Con questo articolo cerchiamo di venire incontro a chi dovesse trovarsi di fronte ad un drammatico inconveniente che può verificarsi in casa: il wc otturato. Spesso questo problema è dovuto poichè si gettano nel sanitario, prodotti non consoni ad essere scaricati, che quindi creano un tappo all'interno della via che porta alla tubatura.

Cosa fare in caso di sanitario otturato?

Per poter risolvere l'urgenza di un sanitario intasato, senza ricorrere ad un idraulico, si possono adottare varie tecniche, più o meno impegnative, finchè non si arriva alla soluzione del problema.

Il primo passo è quello di provare con la tipica ventosa: si versa dell'acqua nello scarico e poi si applica l'arnese sulla bocca dello stesso, azionandola con forza a più riprese.

Gli strumenti per liberare il wc

Passiamo poi ad una speciale pistola ad aria, che una volta caricata tramite una piccola pompa, può sparare un getto d'aria nello scarico che dovrebbe liberarci dal problema.

Se l'otturazione non si risolve, si può provare con il liquido sgorgante: si tratta di un liquido speciale che va gettato nello scarico per provare a sciogliere il materiale che crea l'intasamento. Fare molta attenzione nel maneggiare questo tipo di liquido di natura caustica.

Esiste poi una sonda, costituita da acciaio flessibile, che va inserita nello scarico e azionata rapidamente con un trapano elettrico. Questo dispositivo arriva fino al deposito creatosi, frantumandolo.

Svitare il sifone con l'intervento dell'idraulico

Se nessuno di questi rimedi funziona, occorrerà agire direttamente alla fonte, svitando il bicchiere del sifone del sanitario per poi pulire lì dove si presenta il problema, facendo poi attenzione a riavvitare per bene il tutto.

Altri rimedi utili fai da te

Purtroppo il wc otturato è un problema che si verifica in molte case, soprattutto nelle famiglie con bambini, i quali spesso gettano all’interno del water ogni genere di sporcizia e oggetto vario. Di seguito sono illustrati altri utili rimedi che possono essere messi in pratica per liberare il proprio wc.

  • Molto spesso gli ingorghi sono provocati da un accumulo di carta igienica all’interno del water, in questo caso, prima di usare metodi più drastici, è consigliabile aspettare qualche ora, possibilmente tutto il giorno e aspettare che lo scarico si liberi da solo. In alcuni casi infatti, l’ingorgo, grazie alla forza di gravità e alla pressione dell’acqua si libera da solo.
  • E’possibile rendere più veloce il processo sopra descritto gettando nel wc una pentola di acqua bollente. In alcuni casi la temperatura elevata dell’acqua è in grado di liberare gli ingorghi. E’consigliabile eseguire sei movimenti energici dall’alato verso il basso con l’apposito spazzolino del water.
  • Nel caso in cui lo scarico dia i primi segni di ingorgo e l’acqua scende lentamente, è consigliabile intervenire immediatamente ed evitare così che l’otturazione peggiori, versando nel water mezzo bicchiere di sale grosso e poi mezzo di bicarbonato. Successivamente è utile versare una pentola di acqua bollente e tirare lo sciacquone.
  • Posizionare lo sturalavandino sopra il foro del wc e fare pressione per alcuni secondi, trascorsi i quali è necessario tirare lo sciacquone per far liberare del tutto l’occlusione.
  • Versare un bicchiere di shampoo o sapone liquido o detersivo dei piatti all’interno del water e poi tirare lo sciacquone. E’preferibile utilizzare prodotti che siano rispettosi dell’ambiente.
  • Avvolgere un vecchio asciugamano intorno alla mano, infilarla poi nel foro del wc e fare dei movimenti veloci verso l’alto e verso il basso, in modo che l’acqua eserciti una pressione sull’intasamento. E’possibile utilizzare lo spazzolino del water al posto della mano.
  • Inserire un pezzo di fil di ferro piegato all’interno del water e cercare di liberare l’ostruzione.

Quando si cerca di eliminare un’ostruzione dal water è importante chiudere il flusso d’acqua della toilette, utilizzare dei guanti protettivi per le mani e far arieggiare la stanza.





Potrebbe interessarti

Self Storage a Milano (e in Lombardia): quali contattare?

In questo modo, il servizio di self storage di Milano e della Lombardia viene incontro alle esigenze individuali o delle aziende, fungendo da deposito extra per gli eccessi di materiale o di archivio.

Leggi tutto...

Tassa di registro: come si calcola?

Se si intende acquistare o prendere in affitto un immobile da abitare oppure da adibire per usi diversi, ad esempio di natura commerciale o ad uso ufficio, è necessario in primis stipulare un contratto d'affitto o di compravendita.

Leggi tutto...

Deposito cauzionale affitto

Il deposito cauzionale (o cauzione) viene richiesto dal proprietario che affitta all'inquilino come garanzia per le obbligazioni assunte all'interno del contratto di locazione; esso nello specifico assicura il pagamento dei canoni e la buona conservazione dei locali. Rientra dunque nelle dinamiche dei diritti e dei doveri dell'inquilino e del proprietario.

