Con “credito d'imposta” si intende una serie di agevolazioni fiscali rivolte sia alle imprese che a persone fisiche. Anche per quest'anno, lo Stato – nel tentativo di ridare nuova linfa vitale dall'economia del paese – ha messo a disposizione un cospicuo finanziamento.

Sono molti i soggetti che hanno diritto al credito d'imposta. Ecco come funziona.

Aggiornamento Aprile 2013

I requisiti per la domanda

Per avere diritto al credito d'imposta sono necessarie le seguenti condizioni:

  • l'acquisto va effettuato entro un anno dall’alienazione (sia a titolo oneroso che a titolo gratuito) della precedente abitazione;
  • deve interessare un’abitazione non di lusso;
  • la cessione della precedente casa agevolata, a titolo gratuito (donazione dal genitore al figlio) o oneroso, deve essere stata effettuata dopo l'1/1/1998
  • l’acquisto a titolo oneroso dell’abitazione alienata si deve essere verificato delle agevolazioni prima casa vigenti all’epoca di tale acquisto;
  • l’acquirente deve essere in possesso dei requisiti necessari per l'ottenimento delle agevolazioni prima casa.
  • nel caso di cessione entro cinque anni di un immobile acquistato con le agevolazioni 'prima casa', l’acquirente deve personalmente usufruire del nuovo immobile quale abitazione principale, senza darlo in uso a terzi o cederlo in locazione.

Casi in cui non si ha diritto al credito d'imposta

Non consentono invece di usufruire del diritto al credito d'imposta:

  • la vendita di un immobile di tipologia non abitativa;
  • la vendita di un immobile abitativo, che durante l'acquisto non abbia goduto delle agevolazioni prima casa;
  • la vendita di una casa acquistata anteriormente all’introduzione delle agevolazioni prima casa;
  • la vendita di una casa data in donazione;
  • la vendita di una casa ottenuta mediante successione; sono esclusi i casi di eredità anche dell’eventuale credito d’imposta maturato dal de cuius e da questi non inutilizzato, a condizione che ne sia fatta menzione nella dichiarazione di successione.

Come usufruire del credito

L'agevolazione, una volta guadagnato il diritto al credito d'imposta, equivale proprio al costo dell'imposta di registro della prima casa o all'Iva relativa al primo acquisto in condizioni agevolate. L'agevolazione non è mai superiore né al costo dell'imposta di registro né all'Iva del secondo acquisto.

È quindi possibile sfruttare questa detrazione:

  • per diminuire l'imposta di registro sulla prima casa relativa ad un secondo acquisto (che diventa, quindi, prima casa)
  • per diminuire le imposte di registro e catastale dovuti sugli atti presentati dopo la data di avvenuto credito
  • per diminuire l'Irpef nella dichiarazione dei redditi

La richiesta del credito dev'essere espressa nel momento stesso dell'acquisto e viene computata immediatamente oppure in occasione della dichiarazione dei redditi successiva.

La quota eccedente non può essere rimborsata, ma il credito può passare dal beneficiario agli eredi. Il termine prescrivibile è infatti pari a 10 anni.
È possibile utilizzare il modello F24 (codice tributo 6602) per utilizzare quest'agevolazione.

Altri usi del credito

Il diritto al credito d'imposta permette di utilizzare questa somma anche per l'acquisto e la qualificazione di numerosi aspetti di un'attività commerciale. In particolar modo:

  • acquisto apparecchiatura informatiche (massimo 40% del prezzo, ma non oltre i 309,87 €)
  • agricoltura, a favore degli imprenditori agricoli
  • autotrasporto merci, per veicoli di minimo 7,5 tonnellate
  • investimenti in Sicilia
  • investimenti nel Mezzogiorno (Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Puglia, Molise, Sardegna e Sicilia)
  • nuovo lavoro stabile nel Mezzogiorno
  • ricerca scientifica affidata ad università ed enti pubblici

Per maggiori informazioni, si consiglia di visitare il sito dell'Agenzia delle Entrate.

Pietro Calafiore





Potrebbe interessarti

Proroga locazione, informazioni e pagamenti

I contratti di affitto prevedono diverse appendici da conoscere: dopo aver parlato dei canoni d’affittodell’imposta di registro, della cessazione del contratto di locazione, ora approfondiremo il discorso relativo alla proroga del contratto di locazione, con informazioni sia di carattere generale che sul pagamento dell’imposta.

Leggi tutto...

Diritti e doveri del conduttore e del proprietario

In un contratto di affitto di un' abitazione vi sono doveri e diritti sia da parte del proprietario (locatore) dell'immobile sia da parte di chi invece usufruisce per un periodo (inquilino /conduttore) , opportunamente regolato, dell'immobile stesso.

Leggi tutto...

