L'emissione delle fatture della luce avviene solitamente con periodicità bimestrale per i clienti domestici e per i non domestici alimentati in bassa tensione con potenza impegnata non superiore a 30 kw. Il cliente domestico dovrebbe pertanto ricevere in un anno circa 6 bollette di cui una di conguaglio.

Come funziona la bolletta di conguaglio

La bolletta di conguaglio prevede i consumi elettrici effettivi, con annessa lettura del contatore; la bolletta di acconto è calcolata invece sulla base dei consumi presunti per il bimestre considerato. Per i clienti nuovi, la stima si basa su quanto dichiarato al momento della sottoscrizione del contratto e la lettura del contatore viene effettuata dopo sei mesi dall’attivazione.

I due tipi di bolletta

  • bolletta di acconto: contenente il numero dell'utente e la data di emissione della fattura; il tipo di potenza impegnata e anticipo versato al momento del contratto; l'ultima lettura rilevata; il consumo presunto per bimestre e importo da pagare. L'utente è invitato a comunicare al fornitore la lettura del contatore nel caso in cui il consumo presunto si distaccasse molto da quello effettivo.
  • bolletta di conguaglio: contenete il numero dell'utente e la data di emissione della fattura; il tipo di fornitura, potenza e anticipo sul consumo versato alla firma del contratto; il periodo di fornitura compreso fra l'ultima e la precedente lettura effettiva dei contatori; l'importo totale del consumo di energia elettrica; la somma degli acconti sul consumo; il recupero tariffario (è stabilita una soglia oltre i 220 KWh mensili, oltre la quale si perde il vantaggio di pagare a prezzo scontato una parte dei consumi)

Mobile Payment: pagare le bollette con un sms

Il mobile payment per le bollette sta diventando una realtà molto concreta in Italia. Stiamo parlando della possibilità di effettuare transazioni economiche col cellulare connettendolo ad un POS oppure tramite un'apposita applicazione.

Come funziona

La tecnologia su cui si basa questa applicazione è indicata col nome di NFC (Near Field Communication) ed è costituita dalle etichette RFID (Radio Frequency IDentification): Questa tecnologia permette di scambiare dati criptati a brevissima distanza (circa 10 cm) senza l'utilizzo della rete telefonica.

È possibile pagare con il cellulare avvicinandolo fisicamente a un lettore di prossimità POS (Point of sale), simile a quelli presenti nella maggior parte degli esercizi commerciali per i pagamenti effettuati tramite carta di credito o bancomat, che non prevede il contatto fisico con lo strumento di pagamento.

Uno degli antesignani del Mobile Payement è Poste Italiane, che ha inaugurato un servizio di pagamenti via cellulare riservato a tutti i titolari di una SIM PosteMobile associata a una carta prepagata Postepay o al proprio conto BancoPosta.

Come pagare la bolletta con il cellulare

Oggi tutti gli istituti bancari e i grandi gruppi industriali hanno messo a disposizione numerosi servizi online attivabili anche dai privati.
La particolarità è che la totalità di questi è usufruibile anche dallo smartphone, permettendo agli intestatari delle bollette – di qualunque natura siano – di pagarle con il cellulare.

Il mobile payment per le bollette quindi è diventato una realtà ed è pure economico. Le banche mettono automaticamente a disposizione dei loro clienti l'utilizzo di servizi online: nella maggior parte dei casi occorre solo richiedere le credenziali di accesso all'istituto presso il quale si possiede un conto.

Altrimenti, è possibile utilizzare le app create ad hoc, come quella prodotta da Telecom Italia. Per utilizzarla occorre collegarla ad una carta di credito, ma oggi quasi tutti i grandi circuiti si sono detti favorevoli a queste strategie. L'applicazione – il cui nome è semplicemente “187” – permette poi di salvare e visualizzare in pdf la bolletta.

Lo stesso fa Eni che ha lanciato EniWebolletta per pagare online, quindi anche con gli smartphone, il proprio conto. Per richiedere il servizio basta essere registrati e attivare la modalità di pagamento tramite conto corrente postale o bancario.

L'unica difficoltà al momento è la creazione di uno standard. Si tratta infatti di un mercato in rapida crescita ma che fa sperare già in ottimi guadagni: tutte le grandi aziende del settore tentano di imporre la loro tecnologia ma senza raggiungere risultati significativi.
Intanto, oltre oceano, Paypal ha già creato un ottimo servizio di questo tipo chiamato “Paypal Here” che, se portato in Italia, potrebbe mettere in seria difficoltà gli attuali leader di questo mercato.

Altri servizi da pagare con il mobile payment

Per quanto riguarda la procedure da seguire per effettuare l’invio di telegrammi, sia in Italia che all’estero, è invece necessario accedere al servizio WAP con il proprio cellulare, scegliere l’opzione ‘Telegramma’, scrivere il testo e inviarlo, come fosse un semplice sms. Una volta scritto, il cliente riceverà un sms di notifica dell’avvenuto invio. Il costo del servizio dipende dal numero di parole che compongono il testo e viene addebitato sul credito della SIM.





