Un trend in crescita – indipendentemente dal riscaldamento autonomo o centralizzato – è la richiesta di una fonte di riscaldamento eco-sostenibile che rispolveri il fascino della tradizione coniugandolo alla tecnologia più avanzata. Stufe, caldaie, termocamini alimentati con biocombustibile sono la soluzione di riscaldamento alternativo ecologico più richiesto sia perché donano all’ambiente domestico un fascino antico e caldo con la fiamma viva, sia perché sono effettivamente utili in circostanze di freddo intenso o per riscaldare zone della casa non raggiunte dall’impianto autonomo o centralizzato.

Il camino a pellet è la soluzione più ricercata per design, funzionalità, ecosostenibilità perché si utilizza il pellet un combustibile che si ottiene dalla lavorazione degli scarti del legno; il pellet rappresenta la sintesi dell’impiego di un combustibile a sua volta generato da fonti pulite e rinnovabili, ma a costi inferiori rispetto al legno e ad altri combustibili fossili, con maggiore resa termica, minori residui da combustione, minor inquinamento e maggiore facilità di pulizia.

Come funziona un focolare a pellet

Il camino a pellet è una soluzione ritenuta all’avanguardia nell’ambito del riscaldamento alternativo ecologico. Si impiega un combustibile – il pellet – che si ricava dagli scarti di lavorazione del legno vergine, privo di corteccia, amalgamato con la stessa lignina presente nel legno madre senza, quindi, l’aggiunta di collanti o additivi. Il pellet è così un combustibile ad alta resa termica, ma a basse emissioni inquinanti, basato sui principi del riciclo attivo.

La struttura di un camino a pellet si compone di un focolare o camera di combustione chiusa in grado di generare e mantenere più a lungo il calore nell’ambiente in cui è collocato e di rilasciarlo lentamente. I materiali di rivestimento sono principalmente la ghisa, la ceramica o la maiolica, materiali in grado di accumulare calore e sprigionarlo all’esterno in modo efficiente, riuscendo a riscaldare ambienti da 40 a 100 mq. La camera di combustione è dotata di un bruciatore e di un serbatoio in cui caricare il pellet, una coclea di alimentazione del caminetto raccoglie il combustibile e lo lascia cadere all’interno della camera di combustione, dove un getto d’aria – come una sorta di ventilazione – massimizza la combustione riducendo i consumi di pellet

Un camino a pellet necessita di installazioni con opere murarie minime, e l’allaccio alla corrente elettrica per l’avviamento del funzionamento: nel valutare l’opportunità di installare un camino a pellet, dunque, bisogna considerare oltre al consumo del pellet anche quello elettrico. Mentre il caminetto a legna tradizionale funziona con una canna fumaria a tiraggio naturale che, tuttavia, non garantisce una ottimale resa termica, il camino a pellet espelle i fumi della combustione all’esterno tramite un tiraggio forzato e un sistema di ventilazione elettrico.

Quali sono le tipologie di camino a pellet

Vi sono due tipologie di camino a pellet:

  • Ad aria; e
  • Ad acqua.

I camini a pellet ad aria prevedono l’immissione nell’ambiente di aria calda umidificata che avviene tramite l’uso di griglie frontali con un sistema di canalizzazione che si installa nelle stanze dell’abitazione che si desidera riscaldare affinché si distribuisca il calore in modo omogeneo e senza sbalzi di temperatura.

I camini a pellet ad acqua, invece, sono multifunzionali: generano calore per riscaldare gli ambienti e producono acqua calda per uso idrico-sanitario. Questi impianti, sono più complessi e impegnativi da installare, richiedono maggiori lavori ma vi si può annettere un serbatoio di accumulo dell’acqua sanitaria per la funzione caldaia, così come lo si può abbinare a un impianto solare con l’obiettivo di sfruttare le risorse rinnovabili e ridurre sensibilmente anche i consumi di elettricità.

Di seguito ti riportiamo alcune ottime offerte di Amazon

Compra su Amazon

PELLET SWEDISH 100% ABETE - ENPLUS A1 - ALTO POTERE CALORIFICO (30 SACCHI DA 10 KG)

Prezzo su Amazon.it: € 186,99
Compra su Amazon

Pellet Prodotto Con Il 100% Di Segatura Di Legno. Composto Da Legno Di Abete.

Prezzo su Amazon.it: € 18,88
Compra su Amazon

PELLET CANADESE PROFESSIONALE DA RISCALDAMENTO DI ABETE ROSSO 80% + ABETE BIANCO 20% IN CONF. DA KG. 15.

Prezzo su Amazon.it: € 6,4

Conviene davvero installare un focolare ecosostenibile?

Camino a pellet

Le modalità di riscaldamento ecologico alternativo sono diverse. Gli amanti della fiamma viva apprezzano la soluzione del camino a pellet perché presenta dei vantaggi indiscutibili sia dal punto di vista economico dei consumi che da quello ambientale ed ecologico. È una soluzione conveniente per chi lavora tutto il giorno fuori casa e necessita di riscaldare l’ambiente solo quando è presente. I vantaggi del camino a pellet sono riassumibili nel suo stesso funzionamento:

  • È una stufa sofisticata, ma progettata per essere inserita in un ambiente domestico e da collocare in nicchie o camini pre-esistenti con design che ricordano i camini tradizionali, ma massimizzando i consumi.
  • I sistemi di accensione e spegnimento sono automatizzabili potendo regolare la temperatura e l’accensione anche fuori casa per trovare l’ambiente già caldo al rientro;
  • Il bruciatore è dotato di un contenitore per raccogliere le polveri e i residui di combustione che vengono espulsi all’esterno tramite un foro per il tiraggio forzato lasciando la casa pulita, senza ceneri, polveri o cattivi odori;
  • Non necessita di una canna fumaria, ed è quindi ideale per gli appartamenti o gli edifici in cui non è possibile installarne una, ma necessita di una posizione che colleghi il camino all’esterno tramite un foro di sfiato per i fumi anche se meno invasivo della canna fumaria stessa.