Mutuo affitto: scopri tutte le caratteristiche

Il cosiddetto "mutuo affitto" è una formula nata in tempi recenti con la quale gli istituti di credito vengono incontro alle esigenze di quanti abbiano bisogno di un prestito ma che non possano permettersi di pagare interessi troppo alti.

Leggi tutto...

Risoluzione anticipata affitto: a chi spetta l'onere di pagare le tasse

In caso di risoluzione anticipata di un contratto affitto o di locazione, per il quale si è pagata l’imposta di registro per l’intera sua durata, il contribuente ha diritto al rimborso della parte di imposta relativa alle annualità successive a quella nel corso della quale si è verificata la risoluzione.

Leggi tutto...

Le agenzie immobiliari di Padova: trova le più affidabili!

Le agenzie immobiliari si rivelano fondamentali quando si cerca casa in una città come Padova, dove gli annunci di vendita e affitto sembrano moltiplicarsi a vista d’occhio; vedremo, nell’articolo che segue, quale sia il ruolo degli operatori in questo campo e dove contattare le agenzie più rinomate per la loro affidabilità.

Leggi tutto...

Avviso sul Copyright

I contenuti di questo sito web sono protetti da Copyright. Ti invitiamo gentilmente a non duplicarli e a scriverci a info [@] elamedia.it se hai intenzione di usufruire dei servizi erogati dalla nostra Redazione.

Protected by Copyscape

Non bloccare la Pubblicità

Il tuo Browser blocca la nostra pubblicità? Ti chiediamo gentilmente di disattivare questo blocco. Per noi risulta di vitale importanza mostrarti degli spazi pubblicitari. Non ti mostreremo un numero sproporzionato di banner né faremo in modo che la tua esperienza sul nostro sito ne risenta in alcun modo.Ti invitiamo dunque ad aggiungere il nostro sito tra quelli esclusi dal Blocco della tua estensione e a ricaricare la pagina. Grazie!

Ricarica la Pagina

I più condivisi

Provvigione agenzia immobiliare: consigli per non pagare troppo!

Il mediatore immobiliare e l'agenzia e l'agente immobiliare svolgono il ruolo di intermediario tra acquirente e venditore. Ci si rivolge ad un'agenzia immobiliare sia che si voglia vendere o acquistare un immobile, sia che si tratti di una compravendita che di una locazione.

Leggi tutto...

Mutuo ipotecario: cos’è e come funziona questo tipo di finanziamento

acquistare casa con il mutuo ipotecario

Per chi è in procinto di acquistare un immobile la fase di analisi e scelta del finanziamento da prendere è fondamentale, soprattutto perchè si tratta di un investimento importante che nella maggior parte dei casi graverà sull’economia familiare a lungo termine.

Leggi tutto...

I vantaggi di scegliere una casa in legno

In molti paesi sviluppati, quali il Nord America, Giappone, l'Europa continentale e la Scandinavia, è molto sviluppata l'attenzione verso il benessere abitativo. Questo si traduce anche nella scelta dei materiali da costruzione delle abitazioni.

Leggi tutto...

Tutti i vantaggi del comprare nuovo

L’acquisto di un immobile comporta tanti dubbi e numerose valutazioni: qual è l’immobile che fa per me? Meglio in centro oppure fuori città? Meglio un immobile nuovo o uno più datato? Insomma, le domande sono tantissime e molte risposte dipendono dalle proprie personali esigenze e da gusti e desideri personali.

Leggi tutto...

Costo di una casa prefabbricata: conviene la scelta ecologica?

Ci sono diverse modalità di costruzione e realizzazione di un'abitazione, che variano in base ai materiali utilizzati, al luogo in cui nascerà la stessa, alle modalità di messa in opera e alla tipologia di struttura dell'edificio. Si parla infatti spesso di appartamenti in condominio, case a schiera, ville singole ecc.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Comunicazione in Questura del Contratto di Locazione

Il decreto legislativo 70/2011 ha introdotto numerose novità nel campo degli affitti: con la sua entrata in vigore, dal 7 Aprile è venuto a cadere infatti l’obbligo per gli affittuari di inviare una comunicazione alla Questura sulla locazione, purché quest'ultima sia debitamente registrata e non riguardi l’esercizio di un’attività imprenditoriale. Diverso invece il discorso se la parte interessata sia un cittadino extracomunitario, fuori dai confini dell’Unione Europea.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Come leggere la bolletta dell'ENEL?

Per essere certi che l'importo indicato nella vostra ricevuta sia corretto, è indispensabile capire come leggere la bolletta della luce e come sono state calcolate le voci al suo interno. La bolletta, dell'Enel o di qualsiasi altro venditore di energia elettrica, è strutturata secondo la delibera n.152/06 dell’Autorità sulla “trasparenza dei documenti di fatturazione dei consumi di elettricità”.

Leggi tutto...
Go to Top