Nel momento in cui ti metti in cerca degli accessori con i quali arredare il tuo bagno di servizio, devi pensare in primo luogo alla comodità che tale ambiente deve essere in grado di garantire. Anche l'essenzialità è un valore di cui tenere conto: ciò vuol dire che le esigenze quotidiane degli utenti del bagno devono poter essere soddisfatte anche in uno spazio ridotto. Insomma, mentre per il bagno principale della tua abitazione puoi lasciarti affascinare dalle soluzioni di design più originali, concentrandoti sull'estetica più che sulla funzionalità, per il bagno di servizio ciò che conta è la praticità: il tuo obiettivo deve essere quello di imparare a sfruttare i centimetri che hai a disposizione nel migliore dei modi.

Gli arredi e gli accessori di un bagno di servizio

Lo scopino del bagno, lo specchio e almeno un mobiletto sono gli elementi di cui non puoi fare a meno in un bagno di servizio: per quanto piccolo possa essere, esso deve essere dotato di uno spazio in cui gli utenti si possano lavare le mani e il resto del corpo. A tal proposito, si può pensare di ricorrere a un mobiletto salvaspazio non più lungo di mezzo metro: un paio di cassetti sono più che sufficienti. Volendo, puoi abbinare questo elemento con una specchiera, che ti sarà utile per pettinarti, per truccarti e per curare l'aspetto del tuo viso. Le opzioni a tua disposizione sono molteplici, dalla specchiera integrata nel mobiletto allo specchio contenitore, passando per lo specchio a led; per ciò che riguarda le dimensioni, una misura di 60 x 80 centimetri basta per assecondare qualsiasi esigenza.

Il bianco lucido

Se navighi sul sito www.bottiglioni.it, puoi trovare tutto quel che ti può servire per completare il tuo bagno di servizio. Il coprilavatrice, per esempio, è un accessorio che fa della praticità il proprio tratto distintivo: un mobile con lavatoio assicura qualità e comodità, specialmente se è realizzato in polipropilene e resina, che sono due materiali capaci di resistere a qualsiasi genere di trattamento. Ciò vuol dire che anche nel caso in cui dovessero entrare in contatto con prodotti aggressivi, per esempio in occasione di un trattamento a base di candeggina, non rischierebbero di rovinarsi.

Per quel che concerne i colori, non c'è soluzione più versatile del bianco: in particolare il bianco lucido è decisamente adatto agli spazi di servizio, non solo perché risulta semplice da pulire, ma anche perché riesce ad adattarsi alla perfezione a qualsiasi stile di arredo. Insomma, un vero e proprio evergreen, grazie a cui non si sbaglia mai, che può essere scelto sia per i pensili che per il lavatoio integrato.

I mobili multiuso

Appare evidente che in uno spazio dalla metratura limitata i mobili multiuso sono pressoché indispensabili: potresti optare, per esempio, per un mobile dotato di portabiancheria integrato. Non c'è bisogno di spendere molto per poter usufruire di un complemento multiusoche consente di ottimizzare sia gli spazi esterni che quelli interni: al di là dell'aspetto pratico, un accorgimento di questo tipo offre anche l'opportunità di assicurare l'igiene e l'ordine di cui si ha bisogno.

In commercio è facile trovare un vasto assortimento di accessori e di arredi con peculiarità e finiture differenti: che si tratti di un vaso singolo o di un rubinetto per lavabo, tocca a te scegliere i prodotti che reputi più adatti in un'ottica salvaspazio e multiuso. In un bagno di servizio devi sentirti a tuo agio, sia che lo usi per dedicarti alla tua cura del corpo, sia che lo usi soprattutto per lavare i panni sporchi e fare il bucato: è un ambiente della casa che ha la stessa dignità e lo stesso valore di tutti gli altri locali, e per questo merita attenzione.

