Il camino, da indispensabile strumento per il riscaldamento della casa e per cucinare, è stato man mano soppiantato dalle moderne comodità casalinghe, sino a divenire una rarità.
La moderna struttura delle società in cui viviamo offre non pochi ostacoli all’uso del camino in casa: la costruzione in primis. Soprattutto negli agglomerati urbani costituiti prettamente da edifici verticali a più livelli dove non si può inserire facilmente una canna fumaria e, per lo stesso motivo, l’approvvigionamento di materiale combustibile.
Chi ha mai dovuto scaricare la legna necessaria all’inverno e accatastarla sa bene di cosa stiamo parlando.

Il caminetto in casa è un sogno per molti, avere un ambiente seppur piccolo dove poter sognare ed immergersi in un'atmosfera romantica, magari in soggiorno o nella camera da letto, è il desiderio di tanti.
Purtroppo tra appartamenti sempre più piccoli, autorizzazioni condominiali e lavori per la canna fumaria, sono poche le persone che possono godere della magia sprigionata da questo complemento d'arredo.

Ormai viene considerato un mero “complemento d’arredo” svilendone la natura iniziale. Proprio in tal senso procedono i nuovi e moderni “caminetti a bioetanolo”. Il bioetanolo non è altro che dell’etanolo prodotto con la fermentazione di biomasse, spesso mais o barbabietola, giustificando cosi il suffisso “bio” e garantendo un risparmio energetico. Da non confondersi con il suffisso “eco”, infatti tali combustibili hanno veramente ben poco di ecosostenibile.

Tipologie e aziende per i caminetti domestici

Oggi le novità in campo di arredamento e design permettono ai più di installare il camino in casa.

Firebo-x della casa tedesca Schulte Design è il camino portatile che si presenta come una scatola di legno da posizionare dove si desidera. Adatto sia per l'ambiente interno che esterno, sia per un locale grande che piccolo grazie al rispetto dell'ambiente; poiché il Firebo-x brucia il bio-etanolo che non rilascia residui nell’ambiente.

Il Bio caminetto è un elemento d'arredo funzionale ed elegante che grazie all'uso delbio alcool può essere disposto in tutti gli ambienti della casa, anche in camera da letto. E' completamente ecologico, bruciando bio etanolo, riduce dell'80% l’emissione di CO2 nell’aria.

Pochi anni fa P. Cohen aveva proposto sul mercato l'EcoSmart Fire, un modello personalizzabile ed ecologico (solo 5 litri di etanolo bruciati per un caldo fino a 7 ore).

Sul sito Bio caminetti vi sono le caratteristiche del modello ecologico e la lista dei rivenditori autorizzati.

Segnaliamo anche dei rivenditori importanti nel settore vendita de il camino:

  • Il sito Centro Camini presenta numerosi tipi di arredo, come il rivestimento esterno personalizzato. Il sito presenta la gamma di prodotti che va dalle stufe ai caminetti, al forno a legna per le cucine.
  • Edilkamin di Milano propone oltre 300 modelli tra: stufe, rivestimenti, focolari aperti e chiusi, termostufe, barbecue e forni a legna. Sono molte le promozioni attive e le agevolazioni fiscali irpef del 36% sull’acquisto di caminetti, termocamini, termostufe, stufe a pellet e legna.

Davvero ecologico?

Si sente spesso dire che realizzare un camino ecologico, funzionando tramite il bio etanolo, produca poco CO2 riducendone l’emissione fino all’80%.
Purtroppo tale riduzione è in buona parte bilanciata dal processo di produzione del bioetanolo, che secondo alcuni studi presenterebbe un indice ERoEI pari ad 1. Starebbe a dire che per produrre 1 tonnellata viene impiegata l’equivalente di una tonnellata di altre fonti energetiche.
Questo permette a molti critici di sostenere l’inutilità, se non addirittura la pericolosità del falso senso di “ecosostenibilità” offerto dalle energie prodotte da biomasse.

Davvero economico?

I costi di questi oggetti di arredamento variano dal centinaio di euro sino anche a diverse migliaia, adattandosi alle tasche dei potenziali acquirenti.
Al contrario il costo del combustibile rimane decisamente molto più elevato rispetto al costo della legna da ardere. Certo è che offre altri vantaggi, soprattutto nello stoccaggio.

Essenza o Apparenza?

In conclusione, se siete più attratti dall’apparenza che dalla sostanza, potrete acquistare uno di questi complementi d’arredo.
In sintesi i biocaminetti: non producono molto calore, non permettono di cucinare, e probabilmente si limitano a imitare l’atmosfera offerta da un vero caminetto. D’altro canto però non richiedono approvvigionamento di legname, non producono fumo né odore di legna bruciata, e non richiedono onerosi lavori in muratura come quelli in marmo.





