Prima dell’invenzione dell’estintore per casa venivano utilizzati dei sistemi portatili di estinzione di piccole dimensioni. Lo sviluppo di agenti estinguenti che permettono il lancio dell'agente estinguente a grande distanza ha permesso poi la realizzazione dei vari modelli di estintore per casa moderni.

L'estintore per casa di co2 è composto da un gas inerte e idroelettrico che, con una pressione di 55/60 bar (20°) , fuoriesce sotto forma di ghiaccio secco o neve carbonica , ad una temperatura di -78° . Avvolgendo il corpo in fiamme, sottrae ossigeno e, provoca lo spegnimento del fuoco.

L'estintore per casa è un’apparecchiatura utile alla sicurezza casalinga. Viene utilizzata per lo spegnimento di fuochi di varia natura (funziona attraverso l’emissione di prodotti che soffocano i fuochi). La sua invenzione risale al XIX secolo, ma la cui diffusione è molto più recente. Pochi oggi sanno che esiste una particolare assicurazione sulla casa che copre eventuali danni dovuti da un improvviso incendio.

Tipologie di estintori per casa e per condominio

In commercio ci sono tre tipi di estintori che funzionano per soffocamento, raffreddamento e reazione chimica. Vengono denominati agenti per soffocamento gli estintori che non permettono il contatto tra il combustibile ed il comburente mentre gli agenti per il raffreddamento sono quei particolari estintori che sottraggono calore al combustibile, per farlo scendere sotto la temperatura di accensione.

Gli agenti per reazione chimica sono gli estintori che mutano il combustibile per renderlo non più combustibile. Questi particolari estintori vengono associati ai vari tipi di fuochi (che vengono classificati a loro volta a seconda del tipo di combustibile):

  • fuochi di classe A azionati da combustibili solidi come carta, legno , materiali tessili, pelli, gomma e derivati;
  • fuochi di classe B azionati da combustibili liquidi come alcol, solventi, eteri, idrocarburi;
  • fuochi di classe C azionati da combustibili gassosi come butano, propilene ,acetilene, metano;
  • fuochi di classe D azionati da metalli combustibili come potassio, magnesio, zinco, alluminio in polvere ,titanio, zirconio;
  • fuochi di classe E ( introdotti con la normativa EN.2 del 2005) generati da oli e grassi di cottura.

I tipi di fuoco vengono comunque riportati sull'estintore con delle figure facilmente riconoscibili.

Estintore per casa: altri modelli per combattere fuoco e incendi (clicca sull'immagine per acquistarlo su Amazon)

estintore-amazon.png

Le leggi in vigore pensano all'estintore come ad un apparecchio a comando manuale. Nell'uso comune troviamo altri modelli di estintori che sono quelli:

  • Manuali
  • A distanza
  • Automatici

Manutenzione del tuo estintore per casa: impariamo dai pompieri

Per quanto riguarda la manutenzione degli estintori è molto importante:

  1. Sorveglianza (delle persone interne all'azienda o all’abitazione debbono, con frequenza mensile, andare a monitorare alcuni aspetti legati al funzionamento dell’apparecchio)
  2. Controllo (verifica ogni sei mesi dell'efficienza dell'estintore con degli accertamenti tecnici specifici a seconda del tipo di estintore)
  3. Revisione (accertamenti ed interventi per verificare l’efficienza dell'estintore. Tutti gli interventi di manutenzione sono elencati all'art. 5.3 della UNI 9994:2003)
  4. Collaudo (verificare la stabilità dell’involucro tramite prova idraulica) 



Potrebbe interessarti

Self Storage a Milano (e in Lombardia): quali contattare?

self storage a milano

In questo modo, il servizio di self storage di Milano e della Lombardia viene incontro alle esigenze individuali o delle aziende, fungendo da deposito extra per gli eccessi di materiale o di archivio.

Contratto di sublocazione: scopri caratteristiche, norme e rapporti

 Immagine per contratto di sublocazione

Quando l'affittuario deve lasciare l’appartamento locato per un certo periodo può affittarlo a terzi per coprire le spese, senza però avere l’intenzione di disdire il contratto principale. Il conduttore può quindi sottoscrivere un contratto di sublocazione.

Come funziona la locazione abitativa agevolata

Il contratto di locazione abitativa agevolata, detto anche affitto a canone concordato, è una tipologia di locazione introdotta a fine anni ’90 con la legge del 9 dicembre 1998, n. 431. La possibilità di stipulare un contratto di locazione abitativa agevolata è riservata alle abitazioni presenti in comuni ad alta densità abitativa che abbiano stipulato una convenzione con le associazioni di categoria.

Avviso sul Copyright

I contenuti di questo sito web sono protetti da Copyright. Ti invitiamo gentilmente a non duplicarli e a scriverci a info [@] elamedia.it se hai intenzione di usufruire dei servizi erogati dalla nostra Redazione.

Protected by Copyscape

Non bloccare la Pubblicità

Il tuo Browser blocca la nostra pubblicità? Ti chiediamo gentilmente di disattivare questo blocco. Per noi risulta di vitale importanza mostrarti degli spazi pubblicitari. Non ti mostreremo un numero sproporzionato di banner né faremo in modo che la tua esperienza sul nostro sito ne risenta in alcun modo.Ti invitiamo dunque ad aggiungere il nostro sito tra quelli esclusi dal Blocco della tua estensione e a ricaricare la pagina. Grazie!

Ricarica la Pagina

I più condivisi

Mutui al 100%: tutto quello che c’è da sapere

Fino a qualche anno fa e più precisamente quando ancora non c’era stata la crisi del mercato delle compravendite in ambito immobiliare, il mutuo a copertura totale del valore dell'immobile, era facilmente offerto dagli istituti di credito.

Ricambi per tende da sole: scopri alcuni consigli utili per non sbagliare

ricambi per tende da sole

Col passare del tempo, l’usura, gli sbalzi di temperatura, i raggi solari, le intemperie ed i vari agenti atmosferici (dal vento alla pioggia) possono provocare problemi di vario tipo a tali attrezzature e quindi si ha necessità di disporre dei ricambi per tende da sole. Infatti, ricordiamo che comunque queste ultime sono fatte di stoffa, sia pur resistente, e di parti in plastica e metallo. Pertanto, sebbene sia effettuata una manutenzione periodica accurata, prima o poi capita di dover procedere all’acquisto di ricambi per tende da sole.

Esempio di Rendita catastale: tutti i passi per calcolarlo!

Esempio di Rendita catastale

Ogni immobile ha un proprio valore catastale che deriva per convenzione dalle cosiddette “rendite catastali”. Questo valore è solitamente usato quando si stipulano contratti di compravendita, di successione o di donazione, poiché serve come riferimento per applicare, in percentuale, tutte le imposte indirette collegate a tale atto, quali ad esempio iva e imu.

Leggi anche...

Come leggere il contatore Enel? Ecco i nostri consigli!

immagine per come leggere il contatore enel

Sapere come leggere il contatore Enel è una di quelle conoscenze che possono rivelarsi estremamente utili per i padroni di casa.

Leggi anche...

A2A Bollette: un nuovo servizio di energia

A2A Energia è un sinonimo di semplificazione per molte piccole preoccupazioni della nostra vita. Attraverso i suoi sportelli A2A Energia mette a disposizione dei clienti un efficiente servizio operativo ventiquattro ore al giorno, sette giorni alla settimana, utile per terminare le operazioni commerciali o per richiedere le più varie informazioni.

Go to Top