Con questo articolo cerchiamo di venire incontro a chi dovesse trovarsi di fronte ad un drammatico inconveniente che può verificarsi in casa: il wc otturato. Spesso questo problema è dovuto poichè si gettano nel sanitario, prodotti non consoni ad essere scaricati, che quindi creano un tappo all'interno della via che porta alla tubatura.

Cosa fare in caso di sanitario otturato?

Per poter risolvere l'urgenza di un sanitario intasato, senza ricorrere ad un idraulico, si possono adottare varie tecniche, più o meno impegnative, finchè non si arriva alla soluzione del problema.

Il primo passo è quello di provare con la tipica ventosa: si versa dell'acqua nello scarico e poi si applica l'arnese sulla bocca dello stesso, azionandola con forza a più riprese.

Gli strumenti per liberare il wc

Passiamo poi ad una speciale pistola ad aria, che una volta caricata tramite una piccola pompa, può sparare un getto d'aria nello scarico che dovrebbe liberarci dal problema.

Se l'otturazione non si risolve, si può provare con il liquido sgorgante: si tratta di un liquido speciale che va gettato nello scarico per provare a sciogliere il materiale che crea l'intasamento. Fare molta attenzione nel maneggiare questo tipo di liquido di natura caustica.

Esiste poi una sonda, costituita da acciaio flessibile, che va inserita nello scarico e azionata rapidamente con un trapano elettrico. Questo dispositivo arriva fino al deposito creatosi, frantumandolo.

Svitare il sifone con l'intervento dell'idraulico

Se nessuno di questi rimedi funziona, occorrerà agire direttamente alla fonte, svitando il bicchiere del sifone del sanitario per poi pulire lì dove si presenta il problema, facendo poi attenzione a riavvitare per bene il tutto.

Altri rimedi utili fai da te

Purtroppo il wc otturato è un problema che si verifica in molte case, soprattutto nelle famiglie con bambini, i quali spesso gettano all’interno del water ogni genere di sporcizia e oggetto vario. Di seguito sono illustrati altri utili rimedi che possono essere messi in pratica per liberare il proprio wc.

  • Molto spesso gli ingorghi sono provocati da un accumulo di carta igienica all’interno del water, in questo caso, prima di usare metodi più drastici, è consigliabile aspettare qualche ora, possibilmente tutto il giorno e aspettare che lo scarico si liberi da solo. In alcuni casi infatti, l’ingorgo, grazie alla forza di gravità e alla pressione dell’acqua si libera da solo.
  • E’possibile rendere più veloce il processo sopra descritto gettando nel wc una pentola di acqua bollente. In alcuni casi la temperatura elevata dell’acqua è in grado di liberare gli ingorghi. E’consigliabile eseguire sei movimenti energici dall’alato verso il basso con l’apposito spazzolino del water.
  • Nel caso in cui lo scarico dia i primi segni di ingorgo e l’acqua scende lentamente, è consigliabile intervenire immediatamente ed evitare così che l’otturazione peggiori, versando nel water mezzo bicchiere di sale grosso e poi mezzo di bicarbonato. Successivamente è utile versare una pentola di acqua bollente e tirare lo sciacquone.
  • Posizionare lo sturalavandino sopra il foro del wc e fare pressione per alcuni secondi, trascorsi i quali è necessario tirare lo sciacquone per far liberare del tutto l’occlusione.
  • Versare un bicchiere di shampoo o sapone liquido o detersivo dei piatti all’interno del water e poi tirare lo sciacquone. E’preferibile utilizzare prodotti che siano rispettosi dell’ambiente.
  • Avvolgere un vecchio asciugamano intorno alla mano, infilarla poi nel foro del wc e fare dei movimenti veloci verso l’alto e verso il basso, in modo che l’acqua eserciti una pressione sull’intasamento. E’possibile utilizzare lo spazzolino del water al posto della mano.
  • Inserire un pezzo di fil di ferro piegato all’interno del water e cercare di liberare l’ostruzione.

Quando si cerca di eliminare un’ostruzione dal water è importante chiudere il flusso d’acqua della toilette, utilizzare dei guanti protettivi per le mani e far arieggiare la stanza.





Potrebbe interessarti

Self Storage a Bologna e in Emilia Romagna

Il termine self-storage significa “deposito personale” ed indica la possibilità di affittare uno spazio, presso dei magazzini, ed utilizzarlo per depositare i propri beni.

Leggi tutto...

Risoluzione anticipata affitto: a chi spetta l'onere di pagare le tasse

In caso di risoluzione anticipata di un contratto affitto o di locazione, per il quale si è pagata l’imposta di registro per l’intera sua durata, il contribuente ha diritto al rimborso della parte di imposta relativa alle annualità successive a quella nel corso della quale si è verificata la risoluzione.