Leggi tutto...

Detrazione affitto: soggetti beneficiari e requisiti

Ci sono alcune categorie di lavoratori e di studenti che hanno diritto a ricevere alcuni benefici dall'Irpef, ovvero alcune detrazioni legate ai contratti d'affitto da scalare sul modello 730 della dichiarazione dei redditi. 

Leggi tutto...

Tasse affitto: una guida per essere in regola!

In materia di locazioni sono davvero tantissime le cose da tenere in considerazione, soprattutto per non trovarsi a dover risolvere eventuali problemi futuri. La prima cosa da fare è sicuramente preoccuparsi di stipulare e, soprattutto, regolarizzare il contratto. La corretta registrazione del contratto d'affitto di qualunque natura è infatti una garanzia e una sicurezza per chi decide di prendere in affitto un immobile.

Leggi tutto...

Avviso sul Copyright

I contenuti di questo sito web sono protetti da Copyright. Ti invitiamo gentilmente a non duplicarli e a scriverci a info [@] elamedia.it se hai intenzione di usufruire dei servizi erogati dalla nostra Redazione.

Protected by Copyscape

Non bloccare la Pubblicità

Il tuo Browser blocca la nostra pubblicità? Ti chiediamo gentilmente di disattivare questo blocco. Per noi risulta di vitale importanza mostrarti degli spazi pubblicitari. Non ti mostreremo un numero sproporzionato di banner né faremo in modo che la tua esperienza sul nostro sito ne risenta in alcun modo.Ti invitiamo dunque ad aggiungere il nostro sito tra quelli esclusi dal Blocco della tua estensione e a ricaricare la pagina. Grazie!

Ricarica la Pagina

I più condivisi

Il Piano di Ammortamento dalla A alla Z

Il periodo ti tempo concordato tra il cliente e l’istituto di credito per il rimborso del mutuo, si chiama comunemente piano di ammortamento. La modalità rateale di restituzione (del capitale più gli interessi maturati) e la durata di tale periodo, fanno capo al piano di pagamento che una volta terminato, ci consentirà di diventare a tutti gli effetti i proprietari dell’immobile in questione.

Leggi tutto...

Salone del Mobile di Parma: informazioni e contatti

Per riuscire a trovare l’arredamento giusto, prima di recarsi presso un negozio o centro commerciale, è possibile visitare il Salone del Mobile di Parma o uno dei grandi Saloni del Mobile in Italia che offrono un'amplissima panoramica sulle nuove tendenze e che offrono soluzioni alla portata delle tasche di chiunque.

Leggi tutto...

I vantaggi di scegliere una casa in legno

In molti paesi sviluppati, quali il Nord America, Giappone, l'Europa continentale e la Scandinavia, è molto sviluppata l'attenzione verso il benessere abitativo. Questo si traduce anche nella scelta dei materiali da costruzione delle abitazioni.

Leggi tutto...

Analisi dei mercati finanziari per la scelta del mutuo

Le statistiche rivelano che gli italiani che acquistano una casa ricorrono – nell’80% dei casi – al mutuo.  Quando si decide di comprare casa affidandosi alla possibilità di accendere un mutuo si commette spesso l’errore di sottovalutare la propria capacità di mutuo-acquisto vale a dire l’importo massimo che una banca è disposta ad erogare in base alle garanzie e condizioni del richiedente.

Leggi tutto...

Contratti di locazione commerciale

Di seguito un approfondimento su un tema di uso comune: il contratto di locazione ad uso commerciale. Durata, comunicazioni e documenti vari. Spiegheremo tutto nell'articolo di oggi. Voi non dimenticate di farci sapere che ne pensate commentando il nostro scritto tramite l'apposito spazio alla fine del testo.

Leggi tutto...

Leggi anche...

La polizza casa: cos’è, quali sono le tipologie, perché serve?

La casa è uno dei beni più importanti e proteggerla significa proteggere anche se stessi dagli accidenti della vita. L’assicurazione casa non è obbligatoria in Italia salvo alcune situazioni particolari come per esempio la stipula di un mutuo o le assicurazioni condominiali. Sono innumerevole i casi in cui un’assicurazione sulla casa si rivelerebbe utile: per chi vive ai piani superiori e c’è il rischio di oggetti che possono cadere con danno serio per i passanti, chi possiede animali, in caso di furti, contro corti circuiti, chi è dedito al fai da te con rischio di incorrere in incidenti domestici, per chi affitta casa e molte altre situazioni. Le tipologie di assicurazione casa sono, però, altrettanto varie. 

Leggi tutto...

Leggi anche...

Documenti volture Acea: quali sono i dati necessari a richiedere la voltura?

Quando si richiedono delle volture ACEA o dei subentri relativi all'energia elettrica, sono necessari dei dati e dei documenti specifici per ottenerle.

Leggi tutto...
Go to Top