Tutti abbiamo sognato almeno una volta nella vita di realizzare una sala cinema in casa per poter rivivere l'esperienza del cinema nella comodità e nel comfort di casa propria.

Non si tratta di una possibilità che possono soddisfare tutti ma se avete una camera in più potrete sicuramente trasformarla in una perfetta sala cinema con la giusta atmosfera e godervi la visione di un film come solo i cinefili sanno fare!

Da dove iniziare per ricreare una Home Theatre a casa

Il cinema ha il potere di trasportare gli spettatori nei luoghi e nei tempi della pellicola che stanno guardando; sembra quasi una magia che riesce a rapire la mente. In realtà si tratta di un effetto che è da attribuire all'ampiezza dello schermo che deve occupare totalmente l'angolo visivo. In questo modo, sia lo sguardo che l’attenzione vengono attirati dalle immagini intanto che l’impianto audio Dolby Surround permette di sentirsi completamente avvolti. Infatti, i canali audio sono posti in modo da circondare completamente, rendendo possibile l’immedesimazione nella scena tanto da correre il rischio di balzare dalla poltrona se ci sono delle scene con improvvise esplosioni.

Per ricreare a casa propria la medesima atmosfera del cinema è quindi necessario dotarsi di:

  • uno schermo molto grande, una TV fra quelle di ultima generazione come i televisori 4k, oppure ancora un videoproiettore;
  • un ottimo impianto Surround.

Quanto costa questa chiccheria?

Prima di bisogna considerare bene il budget che si ha a disposizione in maniera tale da decidere se le proprie possibilità consentono di allestire il salotto di casa in modo da avere una zona tv con buone performance, oppure adibire una camera ad una vera e propria sala cinema fai da te. Naturalmente per ottenere buoni risultati serve un budget di un certo livello, ma scopriamo nel dettaglio cosa serve realizzare una sala cinema a casa.

Progettare una sala che ci riporti l’esperienza del cinema a casa

I particolari sono molto importanti ma quello che senza ombra di dubbio l’elemento principale che ci consente di acquisire l’effetto cinema, il pezzo forte, è l’impianto home theatre. Scegliete uno di buona qualità che si adatti perfettamente alla vostra stanza.

La seconda scelta importante è quella che riguarda il televisore oppure il videoproiettore: se avete messo gli occhi su una TV sicuramente non avrete difficoltà a trovare quella adatta alla vostra parte, infatti, sul mercato ne esistono con molteplici tecnologie e con grandezze che possono spaziare dai 40 ai 90 pollici, perfette per le grandi sale. L’acquisto di un televisore 4k o una smart TV vi permetterà di vivere un’esperienza multimediale indimenticabile rendendo la vostra sala un luogo perfetto per godersi la visione di un bel film, navigare in internet oppure divertirsi con i videogames.

In caso disponiate di un ambiente più piccolo la scelta migliore per voi potrebbe essere il proiettore, infatti si presta ad essere installato anche sul soffitto, in una mansarda per esempio dove potrete condividere l’esperienza del cinema con i vostri amici su un comodo divano o, perché no, sdraiati su un tappeto.

Non preoccupatevi di eventuali finestre, infatti basterà semplicemente dotarla di una spessa tenda avvolgibile, oppure dei doppi tendaggi, per oscurare la stanza al momento della proiezione. L’illuminazione infatti è determinante.

Qualche piccolo trucco

Se state realizzando la stanza dei vostri sogni, dove ricreare l’atmosfera del cinema non dovete necessariamente lasciare le pareti spoglie; infatti, una delle cose da fare è arredare la sala video con particolari elementi utili per assorbire le onde acustiche, così da evitare il fastidioso effetto dell’eco.

Infatti non è solo importante un buon televisore o un buon sistema audio ma sarà necessario insonorizzare il più possibile la stanza. Se volete un lavoro fatto come si deve potete optare per i pannelli fonoassorbenti che isolano l’ambiente sia dall’interno che dall’esterno. Se volete coordinare il tutto potete abbinare poltrone, tende, cuscini e divani, acquistando tutto in tinta.

Infine si deve pensare alle sedute, si può optare per l’alternanza di poltrone e divani, nello stile preferito; poltrone reclinabili, divani con poggiapiedi, comodi cuscini tappeti e pouf. Insomma tutto all’insegna del relax. magari seguendo uno stile vintage piuttosto che uno moderno.

