In questi ultimi anni, un obiettivo di varie famiglie italiane è quello del miglioramento dell’efficienza energetica della propria casa, mantenendo comunque alto il comfort abitativo della stessa, sia per quanto riguarda il riscaldamento che il condizionamento degli ambienti. Per coloro che amano, ad esempio, l’atmosfera calda e romantica fornita da un camino, ma limitando gli inconvenienti di questo genere di sistema di riscaldamento, è possibile fare affidamento su un cosiddetto termocamino.

Questo non è altro che la versione moderna e ad alta efficienza dei tradizionali camini, elemento antico e suggestivo presente ancora in tantissime abitazioni. Anche lo stesso funzionamento del termocamino non differisce molto da quello di uno tradizionale. Andiamo quindi a conoscere meglio come si sia evoluto l’antico caminetto a legna e quale sia l’odierno funzionamento del termocamino e quali vantaggi o peculiarità presenta, rispetto alla sua versione di molti decenni fa.

Funzionamento del termocamino, l’evoluzione di un sistema antico

Un termocamino si presenta come un’evoluzione, anche stilistica, del tradizionale camino, ma a cui si è aggiunto uno sportello ermeticamente chiuso di vetro termico, che crea una camera di combustione chiusa. È proprio quest’ultima uno degli elementi di differenziazione rispetto ai camini tradizionali e che offre diversi benefici, come vedremo in seguito. Infatti, durante il funzionamento del termocamino non vi sono fiamme libere e quindi non vi è una particolare dispersione di calore nell’ambiente circostante.

Esistono poi termocamini ad aria e ad acqua. I primi sono dotati di varie bocchette per l’erogazione di aria calda, i termocamini ad acqua invece possono essere collegati all’impianto di riscaldamento di una casa. La struttura ed il funzionamento del termocamino si differenziano leggermente se il sistema sia ad aria o ad acqua. Gli elementi comuni sono comunque il focolare, la cappa e la canna fumaria.

Il focolare si presenta come l’elemento fondamentale per il funzionamento del termocamino, in quanto è la parte in cui avviene il processo di combustione ed è rivestita di materiali di genere termoisolante. La cappa, invece, rappresenta la zona in cui vengono indirizzati i fumi, nella fase di funzionamento del termocamino. Poi, la canna fumaria tende a raccogliere e a far uscire tali fumi, attraverso il consueto comignolo. Un sistema di riscaldamento del genere funziona con della classica legna oppure del moderno pellet.

Vantaggi di questo tipo di riscaldamento

funzionamento del termocamino

L’uso di un termocamino presenta diversi benefici. Innanzitutto, un considerevolerisparmio energetico, grazie alla massimizzazione del calore prodotto dalla legna o dal pellet e l’assoluta riduzione della sua dispersione. Il funzionamento del termocamino può essere autonomo oppure, altre volte, affiancato all’uso combinato di un sistema tradizionale. Inoltre, da esso si può ottenere sia del consueto riscaldamento domestico che dell’acqua calda sanitaria, nel caso in cui il termocamino sia ad acqua.

Conseguenza del risparmio energetico e quindi ulteriore beneficio derivante dall’efficiente funzionamento del termocamino all’interno della propria abitazione è la riduzione dei consumi energetici e quindi dei costi connessi a questi ultimi. Tutto questo è dovuto anche, come già accennato, alla chiusura del termocamino attraverso uno sportello, che non fa disperdere il calore ed anzi lo sfrutta al massimo, senza d’altronde la presenza di fiamme libere.

Ulteriore elemento, sicuramente non secondario, del termocamino e’ anche il suo aspetto estetico e le sue linee piacevoli, che consentono di poterlo inserire ed adattare a qualsiasi ambiente della casa o arredamento della stessa. Al giorno d’oggi, anche la bellezza estetica oltre che l’efficiente funzionamento del termocamino risultano importanti per una famiglia e le sue varie necessità.

