Prima di iniziare a girovagare tra agenzie immobiliari e visite negli appartamenti in vendita dei privati, è bene ottenere qualche preventivo per il mutuo per essere certi che l'istituto di credito eroghi l'importo necessario per l'acquisto di una nuova casa. Quasi tutte le banche, online o meno, consentono di avere un preventivo in base alla propria situazione patrimoniale.
Ogni istituto di credito richiede una documentazione specifica ai propri clienti prima di procedere al preventivo e alla pre-approvazione dell'importo richiesto.

Documenti solitamente richiesti per il preventivo del mutuo

Riportiamo di seguito i documenti mutuo necessari per un preventivo.

I documenti del mutuo per il primo e il secondo richiedente

  • Copia dell'originale estratto conto trimestrale o semestrale inviato dalla banca e aggiornamento all'ultimo mese
  • Copia documento fronte e retro in corso di validità (Carta di Identità / Passaporto / Patente)
  • Copia del Codice Fiscale
  • Copia degli Ultimi 2 cedolini dello stipendio o Copia del modello 730 o Unico completo di versamenti F24
  • Copia del Modello CUD
  • Originale dello Stato di famiglia Comune
  • Originale del Certificato di Residenza

Documenti del mutuo per l'eventuale garante

  • Copia documento fronte e retro in corso di validità (Carta di Identità / Passaporto / Patente)
  • Copia dell'Estratto conto personale degli ultimi 6 mesi
  • Copia del Codice Fiscale
  • Originale dello Stato di famiglia
  • Originale del Certificato di Residenza
  • Ricevuta/e di presentazione modello Unico Già in possesso del richiedente/Commercialista

Documento relativi alla pratica per l'immobile

  • Domanda di mutuo firmata da tutti i richiedenti
  • Copia di compromesso e/o della proposta di acquisto Già in possesso deirichiedenti
  • Evidenza della somma restante necessarie per l'acquisto, di solito il 20% del valore dell'immobile
  • Copia dell'Atto Provenienza (rogito attuale proprietario)
  • Copia della planimetria catastale
  • Copia della visura catastale
  • Copia della concessione edilizia Costruttore

 Le garanzie per richiedere un mutuo

A tutti coloro che richiedono un mutuo, l'istituo di credito presso cui viene fatta domanda necessi di formalizzare delle garanzie per tutelarsi. Esistono diverse forme di garanzia di cui una banca e qualsiasi altro istituto di credito possono avvalersi:

  • ipoteca;
  • fideiussione;
  • cambiale ipotecaria;
  • polizze assicurative contro incendio e scoppio, sulla vita, contro il rischio di disoccupazione;
  • opzioni put contro il negative equity, rischio di svalutazione dell'immobile.

L'ipoteca sulla casa

Di norma come garanzia si richede l'iscrizione di una ipoteca sulla casa acquistata tramite mutuo, ma è possibile anche trasferirla su altri beni di proprietà del richiedente o di altri soggetti garanti: questa operazione avviene tramite fideiussione.
Tale ipoteca ha una durata massima di venti anni, e con l'estinzione del debito il proprietario del bene ipotecato (e dunque al termine del pagamento del mutuo), può richiedere formalmente la sua cancellazione.

Qualora nel corso degli anni vengano meno alcune garanzie, oppure l'immobile venga a perdere di valore, la banca può formalmente ottenere un loro reintegro andando ad ipotecare altri beni, oppure revocando in maniera parziale il prestito, ove previsto nel contratto principale di mutuo. Come ultima soluzione, è prevista anche una clausola di risoluzione del mutuo, in cui è espressa la possibiltà di rescissione del contratto in caso di mancata garanzia.

 



Potrebbe interessarti

Contratto affitto 4+4: guida completa dalla stipula alla disdetta

I contratti di locazione a canone libero durano formalmente 4 anni, ma nella maggioranza dei casi, arrivano fino agli 8. In caso di mancanza di disdetta motivata da precise ragioni imposte dalla legge, il periodo di locazione è infatti automaticamente rinnovato, per la prima volta, di altri 4 anni.

Leggi tutto...

Affitto loft: una guida alla scelta sicura!