Le piastrelle perfette 

Chi si approccia ad allestire un bagno, sa che un elemento indispensabile, utile e allo stesso tempo elegante, sono le piastrelle. Le calpesti, se osservi e le tocchi. La resistenza delle piastrelle, che si tratti di ceramica o gres porcellanato, pietra naturale o listoni di legno, è un dato da non sottovalutare, proprio a causa dell’ambiente frequentatissimo in cui andranno posizionate. Il bagno è il luogo in cui umidità, bagnato e calpestio si incontrano in un bizzarro mix diventando acerrimi nemici di pavimenti e rivestimenti. La pulizia e la manutenzione sono le due attività fondamentali che le piastrelle richiedono e bisognerà necessariamente scegliere piastrelle resistenti soprattutto ai solventi chimici dei prodotti più comunemente utilizzati per pulire l’ambiente domestico.

Alcuni trattamenti impermeabilizzanti applicati alla piastrella stessa possono garantire più durevolezza del materiale utilizzato per la realizzazione delle piastrelle e scommetto che nessuno vorrebbe delle macchie indelebili sul piano di calpestio del luogo più rilassante della casa. Altro possibile pericolo in agguato per le proprie mattonelle è il graffio o il danneggiamento, a cui si risponde optando per delle piastrelle ad alte prestazioni e dalla durezza normata. Assicurarsi che la qualità delle piastrelle sia alta e verificate tutti i parametri tramite i valori riconosciuti, da 1 a 5 riguardo alla resistenza a usura e abrasione, alle macchie da 1 a 3, e al carico da 20 a 50. Sulla base di questi indicatori potrete scegliere delle piastrelle di qualità sul piano materico e utilitario, ma per quanto riguarda la scivolosità? In bagno, uno dei rischi che più spaventa, è quello di cadere. Si sa, il rischio di scivolare sul pavimento è sempre in agguato, specialmente dopo aver fatto una doccia o un soffuso e rilassante bagno. Per evitare dunque spiacevoli inconveniente, ridurre alle minime possibilità il rischio di cadere può essere un buon indice di sicurezza e qualità della piastrella.

Guardare al coefficiente di scivolosità indicati con il valore “R” seguito dai numeri in ordine crescente. Dato che la classificazione dei prodotti avviene sulla base di occasioni d’uso, in ambito residenziale e interno, è consigliabile orientarsi verso piastrelle definire con un valore che si aggira intorno a R9. Di fatto, la porosità del materiale conta particolarmente, non dovete per cui farvi abbindolare dall’estetica, controllate più volte che la piastrella che avete guardato con interesse sia davvero pratica all’ambiente a cui volete destinarla. Stile, comfort e praticità sono i punti forti sulla base dei quali dovete arredare il vostro bagno, non dimenticando però di aggiungere una buone dose di gusto personale.





Potrebbe interessarti

Mutuo affitto: scopri tutte le caratteristiche

Il cosiddetto "mutuo affitto" è una formula nata in tempi recenti con la quale gli istituti di credito vengono incontro alle esigenze di quanti abbiano bisogno di un prestito ma che non possano permettersi di pagare interessi troppo alti.

Leggi tutto...

Deposito cauzionale affitto

Il deposito cauzionale (o cauzione) viene richiesto dal proprietario che affitta all'inquilino come garanzia per le obbligazioni assunte all'interno del contratto di locazione; esso nello specifico assicura il pagamento dei canoni e la buona conservazione dei locali. Rientra dunque nelle dinamiche dei diritti e dei doveri dell'inquilino e del proprietario.

Leggi tutto...

Tasse affitto: una guida per essere in regola!

In materia di locazioni sono davvero tantissime le cose da tenere in considerazione, soprattutto per non trovarsi a dover risolvere eventuali problemi futuri. La prima cosa da fare è sicuramente preoccuparsi di stipulare e, soprattutto, regolarizzare il contratto. La corretta registrazione del contratto d'affitto di qualunque natura è infatti una garanzia e una sicurezza per chi decide di prendere in affitto un immobile.

Leggi tutto...

Comodato d'uso a titolo gratuito

Il comodato d'uso di immobile rappresenta una forma di contratto di locazione con cui è possibile prendere in consegna un immobile per un periodo di tempo determinato, con il dovere di riconsegnarlo al proprietario.

Leggi tutto...