Potrebbe interessarti

Locazione uso foresteria: scopriamo i vantaggi

 

Con il contratto di locazione ad uso foresteria una società per capitali prende in affitto un’abitazione ad uso dei suoi dipendenti.

Leggi tutto...

Locazioni transitorie: condizioni, durata e rinnovo

Le locazioni transitorie si effettuano quando il proprietario o l'inquilino hanno la necessità di affittare momentaneamente un alloggio. La natura transitoria va dichiarata nel contratto e quella dell'inquilino va accertata attraverso una documentazione specifica da allegare al contratto stesso.

Leggi tutto...

Deposito cauzionale affitto

Il deposito cauzionale (o cauzione) viene richiesto dal proprietario che affitta all'inquilino come garanzia per le obbligazioni assunte all'interno del contratto di locazione; esso nello specifico assicura il pagamento dei canoni e la buona conservazione dei locali. Rientra dunque nelle dinamiche dei diritti e dei doveri dell'inquilino e del proprietario.

Leggi tutto...

Tassa di registro: come si calcola?

Se si intende acquistare o prendere in affitto un immobile da abitare oppure da adibire per usi diversi, ad esempio di natura commerciale o ad uso ufficio, è necessario in primis stipulare un contratto d'affitto o di compravendita.

Leggi tutto...

Self Storage nel Lazio: contatti utili

I self storage sono servizi in mano ad una compagnia apposita, oppure sono degli spazi in mano a compagnie di trasloco, e di norma vengono affittati e utilizzati attraverso un noleggio a base mensile.

Leggi tutto...

I più condivisi

Valore catastale della casa: guida al calcolo!

Il valore catastale di un immobile ha notevole rilevanza sia nel caso di compravendita, sia ai fini della definizione dell’imponibile IMU. La Legge Finanziaria del 2006 ha stabilito che, nel caso di trasferimento di proprietà di immobili a uso abitativo e delle relative pertinenze si venga tassati in base al valore catastale, anziché al corrispettivo patteggiato tra le parti e iscritto nell’atto notarile.

Leggi tutto...

Crisi dei subprime: facciamo chiarezza

La crisi dei mutui subprime ha portato gravi conseguenze sull'economia mondiale. Nell'aprile 2009il Fondo Monetario Internazionale ha valutato in 4.100 miliardi di dollari Usa il totale delle perdite delle banche.

Leggi tutto...

Contratto di locazione per l'ufficio: cosa c’è da sapere?

contratti di locazione ad uso di ufficio sono diversi da altri tipi di contratti di locazione, come possono essere sicuramente e in primo luogo i contratti ad uso abitativo. Dunque, prima di avventurarsi nell'affitto di uffici o nella vendita negozi, è bene informarsi con il dovuto impegno.

Leggi tutto...

Plusvalenza terreni agricoli, come effettuare il calcolo?

terreni agricoli sono considerati beni immobili, così come i terreni edificabili e gli appartamenti. Per plusvalenza si intende l’aumento di valore realizzato entro un determinato periodo di tempo.

Leggi tutto...

Vendo casa: i 5 errori di chi lo fa senza l’aiuto di un’agenzia

Spesso si pensa che dire ‘vendo casa’ e pubblicare qualche annuncio qua e là sia sufficiente per trasformare in denaro sonante il vecchio immobile della nonna, la casetta al mare o l’appartamento oramai diventato troppo piccolo per una famiglia in via di espansione.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Contratto di mediazione immobiliare

Il contratto di mediazione immobiliare, disciplinato dagli artt. 1754 - 1765 c.c. regola l’attività di chi intende affidarsi a un mediatore (es.agenzia immobiliare), per la compra-vendita di un'abitazione.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Come progettare un piccolo soggiorno

Tutti le aree della casa quando necessitano di essere arredate, presentano delle sfide di progettazione; ma quella che desta maggiori difficoltà è il salotto: si tratta della stanza dove probabilmente si trascorre la maggior parte del tempo in assoluto, quindi, la sua progettazione può risultare particolarmente difficile

Leggi tutto...

Leggi anche...

Simulazione rata del mutuo per l’acquisto della prima casa

L’acquisto di un immobile, in particolare se si tratta di una prima casa, è sicuramente un passo importante che comporta una serie di valutazioni da fare a priori in vista dell’impegno economico a lunga scadenza. Si tratta di un investimento di un certo peso e nella maggior parte dei casi, chi si appresta a farlo, non ha a disposizione l’intero capitale.

Leggi tutto...
Go to Top