In ultima analisi, sostenibilità, risparmio, rispetto dell’ambiente, pulizia, design e tradizione sono tutti elementi che possono soddisfare chiunque necessiti di una reale alternativa al riscaldamento domestico autonomo o centralizzato, ma in ottica ecologica.

 





Potrebbe interessarti

Detrazione affitto: soggetti beneficiari e requisiti

Ci sono alcune categorie di lavoratori e di studenti che hanno diritto a ricevere alcuni benefici dall'Irpef, ovvero alcune detrazioni legate ai contratti d'affitto da scalare sul modello 730 della dichiarazione dei redditi. 

Leggi tutto...

Le agenzie immobiliari di Padova: trova le più affidabili!

Le agenzie immobiliari si rivelano fondamentali quando si cerca casa in una città come Padova, dove gli annunci di vendita e affitto sembrano moltiplicarsi a vista d’occhio; vedremo, nell’articolo che segue, quale sia il ruolo degli operatori in questo campo e dove contattare le agenzie più rinomate per la loro affidabilità.

Leggi tutto...

Moduli contratti di locazione: tutte le novità!

Dal 1° luglio 2010 è stato realizzato il nuovo Modello 69, per la registrazione dei contratti di locazione e affitto e per i contratti di comodato.

Leggi tutto...

Self Storage a Milano (e in Lombardia): quali contattare?

In questo modo, il servizio di self storage di Milano e della Lombardia viene incontro alle esigenze individuali o delle aziende, fungendo da deposito extra per gli eccessi di materiale o di archivio.

Leggi tutto...

Mutuo affitto: scopri tutte le caratteristiche

Il cosiddetto "mutuo affitto" è una formula nata in tempi recenti con la quale gli istituti di credito vengono incontro alle esigenze di quanti abbiano bisogno di un prestito ma che non possano permettersi di pagare interessi troppo alti.

Leggi tutto...

Avviso sul Copyright

I contenuti di questo sito web sono protetti da Copyright. Ti invitiamo gentilmente a non duplicarli e a scriverci a info [@] elamedia.it se hai intenzione di usufruire dei servizi erogati dalla nostra Redazione.

Protected by Copyscape

Non bloccare la Pubblicità

Il tuo Browser blocca la nostra pubblicità? Ti chiediamo gentilmente di disattivare questo blocco. Per noi risulta di vitale importanza mostrarti degli spazi pubblicitari. Non ti mostreremo un numero sproporzionato di banner né faremo in modo che la tua esperienza sul nostro sito ne risenta in alcun modo.Ti invitiamo dunque ad aggiungere il nostro sito tra quelli esclusi dal Blocco della tua estensione e a ricaricare la pagina. Grazie!

Ricarica la Pagina

Articoli correlati

I più condivisi

Rinegoziazione mutuo: quando effettuarla?

 

Se non si è soddisfatti del proprio mutuo è possibile tentare una rinegoziazione con la banca erogatrice. Questa può rifiutarsi, ma sono possibili altre alternative. Vediamo quali.

Leggi tutto...

Valore catastale della casa: guida al calcolo!

Il valore catastale di un immobile ha notevole rilevanza sia nel caso di compravendita, sia ai fini della definizione dell’imponibile IMU. La Legge Finanziaria del 2006 ha stabilito che, nel caso di trasferimento di proprietà di immobili a uso abitativo e delle relative pertinenze si venga tassati in base al valore catastale, anziché al corrispettivo patteggiato tra le parti e iscritto nell’atto notarile.

Leggi tutto...

Dove richiedere la visura catastale?

La visura catastale è un documento importante per la compravendita di un bene immobiliare o di un terreno che si trovi in Italia; è infatti rilasciata dall'Agenzia del Territorio, cioè dal Catasto.

Leggi tutto...

Normativa sullo scarico fumi: cosa dice la legge

Solitamente quando dobbiamo scegliere la cappa per la nostra nuova cucina, i requisiti sui quali ci concentriamo maggiormente sono la silenziosità e il design di tendenza. In realtà al momento dell’acquisto di questo elettrodomestico bisogna tenere conto anche di come gestire al meglio la dispersione dei vapori che derivano dalla cucina e dalla preparazione degli alimenti.

Leggi tutto...

Mutuo ipotecario: cos’è e come funziona questo tipo di finanziamento

acquistare casa con il mutuo ipotecario

Per chi è in procinto di acquistare un immobile la fase di analisi e scelta del finanziamento da prendere è fondamentale, soprattutto perchè si tratta di un investimento importante che nella maggior parte dei casi graverà sull’economia familiare a lungo termine.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Diritto di prelazione immobiliare

La prelazione è il contratto col quale, a parità di condizioni, una parte attribuisce all'altra il diritto a essere preferito a terzi. La prelazione può essere:

Leggi tutto...

Leggi anche...

Indice IPE di prestazione energetica

L'indice IPE di prestazione energetica non è altro che l'energia totale consumata dall'edificio climatizzato per metro quadro ogni anno. L'unità di misura per prestazioni relative ad edifici residenziali è il KWH/MQ annuo.

Leggi tutto...
Go to Top