Una buona idea potrebbe essere quella di inserire nella vostra sala cinema un angolo bar e perché no, una macchina per popcorn ad uso domestico.



Potrebbe interessarti

Fideiussione per affitto: garanzia di pagamento

Recentemente la fideiussione personale ha soppiantato quasi completamente le vecchie cauzioni che i padroni di casa chiedevano per l’affitto degli appartamenti o dei locali commerciali.

Cosa significa affitto a canone libero? Scopri le caratteristiche

Le locazioni a canone libero durano formalmente 4 anni, ma nella maggioranza dei casi, arrivano fino agli 8. In caso di mancanza di disdetta motivata da precise ragioni imposte dalla legge, il periodo di locazione è infatti automaticamente rinnovato, per la prima volta, di altri 4 anni.

Provvigione agenzia affitto: come funziona?

Nel momento in cui si decide di mettere il proprio appartamento o la propria casa in affitto, è possibile prendere in considerazione l'ipotesi di affidarsi ad una agenzia che si occupi della mediazione fra il proprietario e l'eventuale affittuario.

Avviso sul Copyright

I contenuti di questo sito web sono protetti da Copyright. Ti invitiamo gentilmente a non duplicarli e a scriverci a info [@] elamedia.it se hai intenzione di usufruire dei servizi erogati dalla nostra Redazione.

Protected by Copyscape

Non bloccare la Pubblicità

Il tuo Browser blocca la nostra pubblicità? Ti chiediamo gentilmente di disattivare questo blocco. Per noi risulta di vitale importanza mostrarti degli spazi pubblicitari. Non ti mostreremo un numero sproporzionato di banner né faremo in modo che la tua esperienza sul nostro sito ne risenta in alcun modo.Ti invitiamo dunque ad aggiungere il nostro sito tra quelli esclusi dal Blocco della tua estensione e a ricaricare la pagina. Grazie!

Ricarica la Pagina

I più condivisi

Compravendita tra privati: quali sono le imposte?

Quando si effettua una compravendita di una casa, le imposte da pagare vanno calcolate in modo diverso a seconda del tipo di acquisto: da privato o da costruttore. Chi decide di acquistare da un privato (o comunque da un soggetto diverso dall'impresa costruttrice) potrà pagare le imposte di registro, che saranno interamente dichiarate nell'atto di compravendita.

Plusvalenza prima casa: info e dettagli della compravendita

Immagine usata nell'articolo Plusvalenza prima casa: info e dettagli della compravendita

Nel caso di acquisto della prima casa, è prevista una serie di agevolazioni: l’imposta di registro è al 3% del valore; l’imposta ipotecaria corrisponde a 168,00 €; anche l’imposta catastale corrisponde a 168,00 €. Nel caso di vendita della prima casa, così come avviene per tutti gli immobili, per plusvalenza della prima casa si intende l’aumento di valore realizzato entro un determinato periodo di tempo.

Analisi dei mercati finanziari per la scelta del mutuo

Le statistiche rivelano che gli italiani che acquistano una casa ricorrono – nell’80% dei casi – al mutuo.  Quando si decide di comprare casa affidandosi alla possibilità di accendere un mutuo si commette spesso l’errore di sottovalutare la propria capacità di mutuo-acquisto vale a dire l’importo massimo che una banca è disposta ad erogare in base alle garanzie e condizioni del richiedente.

Leggi anche...

DIA e SCIA: conosci le differenze?

Un immobile che debba essere demolito o soggetto a lavori di restauro o ampliamento, richiede che il proprietario comunichi all’amministrazione competente l’intenzione ad avviare i lavori, tramite specifiche procedure.

Leggi anche...

Luci al LED di natale nella tua casa. Momenti unici di Natale

È dicembre, lo spirito natalizio finalmente si fa presente in tutti noi e piano piano comincia a riempire le nostre giornate. Le strade delle città cominciano a riempirsi di festoni e luminarie, nei negozi e nei centri commerciali le vetrine si addobbano in previsione della grande festa, i negozi di gastronomia preparano le leccornie e i menu da proporre per cene e cenoni.

Leggi anche...

Subentro acqua: cosa fare per la disdetta?

Per effettuare la disdetta del contratto di fornitura dell'acqua, è necessario che il cliente si presenti, con l'ultima bolletta ricevuta, presso l'ufficio della società titolare, per sottoscrivere il relativo modulo.

Go to Top