Capita un giorno, quando si risiede in un'abitazione vecchia oppure quando si vuole dare un nuovo aspetto alla casa dove si sta già da diversi anni, di voler effettuare dei lavori di ristrutturazione della stessa. Magari il desiderio si era già presentato da molto tempo, tuttavia non si avevano ancora le possibilità economiche per effettuare simili interventi di edilizia. Il tutto permette non solo di riammodernare i vari impianti usurati dal tempo, ma anche dare un tocco più personale all'abitazione e trasformarla secondo i propri gusti.

Inoltre, sono tantissime le persone che decidono di adeguare una casa alle misure antisismiche più moderne e riqualificarla a livello energetico, per renderla sicura e con sistemi che permettono di ridurre la dispersione di calore ed ottimizzare gli impianti di riscaldamento. Tutto questo favorirà anche un considerevole risparmio economico per la famiglia che vi abita. Ma cosa è conveniente modificare a tal fine o quali i consigli migliori per questo genere di interventi? Proviamo a fornire qualche indicazione.

Ristrutturare e migliorare le parti fondamentali della casa

Prima di far eseguire dei lavori estetici alla propria dimora, è sempre un ottima cosa riammodernare gli impianti fondamentali di essa e quindi quelli idraulici ed elettrici, soprattutto quando questi sono molto vecchi. Sarebbe un peccato infatti tinteggiare la casa e, in seguito, dover fare interventi urgenti per perdite d'acqua che rovinano pareti o pavimenti. Inoltre, migliorare tali impianti significa anche utilizzare materiali più tecnologici, che fanno risparmiare su bollette e forniture.

Come già accennato, è possibile sfruttare questo genere di lavori anche per rendere la casa più sicura dal punto di vista sismico e, al tempo stesso, riqualificarla a livello energetico, dotandola di impianti di riscaldamento più efficienti, pannelli fotovoltaici e riducendone la dispersione di calore e di energia. In questo senso, un aiuto importante è fornito anche dallo Stato, attraverso delle detrazioni fiscali che si possono richiedere per tali interventi.

Ricordiamo, ad esempio, la possibilità di detrarre il 50% delle spese complessive inerenti interventi edilizi sulle abitazioni private, a cui si abbina un ulteriore 50% per l'acquisto di mobili od elettrodomestici. Inoltre, per coloro che vogliono anche rendere migliore e più efficiente la casa dal punto di vista energetico, la detrazione fiscale di cui si può usufruire raggiunge il 65% per le spese relative a questo genere particolare di lavori.

Rivedere l'estetica della casa

Uno dei principali interventi che si tendono ad effettuare da questo punto di vista è la tinteggiatura delle diverse camere dell'abitazione. Spesso, ci si stanca facilmente di vedere per anni gli stessi colori alle pareti o magari vederli deteriorati dal tempo e di conseguenza si vuole cambiarli. Soprattutto per gli ambienti più intimi ed utilizzati, come ad esempio le stanze da letto, quelle dei bambini o il soggiorno. In questi casi, si consigliano sempre tinte calde, ma non vivaci o eccessive, che potrebbero essere fuori luogo.

Anche il pavimento ha la sua importanza nell'estetica di una casa, in quanto ne determina lo stile e quindi l'atmosfera generale della stessa. Al giorno d'oggi, tante sono le possibili scelta a disposizione: dal marmo al parquet, passando per il gres porcellanato. Ciascuno di questi materiali ha i suoi aspetti positivi e negativi. Ad esempio, il marmo possiede una certa facilità di lavaggio ed una lunga durata, ma potrebbe essere percepito troppo freddo a livello estetico. Il parquet, invece, rappresenta un materiale caldo, ma molto delicato e che necessita di molta attenzione.

In questi casi, così come per eventuali lavori sull'illuminazione della casa o la scelta dei sanitari del bagno, le scelte sono molto personali e dipendono dai gusti dei loro proprietari. Tuttavia, è fondamentale tener presente anche eventualmente i consigli offerti da professionisti e che lavorano in questo settore da anni. In questo caso, è sempre bene affidarsi a ditte e personale con esperienza e affidabilità riconosciuta.

