Prima di iniziare a girovagare tra agenzie immobiliari e visite negli appartamenti in vendita dei privati, è bene ottenere qualche preventivo per il mutuo per essere certi che l'istituto di credito eroghi l'importo necessario per l'acquisto di una nuova casa. Quasi tutte le banche, online o meno, consentono di avere un preventivo in base alla propria situazione patrimoniale.
Ogni istituto di credito richiede una documentazione specifica ai propri clienti prima di procedere al preventivo e alla pre-approvazione dell'importo richiesto.

Documenti solitamente richiesti per il preventivo del mutuo

Riportiamo di seguito i documenti mutuo necessari per un preventivo.

I documenti del mutuo per il primo e il secondo richiedente

  • Copia dell'originale estratto conto trimestrale o semestrale inviato dalla banca e aggiornamento all'ultimo mese
  • Copia documento fronte e retro in corso di validità (Carta di Identità / Passaporto / Patente)
  • Copia del Codice Fiscale
  • Copia degli Ultimi 2 cedolini dello stipendio o Copia del modello 730 o Unico completo di versamenti F24
  • Copia del Modello CUD
  • Originale dello Stato di famiglia Comune
  • Originale del Certificato di Residenza

Documenti del mutuo per l'eventuale garante

  • Copia documento fronte e retro in corso di validità (Carta di Identità / Passaporto / Patente)
  • Copia dell'Estratto conto personale degli ultimi 6 mesi
  • Copia del Codice Fiscale
  • Originale dello Stato di famiglia
  • Originale del Certificato di Residenza
  • Ricevuta/e di presentazione modello Unico Già in possesso del richiedente/Commercialista

Documento relativi alla pratica per l'immobile

  • Domanda di mutuo firmata da tutti i richiedenti
  • Copia di compromesso e/o della proposta di acquisto Già in possesso deirichiedenti
  • Evidenza della somma restante necessarie per l'acquisto, di solito il 20% del valore dell'immobile
  • Copia dell'Atto Provenienza (rogito attuale proprietario)
  • Copia della planimetria catastale
  • Copia della visura catastale
  • Copia della concessione edilizia Costruttore

 Le garanzie per richiedere un mutuo

A tutti coloro che richiedono un mutuo, l'istituo di credito presso cui viene fatta domanda necessi di formalizzare delle garanzie per tutelarsi. Esistono diverse forme di garanzia di cui una banca e qualsiasi altro istituto di credito possono avvalersi:

  • ipoteca;
  • fideiussione;
  • cambiale ipotecaria;
  • polizze assicurative contro incendio e scoppio, sulla vita, contro il rischio di disoccupazione;
  • opzioni put contro il negative equity, rischio di svalutazione dell'immobile.

L'ipoteca sulla casa

Di norma come garanzia si richede l'iscrizione di una ipoteca sulla casa acquistata tramite mutuo, ma è possibile anche trasferirla su altri beni di proprietà del richiedente o di altri soggetti garanti: questa operazione avviene tramite fideiussione.
Tale ipoteca ha una durata massima di venti anni, e con l'estinzione del debito il proprietario del bene ipotecato (e dunque al termine del pagamento del mutuo), può richiedere formalmente la sua cancellazione.

Qualora nel corso degli anni vengano meno alcune garanzie, oppure l'immobile venga a perdere di valore, la banca può formalmente ottenere un loro reintegro andando ad ipotecare altri beni, oppure revocando in maniera parziale il prestito, ove previsto nel contratto principale di mutuo. Come ultima soluzione, è prevista anche una clausola di risoluzione del mutuo, in cui è espressa la possibiltà di rescissione del contratto in caso di mancata garanzia.

 





Potrebbe interessarti

Le agenzie immobiliari di Padova: trova le più affidabili!

Le agenzie immobiliari si rivelano fondamentali quando si cerca casa in una città come Padova, dove gli annunci di vendita e affitto sembrano moltiplicarsi a vista d’occhio; vedremo, nell’articolo che segue, quale sia il ruolo degli operatori in questo campo e dove contattare le agenzie più rinomate per la loro affidabilità.

Leggi tutto...

Come funziona la locazione abitativa agevolata

Il contratto di locazione abitativa agevolata, detto anche affitto a canone concordato, è una tipologia di locazione introdotta a fine anni ’90 con la legge del 9 dicembre 1998, n. 431. La possibilità di stipulare un contratto di locazione abitativa agevolata è riservata alle abitazioni presenti in comuni ad alta densità abitativa che abbiano stipulato una convenzione con le associazioni di categoria.

Leggi tutto...

Mutuo affitto: scopri tutte le caratteristiche

Il cosiddetto "mutuo affitto" è una formula nata in tempi recenti con la quale gli istituti di credito vengono incontro alle esigenze di quanti abbiano bisogno di un prestito ma che non possano permettersi di pagare interessi troppo alti.

