La conservatoria dei Registri Immobiliari è l’ufficio dove si conservano e dove è possibile consultare i seguenti documenti (a carico di soggetti fisici e giuridici):

  • i passaggi di proprietà degli immobili,
  • le trascrizioni degli immobili (ipotece, privilegi, diritti)
  • le iscrizioni e registrazioni di altri atti (per esempio le locazioni immobiliari)

L’iter da seguire per chiedere dei documenti alla conservatoria consiste, solitamente, nel riempire l'apposito modello con i dati della persona (cognome, nome e data di nascita) o della societa' (denominazione, sede e possibilmente codice fiscale) e consegnarlo al personale preposto.

L'operatore esegue la visura a carico del nominativo e consegna l'elenco formalità che riporta tutte le formalità afavore (acquisti), contro (vendite) ed iscrizioni (ipoteche) riguardanti gli immobili del nominativo fornito. E’ necessario pagare un costo aggiunto per ogni formalità da stampare.

Copia autentica degli atti registrati

Presso la conservatoria è possibile richiedere copia autentica degli atti registrati; in tal caso è necessario richiederlo specificamente all'ufficio competente. Sono necessari i dati estrapolati durante la visura, ovvero, numero particolare e data dell'atto + nominativo di uno dei soggetti. Sulla richiesta va apposta una marca da bollo ed al ritiro andranno pagati i diritti che variano in base al numero di pagine.

Presso una qualsiasi Conservatoria e' possibile effettuare visure sulle altre Conservatorie d'Italia. In tal caso l’operatore della conservatoria accede in tempo reale per via telematica agli archivi informatizzati delle varie conservatorie; è bene sapere che rimane scoperto tutto il pregresso ancora su cartaceo.

Informazioni utili

Le Conservatorie dei Registri immobiliari sono degli uffici di competenza dell’Agenzia del Territorio, che hanno il compito appunto di conservare le trascrizioni di tutti gli atti legali che trattano gli immobili, come le compravendite, le successioni, le ipoteche ecc. Negli uffici della Conservatoria è possibile quindi reperire tutte le informazioni che riguardano la completa situazione immobiliare di una struttura che appartiene ad un determinato soggetto. Di seguito sono illustrate le varie competenze che spettano alla Conservatoria.

  • Ispezioni ipotecarie, grazie alle quali è possibile conoscere a chi appartiene un determinato immobile e se ci sono ipoteche o pignoramenti sull’edificio.
  • Certificati e copie ipotecarie e di atti. La copia di un Atto Notarile è uno specifico documento che è stato trascritto da un notaio o la copia della sua trascrizione effettuata negli archivi appositi.
  • Iscrizioni e trascrizioni, vale a dire la visura ipotecaria nella quale sono appunto riportate le iscrizioni e le trascrizioni ipotecarie di un determinato immobile. La trascrizione è un atto in cui si effettua la pubblicità su ogni atto di disposizioni di beni immobiliari e su specifiche categorie di beni mobili, come autoveicoli, navi ecc. Con l’iscrizione invece si effettua la pubblicità relativa agli atti con i quali una struttura è usata come garanzia a favore di determinati soggetti.
  • Domande di annotamento, dove si trascrivono le modifiche a trascrizioni o inscrizioni già dichiarate.

E’importante sapere che da alcuni anni è possibile ottenere la visura ipotecaria anche utilizzando l’apposito servizio online.

La visura ipotecaria

La visura ipotecaria è il documento in cui si registrano le trascrizioni e le inscrizioni di un immobile. Ogni formalità inserita viene datata, le viene assegnato un numero di registro e può assumere la forma di trascrizione, come nel caso di successione o compravendita, di inscrizione, ad esempio l’ipoteca e infine di annotazione, come nel caso di cancellazione di ipoteca. Nel caso in cui un soggetto desideri ottenere una documentazione più datata, che sia stata redatta precedentemente al periodo di informatizzazione, la richiesta deve essere effettuata solo presso una sede degli uffici dell’Agenzia del Territorio.

Le visure catastali

Le visure catastali sone dei documenti in cui sono registrate le informazioni che trattano i dati tecnici e identificativi di fabbricati e terreni che sono stati registrati al Catasto, che è l’archivio ufficiale dove sono presenti tutti i beni immobiliari che si trovano sul territorio italiano.




Potrebbe interessarti

Affitto d'azienda: questi consigli non puoi perderteli!

