Se stai cambiando abitazione oppure hai bisogno di arredare casa nuovamente, l’articolo che pubblichiamo oggi farà davvero al caso vostro. Riportiamo di seguito una lista di alcuni dei migliori negozi di arredamento e mobili a Napoli, in questi punti vendita potrete trovare assistenza alla scelta e una vasta gamma di prodotti e servizi per ogni esigenza e ambiente: dalla cucina alla zona giorno, divani, letti per la zona notte e complementi d'arredo classici o di design.

Mobili e Arredo a Napoli

De Riso Group
Una delle realtà più interessanti nel panorama immobiliare partenopeo. Qui troverai un vasto assortimento di mobili di tutti i tipi. Visita la sede e rimarrai stupito.

80146 (NA)

135/d, v. Reggia Portici

tel: 081 5592201

fax:081 5590343

Partenufficio sas

Se avete bisogno di una camera da letto o di una cucina questo negozio di mobili napoletano fa davvero al caso vostro. Visitate la sede e sarete accolti con una professionalità non indifferente.

80146 (NA)

43, v. Ponte Francesi

tel: 081 7520202

fax:081 5591940

Arredamenti Valentina Galotti

Alto arredamento a prezzi vantaggiosi. Probabilmente è questo il segreto del successo di questo negozio. Da anni propone mobili di qualità a buon mercato, un riferimento per il pubblico partenopeo.

80128 (NA)

16, v. Verrotti

tel: 081 5789150

Cidieli Draminox srl

Uno dei negozi di mobili più rinomati di Napoli. La città partenopea mette a disposizione una serie di possibilità, sotto questo punto di vista, non indifferenti.

80126 (NA)

27/31, v. Piave

tel: 081 643903

fax:081 646944

Kng srl
Arredare un nuovo appartamento è sempre una gioia. La famiglia che si unisce nell’acquisto di mobili particolari e adatti alle esigenze di ognuno. Sta proprio in questo la forza di questo negozio di forniture per la casa.

80100 (NA)

32, v. Nuova Campo

tel: 081 7511272

p>fax:081 7511272

BI.AN.CO. snc

Dai uno sguardo anche tu alle proposte di questo negozio per l'arredamento. Scopri se sei più per la classicità o la modernità. Mobili di qualità a buon mercato.

80137 (NA)

188, v. Foria

tel: 081 2508272, 081 440502

fax:081 5848666

Mobili classici o moderni?

Se non avete delle idee su come arredare casa a Napoli, può sorgere il dubbio tra lo scegliere uno stile classico o uno moderno. La scelta dello stile dei mobili è, infatti, importante per dare una direzione al nostro arredamento. Possiamo scegliere di arredare tutto l’appartamento con mobili classici o solo con mobili moderni, oppure possiamo azzardarci mescolando i due stili. Questa scelta non è impossibile da realizzare e nello stesso tempo non è facile scegliere i giusti pezzi da abbinare. Per questo, un negozio di mobili e arredamento può aiutarci nella scelta grazie alla presenza, in genere, di un arredatore d’interni.

I mobili classici sono considerati i migliori poiché sono realizzati con legni e materiali pregiati che ne arricchiscono la qualità. Questi mobili sono particolari grazie alle rifiniture elaborate e ai dettagli che ne garantiscono l’unicità. Inoltre, si presentano molto bene e trasmettono solidità rendendoli indistruttibili nel tempo. Un’altra caratteristica dei mobili classici è la loro eleganza e raffinatezza, poichè sono di ottima qualità e lavorati a mano. Si può scegliere tra due tipologie di stile, quello inglese o Vittoriano, e quello francese o Luigi XVI.
Tutt’altra cosa sono i mobili antichi che hanno un valore e un costo molto elevato, per questo sono sostituiti molto bene da quei mobili classici di cui abbiamo già parlato.

I mobili moderni partenopei, invece, sono costruiti soprattutto con altri materiali che imitano il vero legno, in alluminio o laminato. Presentano alcuni svantaggi come la minor durata nel tempo e la diminuzione di valore estetico in quanto dopo qualche anno dall’acquisto passano di moda. Non per questo, scegliere un’arredamento moderno, giovane e fresco sia una cosa negativa. In ogni caso, se non si è vincolati dal tipo di abitazione in cui verranno collocati i mobili, la scelta di uno stile piuttosto che l’altro dipende dai gusti personali.

Mescolare gli stili

Una tendenza attuale è di mescolare i due stili, classico e moderno. Nel prendere questa decisione bisogna fare attenzione a non creare un’accozzaglia di mobili e oggetti totalmente diversi. In generale, ci deve essere uno stile predominante che viene contaminato da qualche pezzo dello stile opposto.
Ad esempio, se l’arredamento è moderno, inserire un complemento di stile classico o antico darà all’ambiente un’apparenza diversa, più elegante. Se l’arredamento è classico, invece, si può scegliere di abbinare uno oggetto molto moderno ma di piccole dimensioni.