Affittare la prima casa: ragioniamo sulla perdita di agevolazioni

Con 10 miliardi di tagli sulle agevolazioni fiscali per la prima abitazione la manovra finanziaria va a colpire praticamente tutti: dal proprietario che intende ristrutturare l’abitato all’affittuario. Per quanto riguarda i contratti di locazione della prima casa tuttavia, quanti l’abbiano stipulato potranno ancora contare su questi privilegi.

Leggi tutto...

Avviso sul Copyright

I contenuti di questo sito web sono protetti da Copyright. Ti invitiamo gentilmente a non duplicarli e a scriverci a info [@] elamedia.it se hai intenzione di usufruire dei servizi erogati dalla nostra Redazione.

Protected by Copyscape

Non bloccare la Pubblicità

Il tuo Browser blocca la nostra pubblicità? Ti chiediamo gentilmente di disattivare questo blocco. Per noi risulta di vitale importanza mostrarti degli spazi pubblicitari. Non ti mostreremo un numero sproporzionato di banner né faremo in modo che la tua esperienza sul nostro sito ne risenta in alcun modo.Ti invitiamo dunque ad aggiungere il nostro sito tra quelli esclusi dal Blocco della tua estensione e a ricaricare la pagina. Grazie!

Ricarica la Pagina

Articoli correlati

I più condivisi

Tasso misto applicato ai mutui: sapete di cosa si tratta?

tasso misto

L’acquisto di un immobile e la conseguente richiesta di un mutuo, comporta un’attenta valutazione e analisi delle varie offerte proposte dagli istituti di credito. L’aspetto fondamentale da tenere in considerazione prima della sottoscrizione, è sicuramente dato dalla scelta del tasso d’interesse che verrà applicato al piano di ammortamento.

Leggi tutto...

Acquisto terreno edificabile: come funziona la compravendita

Immagine per Acquisto terreno edificabile

Acquisto terreno edificabile: la possibilità di edificare su un terreno dipende dalla destinazione prevista per tale area nel piano regolatore generale del Comune in cui è situato. L'acquisto del terreno edificabile, quindi, segue una precisa regolamentazione.

Leggi tutto...

Mutui al 100%: tutto quello che c’è da sapere

Fino a qualche anno fa e più precisamente quando ancora non c’era stata la crisi del mercato delle compravendite in ambito immobiliare, il mutuo a copertura totale del valore dell'immobile, era facilmente offerto dagli istituti di credito.

Leggi tutto...

Plusvalenza prima casa: info e dettagli della compravendita

Immagine usata nell'articolo Plusvalenza prima casa: info e dettagli della compravendita

Nel caso di acquisto della prima casa, è prevista una serie di agevolazioni: l’imposta di registro è al 3% del valore; l’imposta ipotecaria corrisponde a 168,00 €; anche l’imposta catastale corrisponde a 168,00 €. Nel caso di vendita della prima casa, così come avviene per tutti gli immobili, per plusvalenza della prima casa si intende l’aumento di valore realizzato entro un determinato periodo di tempo.

Leggi tutto...

Compravendita tra privati: quali sono le imposte?

Quando si effettua una compravendita di una casa, le imposte da pagare vanno calcolate in modo diverso a seconda del tipo di acquisto: da privato o da costruttore. Chi decide di acquistare da un privato (o comunque da un soggetto diverso dall'impresa costruttrice) potrà pagare le imposte di registro, che saranno interamente dichiarate nell'atto di compravendita.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Norme per gli ascensori: le regole imprescindibili!

Ogni condominio che abbia almeno 3 piani è di solito dotato di un ascensore che possa essere d'ausilio agli inquilini dei piani superiori. Precise norme per gli ascensori ne regolano l'uso e la manutenzione anche se il regolamento mette spesso in causa anche il semplice buon senso dei singoli condomini.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Voltura Eni: sai quali sono i passaggi e quali documenti ti occorrono?

Voltura Eni

Oggi vi mostreremo nel dettaglio quali sono i documenti che servono per effettuare una voltura Eni in sicurezza. Quando ci si trasferisce in una nuova casa, in affitto o acquistata, ma in precedenza abitata da altri, è opportuno richiedere la voltura delle utenze. Con questo termine ci riferiamo al semplice cambio di nome di un contratto di fornitura dal vecchio al nuovo inquilino / proprietario.

Leggi tutto...
Go to Top