Di seguito i termini che tutti coloro i quali si impegnano in un mutuo dovrebbero conoscere:

Compravendita

La compravendita è un contratto. Alla base di questo contratto c’è il trasferimento della proprietà di un’immobile in cambio di denaro, che rappresenta il prezzo di vendita. Un volta versata la somma dovuta per l’acquisto, che di solito avviene durante la stipula del contratto preliminare, il venditore è obbligato a consegnare l’oggetto venduto.

Compromesso

Il compromesso, anche detto contratto preliminare, è l’accordo con le quali le due parti si impegnano a concludere il contratto di compravendita che avverrà in futuro. Nel compromesso ci sarà scritto l’intero contenuto che determinerà il contratto di compravendita.

Euribor

L’Euribor è un indice di riferimento per i mutui a tasso variabile. Viene comunicato quotidianamente dalla FBE (Federazione Bancaria Europea). Questo tasso indica la media dei tassi d’interesse che adottano i vari istituti di credito per effettuare le transazioni finanziarie.

Garante

Le banche prima di erogare un mutuo richiedono delle garanzie, tra le quali potrebbero richiedere la presenza di un garante. Il Garante è colui che offre a garanzia, un terzo del proprio reddito, per il mutuatario. Per te che stai per prendere un mutuo fa certamente parte del Glossario di parole che devi conoscere.

I.M.U.

I.M.U. (imposta municipale unica) è una tassa che grava sui possessori di immobili, ovvero su chi possiede la prima casa. E’ in vigore dal 2015, sostituisce l’I.C.I. e l’IRPEF e varia in base ad alcuni fattori:

  • Tipologia catastale
  • Comune in cui si trova l’appartamento

Nel caso di appartamento affittato, l’affittuario dovrà contribuire al pagamento della tassa versando una piccola percentuale tramite F24.

Imposta di Registro: importante parola da memorizzare nel nostro glossario

Durante la fase di acquisto di un appartamento occorre pagare una tassa, la cosidetta imposta di registro. Questa varia a seconda della destinazione d’uso dell’immobile ma soprattutto cambia se l’appartamento acquistato risulta per l’acquirente come prima casa. In questo caso si potrà godere di un’agevolazione fiscale e il tasso sarà del 7%.

Ipoteca

Ogni volta che la banca eroga un mutuo, iscrive un’ipoteca sull’immobile. L’ipoteca è una garanzia alla quale l’istituto bancario si potrà avvalere qualora il debitore non paghi le rate del mutuo. In quel caso la banca potrebbe espropriare la casa e venderla. L’ipoteca ha una durata di 20 anni dopodiché va rinnovata.

Mutuo 100%

Generalmente il mutuo erogato arriva fino all’80% del valore più basso tra il prezzo d’acquisto e quello della perizia della casa. Alcuni istituti bancari riescono a garantire l’intera copertura del costo della casa concedendo il mutuo al 100%.

Ovviamente la banca che andrà ad erogare il prestito si riserverà la possibilità di richiedere maggiori garanzie rispetto a un mutuo normale. Potrebbe richiedere l’inserimento di una polizza assicurativa fideiussoria.

Mutuante e mutuatario

Il mutuante è l’istituto di credito che andrà ad erogare il mutuo, mentre il mutuatario è la persona che richiede il finanziamento e che si impegnerà per il tempo stabilito nel contratto a rimborsare la banca.

Mutuo ipotecario

Il mutuo ipotecario viene generalmente utilizzato per l’acquisto di un immobile, perché in caso di mancato pagamento da parte del mutuatario la banca potrà avvalersi del diritto di rivalsa sull’immobile ipotecato. Questo tipo di prestito si adotta per mutui superiori ai 5 anni e deve essere stipulato difronte un notaio.

Perizia

La perizia è la stima del valore dell’immobile che verrà acquistato. Questa operazione verrà effettuata da un perito abilitato al ruolo.

Rata

La rata è il pagamento che il mutuatario dovrà pagare per estinguere il mutuo. Il numero delle rate e la periodicità verrà stabilita durante la contrattazione e prende il nome di Piano di Ammortamento.

Spread

Lo spread è una percentuale fondamentale per calcolare il tasso d’interesse finale che verrà applicato al mutuo. Questo verrà sommato all’Euribor quando il mutuo avrà un tasso variabile, oppure sarà addizionato al EurIRS se al contrario il tasso sarà fisso. Lo spread cambia anche a seconda della durata del prestito richiesto e anche a seconda di quale banca eroga il mutuo.

