Di seguito riportiamo una serie di consigli su dove acquistare i mobili del vostro appartamento o del vostro ufficio a Milano. La città Lombarda propone in questo molti spunti utili, interessanti ed economici. Presenti anche i riferimenti ufficiali di ogni struttura.

Ufficio Stile srl

I primi materiali utilizzati per la costruzione dei mobili furono dei vegetali per produrre contenitori o tavoli. In questo negozio di Milano avrete la possibilità di scegliere tra modernità e old style.

20090 Opera (MI)
24, v. Diaz
tel: 02 57605874
fax:02 57606825

Arredoufficio On-Line 

Se hai la necessità di arredare il tuo ufficio rivolgiti a questo negozi di arredo di Milano. Avrai la possibilità di scegliere tra vari modelli e architetture diverse. L’eleganza su cui si basa questa struttura è sicuramente una delle più rinomate della città Lombarda.

20040 Cornate D'Adda (MI)
19, v. Modigliani
tel: 039 6897104
fax:039 6822216

Global Office srl

Anche questo negozio di arredamento si occupa principalmente di Uffici. Vai a dare un’occhiata alle grandi possibilità che questa struttura mette a disposizione per la tua attività.

27100 Pavia (PV)
4, v. Lardirago
tel: 0382 470814
fax:0382 470736 

Camar srl

Hai appena acquistato casa? Hai bisogno di mobili di prima scelta e non sai a chi rivolgerti? Questo negozio fa davvero al caso tuo. I suoi magazzini sono pieni di offerte e di arredamento di qualità.

20100 (MI)
6, v. M. Aurelio
tel: 02 2826305, 02 2871486
fax:02 26143470 

Gseuromarket

La progettazione di un mobile ha sempre rivestito grande importanza. E' dalla fine degli anni cinquanta che i designer sono diventati sempre più presenti, importanti e necessari ad un'industria del mobile che si rispetti.

20134 Milano (MI)
7, vl. Rimembr di Lambrate
tel: 02 2155109
fax:02 2153884 

Rosss spa

Azienda con sede a Scarperia (FI)

Lema

Affermata Azienda milanese del settore arredamento, rappresenta una storia tipicamente italiana.

Il team familiare Meroni, attuale gestore, è riuscito a realizzare i propri obiettivi conquistando un meritato successo con la produzione e la commercializzazione di Mobili Lema. In 85 anni di attività, l’impresa che dà lavoro a 244 dipendenti, ha raggiunto 65 paesi, costituito uno staff di 985 rivenditori nel mondo, instaurato rapporti di collaborazione con architetti e studi design di spicco e con aziende autonome specializzate nei vari rami in cui si articola l’arredamento d’interni, come Ioc Ufficio.

Leggere la storia evolutiva di Lema suscita alterni sentimenti, di viva soddisfazione per la riuscita di un “marchio made in Italy”, positivamente recensito nelle capitali mondiali, e la nostalgia per il tempo in cui la bottega artigiana plasmava il legno con strumenti e attrezzi ormai in disuso, conservati nei musei delle arti e tradizioni locali.

All’origine di Lema Arredamenti sta la piccola falegnameria fondata negli anni trenta ad Arosio, il “paese delle rose” in dialetto brianzolo, dal capostipite della famiglia Angelo Meroni. Negli anni quaranta gli eredi Angelo, Luigi ed Enrico aprono il primo emporio a Milano e iniziano la fattiva collaborazione con gli architetti e i designer emergenti nel clima culturale effervescente della città. Ad Angelo Mangiarotti con il quale s’instaura un felice sodalizio duraturo nel tempo, viene affidata l’ideazione del progetto per la nuova sede da costruire ad Alzate Brianza. Da qui inizia un percorso in ascesa per Lema grazie allo sviluppo di due prodotti divenuti simbolo e icona del marchio, il “sistema a spalla portante” e l’“armadio al centimetro”, in grado di rendere i mobili Lema “componibili”, “cuciti” su misura all’ambiente, altamente performanti e rispondenti alle esigenze del clien te.

L’attuale tecnologia all’avanguardia e lo standard produttivo industriale che caratterizzano i prodotti Lema hanno mantenuto loro il peculiare carattere di “pezzi unici”, tanta è l’accuratezza che accompagna ogni difficile passaggio dell’iter lavorativo, dalla ideazione e progettazione alla costruzione. Il valore aggiunto viene conferito al mobile seriale dalla scelta di materiali pregiati, rispondenti al gusto di una clientela medio alta, amante del lusso e del confort, dalla duttilità con cui si integra in qualsiasi contesto abitativo, dal prezzo competitivo e dall’apposizione sul singolo pezzo del logo aziendale comprensivo di firma dei designer ideatori.

