Cresce l'amore per la casa degli italiani che vi trascorrono il 64% della giornata con punte fino al 72% la domenica, secondo una indagine realizzata da Time Budget. La tendenza sarebbe confermata dalla crescita nelle vendite di videoregistratori, parabole per tv satellitare e prodotti per la casa.

Tra gli home lovers non si contano più soltanto le famiglie con figli ma anche single e giovani coppie. Nessun disagio sociale. Si resta a casa per scelta. Gli italiani amerebbero utilizzare l'abitazione per rilassarsi o per ricevere amici. Serate passate in compagnia senza dover più cadere nella trappola dell'uscita a ogni costo. Si risparmia e ci si diverte di più.

Al tramonto l'epoca dell'happy hour? Forse no... ma qualcosa sta certamente cambiando nella moda e nel costume degli italiani.

Perchè aumentano gli home lovers

Al centro di tutto troviamo proprio il tempo libero, divenuto scarso a causa degli impegni frenetici e dalla distanza temporale dei luoghi di lavoro. Soprattutto in città percorrere dieci chilometri può voler dire passare un'ora in macchina. Senza contare i disagi di dover trovare parcheggio ogni volta. Il focolare domestico per gli home lovers in Italia diventa l'unico luogo in cui staccare la spina, essere se stessi, gettare la maschera e rilassarsi dallo stress quotidiano.

Per questa ragione spesso di scegliere un lavoro da poter effettuare a domicilio. Gli annunci di questo tipo sono molti: gli unici requisiti sono possedere un computer, una buona connessione internet e capacità redazionali più quelle specifiche per i vari lavori.
Il telelavoro è disciplinato da una corposa normativa che tenta di diminuire i rischi di imbattersi in occupazioni poco chiare o malamente retribuite.
Si tratta di un'opzione scelta soprattutto dalle donne con figli e famiglia che, non potendosi muovere troppo di casa, preferiscono investire il loro tempo libero in un'occupazione redditizia.

Cosa si fa in casa?

 

Momenti da condividere con il proprio partner senza ruoli sociali prestabiliti. Ai fornelli ci si alterna volentieri, per gioco e con complicità. La cura maniacale della casa non fa più parte di questa epoca. Questo perlomeno è il ritratto tipo degli home lovers in Italia.
L'arredamento è curato ma non troppo, l'importante è che renda la casa accogliente per sé e per i propri ospiti, riflettendo appieno la personalità di chi ci abita. Per quest'ultima ragione è sempre più diffuso anche il fai da te, meno costoso e personalizzabile. 

Il web al fianco degli home lovers

Innanzitutto, le possibilità di acquistare da casa si sono moltiplicate davvero negli ultimi anni: sono disponibili molti negozi affidabilissimi (si pensi ad Amazon, Ebay, MediaShopping) dov'è possibile acquistare di tutto.
Di recente, sono nate junction interessanti fra catene di supermercati e produttori di smartphone affinché possa diventare realtà la possibilità di fare la spesa anche dalla propria abitazione.

Ma, come si accennava, anche per il fai da te i siti di riferimento sono moltissimi: è possibile imparare ad aggiustare il flessibile del lavandino con un video oppure anche a dipingere le pareti con guide molto dettagliate.
Basta semplicemente saper riconoscere l'autorevolezza di un sito – operazione per la quale serve solo un po' di esperienza e capacità analitica – e il web può aprire moltissime porte. Molti servizi vengono pubblicizzati via internet (dall'elettricista allo chef) e, pertanto, sono diventati disponibili in pochi click.

Anche la stragrande maggioranza dei servizi statali contempla servizi online. Dalle Poste alle Banche, dal Catasto all'Inps: per questa ragione, investire sul web – sia dal lato del cliente che del fornitore di servizi – è sempre un'ottima scelta.

Il settore della Comunicazione del Web, ad esempio, è uno di quelli in forte crescita ed è, allo stesso modo, un comparto che permette di lavorare da casa.
Uno svantaggio può essere che i salari, soprattutto all'inizio, non sono molto alti ma questo aspetto negativo viene compensato dalla grande flessibilità di cui un lavoratore può godere.





Potrebbe interessarti

Mutuo affitto: scopri tutte le caratteristiche

Il cosiddetto "mutuo affitto" è una formula nata in tempi recenti con la quale gli istituti di credito vengono incontro alle esigenze di quanti abbiano bisogno di un prestito ma che non possano permettersi di pagare interessi troppo alti.