Valore catastale

Per ottenere la rendita catastale di un’immobile che può essere una casa, un ufficio o un negozio, occorre moltiplicare il valore fiscale maggiorato del 5% per il numero dei vani del suddetto bene. Una volta ottenuta questa cifra se si tratta di una casa bisognerà moltiplicare questo valore per 100, per un ufficio va moltiplicato per 50 e nel caso di un negozio occorre farlo per 34.




Potrebbe interessarti

Recesso di contratto di locazione: quali sono le modalità?

 

Nella situazione economica italiana, molte più persone ricorrono all’affitto di un immobile ad uso abitativo non potendosi permettere l’acquisto di una casa propria. Esistono però anche casi di recesso del contratto di locazione e su questo campo ci sono molte regole e leggi da sapere.

Detrazione affitto: soggetti beneficiari e requisiti

Ci sono alcune categorie di lavoratori e di studenti che hanno diritto a ricevere alcuni benefici dall'Irpef, ovvero alcune detrazioni legate ai contratti d'affitto da scalare sul modello 730 della dichiarazione dei redditi. 

Mutuo affitto: scopri tutte le caratteristiche

Il cosiddetto "mutuo affitto" è una formula nata in tempi recenti con la quale gli istituti di credito vengono incontro alle esigenze di quanti abbiano bisogno di un prestito ma che non possano permettersi di pagare interessi troppo alti.

Avviso sul Copyright

I contenuti di questo sito web sono protetti da Copyright. Ti invitiamo gentilmente a non duplicarli e a scriverci a info [@] elamedia.it se hai intenzione di usufruire dei servizi erogati dalla nostra Redazione.

Protected by Copyscape

Non bloccare la Pubblicità

Il tuo Browser blocca la nostra pubblicità? Ti chiediamo gentilmente di disattivare questo blocco. Per noi risulta di vitale importanza mostrarti degli spazi pubblicitari. Non ti mostreremo un numero sproporzionato di banner né faremo in modo che la tua esperienza sul nostro sito ne risenta in alcun modo.Ti invitiamo dunque ad aggiungere il nostro sito tra quelli esclusi dal Blocco della tua estensione e a ricaricare la pagina. Grazie!

Ricarica la Pagina

I più condivisi

Plusvalenza nella vendita di un immobile: ecco la nostra guida

Plusvalenza nella vendita di un immobile

Nel caso di vendita di un immobile (appartamento, terreno), per plusvalenza si intende l’aumento di valore realizzato entro un determinato periodo di tempo. Ai fini fiscali, questo aumento di valore è indice di una maggiore capacità contributiva ed è tassato attraverso imposte dirette. A differenza di altri redditi da capitale, non vengono calcolati sulla base imponibile dell'IRPEF.

Calcolo spese acquisto prima casa: come portare in detrazione il costo notaio

Nel calcolo spese acquisto primo casa rientra anche il costo notaio. Questa voce però può essere portata in detrazione nella dichiarazione dei redditi ai fini Irpef in modo da recuperare parte dell’importo.

Salone del Mobile di Parma: informazioni e contatti

Per riuscire a trovare l’arredamento giusto, prima di recarsi presso un negozio o centro commerciale, è possibile visitare il Salone del Mobile di Parma o uno dei grandi Saloni del Mobile in Italia che offrono un'amplissima panoramica sulle nuove tendenze e che offrono soluzioni alla portata delle tasche di chiunque.

Leggi anche...

Volture catastali: tutto quello che c'è da sapere

Cosa sono le volture? La variazione d'intestazione di un contratto di fornitura già esistente, viene definito voltura. Essa può essere richiesta quando si presenta un subentro al posto di un precedente cliente e predispone la sottoscrizione di un contratto, nel quale vengono trasferite le obbligazioni derivanti dal precedente accordo. Esistono però anche le volture catastali.

Leggi anche...

Sorgenia, le proposte Green da tenere d'occhio

renewable.jpg

In uno dei periodi più critici per il nostro pianeta, Sorgenia trova l'equilibrio fra sostenibilità e consumi, rivolgendo le sue proposte green a tutti i consumatori. Le offerte luce di Sorgenia sono molto semplici e si sviluppano nel costante tentativo di venire incontro alle esigenze di tutti. La differenza principale dell'azienda è sicuramente quella di prendere molto seriamente le leggi attuate recentemente in merito alla riduzione di consumi e generale aumento della sostenibilità.

Go to Top