Quando si decide di prendere in affitto un loft, è necessario valutare in primi diversi fattori prima di scegliere quella giusta e adatta alle proprie esigenze. È importante tenere in considerazione in primis il budget che si potrebbe avere a disposizione.

Leggi tutto...

Diritti e doveri del conduttore e del proprietario

In un contratto di affitto di un' abitazione vi sono doveri e diritti sia da parte del proprietario (locatore) dell'immobile sia da parte di chi invece usufruisce per un periodo (inquilino /conduttore) , opportunamente regolato, dell'immobile stesso.

Leggi tutto...

Cosa significa affitto a canone libero? Scopri le caratteristiche

Le locazioni a canone libero durano formalmente 4 anni, ma nella maggioranza dei casi, arrivano fino agli 8. In caso di mancanza di disdetta motivata da precise ragioni imposte dalla legge, il periodo di locazione è infatti automaticamente rinnovato, per la prima volta, di altri 4 anni.

Leggi tutto...

Scadenza locazione: cosa fare alla fine di un contratto

Nel momento in cui si arriva alla scadenza della locazione, o – meglio – del suo contratto, possono verificarsi varie possibilità per l’inquilino affittuario. Molto spesso accade che il contratto venga rinnovato da entrambe le parti alle condizioni iniziali, a meno che non intervengano eventuali ritocchi volti a modificare il canone d’affitto.

Leggi tutto...

I più condivisi

Guida per comprare casa: sei sicuro di conoscere ogni aspetto?

Comprare casa non è certamente un processo semplice. Leggere i giornali specializzati, informarsi sul Web, visitare gli immobili in vendita o studiare la planimetria di una casa in costruzione è importante ma può non bastare. Ecco alcuni consigli utili per chi ha deciso di comprare casa.

Leggi tutto...

Salone del Mobile di Parma: informazioni e contatti

Per riuscire a trovare l’arredamento giusto, prima di recarsi presso un negozio o centro commerciale, è possibile visitare il Salone del Mobile di Parma o uno dei grandi Saloni del Mobile in Italia che offrono un'amplissima panoramica sulle nuove tendenze e che offrono soluzioni alla portata delle tasche di chiunque.

Leggi tutto...

Mutui al 100%: tutto quello che c’è da sapere

Fino a qualche anno fa e più precisamente quando ancora non c’era stata la crisi del mercato delle compravendite in ambito immobiliare, il mutuo a copertura totale del valore dell'immobile, era facilmente offerto dagli istituti di credito.

Leggi tutto...

Provvigione agenzia immobiliare: consigli per non pagare troppo!

Il mediatore immobiliare e l'agenzia e l'agente immobiliare svolgono il ruolo di intermediario tra acquirente e venditore. Ci si rivolge ad un'agenzia immobiliare sia che si voglia vendere o acquistare un immobile, sia che si tratti di una compravendita che di una locazione.

Leggi tutto...

Il mutuo ipotecario: cos’è e come funziona

Per chi è in procinto di acquistare un immobile la fase di analisi e scelta del finanziamento da prendere è fondamentale, soprattutto perchè si tratta di un investimento importante che nella maggior parte dei casi graverà sull’economia familiare a lungo termine.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Risoluzione contratto di locazione: cosa fare

La cessazione di un contratto di locazione può avvenire sia per motivi fisiologici, come la naturale scadenza dell’affitto, o per motivi inerenti al proprietario o all’inquilino. Talvolta, per quanto riguarda invece gli esercizi commerciali, sono proprio i canoni d’affitto ad essere i motivi principali della cessazione del contratto.

Leggi tutto...

Leggi anche...

L’impianto idraulico: lo schema per il vostro appartamento

L’impianto idraulico è il sistema di ogni appartamento (ambiente) che garantisce l’allaccio con l’acquedotto, la distribuzione di acqua potabile, la distribuzione dell’acqua calda e la fusione dell’impianto alla fognatura. Colui che progetta un impianto idraulico ha il dovere di valutare la possibilità di utilizzare strategie diverse per la riduzione dei consumi.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Indice IPE di prestazione energetica

L'indice IPE di prestazione energetica non è altro che l'energia totale consumata dall'edificio climatizzato per metro quadro ogni anno. L'unità di misura per prestazioni relative ad edifici residenziali è il KWH/MQ annuo.

Leggi tutto...
Go to Top