogna possedere per poter procedere alla verniciatura della ringhiera.

  • Una spazzola di metallo e un rotolo di carta vetrata, che serviranno appunto ad eliminare la ruggine.
  • Un barattolo di vernice con la quale si desidera verniciare la ringhiera.
  • Un barattolo di acquaragia e un panno nuovo o comunque pulito.
  • Vari pennelli di diverse dimensioni con setole dure o piatte. E’consigliabile avere a disposizione anche un pennello a pipa, che può essere d’aiuto per verniciare gli angoli più difficili e un rullo a pelo rasato, che può invece servire per sistemare le superficie più grandi.

Per cercare di sporcare il meno possibile è importante proteggere le superfici circostanti con teli in PVC o carta di giornale. Quando si effettuano lavori di verniciatura è preferibile indossare dei guanti e una mascherina che protegga il naso e la bocca. Mai iniziare a lavorare nelle ore calde, perchè l’eccessivo calore del sole può rovinare la vernice, o in una giornata piovosa. Di seguito sono illustrati i vari passi per compiere la verniciatura.

  • Rimuovere l’eventuale presenza di ruggine.
  • Bagnare un panno con il diluente nitro o l’acqua raggia e passarlo su tutta la ringhiera. Nel caso in cui la superficie sia rovinata e siano presenti dei fori è necessario riempirli con del silicone acrilico verniciabile o con dello stucco metallico bicomponente.
  • Passare sulla superficie una pennellata di convertitore di ruggine solo nelle zone in cui ci sono dei residui.
  • Lasciar trascorrere 24 ore e poi passare sulla ringhiera una mano di antiruggine, che permetterà alla vernice o allo smalto che passerete successivamente di aderire perfettamente. E’possibile facilitare la passata dell’antiruggine diluendolo con dell’acquaragia.
  • Pennellare la ringhiera con lo smalto desiderato, è consigliabile applicare due strati di vernice a distanza di un paio d’ore l’uno dall’altro.

L'importanza dell'antiruggine

Dopo 24 ore si può passare a verniciare il balcone: la prima operazione sarà quella di stendere una mano di antiruggine che protegge il balcone dalla corrosione e aumenterà l'aderenza dello smalto.

Dopo che l'antiruggine si è essiccato, si passa finalmente alla verniciatura del balcone vera e propria. Bisogna utilizzare uno smalto sintetico o allungato con acqua, che va passato almeno due volte. Non c'è una tecnica specifica per passare il pennello, l'importante è spalmare bene la vernice sulla ringhiera del balcone in modo omogeneo per tutta la superficie.

Per rifinire le parti esterne, può essere utilizzato un pennello a manico lungo, di quelli usati anche per verniciare i termosifoni.





Potrebbe interessarti

Self Storage a Milano (e in Lombardia): quali contattare?

In questo modo, il servizio di self storage di Milano e della Lombardia viene incontro alle esigenze individuali o delle aziende, fungendo da deposito extra per gli eccessi di materiale o di archivio.

Leggi tutto...

Il contratto di sublocazione: caratteristiche, norme e rapporti

Quando l'affittuario deve lasciare l’appartamento locato per un certo periodo può affittarlo a terzi per coprire le spese, senza però avere l’intenzione di disdire il contratto principale.

Leggi tutto...

Locazione uso foresteria: scopriamo i vantaggi

 

Con il contratto di locazione ad uso foresteria una società per capitali prende in affitto un’abitazione ad uso dei suoi dipendenti.

Leggi tutto...

Scadenza locazione: cosa fare alla fine di un contratto

Nel momento in cui si arriva alla scadenza della locazione, o – meglio – del suo contratto, possono verificarsi varie possibilità per l’inquilino affittuario. Molto spesso accade che il contratto venga rinnovato da entrambe le parti alle condizioni iniziali, a meno che non intervengano eventuali ritocchi volti a modificare il canone d’affitto.

Leggi tutto...

Tipi di contratti di affitto: conosci vantaggi fiscali e oneri

Attualmente, se si vuole prendere in affitto un locale adibito ad abitazione, è necessario sottoscrivere un contrattocon il padrone di casa o con l'organizzazione proprietaria dell'immobile.

Leggi tutto...

I più condivisi

Accollo mutuo esistente: di cosa stiamo parlando?

Quando si vuole acquistare un immobile sempre più spesso accade che, ciò che si vuole acquistare abbia già un mutuo acceso dall'attuale venditore oppure, nei casi in cui si decide di acquistare un immobile nuovo dall'impresa che abbia richiesto un finanziamento per erigere il fabbricato.

Leggi tutto...

Salone del Mobile di Parma: informazioni e contatti

Per riuscire a trovare l’arredamento giusto, prima di recarsi presso un negozio o centro commerciale, è possibile visitare il Salone del Mobile di Parma o uno dei grandi Saloni del Mobile in Italia che offrono un'amplissima panoramica sulle nuove tendenze e che offrono soluzioni alla portata delle tasche di chiunque.

Leggi tutto...

Annunci immobiliari tra privati: le migliori app per vendere e trovare casa

L’acquisto di una casa è sempre un passo importante sia dal punto di vista esistenziale che, soprattutto economico perché comporta un impegno oneroso in particolar modo quando si accende un mutuo. Risparmiare sulla compravendita immobiliare è, tuttavia, possibile se si riesce a fare la ricerca di una casa da sé senza l’intervento di un’agenzia con i relativi oneri di commissione.

Leggi tutto...

Mutui al 100%: tutto quello che c’è da sapere

Fino a qualche anno fa e più precisamente quando ancora non c’era stata la crisi del mercato delle compravendite in ambito immobiliare, il mutuo a copertura totale del valore dell'immobile, era facilmente offerto dagli istituti di credito.

Leggi tutto...

Calcola il mutuo online: conosci questi strumenti?

Sono disponibili molti siti e portali che mettono a disposizione la funzione "Calcola il Mutuo online": si tratta di software che prendono in considerazione tutti i parametri necessari per dare una stima (o previsione) dell'importo della rata mensile del piano d'ammortamento.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Subentro Telecom: le operazioni per cambiare operatore

Il servizio di subentro Telecom consente di modificare l'intestazione di una linea telefonica attiva nella medesima sede in cui è situato l'impianto, garantendo così la continuità nell'emissione delle fatture.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Veranda sul balcone: come regolarsi?

All'interno di un condominio accade spesso che uno o più condomini decidano di adibire il proprio balcone a veranda. Esistono delle precise regole condominiali per costruire una veranda sul proprio balcone, che ogni abitante dello stabile è tenuto a rispettare.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Documenti per le volture Eni: sai cosa ti occorre?

Quando ci si trasferisce in una nuova casa, in affitto o acquistata, ma in precedenza abitata da altri, è opportuno richiedere la voltura delle utenze. Con questo termine ci riferiamo al semplice cambio di nome di un contratto di fornitura dal vecchio al nuovo inquilino / proprietario.

Leggi tutto...
Go to Top