Leggi tutto...

Contratto di affitto con cedolare secca: tutte le caratteristiche

La locazione di un immobile, ma anche di una semplice stanza, soprattutto se si tratta di studenti, necessita sempre e obbligatoriamente della regolare registrazione di un contratto. Nel caso di affitti a studenti questo spesso non accade; ogni anno infatti sono numerosi i ragazzi che pagano l'affitto del proprio posto letto in nero.

Leggi tutto...

Contratto affitto 4+4: guida completa dalla stipula alla disdetta

I contratti di locazione a canone libero durano formalmente 4 anni, ma nella maggioranza dei casi, arrivano fino agli 8. In caso di mancanza di disdetta motivata da precise ragioni imposte dalla legge, il periodo di locazione è infatti automaticamente rinnovato, per la prima volta, di altri 4 anni.

Leggi tutto...

Avviso sul Copyright

I contenuti di questo sito web sono protetti da Copyright. Ti invitiamo gentilmente a non duplicarli e a scriverci a info [@] elamedia.it se hai intenzione di usufruire dei servizi erogati dalla nostra Redazione.

Protected by Copyscape

Non bloccare la Pubblicità

Il tuo Browser blocca la nostra pubblicità? Ti chiediamo gentilmente di disattivare questo blocco. Per noi risulta di vitale importanza mostrarti degli spazi pubblicitari. Non ti mostreremo un numero sproporzionato di banner né faremo in modo che la tua esperienza sul nostro sito ne risenta in alcun modo.Ti invitiamo dunque ad aggiungere il nostro sito tra quelli esclusi dal Blocco della tua estensione e a ricaricare la pagina. Grazie!

Ricarica la Pagina

Articoli correlati

I più condivisi

Normativa sullo scarico fumi: cosa dice la legge

Solitamente quando dobbiamo scegliere la cappa per la nostra nuova cucina, i requisiti sui quali ci concentriamo maggiormente sono la silenziosità e il design di tendenza. In realtà al momento dell’acquisto di questo elettrodomestico bisogna tenere conto anche di come gestire al meglio la dispersione dei vapori che derivano dalla cucina e dalla preparazione degli alimenti.

Leggi tutto...

Costo di una casa prefabbricata: conviene la scelta ecologica?

Ci sono diverse modalità di costruzione e realizzazione di un'abitazione, che variano in base ai materiali utilizzati, al luogo in cui nascerà la stessa, alle modalità di messa in opera e alla tipologia di struttura dell'edificio. Si parla infatti spesso di appartamenti in condominio, case a schiera, ville singole ecc.

Leggi tutto...

Guida per comprare casa: sei sicuro di conoscere ogni aspetto?

Immagine usata nell'articolo Guida per comprare casa: sei sicuro di conoscere ogni aspetto?

Comprare casa non è certamente un processo semplice. Leggere i giornali specializzati, informarsi sul Web, visitare gli immobili in vendita o studiare la planimetria di una casa in costruzione è importante ma può non bastare. Ecco alcuni consigli utili per chi ha deciso di comprare casa.

Leggi tutto...

Compravendita tra privati: quali sono le imposte?

Quando si effettua una compravendita di una casa, le imposte da pagare vanno calcolate in modo diverso a seconda del tipo di acquisto: da privato o da costruttore. Chi decide di acquistare da un privato (o comunque da un soggetto diverso dall'impresa costruttrice) potrà pagare le imposte di registro, che saranno interamente dichiarate nell'atto di compravendita.

Leggi tutto...

Rogito notarile per la compravendita immobili: come effettuarlo?

Comprare un immobile non è come acquistare qualsiasi altra cosa. Si tratta di una scelta che può cambiare la vita (la nostra e quella della nostra famiglia). Logico dunque che si tratti di un qualcosa di davvero importante; un qualcosa a cui prestare molta attenzione. Di seguito riportiamo alcuni consigli per affrontare nel modo giusta una compravendita di immobili.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Sfratto: procedure, proroghe ed esecuzione

Solitamente, quando il giudice convalida lo sfratto, stabilisce un rinvio, variabile da sei mesi a un anno rispetto alla scadenza contrattuale, entro il quale l’immobile deve essere rilasciato.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Come leggere la bolletta dell'ENEL?

Per essere certi che l'importo indicato nella vostra ricevuta sia corretto, è indispensabile capire come leggere la bolletta della luce e come sono state calcolate le voci al suo interno. La bolletta, dell'Enel o di qualsiasi altro venditore di energia elettrica, è strutturata secondo la delibera n.152/06 dell’Autorità sulla “trasparenza dei documenti di fatturazione dei consumi di elettricità”.

Leggi tutto...
Go to Top