Alcune considerazioni sul funzionamento del termocamino

Un termocamino offre numerosi benefici all’interno dell’abitazione in cui è inserito, da quello prettamente estetico a quello dell’efficientamento energetico e conseguente risparmio economico sui costi delle bollette. Inoltre, il funzionamento del termocamino non risulta essere molto dissimile da quello di un camino tradizionale. Per quanto riguarda i suoi costi, si può variare in media tra i 1.500 ed i 2.500 Euro per prodotti di buona qualità. 




Potrebbe interessarti

Tasse sull'affitto: una guida per essere in regola con lo Stato!

tasse sull'affitto

In materia di locazioni sono davvero tantissime le cose da tenere in considerazione, soprattutto per non trovarsi a dover risolvere eventuali problemi futuri. La prima cosa da fare è sicuramente preoccuparsi di stipulare e, soprattutto, regolarizzare il contratto. La corretta registrazione del contratto d'affitto di qualunque natura è infatti una garanzia e una sicurezza per chi decide di prendere in affitto un immobile.

Canone di locazione: le tipologie e i costi di questo servizio

Il canone di locazione è l’aspetto principale a cui guardano gli inquilini che hanno intenzione di affittare un appartamento. Il costo molto alto degli ultimi tempi, soprattutto nelle grandi città, ha portato questo argomento in prima pagina e di stretta attualità, soprattutto in questo momento di congiuntura economica.

Self Storage a Roma e nel Lazio: contatti utili

I self storage sono servizi in mano ad una compagnia apposita, oppure sono degli spazi in mano a compagnie di trasloco, e di norma vengono affittati e utilizzati attraverso un noleggio a base mensile.

Avviso sul Copyright

I contenuti di questo sito web sono protetti da Copyright. Ti invitiamo gentilmente a non duplicarli e a scriverci a info [@] elamedia.it se hai intenzione di usufruire dei servizi erogati dalla nostra Redazione.

Protected by Copyscape

Non bloccare la Pubblicità

Il tuo Browser blocca la nostra pubblicità? Ti chiediamo gentilmente di disattivare questo blocco. Per noi risulta di vitale importanza mostrarti degli spazi pubblicitari. Non ti mostreremo un numero sproporzionato di banner né faremo in modo che la tua esperienza sul nostro sito ne risenta in alcun modo.Ti invitiamo dunque ad aggiungere il nostro sito tra quelli esclusi dal Blocco della tua estensione e a ricaricare la pagina. Grazie!

Ricarica la Pagina

I più condivisi

Glossario mutui: i termini che devi conoscere

 

Di seguito i termini che tutti coloro i quali si impegnano in un mutuo dovrebbero conoscere:

Plusvalenza terreni agricoli, come effettuare il calcolo?

terreni agricoli sono considerati beni immobili, così come i terreni edificabili e gli appartamenti. Per plusvalenza si intende l’aumento di valore realizzato entro un determinato periodo di tempo.

Tutti i vantaggi del comprare nuovo

L’acquisto di un immobile comporta tanti dubbi e numerose valutazioni: qual è l’immobile che fa per me? Meglio in centro oppure fuori città? Meglio un immobile nuovo o uno più datato? Insomma, le domande sono tantissime e molte risposte dipendono dalle proprie personali esigenze e da gusti e desideri personali.

Leggi anche...

Isolamento Acustico delle pareti: requisiti passivi e normative

Prima di tutto è bene chiarire che molti edifici sono costruiti seguendo la logica dell'isolamento acustico delle pareti architettonico. Questa logica annovera al proprio interno dei requisiti acustici passivi (le caratteristiche qualificanti le fonti sonoro/acustiche esterne ed interne nella costruzione di un edificio).

Leggi anche...

Leggere la bolletta: quanto costa l’energia elettrica

La lettura della bolletta dell’energia elettrica è spesso un vero e proprio rompicapo. Se aggiungiamo poi concetti difficili, come ad esempio l’adesione al Mercato Libero o al servizio di maggior tutela voluto dallo Stato, le cose si complicano ulteriormente. Anche perché in teoria il servizio appena citato dovrebbe mantenere basse le bollette, ma spesso non è così. La prima cosa da fare quando si legge la bolletta consiste nello scorporare i vari elementi che ci portano alla cifra finale. 

Go to Top