Le peculiarità descritte hanno contribuito all’assegnazione di certificazioni di qualità per l’Azienda e i suoi prodotti a garanzia di serietà, professionalità, esperienza e capacità imprenditoriale.




Potrebbe interessarti

Affitto d'azienda: questi consigli non puoi perderteli!

Con il termine affitto d'azienda è indicata l'acquisizione di un diritto di godimento e di tutti i poteri di gestione di un complesso aziendale di proprietà del locatore, da parte di un conduttore dietro corrispettivo. A regolamentare l'affitto d’azienda è l'articolo 2562 del codice civile che dispone l'applicazione delle norme relative all'usufrutto d'azienda (articolo 2561) e quelle generali in tema d'affitto (articoli 1571-1654).

Deposito cauzionale affitto: ecco come funziona

Il deposito cauzionale (o cauzione) viene richiesto dal proprietario che affitta all'inquilino come garanzia per le obbligazioni assunte all'interno del contratto di locazione; esso nello specifico assicura il pagamento dei canoni e la buona conservazione dei locali. Rientra dunque nelle dinamiche dei diritti e dei doveri dell'inquilino e del proprietario.

Come funziona la locazione abitativa agevolata

Il contratto di locazione abitativa agevolata, detto anche affitto a canone concordato, è una tipologia di locazione introdotta a fine anni ’90 con la legge del 9 dicembre 1998, n. 431. La possibilità di stipulare un contratto di locazione abitativa agevolata è riservata alle abitazioni presenti in comuni ad alta densità abitativa che abbiano stipulato una convenzione con le associazioni di categoria.

Avviso sul Copyright

I contenuti di questo sito web sono protetti da Copyright. Ti invitiamo gentilmente a non duplicarli e a scriverci a info [@] elamedia.it se hai intenzione di usufruire dei servizi erogati dalla nostra Redazione.

Protected by Copyscape

Non bloccare la Pubblicità

Il tuo Browser blocca la nostra pubblicità? Ti chiediamo gentilmente di disattivare questo blocco. Per noi risulta di vitale importanza mostrarti degli spazi pubblicitari. Non ti mostreremo un numero sproporzionato di banner né faremo in modo che la tua esperienza sul nostro sito ne risenta in alcun modo.Ti invitiamo dunque ad aggiungere il nostro sito tra quelli esclusi dal Blocco della tua estensione e a ricaricare la pagina. Grazie!

Ricarica la Pagina

I più condivisi

Rinegoziazione mutuo: quando effettuarla?

 Affitto

Se non si è soddisfatti del proprio mutuo è possibile tentare una rinegoziazione con la banca erogatrice. Questa può rifiutarsi, ma sono possibili altre alternative. Vediamo quali.

Salone del Mobile di Firenze: informazioni sull'evento

Scegliere l'arredamento per la vostra nuova casa non è sempre una cosa semplice e veloce. È infatti necessario valutare diversi fattori, ottimizzare gli spazzi e scegliere sin da subito i colori che si desiderano. Una visita al Salone del Mobile di Firenze può dare utilissime idee per la realizzazione di spazi belli e funzionali nella propria casa.

Poltrone da esterno di design, quali le tipologie esistenti

poltrone da esterno di design

Il poter avere a disposizione un bel giardino o un ampio terrazzo rappresenta il sogno di tante persone al giorno d’oggi. Uno spazio in cui poter ospitare un bel cane, far giocare i propri bambini o semplicemente rilassarsi nelle calde giornate estive o organizzare qualche divertente party con amici o parenti. Tuttavia, come qualsiasi altro ambiente di casa, esso deve essere arredato in maniera consona, con un’adeguata scelta di tavoli e poltrone da esterno di design o anche semplici, in base ai propri gusti.

Leggi anche...

Registro delle opposizioni: di cosa si tratta?

bollette 600x337

Per evitare telefonate di natura promozionale, commerciale o per non ricevere più sondaggi telefonici, dall'1 Febbraio 2011 è possibile iscriversi a un organo nato proprio per questo scopo, il Registro delle opposizioni, regolamentato dal decreto 178 del 7 settembre del 2010.

Leggi anche...

Come risparmiare sulla bolletta della luce

tramonto lampadina

Non passa giorno senza essere contattati, tramite telefono ed e-mail, da vari fornitori di luce e gas che ci offrono tariffe più convenienti o speciali offerte per diventare loro clienti e abbandonare il nostro attuale gestore.

Go to Top