Con il termine affitto d'azienda è indicata l'acquisizione di un diritto di godimento e di tutti i poteri di gestione di un complesso aziendale di proprietà del locatore, da parte di un conduttore dietro corrispettivo. A regolamentare l'affitto d’azienda è l'articolo 2562 del codice civile che dispone l'applicazione delle norme relative all'usufrutto d'azienda (articolo 2561) e quelle generali in tema d'affitto (articoli 1571-1654).

Morosità dell'affitto: ecco la verità su come funziona davvero

Morosità dell'affitto

Se l'inquilino continua a non lasciare l'immobile, si procederà allora con una "monitoria di sgombero". L'Ufficiale Giudiziario del Tribunale comunicherà al moroso il giorno e l'ora esatti in cui si recherà presso l'immobile occupato, con l'assistenza della forza pubblica.

Mutuo affitto: scopri tutte le caratteristiche

Il cosiddetto "mutuo affitto" è una formula nata in tempi recenti con la quale gli istituti di credito vengono incontro alle esigenze di quanti abbiano bisogno di un prestito ma che non possano permettersi di pagare interessi troppo alti.

Avviso sul Copyright

I contenuti di questo sito web sono protetti da Copyright. Ti invitiamo gentilmente a non duplicarli e a scriverci a info [@] elamedia.it se hai intenzione di usufruire dei servizi erogati dalla nostra Redazione.

Protected by Copyscape

Non bloccare la Pubblicità

Il tuo Browser blocca la nostra pubblicità? Ti chiediamo gentilmente di disattivare questo blocco. Per noi risulta di vitale importanza mostrarti degli spazi pubblicitari. Non ti mostreremo un numero sproporzionato di banner né faremo in modo che la tua esperienza sul nostro sito ne risenta in alcun modo.Ti invitiamo dunque ad aggiungere il nostro sito tra quelli esclusi dal Blocco della tua estensione e a ricaricare la pagina. Grazie!

Ricarica la Pagina

I più condivisi

Plusvalenza prima casa: info e dettagli della compravendita

Plusvalenza prima casa

Nel caso di acquisto della prima casa, è prevista una serie di agevolazioni: l’imposta di registro è al 3% del valore; l’imposta ipotecaria corrisponde a 168,00 €; anche l’imposta catastale corrisponde a 168,00 €. Nel caso di vendita della prima casa, così come avviene per tutti gli immobili, per plusvalenza della prima casa si intende l’aumento di valore realizzato entro un determinato periodo di tempo.

Sedie pieghevoli di design, come sceglierle per la nostra casa

sedie pieghevoli di design

Molte persone vi fanno poca attenzione, tuttavia nell’arredamento di una casa anche la scelta delle sedie da inserire nei suoi diversi ambienti risulta importante. Infatti, spesso si tende ad essere attenti all’abbinamento e allo stile di mobili, tavoli, librerie col design di una sala in cui dovranno essere inseriti, ma le sedie invece, erroneamente, risultano sovente poco considerate. Ve ne sono diverse tipologie, da quelle rigide semplici alle sedie pieghevoli di design.

Analisi dei mercati finanziari per la scelta del mutuo

Le statistiche rivelano che gli italiani che acquistano una casa ricorrono – nell’80% dei casi – al mutuo.  Quando si decide di comprare casa affidandosi alla possibilità di accendere un mutuo si commette spesso l’errore di sottovalutare la propria capacità di mutuo-acquisto vale a dire l’importo massimo che una banca è disposta ad erogare in base alle garanzie e condizioni del richiedente.

Leggi anche...

Validità della SCIA: tutto sulla Segnalazione Certificata di Inizio Attività

Validità della SCIA

In merito ai lavori edilizi, al fine di evitare l’enorme piaga dell’abusivismo edilizio sono stati realizzati dallo Stato italiano determinati atti amministrativi utili a regolarizzare le opere sugli immobili e la loro corretta costruzione. Oltre alla DIA Ordinaria e alla Super DIA, alcune regioni italiane applicano la SCIA.

Leggi anche...

Bollettino MAV: cos’è e come pagarlo, segui la nostra guida

bollettino mav

Che cos'è? Il MAV è l’acronimo di Pagamento Mediante Avviso. Il Mav è un bollettino il cui pagamento segue una procedura interbancaria standard. 

Go to Top