La crisi dei mutui subprime ha portato gravi conseguenze sull'economia mondiale. Nell'aprile 2009, il Fondo Monetario Internazionale ha valutato in 4.100 miliardi di dollari Usa il totale delle perdite delle banche.

È iniziata con lo sgonfiarsi della bolla immobiliare: molte persone conun muto subprime non riuscirono a pagare le rate del mutuo a causa del tasso di interesse alzatosi all'inverosimile. I suoi effetti più pesanti si sono registrati tra febbraio e marzo 2007.

Il calo delle borse americane e il subprime

Negli ultimi anni, negli Stati Uniti, i prezzi degli immobili raddoppiavano in media ogni 5 anni (crescita che non sembrava giustificata da un reale aumento di valore degli immobili). Più che una crescita del valore reale delle case, si trattava di una crescita del valore di mercato. La crescita dell'indebitamento di famiglie e imprese era dunque causata dalla stesso aumento dei prezzi.

L'aumento dei tassi di interesse ha portato all'insolvenza dei debitori

Ha consigliato al Congresso l'estensione alle famiglie dell'istituto del fallimento. Ovviamente la situazione è a rischio anche in Italia.

Quali sono le cause che hanno causato la crisi dei mutui subprime

A livello finanziario, il 2007 sarà ricordato per la catastrofica crisi dei mutui subprime, cioè il fallimento di molti fondi immobiliari in stretta relazione con i mutui, prima negli USA e dopo anche nell’Unione Europea. Negli Stati Uniti, le banche concedevano mutui con molta leggerezza anche a soggetti che non davano sicure garanzie, basta che accettassero il mutuo con alte percentuali di interessi.

Nel sistema finanziario degli USA i mutui subprime erano in relazione con i derivati, cioè strumenti finanziari complessi che non sono titoli con proprio valore intrinseco, ma che deriva da altri asset finanziari il cui profitto dipende dalla variazione del loro prezzo: il titolo in gergo si chiama sottostante, molti di questi titoli erano in stretta relazione finanziaria coi i mutui subprime, ecco perché la loro crisi si è ripercossa in pieno sulla crisi economica mondiale.

Era chiaro che era una bolla speculativa che prima o poi doveva esplodere, e difatti esplose quando molte persone che avevano stipulato i mutui, risultarono insolventi. Per arrestare la speculazione intervenne la Fed (Federal Reserve System), la Banca Centrale Americana.

La Fed aumentò i tassi di riferimento al 5%, gli interessi di conseguenza aumentarono di molto, coinvolgendo moltissime persone che diventarono insolventi a loro volta. Ci furono più di 2 milioni di case e immobili che furono pignorati a causa del mancato pagamento delle rate dei mutui.

Nel caos totale e nel panico di milioni di persone totalmente rovinate e milioni di posti di lavoro persi, si arrivò al crollo delle Banche che non riuscivano a rientrare con i crediti. La chiusura della Banca Lehman Brothers, è tra i più eclatanti esempi.

L’effetto della crisi dei subprime negli Stati Uniti si propagò subito nel resto del mondo e soprattutto in Europa, subito dopo il crollo finanziario e della Borsa. Le Banche entrarono in crisi anche in Europa e in Italia, dove si avviò un periodo veramente problematico a livello di fiducia negli investimenti e conseguentemente sul mercato del lavoro con moltissimi posti di lavoro persi.

Molte piccole e medie imprese andarono fallite, causa il calo di lavoro e per mancanza di finanziamenti concessi dalle banche che oramai non concedevano prestiti a nessuno. Si entrò in un periodo dove tutto risultava negativo, la gente che non spendeva soldi, le attività commerciali e le imprese che fallivano, diedero inizio anche da noi a una delle peggiori crisi economica mai vista.



Potrebbe interessarti

Contratto affitto 4+4: guida completa dalla stipula alla disdetta

I contratti di locazione a canone libero durano formalmente 4 anni, ma nella maggioranza dei casi, arrivano fino agli 8. In caso di mancanza di disdetta motivata da precise ragioni imposte dalla legge, il periodo di locazione è infatti automaticamente rinnovato, per la prima volta, di altri 4 anni.

Leggi tutto...

Affitto d'azienda: questi consigli non puoi perderteli!

Con il termine affitto d'azienda è indicata l'acquisizione di un diritto di godimento e di tutti i poteri di gestione di un complesso aziendale di proprietà del locatore, da parte di un conduttore dietro corrispettivo. A regolamentare l'affitto d’azienda è l'articolo 2562 del codice civile che dispone l'applicazione delle norme relative all'usufrutto d'azienda (articolo 2561) e quelle generali in tema d'affitto (articoli 1571-1654).