In quest'ottica, infatti, è consigliabile individuare quelle società che abbiano già svolto dei lavori di ristrutturazione ottimali ad amici o parenti, piuttosto che scegliere una ditta qualsiasi. Inoltre, meglio contattarne una che sia anche costosa, ma che utilizzi materiali di buona qualità, piuttosto che quella che faccia risparmiare di più, ma che effettui lavori tendenzialmente approssimativi e quindi rischiare nuovi interventi manutentivi dopo pochi mesi.

Il problema degli infissi 

Spesso quando si parla di ristrutturazione inerente alle mura domestiche si cade in errore quando si inizia a discutere degli infissi. In molti pur di risparmiare qualche decina di euro commettono l’insano errore di usufruire di materiali quanto mai discutibili e dopo qualche anno vedono iniziare i problemi: infiltrazioni, assenza di isolamento acustico e termico e quant’altro. 
In molti, non sanno, che esiste un materiale assolutamente economico ma dalle elevatissime prestazioni: il PVC. 

Il Polivinile di Cloruro, infatti, è un materiale termoplastico che viene utilizzato dopo esser stato riscaldato fino a 200° e quindi modellato in base alle esigenze. Una volta raffreddato lo stesso viene tagliato e saldato al fine di poter dare vita a a porte e finestre che poi rifiniscono le nostre abitazioni. 

Ad oggi è uno dei materiali più utilizzati al mondo in quanto estremamente duttile in quanto viene miscelato con infinite sostanze per più utilizzi. 

Ma da dove proviene? Il Polivinile di cloruro, a differenza di quello che si possa pensare, è un polimero estremamente semplice nella composizione: è infatti composto dal 53% di cloro (che proviene dal sale da cucina) e dal 43% da idrogeno e carbonio. 

L’utilizzo del PVC offre innumerevoli vantaggi. Ecco quindi una piccola lista di quelli che sono i pro più ‘importanti’ e riconosciuti: 

  • Il PVC offre prestazioni altissime a fronte di costi comunque contenuti; 
  • È un materiale stabile, longevo e quindi duraturo nel tempo; 
  • Offre isolamento termico e acustico; 
  • In ottica di smaltimento è molto igienico e facilmente riciclabile; 
  • È resistente alle intemperie e quindi agli agenti atmosferici. Anche al fuoco è estremamente resistente.  

Detto questo, e riconosciute le qualità del PVC, vi invitiamo a fare una saggia scelta nel momento in cui si decide di ristrutturare case. È ovvio che in base alle esigenze le scelte possono ricadere su altre opzioni ma a dettare legge, ovviamente, sono le condizioni economiche. 
In caso di finanze floride, infatti, il suggerimento migliore che possiamo darvi è quello di informarvi circa le smart windows che negli ultimi stanno sbaragliando qualsivoglia concorrenza viste anche le numerose agevolazioni a riguardo. 
Cosa sono? Sono infissi altamente tecnologici che regolano la propria opacità in base ai raggi solari e all’inclinazione degli stessi al fine di assicurare una temperatura media all’interno di una stanza senza l’intervento ‘fisico’ dell’uomo. 





Potrebbe interessarti

Locazioni a canone concordato: guida ai vantaggi fiscali

Nel diritto commerciale definiamo col termine di locazione un particolare contratto in cui uno dei soggetti, detto locatore, si impegna a far usare al soggetto locatario un determinato bene, per un periodo determinato, riscuotendo in cambio un corrispettivo detto canone.

Leggi tutto...

Locazioni transitorie: condizioni, durata e rinnovo

Le locazioni transitorie si effettuano quando il proprietario o l'inquilino hanno la necessità di affittare momentaneamente un alloggio. La natura transitoria va dichiarata nel contratto e quella dell'inquilino va accertata attraverso una documentazione specifica da allegare al contratto stesso.

Leggi tutto...

Proroga locazione, informazioni e pagamenti

I contratti di affitto prevedono diverse appendici da conoscere: dopo aver parlato dei canoni d’affittodell’imposta di registro, della cessazione del contratto di locazione, ora approfondiremo il discorso relativo alla proroga del contratto di locazione, con informazioni sia di carattere generale che sul pagamento dell’imposta.

Leggi tutto...

Contratto di affitto con cedolare secca: tutte le caratteristiche

La locazione di un immobile, ma anche di una semplice stanza, soprattutto se si tratta di studenti, necessita sempre e obbligatoriamente della regolare registrazione di un contratto. Nel caso di affitti a studenti questo spesso non accade; ogni anno infatti sono numerosi i ragazzi che pagano l'affitto del proprio posto letto in nero.

