Tutti le aree della casa quando necessitano di essere arredate, presentano delle sfide di progettazione; ma quella che desta maggiori difficoltà è il salotto: si tratta della stanza dove probabilmente si trascorre la maggior parte del tempo in assoluto, quindi, la sua progettazione può risultare particolarmente difficile. Come si può, allora, progettare un piccolo salotto che sia al contempo confortevole ma che lasci abbastanza spazio necessario a non far mancare posti a sedere? Tra le varie possibilità a disposizione, si possono adottare tantissime soluzioni per arredare, rendere accoglienti e decorare dei mini salotti mantenendo, però, alta la qualità dello stile e del gusto. Sicuramente, navigando su Internet, è possibile trovare tantissime occasioni d’acquisto per quanto riguarda una moltitudine di complementi d’arredo di design e pratiche idee d’arredo 100% Made in Italy; un esempio ne è il sito di Verdelilla Home.

Consigli utili per arredare il nostro soggiorno

Vediamo qui di seguito insieme alcuni consigli pratici che ci aiuteranno a non dover rinunciare ad un soggiorno chic nonostante le dimensioni dalla nostra stanza siano ridotte. Ecco i “trucchi” da utilizzare:

  • Utilizza specchi e carta da parati, creeranno un punto focale, e consentiranno di avere nella camera una maggiore luce a favore dell’aumento della profondità. Se è possibile, posizionate il suddetto specchio di fronte ad una finestra; lo specchio rifletterà la vista esterna, dando l'impressione di una finestra aggiuntiva.
  • Anche in questo caso, se vi è possibile, scegliete dei mobili provvisti di contenitori per limitare il disordine nella stanza; un esempio può essere un ottomano che assume anche le funzioni di un tavolino. Lungo il perimetro della vostra stanza, posizionate un piccolo cassettone oppure una piccola credenza, invece di scegliere una semplice console, per aumentare le basi d’appoggio a disposizione.
  • Scegliete mobili che siano di piccole dimensioni, i negozi d’antiquariato sono un ottimo posto in cui ricercare mobili di dimensioni ridotte, perché una volta la dimensione media della stanza adibita a salotto era piuttosto piccola. Cercate divani, sedili e sedie minute.
  • Guardate in alto, il vostro tetto. Se il vostro piccolo salotto possiede soffitti alti, potrete sfruttare appieno lo spazio extra. Infatti, lo spazio verticale aiuterà a dare l'impressione che la vostra stanza sia molto più ampia e più grande.
  • Riducete le dimensioni del divano. In alcuni spazi un divano di una certa grandezza non va proprio bene; provate a sceglierne uno più piccolo con linee pulite e, possibilmente, le gambe a vista.
  • Proprio a questo proposito optate per un divano backless, infatti, in uno spazio aperto a volte la posizione migliore per il divano non è quella solita, vicino alla parete, ma è più indicata se posto in mezzo alla stanza. Un divano backless è un'alternativa che garantisce molto chic e può anche essere utilizzato da entrambi i lati, un bel vantaggio quando si hanno le opzioni di seduta abbastanza limitate. Inoltre, se un giorno si desidera usarlo in una stanza più grande potrete adottarlo come se fosse un divisorio tra due aree del grande salotto.
  • Aggiungete del verde: viva le piante. Come per la carta da parati e per gli specchi, anche le piante rappresentano un modo meraviglioso per aggiungere profondità ad un salotto di piccole dimensioni. Infatti, dotare una stanza di una lussureggiante vegetazione vi consentirà di ammorbidire gli angoli; l’uso delle piante è particolarmente efficace negli angoli e accanto le sedie ed i divani, oppure dietro gli stessi.
  • Quando si possiede uno spazio veramente piccolo, potrebbe non essere possibile dotare l’ambiente di un numero sufficiente di posti a sedere, perciò, un trucco per aggirare questo ostacolo potrebbe essere quello di fornirsi di alcune sedie pieghevoli o di una serie di sgabelli impilabili che si possono riporre in un armadio oppure sotto il letto e facili da estrarre quando servono.
  • Dotare un salotto di un divano non deve necessariamente rappresentare una regola, infatti, chi lo dice che un salotto deve avere un divano a tutti i costi? Quindi, se lo spazio è troppo ristretto, provate a sostituire il sofà con due, tre o anche quattro poltrone da posizionare attorno ad un bel tavolino da caffè.

Colori e materiali adatti

Se volete trovare il colore adatto per il vostro piccolo soggiorno dovrete optare per tutta una serie tonalità neutre che possono essere miscelate in modo molto funzionale con degli arredi dal design semplice e disegni monocromi da applicare al muro.

Dopo avere scelto il colore neutro che fa per voi, accostate le vostre pareti intonacate ad una realizzata in legno; in questo modo vi garantirete una stanza dall’atmosfera piacevole, calda e accogliente.