Potrebbe interessarti

Locazioni a canone concordato: guida ai vantaggi fiscali

Nel diritto commerciale definiamo col termine di locazione un particolare contratto in cui uno dei soggetti, detto locatore, si impegna a far usare al soggetto locatario un determinato bene, per un periodo determinato, riscuotendo in cambio un corrispettivo detto canone.

Leggi tutto...

Le agenzie immobiliari di Padova: trova le più affidabili!

Le agenzie immobiliari si rivelano fondamentali quando si cerca casa in una città come Padova, dove gli annunci di vendita e affitto sembrano moltiplicarsi a vista d’occhio; vedremo, nell’articolo che segue, quale sia il ruolo degli operatori in questo campo e dove contattare le agenzie più rinomate per la loro affidabilità.

Leggi tutto...

Mutuo affitto: scopri tutte le caratteristiche

Il cosiddetto "mutuo affitto" è una formula nata in tempi recenti con la quale gli istituti di credito vengono incontro alle esigenze di quanti abbiano bisogno di un prestito ma che non possano permettersi di pagare interessi troppo alti.

Leggi tutto...

La disdetta dell'affitto: conosci tempistiche e procedure?

Se si dispone di contratto con Equo canone, non è possibile disdettarlo per i primi 4 anni, neppure nel caso in cui il proprietario abbia la necessità di riavere l'immobile per adibirlo come propria abitazione.

Leggi tutto...

Cosa significa affitto a canone libero? Scopri le caratteristiche

Le locazioni a canone libero durano formalmente 4 anni, ma nella maggioranza dei casi, arrivano fino agli 8. In caso di mancanza di disdetta motivata da precise ragioni imposte dalla legge, il periodo di locazione è infatti automaticamente rinnovato, per la prima volta, di altri 4 anni.

Leggi tutto...

I più condivisi

Tasse sulla prima casa: facciamo un po' di chiarezza

La compravendita di un immobile comporta sempre la conoscenza approfondita di tutte le spese accessorie per fare un acquisto sicuro. È necessario infatti stipulare il contratto, richiedere un mutuo presso una banca e occuparsi del pagamento delle relative rate. Oltre poi al rogito, al compromesso e ad altre operazioni obbligatorie e utili a rendere legale la compravendita stessa, bisogna inoltre preoccuparsi del pagamento delle tasse sulla prima casa.

Leggi tutto...

Rogito notarile per la compravendita immobili: come effettuarlo?

Comprare un immobile non è come acquistare qualsiasi altra cosa. Si tratta di una scelta che può cambiare la vita (la nostra e quella della nostra famiglia). Logico dunque che si tratti di un qualcosa di davvero importante; un qualcosa a cui prestare molta attenzione. Di seguito riportiamo alcuni consigli per affrontare nel modo giusta una compravendita di immobili.

Leggi tutto...

Acquisto terreni edificabili: come funziona la compravendita

La possibilità di edificare su un terreno dipende dalla destinazione prevista per tale area nel piano regolatore generale del Comune in cui è situato. L'acquisto di terreni edificabili, quindi, segue una precisa regolamentazione.

Leggi tutto...

Valore catastale immobile: tutti i passi per calcolarlo!

Ogni immobile ha un proprio valore catastale che deriva per convenzione dalle cosiddette “rendite catastali”. Questo valore è solitamente usato quando si stipulano contratti di compravendita, di successione o di donazione, poiché serve come riferimento per applicare, in percentuale, tutte le imposte indirette collegate a tale atto, quali ad esempio iva e imu.

Leggi tutto...

Accollo mutuo esistente: di cosa stiamo parlando?

Quando si vuole acquistare un immobile sempre più spesso accade che, ciò che si vuole acquistare abbia già un mutuo acceso dall'attuale venditore oppure, nei casi in cui si decide di acquistare un immobile nuovo dall'impresa che abbia richiesto un finanziamento per erigere il fabbricato.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Onorario del notaio: a quanto ammonta?

 

Al momento del rogito notarile si versano, oltre alle imposte di registro ipotecarie catastali o IVA, anche l'onorario del notaio e le spese sostenute dallo stesso per conto del cliente.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Piscine da interno: sai come orientarti?

Quando si acquista casa, si sente il bisogno di arredarla secondo i propri desideri e, se possibile soprattutto a livello economico, si tende spesso a fornire al suo interno tutti i confort possibili. Un vezzo, in molti casi eccessivamente costoso, ma che molti desiderano nella propria abitazione, è quello della piscina da interno (chiamata anche mini piscina).

Leggi tutto...

Leggi anche...

Indice IPE di prestazione energetica

L'indice IPE di prestazione energetica non è altro che l'energia totale consumata dall'edificio climatizzato per metro quadro ogni anno. L'unità di misura per prestazioni relative ad edifici residenziali è il KWH/MQ annuo.

Leggi tutto...
Go to Top