Leggi tutto...

Moduli contratti di locazione: tutte le novità!

Dal 1° luglio 2010 è stato realizzato il nuovo Modello 69, per la registrazione dei contratti di locazione e affitto e per i contratti di comodato.

Leggi tutto...

Proroga locazione, informazioni e pagamenti

I contratti di affitto prevedono diverse appendici da conoscere: dopo aver parlato dei canoni d’affittodell’imposta di registro, della cessazione del contratto di locazione, ora approfondiremo il discorso relativo alla proroga del contratto di locazione, con informazioni sia di carattere generale che sul pagamento dell’imposta.

Leggi tutto...

Tipi di contratti di affitto: conosci vantaggi fiscali e oneri

Attualmente, se si vuole prendere in affitto un locale adibito ad abitazione, è necessario sottoscrivere un contrattocon il padrone di casa o con l'organizzazione proprietaria dell'immobile.

Leggi tutto...

Non bloccare la Pubblicità

Il tuo Browser blocca la nostra pubblicità? Ti chiediamo gentilmente di disattivare questo blocco. Per noi risulta di vitale importanza mostrarti degli spazi pubblicitari. Non ti mostreremo un numero sproporzionato di banner né faremo in modo che la tua esperienza sul nostro sito ne risenta in alcun modo.Ti invitiamo dunque ad aggiungere il nostro sito tra quelli esclusi dal Blocco della tua estensione e a ricaricare la pagina. Grazie!

Ricarica la Pagina

Avviso sul Copyright

I contenuti di questo sito web sono protetti da Copyright. Ti invitiamo gentilmente a non duplicarli e a scriverci a info [@] elamedia.it se hai intenzione di usufruire dei servizi erogati dalla nostra Redazione.

Protected by Copyscape

I più condivisi

Vendita prima casa

Cosa succede al momento della vendita della prima casa? Si tratta di un passaggio molto importante e burocraticamente significativo: le insidie in casi del genere si nascondono dietro ogni cavillo contrattuale, e bisogna conoscere tutte le norme e i fattori che entrano in campo al momento della vendita della casa.

Leggi tutto...

Accollo mutuo esistente: di cosa stiamo parlando?

Quando si vuole acquistare un immobile sempre più spesso accade che, ciò che si vuole acquistare abbia già un mutuo acceso dall'attuale venditore oppure, nei casi in cui si decide di acquistare un immobile nuovo dall'impresa che abbia richiesto un finanziamento per erigere il fabbricato.

Leggi tutto...

Tutti i vantaggi del comprare nuovo

L’acquisto di un immobile comporta tanti dubbi e numerose valutazioni: qual è l’immobile che fa per me? Meglio in centro oppure fuori città? Meglio un immobile nuovo o uno più datato? Insomma, le domande sono tantissime e molte risposte dipendono dalle proprie personali esigenze e da gusti e desideri personali.

Leggi tutto...

Plusvalenza della seconda casa, come procedere?

Per plusvalenza si intende l’aumento del valore di un immobile verificatosi nel tempo trascorso fra acquisto e vendita. Dal punto di vista fiscale, si considera questo aumento di valore come indice di una maggiore capacità contributiva, che viene tassato attraverso imposte dirette. Oltre alla vendita della prima, si applica la plusvalenza sulla seconda casa. Ecco come calcolarla.

Leggi tutto...

Salone del Mobile di Parma: informazioni e contatti

Per riuscire a trovare l’arredamento giusto, prima di recarsi presso un negozio o centro commerciale, è possibile visitare il Salone del Mobile di Parma o uno dei grandi Saloni del Mobile in Italia che offrono un'amplissima panoramica sulle nuove tendenze e che offrono soluzioni alla portata delle tasche di chiunque.

Leggi tutto...

Leggi anche...

DIA: le modalità per la dichiarazione in comune

La DIA, o Denuncia di inizio delle attività, è un documento che va presentato presso ufficio tecnico del comune nel quale si intendono effettuare determinati tipi di lavori edili. La normativa che regola i campi di applicazione, l’iter per la consegna e le tempistiche per il suo accoglimento è sancita dal D.P.R. 380/2001, che prende il nome di Testo Unico per l’edilizia.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Domiciliazione bancaria delle bollette

La Domiciliazione Bancaria, nota anche come Domiciliazione Bollette, Domiciliazione Utenze o come Domiciliazione Bancaria dei Pagamenti, è uno strumento molto utile che le banche mettono a disposizione dei clienti per “automatizzare” il pagamento delle utenze domestiche.

Leggi tutto...
Go to Top