Leggi tutto...

Risoluzione anticipata affitto: a chi spetta l'onere di pagare le tasse

In caso di risoluzione anticipata di un contratto affitto o di locazione, per il quale si è pagata l’imposta di registro per l’intera sua durata, il contribuente ha diritto al rimborso della parte di imposta relativa alle annualità successive a quella nel corso della quale si è verificata la risoluzione.

Leggi tutto...

Avviso sul Copyright

I contenuti di questo sito web sono protetti da Copyright. Ti invitiamo gentilmente a non duplicarli e a scriverci a info [@] elamedia.it se hai intenzione di usufruire dei servizi erogati dalla nostra Redazione.

Protected by Copyscape

Non bloccare la Pubblicità

Il tuo Browser blocca la nostra pubblicità? Ti chiediamo gentilmente di disattivare questo blocco. Per noi risulta di vitale importanza mostrarti degli spazi pubblicitari. Non ti mostreremo un numero sproporzionato di banner né faremo in modo che la tua esperienza sul nostro sito ne risenta in alcun modo.Ti invitiamo dunque ad aggiungere il nostro sito tra quelli esclusi dal Blocco della tua estensione e a ricaricare la pagina. Grazie!

Ricarica la Pagina

I più condivisi

Il piano di ammortamento: tutto quello che devi sapere dalla A alla Z

piano di ammortamento di un'azienda

Il periodo ti tempo concordato tra il cliente e l’istituto di credito per il rimborso del mutuo, si chiama comunemente piano di ammortamento. La modalità rateale di restituzione (del capitale più gli interessi maturati) e la durata di tale periodo, fanno capo al piano di pagamento che una volta terminato, ci consentirà di diventare a tutti gli effetti i proprietari dell’immobile in questione.

Leggi tutto...

Acquisto terreno edificabile: come funziona la compravendita

Immagine per Acquisto terreno edificabile

Acquisto terreno edificabile: la possibilità di edificare su un terreno dipende dalla destinazione prevista per tale area nel piano regolatore generale del Comune in cui è situato. L'acquisto del terreno edificabile, quindi, segue una precisa regolamentazione.

Leggi tutto...

Contratti di locazione commerciale

Di seguito un approfondimento su un tema di uso comune: il contratto di locazione ad uso commerciale. Durata, comunicazioni e documenti vari. Spiegheremo tutto nell'articolo di oggi. Voi non dimenticate di farci sapere che ne pensate commentando il nostro scritto tramite l'apposito spazio alla fine del testo.

Leggi tutto...

I vantaggi di scegliere una casa in legno

In molti paesi sviluppati, quali il Nord America, Giappone, l'Europa continentale e la Scandinavia, è molto sviluppata l'attenzione verso il benessere abitativo. Questo si traduce anche nella scelta dei materiali da costruzione delle abitazioni.

Leggi tutto...

Plusvalenza prima casa: info e dettagli della compravendita

Immagine usata nell'articolo Plusvalenza prima casa: info e dettagli della compravendita

Nel caso di acquisto della prima casa, è prevista una serie di agevolazioni: l’imposta di registro è al 3% del valore; l’imposta ipotecaria corrisponde a 168,00 €; anche l’imposta catastale corrisponde a 168,00 €. Nel caso di vendita della prima casa, così come avviene per tutti gli immobili, per plusvalenza della prima casa si intende l’aumento di valore realizzato entro un determinato periodo di tempo.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Il Catasto dei fabbricati: tutte le informazioni di cui hai bisogno

 

Immagine per Catasto dei fabbricati

Il Catasto dei Fabbricati (C.d.F.) è nato dopo alcune disposizioni normative in materia di accatastamento dei fabbricati e costituisce uno sviluppo del Nuovo Catasto Edilizio Urbano (N.C.E.U.).

Leggi tutto...

Leggi anche...

Conguaglio Enel (ma non solo): scopriamo cosa cambia?

Immagine per conguaglio enel

L'emissione delle fatture della luce avviene solitamente con periodicità bimestrale per i clienti domestici e per i non domestici alimentati in bassa tensione con potenza impegnata non superiore a 30 kw. Il cliente domestico dovrebbe pertanto ricevere in un anno circa 6 bollette di cui una di conguaglio enel.

Leggi tutto...
Go to Top