Infine, in una stanza monocromatica inserite uno stacco di colore che conferirà al vostro ambiente vitalità ed ottimismo; una buona alternativa è rappresentata dal colore giallo, che sia utilizzato per un divano in pelle, per un paio di cuscini di camoscio, per un tappeto moderno oppure per una tenda damascata.



Potrebbe interessarti

Recesso di contratto di locazione: quali sono le modalità?

 

Nella situazione economica italiana, molte più persone ricorrono all’affitto di un immobile ad uso abitativo non potendosi permettere l’acquisto di una casa propria. Esistono però anche casi di recesso del contratto di locazione e su questo campo ci sono molte regole e leggi da sapere.

Leggi tutto...

Locazione uso foresteria: scopriamo i vantaggi

 

Con il contratto di locazione ad uso foresteria una società per capitali prende in affitto un’abitazione ad uso dei suoi dipendenti.

Leggi tutto...

Tipi di contratti di affitto: conosci vantaggi fiscali e oneri

Attualmente, se si vuole prendere in affitto un locale adibito ad abitazione, è necessario sottoscrivere un contrattocon il padrone di casa o con l'organizzazione proprietaria dell'immobile.

Leggi tutto...

La disdetta dell'affitto: conosci tempistiche e procedure?

Se si dispone di contratto con Equo canone, non è possibile disdettarlo per i primi 4 anni, neppure nel caso in cui il proprietario abbia la necessità di riavere l'immobile per adibirlo come propria abitazione.

Leggi tutto...

Proroga locazione, informazioni e pagamenti

I contratti di affitto prevedono diverse appendici da conoscere: dopo aver parlato dei canoni d’affittodell’imposta di registro, della cessazione del contratto di locazione, ora approfondiremo il discorso relativo alla proroga del contratto di locazione, con informazioni sia di carattere generale che sul pagamento dell’imposta.

Leggi tutto...

I più condivisi

Contratti di locazione commerciale

Di seguito un approfondimento su un tema di uso comune: il contratto di locazione ad uso commerciale. Durata, comunicazioni e documenti vari. Spiegheremo tutto nell'articolo di oggi. Voi non dimenticate di farci sapere che ne pensate commentando il nostro scritto tramite l'apposito spazio alla fine del testo.

Leggi tutto...

Contratto di locazione per l'ufficio: cosa c’è da sapere?

contratti di locazione ad uso di ufficio sono diversi da altri tipi di contratti di locazione, come possono essere sicuramente e in primo luogo i contratti ad uso abitativo. Dunque, prima di avventurarsi nell'affitto di uffici o nella vendita negozi, è bene informarsi con il dovuto impegno.

Leggi tutto...

Provvigione agenzia immobiliare: consigli per non pagare troppo!

Il mediatore immobiliare e l'agenzia e l'agente immobiliare svolgono il ruolo di intermediario tra acquirente e venditore. Ci si rivolge ad un'agenzia immobiliare sia che si voglia vendere o acquistare un immobile, sia che si tratti di una compravendita che di una locazione.

Leggi tutto...

La plusvalenza nella vendita di un immobile: una guida

Nel caso di vendita di un immobile (appartamento, terreno), per plusvalenza si intende l’aumento di valore realizzato entro un determinato periodo di tempo. Ai fini fiscali, questo aumento di valore è indice di una maggiore capacità contributiva ed è tassato attraverso imposte dirette. A differenza di altri redditi da capitale, non vengono calcolati sulla base imponibile dell'IRPEF.

Leggi tutto...

Crisi dei subprime: facciamo chiarezza

La crisi dei mutui subprime ha portato gravi conseguenze sull'economia mondiale. Nell'aprile 2009il Fondo Monetario Internazionale ha valutato in 4.100 miliardi di dollari Usa il totale delle perdite delle banche.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Risoluzione contratto di locazione: cosa fare

La cessazione di un contratto di locazione può avvenire sia per motivi fisiologici, come la naturale scadenza dell’affitto, o per motivi inerenti al proprietario o all’inquilino. Talvolta, per quanto riguarda invece gli esercizi commerciali, sono proprio i canoni d’affitto ad essere i motivi principali della cessazione del contratto.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Crepe nei muri: eliminarle per sempre con soluzioni professionali

Un appartamento, a lungo andare, può cominciare a sentire gli effetti del tempo e ad evidenziare qualche problema, tra cui ad esempio delle crepe o altri tipi di lesioni. La presenza di queste crepe nei muri può essere dovuta a diversi fattori: da sollecitazioni meccaniche subite dall'appartamento o dall'edificio, come ad esempio lievi scosse di terremoto, fino a piccole infiltrazioni d'acqua che causano umidità e pertanto delle minime lesioni nei muri.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Bolletta di acconto e bolletta di conguaglio (non solo Enel): cosa cambia?

L'emissione delle fatture della luce avviene solitamente con periodicità bimestrale per i clienti domestici e per i non domestici alimentati in bassa tensione con potenza impegnata non superiore a 30 kw. Il cliente domestico dovrebbe pertanto ricevere in un anno circa 6 bollette di cui una di conguaglio.

Leggi tutto...
Go to Top