Il gres porcellanato effetto legno è un materiale di rivestimento comodo e versatile, che permette di puntare su un pavimento che richiama l’effetto naturale del parquet, senza però utilizzare il vero parquet. Il gres è un materiale che imita il legno, e tanti altri materiali a cui può assomigliare, e lo riproduce fedelmente in ogni sua venatura, nodo e difetto.

Il rapporto qualità-prezzo è garantito, ma nemmeno il gres porcellanato effetto legno è immune da pulizia e manutenzione, soprattutto se lo avete scelto nei colori chiari, soprattutto se con le fughe di colore bianco.

Ma andiamo con ordine. Il gres porcellanato ha il vantaggio di poter essere pulito facilmente, con qualsiasi tipo di detergente. Panno bagnato o scopa a vapore, non importa: si tratta di una superficie facilmente pulibile in qualsiasi modo e con qualsiasi mezzo. Un discorso a parte, però, è necessario farlo per le fughe.

Pavimenti con colori chiari

Se il pavimento è di un colore molto chiaro è naturale che con il passare del tempo le fughe diventino più scure, tendenti al grigio o anche al nero. Il risultato sarà un brutto effetto, che farà sembrare il pavimento trasandato e rovinato. Per questo motivo, è consigliabile procedere con una pulizia costante, non solo del pavimento ma anche delle fughe stesse.

Per pulire le fughe del pavimento in gres porcellanato effetto legno bastano pochi e semplici ingredienti. I modi che si possono usare per la pulizia sono diversi, tutti efficaci anche in base al grado di sporcizia che si è accumulata all’interno delle fughe.

Il primo metodo che potete utilizzare è la pulizia con lo grassatore. Basta spruzzare lo sgrassatore direttamente sulle fughe, aspettare qualche minuto e poi risciacquare per rimuovere il prodotto. Poi ci sono i rimedi considerati più strong, da mettere in pratica quando le fughe sono molto sporche e hanno bisogno di una pulizia più forte.

Uno dei metodi infallibili in questo caso è l’utilizzo della candeggina, che grazie alla sua azione sbiancante farà brillare in poco tempo le vostre fughe e anche il pavimento.

L’altro è un metodo più naturale ma ugualmente efficace: una soluzione di acqua, bicarbonato e un pizzico di aceto. In questo caso dovrete spalmare il composto sulle fughe con una piccola spatola, attendere qualche minuto per lasciare agire il prodotto e poi grattare letteralmente via con uno spazzolino. Vi stupirete nel vedere quanto sporco riuscirete a rimuovere con questo metodo.

In ogni caso, e qualsiasi sia il metodo che avete scelto, ci vuole pazienza e un po’ di impegno, ma quanto guarderete il vostro gres porcellanato effetto legno splendere di nuovo, come se fosse appena posato, ne sarà valsa decisamente la pena.




Potrebbe interessarti

Recesso di contratto di locazione: quali sono le modalità?

 

Nella situazione economica italiana, molte più persone ricorrono all’affitto di un immobile ad uso abitativo non potendosi permettere l’acquisto di una casa propria. Esistono però anche casi di recesso del contratto di locazione e su questo campo ci sono molte regole e leggi da sapere.

Tasse sull'affitto: una guida per essere in regola con lo Stato!

tasse sull'affitto

In materia di locazioni sono davvero tantissime le cose da tenere in considerazione, soprattutto per non trovarsi a dover risolvere eventuali problemi futuri. La prima cosa da fare è sicuramente preoccuparsi di stipulare e, soprattutto, regolarizzare il contratto. La corretta registrazione del contratto d'affitto di qualunque natura è infatti una garanzia e una sicurezza per chi decide di prendere in affitto un immobile.

Fideiussione per affitto: come funziona la garanzia di pagamento?

Fideiussione per affitto

Recentemente la fideiussione personale ha soppiantato quasi completamente le vecchie cauzioni che i padroni di casa chiedevano per l’affitto degli appartamenti o dei locali commerciali.

Avviso sul Copyright

I contenuti di questo sito web sono protetti da Copyright. Ti invitiamo gentilmente a non duplicarli e a scriverci a info [@] elamedia.it se hai intenzione di usufruire dei servizi erogati dalla nostra Redazione.

Protected by Copyscape

Non bloccare la Pubblicità

Il tuo Browser blocca la nostra pubblicità? Ti chiediamo gentilmente di disattivare questo blocco. Per noi risulta di vitale importanza mostrarti degli spazi pubblicitari. Non ti mostreremo un numero sproporzionato di banner né faremo in modo che la tua esperienza sul nostro sito ne risenta in alcun modo.Ti invitiamo dunque ad aggiungere il nostro sito tra quelli esclusi dal Blocco della tua estensione e a ricaricare la pagina. Grazie!

Ricarica la Pagina

I più condivisi

Esempio di Rendita catastale: tutti i passi per calcolarlo!

Esempio di Rendita catastale

Ogni immobile ha un proprio valore catastale che deriva per convenzione dalle cosiddette “rendite catastali”. Questo valore è solitamente usato quando si stipulano contratti di compravendita, di successione o di donazione, poiché serve come riferimento per applicare, in percentuale, tutte le imposte indirette collegate a tale atto, quali ad esempio iva e imu.

Compravendita tra privati: quali sono le imposte?

Quando si effettua una compravendita di una casa, le imposte da pagare vanno calcolate in modo diverso a seconda del tipo di acquisto: da privato o da costruttore. Chi decide di acquistare da un privato (o comunque da un soggetto diverso dall'impresa costruttrice) potrà pagare le imposte di registro, che saranno interamente dichiarate nell'atto di compravendita.

Vendo casa: i 5 errori di chi lo fa senza l’aiuto di un’agenzia

Spesso si pensa che dire “vendo casa” e pubblicare degli annunci privati sia sufficiente per raggiungere l’obiettivo di vendere in modo rapido ed economico il vecchio immobile della nonna, la casetta al mare o l’appartamento diventato troppo piccolo per una famiglia che sta allargando il proprio nucleo.

Leggi anche...

Permuta della casa: sveliamone le caratteristiche

Cosa si intende per permuta di una casa? In sostanza, stiamo parlando dello scambio tra due soggetti di un bene immobiliare, ad esempio un appartamento. Grazie a questa forma di scambio è possibile cedere un appartamento al mare che non si utilizza più per diversi motivi, ed avere una casa in montagna dove si desidera trascorrere delle giornate rilassanti.

Leggi anche...

Bollettino MAV: cos’è e come pagarlo, segui la nostra guida

bollettino mav

Che cos'è? Il MAV è l’acronimo di Pagamento Mediante Avviso. Il Mav è un bollettino il cui pagamento segue una procedura interbancaria standard. 

Go to Top