Potrebbe interessarti

Tasse affitto: una guida per essere in regola!

In materia di locazioni sono davvero tantissime le cose da tenere in considerazione, soprattutto per non trovarsi a dover risolvere eventuali problemi futuri. La prima cosa da fare è sicuramente preoccuparsi di stipulare e, soprattutto, regolarizzare il contratto. La corretta registrazione del contratto d'affitto di qualunque natura è infatti una garanzia e una sicurezza per chi decide di prendere in affitto un immobile.

Leggi tutto...

Tipi di contratti di affitto: conosci vantaggi fiscali e oneri

Attualmente, se si vuole prendere in affitto un locale adibito ad abitazione, è necessario sottoscrivere un contrattocon il padrone di casa o con l'organizzazione proprietaria dell'immobile.

Leggi tutto...

Diritti e doveri del conduttore e del proprietario

In un contratto di affitto di un' abitazione vi sono doveri e diritti sia da parte del proprietario (locatore) dell'immobile sia da parte di chi invece usufruisce per un periodo (inquilino /conduttore) , opportunamente regolato, dell'immobile stesso.

Leggi tutto...

Locazione uso foresteria: scopriamo i vantaggi

 

Con il contratto di locazione ad uso foresteria una società per capitali prende in affitto un’abitazione ad uso dei suoi dipendenti.

Leggi tutto...

Deposito cauzionale affitto

Il deposito cauzionale (o cauzione) viene richiesto dal proprietario che affitta all'inquilino come garanzia per le obbligazioni assunte all'interno del contratto di locazione; esso nello specifico assicura il pagamento dei canoni e la buona conservazione dei locali. Rientra dunque nelle dinamiche dei diritti e dei doveri dell'inquilino e del proprietario.

Leggi tutto...

I più condivisi

Vendita prima casa

Cosa succede al momento della vendita della prima casa? Si tratta di un passaggio molto importante e burocraticamente significativo: le insidie in casi del genere si nascondono dietro ogni cavillo contrattuale, e bisogna conoscere tutte le norme e i fattori che entrano in campo al momento della vendita della casa.

Leggi tutto...

Salone del Mobile di Parma: informazioni e contatti

Per riuscire a trovare l’arredamento giusto, prima di recarsi presso un negozio o centro commerciale, è possibile visitare il Salone del Mobile di Parma o uno dei grandi Saloni del Mobile in Italia che offrono un'amplissima panoramica sulle nuove tendenze e che offrono soluzioni alla portata delle tasche di chiunque.

Leggi tutto...

Calcola il mutuo online: conosci questi strumenti?

Sono disponibili molti siti e portali che mettono a disposizione la funzione "Calcola il Mutuo online": si tratta di software che prendono in considerazione tutti i parametri necessari per dare una stima (o previsione) dell'importo della rata mensile del piano d'ammortamento.

Leggi tutto...

Rogito notarile per la compravendita immobili: come effettuarlo?

Comprare un immobile non è come acquistare qualsiasi altra cosa. Si tratta di una scelta che può cambiare la vita (la nostra e quella della nostra famiglia). Logico dunque che si tratti di un qualcosa di davvero importante; un qualcosa a cui prestare molta attenzione. Di seguito riportiamo alcuni consigli per affrontare nel modo giusta una compravendita di immobili.

Leggi tutto...

Calcolo spese acquisto prima casa: come portare in detrazione il costo notaio

Nel calcolo spese acquisto primo casa rientra anche il costo notaio. Questa voce però può essere portata in detrazione nella dichiarazione dei redditi ai fini Irpef in modo da recuperare parte dell’importo.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Voltura Enel: ecco quali Documenti devi preparare

Per attivare un subentro o una voltura presso il gestore Enel sono necessari in primis i codici numerici POD, per le forniture elettriche, o PDR, per quelle del gas, dei precedenti proprietari ai quali erano intestate le bollette.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Caratteristiche e vantaggi dei vari tipi di scale per interni: i pro e i contro nella scelta

La scala è un elemento di arredo fondamentale per gli interni, che deve essere scelto accuratamente e tenendo conto dello spazio disponibile all'interno della stanza. In vendita esistono infatti una grande moltitudine di modelli, progettati per rispondere alle esigenze di spazio di ogni acquirente e capaci di adattarsi alle esigenze di ogni stile. 

Leggi tutto...

Leggi anche...

Voltura Eni: guida pratica per la richiesta

L'Eni è un'azienda che si occupa di ricercare, produrre e commercializzare petrolio e gas naturale; ha all'attivo più di 75.000 dipendenti in circa 70 paesi. La voltura Eni, così come tutte le volture di questo tipo, viene richiesta all'ente erogatore in caso di subentro, nel contratto già preesistente, di un nuovo intestatario.

Leggi tutto...
Go to Top