Leggi tutto...

Recesso di contratto di locazione: quali sono le modalità?

 

Nella situazione economica italiana, molte più persone ricorrono all’affitto di un immobile ad uso abitativo non potendosi permettere l’acquisto di una casa propria. Esistono però anche casi di recesso del contratto di locazione e su questo campo ci sono molte regole e leggi da sapere.

Leggi tutto...

Comodato d'uso a titolo gratuito

Il comodato d'uso di immobile rappresenta una forma di contratto di locazione con cui è possibile prendere in consegna un immobile per un periodo di tempo determinato, con il dovere di riconsegnarlo al proprietario.

Leggi tutto...

Self Storage a Bologna e in Emilia Romagna

Il termine self-storage significa “deposito personale” ed indica la possibilità di affittare uno spazio, presso dei magazzini, ed utilizzarlo per depositare i propri beni.

Leggi tutto...

I più condivisi

Provvigione agenzia immobiliare: consigli per non pagare troppo!

Il mediatore immobiliare e l'agenzia e l'agente immobiliare svolgono il ruolo di intermediario tra acquirente e venditore. Ci si rivolge ad un'agenzia immobiliare sia che si voglia vendere o acquistare un immobile, sia che si tratti di una compravendita che di una locazione.

Leggi tutto...

Capitolato d'appalto: come compilarlo

L’acquisto o l’affitto di un immobile necessita spesso di opere di ristrutturazione volte a rendere più confortevole, e al contempo agibile, l’abitazione stessa. Per effettuare dei lavori di ristrutturazione sono però necessari, soprattutto in casi speciali, delle autorizzazioni specifiche e il capitolato d'appalto è una di queste. 

Leggi tutto...

Comodato d'uso di immobile: come funziona con quello gratuito?

Il comodato d'uso di immobile rappresenta una forma di contratto di locazione con cui è possibile prendere in consegna un immobile per un periodo di tempo determinato, con il dovere di riconsegnarlo al proprietario.

Leggi tutto...

La plusvalenza nella vendita di un immobile: una guida

Nel caso di vendita di un immobile (appartamento, terreno), per plusvalenza si intende l’aumento di valore realizzato entro un determinato periodo di tempo. Ai fini fiscali, questo aumento di valore è indice di una maggiore capacità contributiva ed è tassato attraverso imposte dirette. A differenza di altri redditi da capitale, non vengono calcolati sulla base imponibile dell'IRPEF.

Leggi tutto...

Calcolo spese acquisto prima casa: come portare in detrazione il costo notaio

Nel calcolo spese acquisto primo casa rientra anche il costo notaio. Questa voce però può essere portata in detrazione nella dichiarazione dei redditi ai fini Irpef in modo da recuperare parte dell’importo.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Leasing prima casa: di cosa si tratta e come funziona?

Il possedere una casa di proprietà, piccola o grande che sia, rappresenta il sogno di tantissime persone. Se per le giovani coppie potrebbe essere un piccolo e romantico nido d’amore dove far crescere i figli, per le persone più anziane invece simboleggia la ricompensa di tanti anni di sacrifici e il poter godere di una vecchiaia più serena. E proprio per incentivare l’acquisto di un’abitazione principale, in particolare per i giovani, diverse sono state le iniziative avviate dalle autorità governative nel corso di questi anni.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Impianto termico: come funziona?

Un impianto termico è un sistema con il quale si regola la temperatura interna agli ambienti domestici. L’impianto termico comprende la componente destinata a fornire le calorie occorrenti nel periodo invernale, sia la potenza frigorifera necessaria nel periodo estivo. L'apporto si differenzia sia per le modalità di generazione, sia per il sistema di vettoriamento. In un impianto termico possono essere adoperate caldaie, resistenze elettriche e pompe di calore mentre per la generazione di frigorie possono essere utilizzati gruppi frigoriferi, pompe di calore e pozzi geotermici.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Domiciliazione bancaria delle bollette

La Domiciliazione Bancaria, nota anche come Domiciliazione Bollette, Domiciliazione Utenze o come Domiciliazione Bancaria dei Pagamenti, è uno strumento molto utile che le banche mettono a disposizione dei clienti per “automatizzare” il pagamento delle utenze domestiche.

Leggi tutto...
Go to Top