Leggi tutto...

Moduli contratti di locazione: tutte le novità!

Dal 1° luglio 2010 è stato realizzato il nuovo Modello 69, per la registrazione dei contratti di locazione e affitto e per i contratti di comodato.

Leggi tutto...

Contratto di affitto con cedolare secca: tutte le caratteristiche

La locazione di un immobile, ma anche di una semplice stanza, soprattutto se si tratta di studenti, necessita sempre e obbligatoriamente della regolare registrazione di un contratto. Nel caso di affitti a studenti questo spesso non accade; ogni anno infatti sono numerosi i ragazzi che pagano l'affitto del proprio posto letto in nero.

Leggi tutto...

La disdetta dell'affitto: conosci tempistiche e procedure?

Se si dispone di contratto con Equo canone, non è possibile disdettarlo per i primi 4 anni, neppure nel caso in cui il proprietario abbia la necessità di riavere l'immobile per adibirlo come propria abitazione.

Leggi tutto...

Morosità del canone di affitto

Nei casi di protratto mancato pagamento del canone di affitto e/o delle quote condominiali, il proprietario può effettuare lo sfratto per morosità.

Leggi tutto...

I più condivisi

Salone del Mobile di Firenze: informazioni sull'evento

Scegliere l'arredamento per la vostra nuova casa non è sempre una cosa semplice e veloce. È infatti necessario valutare diversi fattori, ottimizzare gli spazzi e scegliere sin da subito i colori che si desiderano. Una visita al Salone del Mobile di Firenze può dare utilissime idee per la realizzazione di spazi belli e funzionali nella propria casa.

Leggi tutto...

Salone del Mobile di Parma: informazioni e contatti

Per riuscire a trovare l’arredamento giusto, prima di recarsi presso un negozio o centro commerciale, è possibile visitare il Salone del Mobile di Parma o uno dei grandi Saloni del Mobile in Italia che offrono un'amplissima panoramica sulle nuove tendenze e che offrono soluzioni alla portata delle tasche di chiunque.

Leggi tutto...

Calcola il mutuo online: conosci questi strumenti?

Sono disponibili molti siti e portali che mettono a disposizione la funzione "Calcola il Mutuo online": si tratta di software che prendono in considerazione tutti i parametri necessari per dare una stima (o previsione) dell'importo della rata mensile del piano d'ammortamento.

Leggi tutto...

Vendo casa: i 5 errori di chi lo fa senza l’aiuto di un’agenzia

Spesso si pensa che dire ‘vendo casa’ e pubblicare qualche annuncio qua e là sia sufficiente per trasformare in denaro sonante il vecchio immobile della nonna, la casetta al mare o l’appartamento oramai diventato troppo piccolo per una famiglia in via di espansione.

Leggi tutto...

Valore catastale della casa: guida al calcolo!

Il valore catastale di un immobile ha notevole rilevanza sia nel caso di compravendita, sia ai fini della definizione dell’imponibile IMU. La Legge Finanziaria del 2006 ha stabilito che, nel caso di trasferimento di proprietà di immobili a uso abitativo e delle relative pertinenze si venga tassati in base al valore catastale, anziché al corrispettivo patteggiato tra le parti e iscritto nell’atto notarile.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Sfratto: procedure, proroghe ed esecuzione

Solitamente, quando il giudice convalida lo sfratto, stabilisce un rinvio, variabile da sei mesi a un anno rispetto alla scadenza contrattuale, entro il quale l’immobile deve essere rilasciato.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Serrature porte blindate: quali sono le più sicure?

 

La sicurezza di casa inizia dalla presenza di una porte blindata che tenga saldamente “fuori” i malintenzionati. C'è bisogno che una porta d'ingresso sia robusta, antiscasso, ma che abbia anche una serratura all'altezza della sua struttura solida e antiscasso. Vi descriviamo le caratteristiche delle serrature per porte blindate più efficaci.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Bolletta di acconto e bolletta di conguaglio (non solo Enel): cosa cambia?

L'emissione delle fatture della luce avviene solitamente con periodicità bimestrale per i clienti domestici e per i non domestici alimentati in bassa tensione con potenza impegnata non superiore a 30 kw. Il cliente domestico dovrebbe pertanto ricevere in un anno circa 6 bollette di cui una di conguaglio.

Leggi tutto...
Go to Top